Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....
Benvenuto nel forum dei motori


Per usufruire dei servizi offerti dal nostro forum, effettua il login se sei già parte del forum, in caso contrario, iscriviti alla nostra comunità, è totalmente gratuito.

Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....

Discussioni su sport motoristici, in particolare approfondimenti su Formula1 e MotoGP
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 16:42

Gioia Vettel, delusione Alonso, rabbia Hamilton: le reazioni dei piloti.

Sebastian Vettel, su Red Bull, si aggiudica la seconda gara del Mondiale sul circuito malese di Sepang e con 50 punti è in testa alla classifica piloti. "E' stata un'altra giornata fantastica - sottolinea il pilota tedesco della Red Bull -. La partenza è stata cruciale, sono rimasto sorpreso alla prima curva di vedere qualcosa di nero negli specchietti, era la Lotus di Heidfeld, ma sono riuscito a tenerlo dietro. Il primo stint è stato positivo, ma è stato un Gp diverso rispetto a quello in Australia, soprattutto per le gomme. E' difficile scegliere cosa fare come strategia, avevo Hamilton vicino ma poi all'ultimo stint ha avuto un problema e ho potuto controllare bene la gara con Button dietro di me. E' stato un vero piacere, adoro fare quello che faccio e non credo di poter essere più felice oggi".
Fernando Alonso, invece, è un leader deluso dopo il 6° posto e l'errore commesso nel sorpasso su Hamilton. "Ho lottato per 2 giri con la McLaren di Hamilton, l'ala posteriore non funzionava - racconta Alonso ai microfoni Rai -. Ci siamo toccati e con l'alettone rotto mi sono dovuto fermare per un pitstop supplementare che ci è costato il podio. Sono partito abbastanza bene, ho lottato ruota a ruota con la Red Bull di Webber. Le due Renault molto aggressive sono passate all'esterno e hanno fatto un po' da tappo, mentre noi abbiamo perso qualche posizione. La strategia prevedeva tre soste, ma con l'alettone rotto mi sono dovuto fermare per la quarta volta. Ci riproviamo in Cina tra una settimana".
Lewis Hamilton che rimane fuori dal podio accusa nettamente la scuderia e l'errata strategia adotatta che gli è costato almeno il terzo posto. "Non c'è molto da dire. Ho dovuto fare 4 pitstop, le gomme non duravano - dice ai microfoni della Rai -. Mi sono fermato prima di tutti in ogni stint, nel secondo pit-stop avrei dovuto montare pneumatici morbidi invece di quelli duri. Nell'ultima sosta ho utilizzato gomme morbide che erano vecchie e mi sono dovuto fermare nuovamente. Insomma, una pessima strategia e pessima gara".

virgiliosport
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 16:46

Classifica finale aggiornata
1. Sebastian Vettel - Red Bull-Renault - 56 giri in
2. Jenson Button - McLaren-Mercedes - a 3”2
3. Nick Heidfeld - Renault - a 25”0
4. Mark Webber - Red Bull-Renault - a 26”3
5. Felipe Massa - Ferrari - a 36”9
6. Fernando Alonso - Ferrari - a 57”2
7. Kamui Kobayashi - Sauber-Ferrari - a 1'06”4
8. Lewis Hamilton - McLaren-Mercedes - a 1'09”9
9. Michael Schumacher - Mercedes - a 1'24”8
10. Paul di Resta - Force India-Mercedes - a 1'31”5
11. Adrian Sutil - Force India-Mercedes - a 1'41”3
12. Nico Rosberg - Mercedes - a 1 giro
12. Sebastien Buemi - Toro Rosso-Ferrari - a 1 giro
13. Jaime Alguersuari - Toro Rosso-Ferrari - a 1 giro
14. Heikki Kovalainen - Lotus-Renault - a 1 giro
15. Timo Glock - Virgin-Cosworth - a 2 giri
16. Tonio Liuzzi - HRT-Cosworth - a 10 giri
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 16:51

