Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....
Benvenuto nel forum dei motori


Per usufruire dei servizi offerti dal nostro forum, effettua il login se sei già parte del forum, in caso contrario, iscriviti alla nostra comunità, è totalmente gratuito.

Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....

Discussioni su sport motoristici, in particolare approfondimenti su Formula1 e MotoGP
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Gio 20 Ott 2011 - 6:37

Orari e diretta TV

Venerdi 21-10-2011:
ore 3.15-3.55, Prove libere 1, 125
ore 4.10-4.55, Prove libere 1, Moto GP
ore 5.10-5.55, Prove libere 1, Moto 2
ore 7.15-7.55, Prove libere 2, 125
ore 8.10-8.55, Prove libere 2, Moto GP
ore 9.10-9.55, Prove libere 2, Moto 2

Sabato 22-10-2011:
ore 1.30, Prove libere, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), sintesi
ore 3.15-3.55, Prove libere 3, 125
ore 4.10-4.55, Prove libere 3, Moto GP
ore 5.10-5.55, Prove libere 3, Moto 2
ore 7.00-7.40, Qualifiche, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
ore 7.55-8.55, Qualifiche, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
ore 9.10-9.55, Qualifica 2, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta

Domenica 23-10-2011:
ore 4.40-5.00, Warm Up, 125
ore 5.10-5.30, Warm Up, Moto 2
ore 5.40-6.00, Warm Up, Moto GP
ore 7.00, Gara, 125, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
ore 8.15, Gara, Moto 2, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
ore 10.00, Gara, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), diretta
ore 11.00, Fuori giri, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY)
ore 14.00, Gara, Moto GP, Italia 1 (Tivù Sat e DTT, criptato su SKY), replica

Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Gio 20 Ott 2011 - 6:41

Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Gio 20 Ott 2011 - 6:51

Per Sepang Bridgestone punta sulle gomme più dure
Tra il caldo ed i lunghi curvoni in appoggio, la Casa giapponese non ha ritenuto utili le più morbide

Ad appena una settimana di distanza dal Gran Premio d'Australia, domenica 23 ottobre è in programma sul Circuito Internazionale di Sepang, in Malesia, il diciassettesimo e penultimo appuntamento del Campionato del Mondo di MotoGp.

Il tracciato di Sepang, lungo 5.548 metri, presenta due lunghi e veloci rettilinei seguiti da tornanti stretti da percorrere a velocità ridotta e rappresenta una sfida impegnativa per i piloti, per le moto e per i pneumatici, a causa della temperatura molto elevata della pista, che spesso supera i 50°C. Anche l'umidità è sempre particolarmente alta e la pioggia monsonica è spesso una costante su questo tracciato.

Le principali sfide dal punto di vista dei pneumatici riguardano la velocità sostenuta lungo i due rettilinei principali, le elevate temperature e le pesanti frenate che precedono le curve strette. Le opzioni di mescola a disposizione sono rimaste invariate rispetto allo scorso anno. Il tracciato è caratterizzato da cinque curve a sinistra e dieci a destra ed è uno dei pochi tra quelli inseriti nel calendario che non richiede l'utilizzo del pneumatico asimmetrico al posteriore, perché la temperatura sia della spalla destra sia di quella sinistra del pneumatico è equamente bilanciata.

La Casa giapponese ha selezionato per l'anteriore la tipologia di pneumatico con mescola dura ed extra dura, in grado di garantire durata e stabilità in frenata, quando i piloti decelerano da 300 km/h a circa 80 km/h in entrata di curva. In Malesia i team avranno a disposizione solo due opzioni di mescola per l'anteriore, perché l'opzione aggiuntiva di mescola soft non è stata ritenuta necessaria per migliorare la stabilità in frenata.

Per il posteriore i piloti avranno a disposizione il pneumatico con mescola media e dura, che garantisce maggiore durata nelle curve lunghe e un buon grip in uscita di curva quando occorre massimizzare la velocità in rettilineo. Entrambe le mescole al posteriore devono avere una solida sezione centrale per assicurare una buona durata e per affrontare i settori con velocità più elevata.

Il tracciato è uno dei pochi tra quelli inseriti in calendario in cui si disputa anche il Gran Premio di Formula 1 ed è stato spesso decisivo in passato per l'assegnazione del titolo mondiale. Nel 2009 il titolo mondiale vinto da Valentino Rossi (Fiat Yamaha Team) fu assegnato a Sepang, e lo stesso avvenne nel 2010 con il compagno di scuderia Jorge Lorenzo, che conquistò il primo successo mondiale nella classe MotoGP. Quest'anno Casey Stoner (Honda Repsol) ha ottenuto il secondo titolo mondiale lo scorso weekend nel Gran Premio d'Australia.

Hiroshi Yamada – Responsabile Bridgestone Motorsport: "Anche se il titolo mondiale è già stato deciso, la lotta è ancora aperta per la terza posizione in campionato, quindi prevediamo lotte serrate in condizioni di grande caldo. Mi spiace per Jorge che non potrà correre in Malesia a seguito dell'infortunio occorso in Australia e gli auguro una rapida guarigione. Il Gran Premio della Malesia rimane sempre un appuntamento impegnativo per le elevate temperature e per l'umidità, oltre che per il rischio di piogge torrenziali che spesso in passato hanno condizionato lo svolgimento della gara. Attendiamo quest'ultimo appuntamento oltreoceano prima di quello conclusivo a Valencia".

Hirohide Hamashima – Assistente del Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport: "Sepang è una combinazione di curve a velocità sostenuta, lunghi rettilinei, stretti tornanti e pesanti frenate e rappresenta una sfida difficile per i pneumatici e per i piloti, specialmente se consideriamo le temperature elevate e il livello di umidità. Caratterizzato da due lunghi rettilinei e con una temperatura della pista che spesso supera i 50°C è uno dei tracciati più veloci della stagione e uno dei più impegnativi per il pneumatico anteriore, sottoposto ad una grande sollecitazione: per questo motivo deve avere una sezione centrale resistente in grado di garantire una buona stabilità in frenata, specialmente alla fine dei due lunghi rettilinei. Le curve da percorrere a velocità sostenuta richiedono un buon grip sulla spalla del pneumatico. Normalmente quando una moto è in posizione diritta in rettilineo il carico laterale sui pneumatici è minimo e il flusso d'aria è massimizzato, quindi c'è un maggiore effetto di raffreddamento, ma a Sepang le elevate temperature dell'aria e della pista, in aggiunta alle pesanti frenate alla fine dei rettilinei, possono generare una temperatura elevata nella sezione centrale del pneumatico. Fondamentale sarà quindi la durata del pneumatico stesso. Abbiamo svolto i test invernali a Sepang e i team hanno a disposizione sufficienti dati per ottimizzare i loro set-up".

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Gio 20 Ott 2011 - 6:52

Nakasuga sostituisce Lorenzo a Sepang
Si tratta di uno dei collaudatori che cura lo sviluppo della Yamaha M1

Il collaudatore Yamaha Katsuyuki Nakasuga sostituirà l'infortunato Jorge Lorenzo nel prossimo Gp della Malesia, in programma nel fine settimana.
Il maiorchino si è infortunato all'anulare della mano sinistra durante la sessione di warm up che anticipava il Gran Premio australiano di settimana scorsa. Si è sottoposto ad intervento chirurgico ed è rientrato nella sua Barcellona per iniziare la fase di recupero.

Il 30enne Nakasuga è un esperto collaudatore e conoscitore della YZR-M1 e degli pneumatici Bridgestone. Sta attualmente correndo nell'All Japan Road Racing Championship, nella classe JSB1000, occupando la terza posizione della classifica.

La decisione finale sulla partecipazione di Jorge Lorenzo all'ultima gara della stagione 2011 di Valencia verrà presa entro le prossime due settimane.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Ven 21 Ott 2011 - 6:31

Libere 1
poker Honda davanti a tutti
Un Pedrosa scatenato rifila 0"6 a Stoner, seguono Dovizioso e Simoncelli

Assente Jorge Lorenzo, i piloti ufficiali della Honda hanno letteralmente dominato la prima sessione di prove libere del Gp della Malesia della classe MotoGp: al termine dei 45' cronometrati, davanti a tutti ci sono le tre RC212V con i colori della HRC, tallonate da quella di Marco Simoncelli.

A realizzare il miglior tempo è stato Dani Pedrosa, unico a scendere sotto al muro del 2'02" in 2'01"916. Lo spagnolo ha staccato di ben sei decimi il fresco campione del mondo Casey Stoner, parso decisamente rilassato e davanti ad Andrea Dovizioso per appena pochi millesimi.

Come detto, in quarta piazza c'è poi "SuperSic", ma l'italiano del team Gresini si è visto rifilare la bellezza di oltre 1"3 da un Pedrosa scatenato. La vera sorpresa della mattinata è il quinto tempo di Alvaro Bautista, primo degli "altri" con una Suzuki da cui sta ancora aspettando una risposta sul suo futuro.

Solo sesta la prima delle Yamaha, che è quella ufficiale di Ben Spies. L'americano non è ancora al 100% della condizione fisica e l'assenza di Lorenzo si sta facendo sentire: il suo sostituto, il collaudatore Katsuyuki Nakasuga ha chiuso nelle retrovie, rendendosi anche protagonista di una scivolata nella parte centrale del turno.

Veniamo al capitolo Ducati: ancora una volta è riuscito a mettersi in evidenza Randy De Puniet, chiudendo in ottava posizione a circa 1"8. Valentino Rossi invece per ora è decimo con la GP11.1 con semitelaio in alluminio: per la prima volta nelle ultime gare è riuscito a iniziare il weekend davanti a Nicky Hayden, dodicesimo con la GP11.1 "standard".