alfa ha scritto:
Hamilton e Alonso sanzionati di 20 secondi
La McLaren di Lewis Hamilton e la Ferrari di Fernando Alonso hanno avuto 20 secondi aggiunto ai loro tempi di gara da parte degli stewards malese dopo il loro scontro durante l'evento Sepang.
Hamilton è stato penalizzato per fare più di un cambio di direzione, mentre cercava di difendere la sua posizione da Alonso. Lo spagnolo, nel frattempo, ha ricevuto la stessa pena per aver causato una collisione con il pilota britannico durante il combattimento.
La penalità di Hamilton promuove la Sauber di Kamui Kobayashi al settimo posto in risultati di gara e il pilota della McLaren scende all'ottavo. Alonso mantiene il suo sesto posto.(seguiranno aggiornamenti)


dal sito ufficiale F1

In dettaglio
Venti secondi di penalizzazione per Alonso e Hamilton
Il ferrarista resta sesto, mentre il pilota della McLaren cede il settimo posto a Kobayashi

In Australia era stata la squalifica delle Sauber a modificare l'esito finale della gara di apertura, a Sepang invece è arrivata una doppia penalità di 20" ai danni di Fernando Alonso e Lewis Hamilton, indagati per il contatto avvenuto tra di loro nelle fasi finali del Gp della Malesia.

Il ferrarista è stato considerato proprio colpevole del contatto che lo ha costretto a sostituire il muso della sua F150° Italia, ma nonostante la penalizzazione ha mantenuto il suo sesto posto finale nella classifica della corsa.

E' andata peggio ad Hamilton, scivolato all'ottavo posto alle spalle di Kamui Kobayashi. Al pilota della McLaren sono stati invece contestati i numerosi cambi di traiettoria di cui si è reso protagonista nel tentativo di difendersi dal ferrarista.

da omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 16:55

Hembery: "I primi tre hanno gestito al meglio le Pirelli"

Il direttore motorsport del gommista milanese rende onore a Vettel, Button ed Heidfeld
Per la seconda gara consecutiva, il Campione del Mondo in carica della Red Bull Sebastian Vettel ha trasformato la pole position in vittoria con gli pneumatici Pirelli. La stategia legata alle gomme si è dimostrata cruciale in gara, dove i piloti che hanno saputo gestire al meglio i loro pneumatici nelle severe condizioni della Malesia sono stati ricompensati con le prime posizioni.

Proprio come nel primo GP della stagione in Australia, il secondo posto è andato alla McLaren e il terzo alla Lotus Renault ma questa volta grazie a Jenson Button e a Nick Heidfeld, che in meno di sei mesi è passato dal ruolo di collaudatore Pirelli al podio.

Prima del via della gara, iniziata con una temperatura dell'asfalto di 35 gradi centigradi e dell'aria di 29 gradi, Button aveva predetto: "Considerando gli pneumatici, penso che sarà un GP molto emozionante".

L'inglese aveva ragione, dato che la seconda gara del contratto triennale di Pirelli in Formula 1 ha offerto molta azione e numerosi sorpassi dall'inizio alla fine. Il podio si è deciso solo all'ultimo giro, con Vettel che ha vinto con soli 3 secondi di margine, mentre Heidfeld ha lottato fino all'ultimo per tenere dietro il quarto classificato, Mark Webber. I primi tre hanno scelto una strategia simile di tre soste, usando le soft nei primi due stint prima di passare alle hard nell'ultimo. Button è riuscito a conservare al meglio i suoi pneumatici, arrivando fino al traguardo con le mescole hard dopo aver effettuato l'ultima sosta nel giro 38.

omnicorse

Anche Heidfeld ha mostrato la sua abilità nella gestione degli pneumatici, percorrendo 18 giri con le hard e riuscendo a resistere alla Red Bull di Mark Webber, che ha effettuato quattro pit stop. Heidfeld è così riuscito a salire sul podio per la prima volta dal GP della Malesia del 2009.

Il pilota della Sauber Kamui Kobayashi è stato l'unico tra i primi a completare la gara effettuando solo due soste, riuscendo a far durare le hard per 20 giri dopo il passaggio dalle soft nel giro 36. Il pilota nipponico ha chiuso all'ottavo posto, raccogliendo i suoi primi punti dell'anno.