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Ven 21 Ott 2011 - 6:36

1 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team HONDA 2'01.916
2 27 Casey STONER AUS Repsol Honda Team HONDA 2'02.557
3 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team HONDA 2'02.590
4 58 Marco SIMONCELLI ITA San Carlo Honda Gresini HONDA 2'03.311
5 19 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP SUZUKI 2'03.558
6 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing YAMAHA 2'03.586
7 14 Randy DE PUNIET FRA Pramac Racing Team DUCATI 2'03.760
8 5 Colin EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3 YAMAHA 2'03.778
9 7 Hiroshi AOYAMA JPN San Carlo Honda Gresini HONDA 2'03.908
10 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team DUCATI 2'04.280
11 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing DUCATI 2'04.345
12 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team DUCATI 2'04.474
13 65 Loris CAPIROSSI ITA Pramac Racing Team DUCATI 2'04.521
14 21 John HOPKINS USA Rizla Suzuki MotoGP SUZUKI 2'04.609
15 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 YAMAHA 2'04.666
16 24 Toni ELIAS SPA LCR Honda MotoGP HONDA 2'04.890
17 89 Katsuyuki NAKASUGA JPN Yamaha Factory Racing YAMAHA 2'05.390
18 8 Hector BARBERA SPA Mapfre Aspar Team MotoGP DUCATI 2'06.199

Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Ven 21 Ott 2011 - 10:18

Libere 2: Pedrosa sembra imprendibile
Continua il dominio delle Honda, ma lo spagnolo aumenta il vantaggio sui compagni

Le Honda continuano a dettare il passo anche nella seconda sessione di prove libere del Gp della Malesia di MotoGp: a guidicare da quello che si è visto nel venerdì di Sepang, viene da dare quasi per scontato che domenica sul gradino più alto del podio ci sarà uno dei piloti in sella ad una RC212V ufficiale.

In particolare Dani Pedrosa sembra determinato ad andare all'attacco del terzo posto nella classifica iridata, attualmente occupato dal compagno di squadra Andrea Dovizioso. Proprio come in mattinata, "Camomillo" ha messo tutti in fila, riuscendo addirittura ad aumentare il gap che lo separa dagli inseguitori.

Con il suo 2'01"250, infatti, il pilota iberico è riuscito a tenere ad una distanza di oltre otto decimi il fresco campione del mondo Casey Stoner, che è stato l'unico oltre a lui a scendere sotto al muro del 2'02". Oltre il secondo invece il distacco di tutti gli altri: terzo c'è Andrea Dovizioso, che è stato uno dei pochi a non riuscire a migliorare il tempo della mattinata, davanti a Marco Simoncelli.

A riprova del grande feeling delle Honda con il tracciato malese, in quinta piazza troviamo la RC212V clienti di Hiroshi Aoyama, mai così veloce in questa stagione. Il primo degli "altri" è Colin Edwards, sesto con la Yamaha del team Tech 3, davanti a alla Suzuki di Alvaro Bautista. Solo nono invece Ben Spies, che ha chiuso alle spalle anche della miglior Ducati, ancora una volta quella clienti di Randy De Puniet.

In evidente difficoltà invece le due Desmosedici ufficiali: che si tratti della GP11.1 "standard" di Nicky Hayden o di quella con semitelaio in alluminio di Valentino Rossi, non sembra fare troppa differenza. L'undicesima e la dodicesima piazza, ad oltre 2", sono tutt'altro che esaltanti.

Nuovamente a terra Katsuyuki Nakasuga: il sostituto di Jorge Lorenzo è ultimo e ha dimostrato ancora una volta che i collaudatori non sono all'altezza dei piloti ufficiali, accusando un ritardo davvero importante.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Ven 21 Ott 2011 - 10:19

Libere 2
1 PEDROSA D. Honda 2'01''250
2 STONER C. Honda 2'02''070
3 DOVIZIOSO A. Honda 2'02''664
4 SIMONCELLI M. Honda 2'02''823
5 AOYAMA H. Honda 2'02''951
6 EDWARDS C. Yamaha 2'02''991
7 BAUTISTA A. Suzuki 2'03''123
8 DE PUNIET R. Ducati 2'03''159
9 SPIES B. Yamaha 2'03''312
10 ABRAHAM K. Ducati 2'03''318
11 HAYDEN N. Ducati 2'03''445
12 CAPIROSSI L. Ducati 2'03''595
13 ROSSI V. Ducati 2'03''677
14 HOPKINS J. Suzuki 2'03''885
15 CRUTCHLOW C. Yamaha 2'03''901
16 ELIAS T. Honda 2'04''071
17 BARBERA H. Ducati 2'04''603
18 NAKASUGA K. Yamaha 2'05''996
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Ven 21 Ott 2011 - 10:22

Rossi: "Andiamo sempre uguale"
"Nei test pre-stagione andavamo meglio"

Dopo il 13° tempo delle libere di Sepang, Valentino Rossi non le manda a dire: "Stiamo andando più o meno in linea con le altre volte. Non è che andiamo male, siamo sempre andati cosi! Abbiamo provato a montare una diversa sospensione dietro e mi aiuta molto, perché se il tempo non migliora, almeno non mi sembra di cadere in tutte le curve. Rispetto ai test pre-stagione? Con l'altra moto andavo un filo meglio, con questa faccio veramente fatica".

Quello delle libere di Sepang è un Rossi sintetico, ma diretto: "Se arrivasse la pioggia non sarebbe nemmeno male, ma dovrebbe piovere per gli altri e per noi restare asciutto per fare davvero la differenza. Ho trovato la pista in condizioni peggiori rispetto al solito, ma il problema è che rispetto ai test di inizio stagione noi andiamo peggio. Con questa faccio davvero fatica".

sportmediaset
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Sab 22 Ott 2011 - 7:00

Libere 3: ancora Honda e Pedrosa
Lo spagnolo guida l'ennesimo poker di RC212V del weekend. In crescita le Ducati

Le Honda non ne vogliono assolutamente sapere di mollare le prime quattro posizioni a Sepang: anche nella terza ed ultima sessione di prove libere del Gp della Malesia le RC212V ufficiali hanno piazzato uno strepitoso poker, guidato ancora una volta da Dani Pedrosa.