Tutti i piloti hanno iniziato la gara con le soft. Nonostante qualche goccia di pioggia intermittente, le condizioni sono rimaste asciutte, consentendo agli pneumatici PZero di provare la loro competitività.

Oltre che dall'arrivo ravvicinato, la gara è stata caratterizzata da moltissimi sorpassi, incluse le spettacolari battaglie tra Fernando Alonso e Jenson Button nel giro 17, tra Sebastian Vettel e Felipe Massa nel giro 27, e tra Lewis Hamilton e Fernando Alonso nel giro 45.

Il commento del Direttore Pirelli Motorsport, Paul Hembery: "Se pensavamo che il GP d'Australia fosse andato bene, la Malesia è stato un altro capitolo! Fortunatamente non è piovuto, per cui abbiamo potuto vedere i nostri pneumatici in azione senza il fattore-pioggia. Il GP della Malesia si è trasformato in una lotta di strategia dall'inizio alla fine, con la scelta dei pneumatici giusti al momento giusto che si è rivelata assolutamente cruciale. Dopo aver preso quelle decisioni vitali, è stata questione di gestire le gomme nel miglior modo possibile, per sfruttarle al meglio in quelle condizioni così severe. Tutti e tre i piloti oggi sul podio hanno sottolineato il loro talento straordinario in questa situazione, con gli pneumatici che hanno giocato un ruolo vitale in una serie di duelli, fino al giro finale. In particolare, voglio congratularmi con Nick Heidfeld che è stato il nostro primo collaudatore quando i nostri pneumatici di Formula 1 sono scesi in pista per la prima volta nell'agosto dello scorso anno. Ma, dopo una gara così mozzafiato, non c'è tempo per rilassarci, perché adesso ci aspetta subito la Cina per un'altra nuova sfida che speriamo offra uno spettacolo altrettanto emozionante".
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 16:58

Webber recrimina per i problemi al KERS

La RB7 dell'australiano è già scattata male al via per il recupero di energia che non funzionava
Non è un momento troppo felice per Mark Webber. I critici lo considerano bollito dopo aver perso l'occasione l'anno scorso di vincere il mondiale piloti. Giudizi davvero ingenerosi per un pilota che ha dovuto fare i conti nei primi due Gp con i problemi che si sono manifestati solo sulla sua monoposto.

L'australiano ha portato a casa un quarto posto dopo una partenza disastrosa che lo ha fatto scivolare indietro nel gruppo fino al decimo posto. Poi è stato protagonista di una rimonta consistente, resa ancora più difficile dall'errata scelta di gomme: è stato il primo pilota a montare la mescola dura, una scelta che in seguiro non si verificata troppo positiva.

"E' stata una gara difficile oggi. Non ho fatto una buona partenza: già quando sono uscito dai box è emerso che c'era un guasto al KERS, e così il mio scatto iniziale senza il recupero di energia non è stato tale da evitare che mi passassero in molti. Per nei primi tre o quattro giri ho cercato di superare degli avversari, ma questi puntualmente tornavano davanti sul rettilineo".

Mark non si demoralizza, consapevole del potenziale che ha a disposizione:
"Anche senza KERS ho cercato di combattere come ho potuto. Avevo una buona strategoa e in ogni caso ho messo nel carniere qualche punto. Non era la mia giornata, evidentemente, anche se mi rammarico di non essere salito sul podio mi ha deluso di non salire sul podio. Ma vedrete che mi rifarò subito a Shanghai".

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 17:00

Buemi si lamenta: "Penalità troppo severa"

Lo svizzero si aspettava un drive through e non uno stop & go dopo aver superato i limiti ai box
A Sebastien Buemi non sembra essere andato giù lo stop & go di 10" che gli è stato inflitto dalla direzione gara per aver superato il limite di velocità nella corsia box. L'elvetico della Toro Rosso, che ha poi chiuso 13esimo, ha ammesso il suo errore, ma ha ritenuto troppo pesante la penalità per la sua infrazione, che solitamente viene punita semplicemente con un drive through.