Lo spagnolo ha ottenuto il miglior tempo assoluto del weekend in 2'01"769, precedendo questa volta il tandem italiano composto da Marco Simoncelli ed Andrea Dovizioso: in particolare "SuperSic" ha dato l'idea di aver fatto un passo avanti importante, sia sul giro secco che sul passo di gara.

Il campione del mondo Casey Stoner invece per ora rimane sornione a guardare l'evoluzione della situazione in quarta posizione, staccato di circa quattro decimi da Pedrosa. La sorpresa della mattinata è senza dubbio il quinto tempo ottenuto da Nicky Hayden, che con la Ducati GP11.1 "standard" ha chiuso a meno di mezzo secondo dal battistrada.

Seguono poi Alvaro Bautista, Colin Edwards e Valentino Rossi: anche il "Dottore" è migliorato sensibilmente rispetto a ieri, ma il suo ritaro nei confronti del compagno di squadra è ancora di circa quattro decimi. Il dubbio quindi è sempre più concreto: siamo sicuri che la moto dotata di semitelaio in alluminio sia migliore di quella tutta in carbonio?

Disperse le due Yamaha ufficiali: Ben Spies si è reso protagonista di una caduta ed è solo 14esimo, mentre il collaudatore Katsuyuki Nakasuga chiude il gruppo in 18esima piazza. Da segnalare il forfait della wild card John Hopkins, costretto a fermarsi da un riacutizzarsi del dolore al dito fratturato a Brno.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Sab 22 Ott 2011 - 7:02

Libere 3
1 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team HONDA 2'01.769
2 58 Marco SIMONCELLI ITA San Carlo Honda Gresini HONDA 2'02.034
3 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team HONDA 2'02.081
4 27 Casey STONER AUS Repsol Honda Team HONDA 2'02.169
5 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team DUCATI 2'02.249
6 19 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP SUZUKI 2'02.343
7 5 Colin EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3 YAMAHA 2'02.463
8 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team DUCATI 2'02.614
9 7 Hiroshi AOYAMA JPN San Carlo Honda Gresini HONDA 2'02.744
10 65 Loris CAPIROSSI ITA Pramac Racing Team DUCATI 2'02.825
11 14 Randy DE PUNIET FRA Pramac Racing Team DUCATI 2'03.019
12 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 YAMAHA 2'03.414
13 8 Hector BARBERA SPA Mapfre Aspar Team MotoGP DUCATI 2'03.554
14 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing YAMAHA 2'03.772
15 24 Toni ELIAS SPA LCR Honda MotoGP HONDA 2'03.823
16 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing DUCATI 2'03.952
17 89 Katsuyuki NAKASUGA JPN Yamaha Factory Racing YAMAHA 2'04.629
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Sab 22 Ott 2011 - 7:23

Pedrosa ritrova la pole position a Sepang
Prima fila tutta HRC con Stoner secondo e Dovizioso terzo. Sorprende il quarto tempo di Edwards

Dopo aver dominato tutte le sessioni di prove libere del Gp della Malesia, Dani Pedrosa ha completato l'opera portando a casa anche la pole position a Sepang. Neppure una scivolata, avvenuta nei primi minuti del turno, ha impedito allo spagnolo di andare a riprendersi una partenza al palo che gli mancava dalla gara di metà agosto a Brno.

"Camomillo" ha sfoderato un tempo di 2'01"462, nonostante nel suo miglior giro sia stato anche disturbato da un pilota più lento. Nel finale però si è dovuto difendere con le unghie dal tentativo di risalita del compagno di squadra Casey Stoner, secondo ad appena 29 millesimi di ritardo dopo essere rimasto un po' in relax nella prima metà della sessione.

In terza posizione, Andrea Dovizioso completa una prima fila tutta Honda HRC, chiudendo con un paio di decimi. L'italiano addirittura era in vantaggio su Pedrosa fino all'ultimo intermedio, ma poi non è riuscito a piazzare la zampata vincente. Tuttavia, "Dovipower" si può senza dubbio consolare per l'ottimo passo mostrato con la gomma dura.

In quarta posizione questa volta non troviamo Marco Simoncelli, solo quinto e anche alle prese con qualche problemino di consumo di troppo. Davanti a lui, a sorpresa, si è inserito un Colin Edwards voglioso di salutare la Yamaha Tech 3 con una bella prestazione da ricordare. Segnali positivi anche da Nicky Hayden, autore del sesto tempo con la Ducati GP11.1 "standard", anche se con sette decimi di distacco dalla pole.

Valentino Rossi invece si è dovuto accontentare del nono tempo con la sua Desmosedici dotata di semitelaio in alluminio. Il pesarese si è anche reso protagonista di una caduta senza conseguenze ad una quindicina di minuti dal termine. Poi è tornato in pista e proprio sotto alla bandiera a scacchi è riuscito ad ottenere il suo miglior crono: Pedrosa però è ancora lontano quasi 1".