"Avevo fatto una buona partenza, scavalcando Rosberg e riuscendo a rimanere vicino a Kobayashi e Schumacher, ma poi quando ho effettuato il primo pit stop ho avuto la senzasione che il limitatore non fosse entrato in funzione" ha spiegato Buemi.

"Per questo ho premuto nuovamente il pulsante, solo che in questo modo l'ho disattivato superando il limite di velocità. Per questo mi è stato dato uno stop & go di 10", che però mi sembra una punizione troppo severa, se comparata ai drive through che vengono inflitti di solito in questi casi" ha concluso.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 17:02

Liuzzi fermato per un cedimento all'ala posteriore La HRT aveva bloccato anche Karthikeyan per un surriscaldamento al motore Cosworth

Due gare al via: questa è la buona notizia, visto che è stata superata la mannaia del 107 per cento in qualifica. Due vetture ritirate: questa è il risvolto della medaglia per la HRT a Sepang.

Colin Kolles, team principal della Hispania, non si nasconde dietro ad un filo d'erba ed ammette che le due monoposto sono state fermate con una decisione presa ai box al fine di evitare danni.

Narain Karthikeyan si è fermato dopo solo 15 giri: il motore del pilota indiano ha accusato un aumento della temperatura dell'acqua che ha consugliato la squadra ad imporre lo stop a Narain prima di rischiare la rottura del propulsore Cosworth.

Anche Tonio Liuzzi non ha visto la bandiera a scacchi: questa volta lo stop è stato dettato da motivi di sicurezza per l'instabilità emersa nella parte posteriore della monoposto che l'aveva resa inguidabile.

Kolles, tuttavia, evidenzia i motivi per essere soddisfatto, considerando il fatto che la HRT ha partecipato al primo Gp dell'anno dopo la mancata qualificazione di Melbourne.
"Abbiamo controllato l'auto due volte per verificare il problema e abbiamo scoperto che c'era un danno all'alettone posteriore. Finalmente abbiamo potuto raccogliere dei dati che saranno utili per migliorarci in Cina, dove contiamo di finire la corsa. Si vede un po' di luce in fondo al... tunnel

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 17:05

Ferrari: il problema non è solo la 150° Italia Il cambiamento dei metodi di lavoro nella simulazione può determinare ritardi in pista


Ora abbiamo la conferma: la Ferrari non è una monoposto con cui si può puntare al titolo mondiale. Fernando Alonso ci ha provato a raccogliere il massimo da questo secondo appuntamento del mondiale 2011, ma alla fine è rimasto con poche briciole in mano.

Volendo recriminare si può rimpiangere un possibile terzo posto che era alla portata dello spagnolo, se questi non avesse rovinato l'ala anteriore in una inopportuna toccata con Lewis Hamilton, quando era palese che la McLaren era in sofferenza con le gomme dure che erano finite.

Alonso, certamente, ha sbagliato, ma ci ha provato. Ha ottenuto anche il secondo giro più veloce della corsa (1'40"717) a due decimi dalla migliore prestazione firmata da Mark Webber in 1'40"571. La Ferrari, dunque, trova sussulti di velocità quando non serve.

Vale a dire a fine corsa, quando quelli davanti avevano già tirato i remi in barca: Vettel, per fare un esempio, si è "accontentato" del sesto giro veloce, ad un secondo dal compagno di squadra: ma proprio questo dato ci fa riflettere su quale potrebbe essere il potenziale della Red Bull Racing che, invece, nel team di Horner cercando di tenere in qualche modo nascosto per non alimentare le voci già esistenti di sistemi utili a variare l'altezza da terra della invincibile RB7.

Sepang, pertanto, non rincuora i ferraristi, ma anzi deve agitare i tecnici perché domenica prossima si correrà in Cina e ci sarà ben poco tempo per portare delle modifiche sostanziose su una monoposto che sta deludendo le attese.