Giornata decisamente no per la squadra ufficiale Yamaha: Ben Spies è finito nuovamente con le ruote all'aria nei secondi finali della sessione e, complici ancora gli acciacchi della caduta di Phillip Island, prenderà il via dal fondo della griglia insieme al collaudatore Katsuyuki Nakasuga.

di Matteo Nugnes

Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Sab 22 Ott 2011 - 7:28

Griglia di Partenza
1 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team 2:01.462
2 27 Casey STONER AUS Repsol Honda Team 2:01.491
3 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team 2:01.666
4 5 Colin EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3 2:02.010
5 58 Marco SIMONCELLI ITA San Carlo Honda Gresini 2:02.105
6 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team 2:02.172
7 7 Hiroshi AOYAMA JPN San Carlo Honda Gresini 2:02.254
8 19 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP 2:02.332
9 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team 2:02.395
10 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 2:02.756
11 14 Randy DE PUNIET FRA Pramac Racing Team 2:02.939
12 65 Loris CAPIROSSI ITA Pramac Racing Team 2:03.077
13 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing 2:03.438
14 8 Hector BARBERA SPA Mapfre Aspar Team MotoGP 2:03.619
15 24 Toni ELIAS SPA LCR Honda MotoGP 2:03.646
16 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing 2:03.678
17 89 Katsuyuki NAKASUGA JPN Yamaha Factory Racing 2:04.072
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Sab 22 Ott 2011 - 10:27

Rossi: "Non mi sono rinco..."
"Sul passo gara non siamo messi male"

Rispetto al Rossi cupo delle libere, quello delle qualifiche scherza nonostante la caduta: "Oggi è andata un pochino meglio. Abbiamo fatto delle modifiche e almeno riesco a guidare bene nei tratti difficili. Mentre nel T4, nelle ultime due curve, perdiamo tanto. Poi c'è la solita caduta Ducati. Non mi sono rinco... e quando guido come si deve, la moto mi fa degli scherzi. Per la gara dovrei avere un buon passo. Nel warm-up sceglieremo la gomma".

Il nono tempo in qualifica non scoraggia Valentino: "Parto in terza fila e non è male. Il problema dell'anteriore ormai lo conosciamo, ma non mi sono rinco... Non è che ieri non sapevo più guidare, poi invece il giorno dopo vado bene. Non dipende da come mi sveglio. In qualifica ho provato a fare l'ultimo giro forte, ma andando sull'erba ho perso 2 decimi. Magari senza quel largo potevo andare anche in seconda fila, ma il T4 per noi è indigesto. Faccio fatica in accelerazione e la moto è difficile da controllare quando sono piegato. Ho paura a toccare il gas perché appena lo faccio si chiude il davanti. Quindi apro piano l'acceleratore" - per quanto "piano" possa intendere un pilota, ndr - "Quindi bisogna vedere come mi sveglio domani...", scherza Rossi.

Il Dottore entra già nell'ottica della gara e pensa alle gomme: "Le sceglieremo in base alla temperatura prevista per la gara e il grip che avra la pista domani. Comunque il nostro problema non è la mancanza di potenza. La Ducati prima aveva misure e geometrie fatte sulla statura di Stoner, che è più piccolo, corto e pesa meno. Inoltre adesso non abbiamo più il vantaggio di motore che aveva la Ducati qualche anno fa. Anzi abbiamo un problema di evoluzione della gestione elettronica, che sulle Honda ha fatto un grande passo avanti. Loro aprono prima, che fa molto di più la differenza sul tempo, rispetto ad avere più cavalli nel motore". Un chiarimento tecnico decisamente puntuale.

sportmediaset
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Sab 22 Ott 2011 - 10:33

Un problema ad un sensore ha rallentato Simoncelli
L'italiano è stato costretto a cambiare moto proprio quando era il momento di fare il tempo

Con il quinto e settimo tempo realizzato nelle qualifiche di oggi pomeriggio, sul circuito malese di Sepang, Marco Simoncelli e Hiroshi Aoyama scatteranno rispettivamente dalla seconda e terza fila dello schieramento di partenza per la gara di domani.

Prove dal doppio risvolto per “SuperSic”: positive nella prima parte in prospettiva gara e meno soddisfacenti nelle due uscite per il “time attack”. Un piccolo inconveniente tecnico non ha infatti consentito a Marco di continuare con la moto che aveva utilizzato nella prima parte ed è dovuto entrare in pista con la seconda moto con la quale non aveva un feeling perfetto. Forse la prima fila era alla sua portata peccato, ma la soddisfazione è comunque reale e concreta per la messa a punto della moto in configurazione gara.

Qualche leggero rammarico anche per Aoyama che aveva intravisto nelle prove di questa mattina la possibilità di puntare alla seconda fila, mancata per soli 82 millesimi di secondo.

Marco Simoncelli: "La prima parte delle prove quando abbiamo lavorato in prospettiva gara mi ha soddisfatto perché sono riuscito a tenere un buon passo. Mi ha soddisfatto un po’ meno la parte del “time attack”. Purtroppo quando sono rientrato per montare le gomme nuove sono stato costretto a cambiare moto per un banale problema ad un sensore e la seconda moto era leggermente diversa come assetto e non riuscivo ad avere la stessa confidenza. Ho fatto più fatica inoltre invece di rimanere in pista ho preferito rientrare per fare un’ulteriore cambio gomme e forse non ho fatto la scelta giusta. Per domani in ogni caso sono fiducioso e potrei inserirmi nella lotta con i tre della prima fila. Ci resta soltanto da fare la scelta sulle gomme da utilizzare per la gara".

Hiroshi Aoyama: "Sono soddisfatto per il risultato di oggi anche se per pochi millesimi non ho centrato la seconda fila. Ho un buon feeling con la moto e credo che per domani faremo la scelta di utilizzare la gomma morbida. La pista mi piace e con la definitiva messa a punto nel corso del warm up di domani mattina sono convinto di poter disputare una gara positiva e rientrare tra i protagonisti di questo Gran Premio della Malesia".

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Sab 22 Ott 2011 - 16:52

Ben Spies rinuncia anche al Gp della Malesia
Le due cadute di oggi hanno riacutizzato i problemi fisici seguiti all'incidente di Phillip Island

Brutte notizie per la squadra ufficiale Yamaha, che nella gara di domani a Sepang non potrà contare su Ben Spies. Con una nota diffusa pochi minuti fa è stata infatti ufficializzata la decisione del pilota americano di non prendere parte al Gp della Malesia.

"Texas Terror" era arrivato a Sepang dopo aver saltato la gara di Phillip Island in seguito ad una caduta ad alta velocità avvenuta durante le qualifiche, che gli aveva provocato una leggera perdita dei riflessi. Il portacolori della Casa giapponese era comunque convinto di poter portare a termine il weekend di gara, ma due cadute avvenute oggi, a cavallo tra le prove libere e le qualifiche (chiuse solo al 16esimo posto), gli hanno provocato un riacutizzarsi del problema.

Per questo, dopo essersi consultato con i vertici della sua squadra, ha deciso di rinunciare alla gara di domani, ma anche ai test in sella alla nuova 1000 che avrebbe dovuto effettuare lunedì. L'obiettivo è di provare a recuperare al 100% in vista dell'ultima gara del campionato a Valencia e dei test dei giorni successivi.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Sab 22 Ott 2011 - 20:53

Rossi: "Maledetta f... vibration"
"Ho paura e devo dosare il gas"

A vederlo cadere anche in qualifica a Sepang pensi che non gliene vada dritta una manco per sbaglio. La caduta sul cammino di Valentino in questo 2011 arriva sempre nel momento cruciale: quando prova a sorpassare, quando prova a forzare per portare a casa un tempo decente. Si stende nel finale di qualifica qui in Malesia e la sensazione visiva è quella di un classico cedimento dell'anteriore aggravato da alcuni avvallamenti della pista.


Guardando le immagini con attenzione ci si accorge che di classico nella sua scivolata c'è effettivamente poco.

"La caduta classica di anteriore, tipo quella di Pedrosa - spiega Rossi - avviene di solito quando hai ancora il freno in mano. Se entri troppo forte, sei troppo sullo spigolo della gomma e con troppo freno, il davanti chiude e ti scarica".

Dove stanno le differenze dunque?
"Proprio nella dinamica, nella causa e nel momento della curva. A me accade dopo che ho già mollato i freni, quando a moto piegata vado a riprendere il gas. Non appena il motore accenna a spingere, se non sei più che delicato, l'avantreno si scarica, la ruota davanti sobbalza, la moto chiude e ti scarica".

Nelle immagini si vede in effetti la moto saltellare due o tre volte prima che tu finisca a terra. Onestamente ci è venuto da pensare a degli avvallamenti dell'asfalto in percorrenza curva.
"Invece no - dice ancora Rossi - è proprio la moto che si comporta così. Un chattering repentino, breve. Anzi, non chiamiamolo chattering. È una vibrazione che noi nel box ormai chiamiamo famigliarmente fucking vibration. È una fottuta vibrazione che è anche l'ultima sensazione che la moto ti trasmette prima di entrare nel buco nero. Prima della caduta".

Quindi anche altre cadute sono state precedute dalla vibrazione?
"A volte abbiamo anche fatto degli errori, ma direi che nel 95 percento dei miei casi di caduta è successo sempre così: prendo il gas in mano a moto piegata, vibrazione e a terra".

Ti condiziona?
"Certo, condiziona molto. La fucking vibration fa paura perché tutte le volte che devo ridare gas penso che succeda quella cosa lì, anzi ho paura che succeda. Ti viene paura di stenderti".

Quale può essere la causa?
"Credo che sia un problema di mancanza di carico sull'avantreno".

Nel tuo giro buono, di nove decimi di distacco nei hai presi sei nell'ultimo settore.
"Che è quello in cui ci sono due importanti accelerazioni prima di altrettanti rettilinei. Un po' la proverbiale velocità massima della Ducati non c'è più perché le altre case hanno lavorato bene sui loro motori, un po' potrebbe essere un vantaggio che hanno nelle strategie elettroniche, un po' sono io che sono cauto per evitare la... vibration e devo accelerare molto dolcemente, anzi troppo dolcemente per pensare di uscire forte".