La qualifica ha confermato che c'è un secondo dalla pole position nel giro secco: un abisso per una Formula 1 che ormai si gioca sui centesimi, per cui anche per Shanghai non ci si può aspettare niente di buono. L'importante è saperlo...

A Melbourne ci saranno stati degli errori macroscopici di messa a punto, ma la 150° Italia anche a Sepang è stata costretta ad inseguire: non solo le regine indiscusse, vale a dire le Red Bull, ma anche McLaren e Lotus Renault.

La corsa, pur con tutte le sue variabili, ha confermato questa gerarchia dei valori: la Rossa è la quarta forza. E siccome non ci saranno soluzioni alchimistiche in grado di ribaltare i giochi (l'anno scorso a Valencia arrivarono gli scarichi soffianti che ormai hanno tutti), forse a Maranello farebbero bene a varare in fretta una 150° Italia B.

Fermi restando i pezzi che sono omologati (telaio, motore, cerchi) varrebbe la pena di lanciare un progetto più ardito, mettendo in macchina quelle idee che sono rimaste nel cassetto. Senza girare pagina pensando già al 2012 come avrebbe consigliato di fare Flavio Briatore.

Perché sembra che dalla base dell'ufficio tecnico del Cavallino siano affiorate delle proposte innovative, ma per ragioni di affidabilità e di costi non sarebbero state portate avanti sulla monoposto attuale. Eccessiva prudenza di Aldo Costa? Può essere, ma questo comportamento se lo può permettere chi è al vertice del gruppo e non chi, invece, è costretto ad inseguire.

Una filosofia di lavoro in antitesi con il credo del presidente, Luca di Montezemolo, grande fautore della ricerca e dell'innovazione. La Ferrari ha risorse tecniche ed umane in grado di ribaltare una situazione negativa in poco tempo. Serve un po' di coraggio nell'osare soluzioni nuove.

A Maranello pagano ancora il divieto dei test, vale a dire la possibilità di verificare in pista la qualità delle novità tecniche. Va riconosciuto che, avendo avuto per anni a disposizione due tracciati propri come Mugello e Fiorano, abbiano tralasciato alcuni aspetti della simulazione che oggi, invece, sono determinanti nello sviluppo di una monoposto nel corso della stagione.

E' probabile, quindi, che la squadra del Cavallino paghi un gap sugli altri top team nella messa a punto dei sistemi: il simulatore che è attivo nelle Gestione Sportiva è certamente fra i più evoluti e moderni fra quelli esistenti, ma magari non è ancora in grado di dare tutte le risposte che servono ai tecnici.

L'aerodinamica della 150° Italia sembra più convenzionale di altre monoposto: eppure la ricerca nel wind tunnel è molto spinta con l'uso di più gallerie del vento (oltre a quella disegnata da Piano, ci sono state collaborazioni prima con Dallara e poi con la Toyota di Colonia).

La Ferrari, quindi, sta cambiando le metodologie di lavoro, specie da quando sono arrivati Pat Fry (McLaren) e Neil Martin (Red Bull Racing): forse ci vuole solo un po' di tempo, ma nel Circus è l'unica cosa che non viene concessa a nessuno...

La battaglia tecnologica che si combatte in fabbrica è altrettanto importante con quella che vediamo in pista. Il cambiamento ha dei costi inevitabili (non dimentichiamoci che anche il drastico taglio degli organici ha imposto una diversa organizzazione della squadra), ma crediamo che la reazione non si farà attendere. La stagione, infatti, è ancora molto lunga e Alonso non pare intenzionato ad arrendersi così in fretta...

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 17:07

Button ora si candida per vincere in Cina Jenson è secondo nel mondiale e crede nel potenziale in crescita della McLaren

Ogni volta che le situazioni diventano critiche e non facilmente prevedibili, Jenson Button c'è. L'ex campione del mondo ha portato la McLaren ad un onorevolissimo secondo posto, nella consapevolezza che contro la superiorità della Red Bull Racing non c'era niente da fare.