Sappiamo che Checa ha guidato la Desmosedici andando peraltro più piano del collaudatore Battaini. Cosa significa?
"Intanto devo dire che se Checa, che è un pilota in forma e veloce, ci dà una mano a migliorare la nostra moto io sono contentissimo e poi comunque significa che questa Desmosedici è molto difficile da guidare. Ma per capire questo non serve che sia Checa a dircelo".

GUIDO MEDA
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Dom 23 Ott 2011 - 8:43

Bandiera Rossa
Terribile incidente per marco Simoncelli gara annullata
Speriamo
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Dom 23 Ott 2011 - 8:52



non ci sono commenti da fare solo aspettare
AUGURI
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Dom 23 Ott 2011 - 8:56

Marco Simoncelli in arresto cardio-respiratorio
I dottor Russo ha spiegato che l'equipe medica sta tentando di rianimarlo
Arrivano le prime notizie dal centro medico di Sepang e purtroppo parlano di un arresto cardio-respiratorio per Marco Simoncelli. Il dottor Russo della Clinica Mobile ha spiegato che sul collo del pilota romagnolo c'è un brutto segno, lasciato probabilmente dal passaggio della Yamaha di Colin Edwards, che gli ha strappato il casco nell'impatto.

Ha aggiunto anche che l'equipe medica sta facendo un grande lavoro per provare a rianimare Marco, ma al momento purtroppo la situazione è molto critica. Restiamo in attesa di ulteriori aggiornamenti.

Se state seguendo laTV le immagini parlano da sole ..purtroppo
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Dom 23 Ott 2011 - 9:03

Marco Simoncelli è morto
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Dom 23 Ott 2011 - 9:14

Il forum tutto porge le sue Condoglianze alla famiglia Simocelli e alla fidanzata Kate


Ultima modifica di alfa il Dom 23 Ott 2011 - 9:20, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Dom 23 Ott 2011 - 9:19

Addio Sic....
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Dom 23 Ott 2011 - 9:36

Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   Dom 23 Ott 2011 - 9:42

Marco Simoncelli (Cattolica, 20 gennaio 1987 – Sepang, 23 ottobre 2011)
Carriera
Nato a Cattolica, vive fin da piccolo a Coriano. Comincia a correre a 7 anni con le minimoto nella sua città. A 12 anni è proclamato campione italiano, così come nel 2000, anno nel quale gareggia per il titolo europeo conquistando la 2ª posizione. A 14 anni prende parte al Trofeo Honda NR (sale in 2 occasioni sul podio) ed al campionato italiano 125 GP.

Nel 2002 è campione europeo classe 125cc e lo stesso anno, dopo un buon apprendistato a livello nazionale ed europeo, debutta nel Motomondiale - classe 125 nel gran premio della Repubblica Ceca nel team dell'Aprilia CWF - Matteoni Racing, al posto di Jaroslav Huleš, passato alla classe 250, il compagno di squadra è Chaz Davies. Termina la stagione 33º con 3 punti ed ottiene come miglior risultato un tredicesimo posto in Portogallo.

Il 2003 lo vede impegnato per la prima stagione completa del Campionato del Mondo, con compagno di squadra Mirko Giansanti, terminando la stagione 21º con 31 punti ed ottenendo come miglior risultato un quarto posto in Comunità Valenciana.

Il 2004 è per lui un'annata difficile e gli riserva sensazioni contrastanti. La sua capacità di gestire al meglio la moto sul bagnato gli permette di trionfare a Jerez, dove realizza la pole e la sua prima vittoria in carriera nonostante l'insidioso tracciato letteralmente inondato dalla pioggia, e di confermarsi specialista sul bagnato a Brno, dove guadagna ancora la pole position in una sessione di qualificazione accompagnata da condizioni critiche. Ma è un'annata segnata anche da cadute e inconvenienti, che non gli permettono di superare l'11ª posizione della classifica generale con 79 punti. Il team di cui ha fatto parte è stato il Rauch Bravo ed il suo compagno di squadra è stato Steve Jenkner.

Il team Nocable.it Race lo ingaggia per il 2005, il compagno di squadra è Joan Olivé. Vince un altro gran premio a Jerez e sale in tutto sei volte sul podio (oltre la vittoria, secondo in Catalogna e terzo in Germania, Repubblica Ceca, Qatar e Australia), ma pur lottando sempre per le posizioni di vertice, esce dalla lotta per il mondiale già a metà stagione, poiché ormai fatica ad adattarsi alla sua Aprilia RS 125 R vista la notevole altezza, ma chiude comunque al quinto posto con 177 punti, realizzando anche una pole position in Spagna.

Nel 2006 passa in 250, alla guida della Gilera RSV 250 con capotecnico Rossano Brazzi, già tecnico di campioni come Valentino Rossi e Marco Melandri, il quale però si ammala dopo le prime gare lasciandolo senza una vera "guida" durante tutta la stagione. Si classifica decimo con 92 punti senza ottenere riusultati eclatanti, infatti il suo miglior risultato è un sesto posto in Cina.

L'anno successivo, il 2007, l'Aprilia toglie a Simoncelli la moto ufficiale e gli affida una Aprilia RSW 250 LE sempre nel team Metis Gilera, ma gestita tecnicamente da Aligi Deganello. È una stagione avara di risultati, terminata al 10º posto con 97 punti, con miglior risultato in gara due sesti posti (Francia e Olanda).