Ora Jenson è secondo nella classifica piloti iridata, confidente del potenziale che la MP4-26 può tirare fuori nel corso della stagione...
"Questo è stato un weekend estremamente incoraggiante per noi. E' una grande soddisfazione tornare a casa con un sacco di punti per il campionato del mondo grazie al posto d'onore".

Qual è stata la chiave di volta della gara?
"E' molto semplice: avere la giusta cura degli pneumatici. Sono partito con una macchina con l'ala anteriore troppo carica che mi ha generato del sottosterzo in tutto il primo stint che ha messo in crisi anche le gomme dietro".

Però le prestazioni sono andate migliorando man mano...
"E' vero perché ad ogni pit-stop, ho ridotto l'incidenza dell'ala anteriore per cui il comportamento della macchina è andato gradualmente migliorando. E' per questo che ho cercato di non forzare troppo sulle gomme, nel tentativo di essere in buona posizione alla fine con una buona tattica di gara. Sapevo che Lewis ha avuto un problema in uno dei suoi pit-stop, e che sarei stato in grado di uscire davanti a lui, ma il mio passo era molto buono comunque".

Vettel era imprendibile?
" Nel finale ho provato ad alzare il ritmo per provare a prenderlo, ma la squadra mi ha consigliato di non strapazzare le coperture. Ci sentiamo molto incoraggiati dal fatto che abbiamo un pacchetto forte. Io ancora non credo che stiamo ancora traendo il meglio dalla MP4-26, ma mi auguro che in Cina si possa anche pensare in grande con entrambe le macchine...".
Ogni volta che le situazioni diventano critiche e non facilmente prevedibili, Jenson Button c'è. L'ex campione del mondo ha portato la McLaren ad un onorevolissimo secondo posto, nella consapevolezza che contro la superiorità della Red Bull Racing non c'era niente da fare.

Ora Jenson è secondo nella classifica piloti iridata, confidente del potenziale che la MP4-26 può tirare fuori nel corso della stagione...
"Questo è stato un weekend estremamente incoraggiante per noi. E' una grande soddisfazione tornare a casa con un sacco di punti per il campionato del mondo grazie al posto d'onore".

Qual è stata la chiave di volta della gara?
"E' molto semplice: avere la giusta cura degli pneumatici. Sono partito con una macchina con l'ala anteriore troppo carica che mi ha generato del sottosterzo in tutto il primo stint che ha messo in crisi anche le gomme dietro".

Però le prestazioni sono andate migliorando man mano...
"E' vero perché ad ogni pit-stop, ho ridotto l'incidenza dell'ala anteriore per cui il comportamento della macchina è andato gradualmente migliorando. E' per questo che ho cercato di non forzare troppo sulle gomme, nel tentativo di essere in buona posizione alla fine con una buona tattica di gara. Sapevo che Lewis ha avuto un problema in uno dei suoi pit-stop, e che sarei stato in grado di uscire davanti a lui, ma il mio passo era molto buono comunque".

Vettel era imprendibile?
" Nel finale ho provato ad alzare il ritmo per provare a prenderlo, ma la squadra mi ha consigliato di non strapazzare le coperture. Ci sentiamo molto incoraggiati dal fatto che abbiamo un pacchetto forte. Io ancora non credo che stiamo ancora traendo il meglio dalla MP4-26, ma mi auguro che in Cina si possa anche pensare in grande con entrambe le macchine...".

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 17:12

Vettel punta sulla freddezza dopo la seconda vittoria Il campione del mondo esulta, ma incita la squadra a mantenere un atteggiamento attento

E due! Sebastian Vettel coglie il secondo successo stagionale e prende il largo nella classifica del mondiale piloti. Dopo due Gp il campione del mondo ha già messo 24 punti fra sé e Jenson Button, il primo degli inseguitori. Un bottino importante che però non gli fa abbassare la guardia. E' diventato misurato anche nelle espressioni di gioia, consapevole che la stagione è molto lunga e non bisogna sprecare la superiorità attuale della RB7.

"La partenza è stata cruciale. Ero certo di essere scattato bene, ma poi ho visto Lewis subito dietro di me. Ammetto che sono stato sorpreso alla prima curva, quando d'un tratto ho visto qualcosa di nero negli specchietti: ho capito che era una Lotus".

Nessuno è parso in grado di mettere i bastoni fra le ruote...
"Nel primo stint tutto è filato liscio e così ho potuto tirare giro dopo giro, ma non è stato facile questo successo. Tutta la gara è stata molto diversa da quella che abbiamo visto in Australia due settimane fa: erano tutti molto più vicini e ci sono stati più pit stop a causa del degrado delle gomme".

Avete impostato anche la tattica giusta...
"Con la giostra delle soste non si riesce sempre a stare in testa, per cui cerchiamo di evitare tattiche con troppi pit stop che possono sempre riservare delle sorprese. Non è stata una gara facile, ma nell'ultimo tratto Lewis ha avuto un problema e poi è finito dietro a Jenson. Sono molto soddisfatto del risultato di oggi. Non potrei essere più felice in questa fase, ma dobbiamo continuare a lavorare con freddezza: i ragazzi sanno che questo è il modo più corretto di procedere".

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 17:14

Nick Heidfeld: "Un altro grande risultato per la Lotus Renault"

Ritorno sul podio dopo due anni di digiuno per Nick Heidfeld. Il tedesco della Lotus Reanult non concludeva una gara nella top three dal 2009, quando proprio a Sepang otteneva un terzo posto a bordo dell'allora BMW. Determinante nella splendida prestazione odierna è stata sicuramente la partenza, la quale ha visto l'ex driver Sauber raggiungere la seconda posizione scattando dalla sesta piazzola.

"Ho fatto una grande partenza proprio come in Australia" - ha dichiarato Heidfeld - "Non mi aspettavo di guadagnare quattro posizioni fino al secondo posto. Ho cercato di seguire Sebastian, ma era troppo più veloce, poi ho notato qualche goccia di pioggia e la tenuta è andata via, ma sono rimasto in pista. Ho perso un paio di posizioni al primo pit, ma è chiaro che avevamo comunque un buon ritmo riuscendo a lottare con le vetture davanti".

"Sono stato fortunato quando Fernando ha avuto un problema, è stato invece divertente lottare con Lewis, Negli ultimi giri Mark era poco dietro di me ma ho saputo tenere la posizione per stare davanti. E' un altro grande risultato per la Lotus Renault GP ed è chiaro che la squadra ha fatto un grande passo in avanti quest'anno".

stopandgo
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 17:19

Michael Schumacher dopo il 9° posto: "Miglioriamo il passo gara"

Rimasto ieri escluso dalla Q3, Michael Schumacher ha trovato oggi un parziale riscatto, chiudendo al 9° posto la gara di Sepang. Il pilota tedesco ha ottenuto così i primi punti del 2011 dopo la deludente apertura di Melbourne.

"Questa volta non ci sono stati inconvenienti. La corsa è stata persino divertente nel finale, ma anche ricca di alti e bassi. Sono partito abbastanza bene e da lì ho dovuto pensare soprattutto a gestire le gomme", spiega l'alfiere della Mercedes GP.

"Probabilmente non potevamo aspettarci più di così, e senza dubbio dobbiamo lavorare per trovare un ritmo migliore: non siamo dove vogliamo essere", prosegue Schumacher, conscio che il gap dalla vetta è ancora consistente. "Siamo coscienti di tutto ciò e pronti a mettercela tutta. Possiamo dire di essere abbastanza competitivi sul giro secco, bisogna però concentrarsi sul passo-gara".

stopandgo
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 17:27

Perchè è stata spostata a destra la pole-position

Dopo le qualifiche di ieri, i Piloti Hanno richiesto Il cambio di lato per la pole-position: tradizionalmente collocata sulla sinistra del circuito (per garantire una migliore traiettoria alla prima curva), per la gara di oggi è stata spostata a destra .

Perche 'i concorrenti hanno segnalato ai commissari la presenza massiccia di trucioli di gomma nella porzione di sinistra di asfalto, a tutto svantaggio dell'aderenza.