Nel 2008 le cose vanno molto meglio per il romagnolo: nonostante la moto non ufficiale, nelle prime due gare piazza due zeri per via di due cadute, tra l'altro in una delle due a Jerez lottava per la vittoria. Nella gara successiva in Portogallo riesce a guadagnare la sua prima pole stagionale, ma solo nella gara successiva riesce a portare a casa la prima vittoria al Mugello e poi in Catalogna. Ricevuta una moto evoluta, vince al Sachsenring con ben 10" di vantaggio su Mika Kallio, poi a Motegi, a Phillip Island, e col terzo posto a Sepang si laurea campione della 250, per poi vincere a Valencia a coronamento di una grande stagione, in cui totalizza 281 punti. Gli altri podi sono stati: secondo in Francia e Gran Bretagna, terzo in Olanda e Repubblica Ceca, le altre pole position sono state ottenute in Germania, Repubblica Ceca, Giappone, Australia e Comunità Valenciana.


Marco Simoncelli sul Circuito di Donington Park nel 2009Per il 2009, nonostante l'alloro iridato, decide di rimanere nella classe di mezzo, è però costretto a saltare l'inaugurale GP del Qatar a causa di un infortunio. Dopo alcune gare incerte, nel gran premio di Francia, Simoncelli dà una grande prova di bravura, dimostrando di essere ritornato in forma, vincendo sul bagnato con un gran margine sul secondo. Nella gara successiva, al Mugello, ingaggia una lotta all'ultima staccata sul bagnato con Mattia Pasini, arrivando però in seconda posizione. Trionfa al Sachsenring conquistando la sua 10º vittoria nel motomondiale e rilancia le sue aspirazioni al titolo. In seguito, dopo la pausa estiva, vince anche a Brno, di nuovo dopo una lotta estenuante con Pasini, poi un altro grande successo a Indianapolis permette a Simoncelli di ridurre notevolmente il gap dal leader del mondiale Hiroshi Aoyama e dallo spagnolo Álvaro Bautista. Purtroppo, nel successivo gran premio di Misano per via di una caduta perde punti preziosi per la riconquista del titolo iridato ma dopo le due vittorie consecutive in Portogallo ed in Australia si porta a dodici punti dal leader Hiroshi Aoyama, con ancora due gare da disputare.

Ritornato vicino al vertice della classifica, in Malesia Aoyama vince meritatamente la corsa, mentre dietro Simoncelli e Barberá rimangono in lotta fino all'ultima curva, un arrivo al fotofinish lascia nelle mani della giuria l'assegnazione delle piazze. Per via del giro veloce, la seconda posizione viene consegnata allo spagnolo mentre l'italiano si deve accontentare del terzo posto e perde altri punti preziosi che fanno aumentare il suo distacco dal giapponese a ben 21 punti. Nell'appuntamento conclusivo di Valencia, dopo aver condotto in testa per buona parte della gara, Simoncelli è protagonista di una scivolata che consegna di fatto il titolo mondiale a Hiroshi Aoyama, inoltre la contemporanea vittoria del Gran premio da parte di Barberá permette anche al pilota spagnolo di sopravanzare in classifica il romagnolo relegandolo al terzo posto finale con 231 punti. Gli altri podi sono stati: terzo in Spagna e Olanda, realizzando anche quattro pole position (Giappone, Germania, Repubblica Ceca e Comunità Valenciana).

Durante la stagione 2009, partecipa alla quattordicesima prova del campionato mondiale Superbike sull'Aprilia RSV4 in sostituzione di Shinya Nakano. Durante le prove di qualifica del sabato riesce a registrare un buon tempo piazzandosi in ottava posizione. Nonostante la seconda fila, in gara 1 non parte benissimo e mentre cerca di recuperare le posizioni perse cade malamente. Gara 2 lo vede protagonista di un'altra rimonta, nella quale in tale occasione riesce a conquistare il terzo gradino del podio finendo davanti al compagno di squadra Max Biaggi.

Nel 2010 passa alla classe MotoGP con la RC212V del team San Carlo Honda Gresini, il compagno di squadra è Marco Melandri. Ottiene come miglior risultato un quarto posto in Portogallo e termina la stagione all'8º posto con 125 punti.

Nel 2011 resta nello stesso team avendo però una fornitura uguale a quella ufficiale del team HRC, questa volta con compagno di squadra Hiroshi Aoyama. Ottiene due quinti posti, al Gran Premio del Qatar, gara di inizio stagione ed al Gran Premio di Francia e due pole position, una al Gran Premio di Catalogna e l'altra al Gran Premio d'Olanda. Al Gran Premio motociclistico della Repubblica Ceca Simoncelli ottenne il primo podio (un terzo posto) nella classe regina. Al Gran Premio motociclistico di San Marino e della Riviera di Rimini 2011 Simoncelli ottiene un quarto posto dopo un finale di gara molto concitato durante il quale, negli ultimi 3 giri, lotta con il connazionale Andrea Dovizioso e con lo statunitense Ben Spies per mantenere la sua quarta posizione che, dopo vari sorpassi