Charlie Whiting, Delegato Tecnico della Federazione, ha acconsentito per la modifica. Il poleman Sebastian Vettel scatterà quindi dalla parte destra (a sinistra per gli schermi televisivi), invertendo di conseguenza il tutto.
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 17:36

petrov
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 17:39

Pastor Maldonado si allontana dopo l'incidente
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Dom 10 Apr 2011 - 17:42

Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Lun 11 Apr 2011 - 15:36

Domenicali difende Alonso dopo l'incidente

Il ferrarista doveva prendersi dei rischi per attaccare non potendo più utilizzare l'ala mobile
- Nonostante il suo tentativo di attacco si sia concluso con un contatto e con una successiva penalizzazione che gli hanno impedito di lottare fino alla fine per il podio, Stefano Domenicali sembra approvare la determinanzione con cui Fernando Alonso ha provato a soffiare la terza posizione a Lewis Hamilton nelle fasi conclusive del Gp della Malesia.
- "Mi piace molto il suo modo di guidare, che è fantastico, ma bisogna anche considerare che quest'anno quando si esce di traiettoria c'è un grosso problema" ha spiegato Domenicali. "Fuori traiettoria la pista è tutta sporca di "palline" di gomma, quindi devi sempre cercare di rimanere in quella ottimale, perchè appena ti sposti finisci per sporcare le gomme e perdi aderenza".
- Il concetto di Domenicali è semplice: quest'anno per attaccare bisogna sempre prendersi dei rischi, che nel caso di Alonso sono stati amplificati dall'impossibilità di azionare l'ala mobile posteriore nei giri conclusivi della gara.
- "Credo che questa sia una situazione difficile, perchè anche se c'è una buona situazione per tentare il sorpasso, devi comunque prenderti i tuoi rischi. Resa ancora più difficile dal problema accusato all'ala mobile, senza il quale avrebbe potuto attaccare senza problemi" ha concluso.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    Lun 11 Apr 2011 - 15:38

Red Bull: Newey chiede tempo per ottimizzare il KERS

Al momento il recupero di energia sembra l'unico punto debole delle RB7
- L'unico punto debole della velocissima Red Bull RB7 sembra essere il KERS. Ieri Sebastian Vettel ne ha dovuto fare a meno per alcuni giri nella seconda parte di gara, mentre Mark Webber non lo ha potuto utilizzare per l'intera durata del Gp della Malesia, pagandone lo scotto soprattutto alla partenza: sul lungo rettilineo di Sepang gli avversari hanno avuto vita facile per sfilarlo, facendolo scivolare al decimo posto.
- Con il Gp della Cina che incombe già nel prossimo weekend, Adrian Newey si è detto abbastanza convinto che difficilmente i problemi con il recupero di energia potranno trovare un rimedio in tempo per Shanghai.
- "La realtà è che si tratta di un dispositivo che sta vivendo la sua infanzia" ha spiegato Newey. "Noi non siamo un costruttore, quindi non è facile occuparsi dello sviluppo del KERS, un dispositivo con cui non abbiamo avuto esperienza in passato".
- "Inoltre bisogna tenere conto che bisogna portare avanti lo sviluppo in un clima di ristrettezza per quanto riguarda le risorse, sia economiche che di esperienza. Penso che la nostra curva di apprendimento sia veloce, ma non quanto ci manca per arrivare al punto più alto di questa curva è ancora tutto da vedere" ha aggiunto. "La questione è che stiamo ancora trovando nuovi potenziali problemi e questo sta un pò rallentando il nostro lavoro".

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang    

Tornare in alto Andare in basso
 
F1 Gran Prix Malesia (08-10 Marzo 2011) Sepang
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Campagna richiamo (R30179 marzo 2011) 2.0 DI-D
» 20 Marzo XC Gemona
» 27 Marzo 2011 Memorial “Spadino”
» Tagliando 120000 e cinghia distribuzione
» SPEED DAY autodromo di Monza 06 marzo 2011

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP..... :: Archivo :: F1 2011-
Andare verso: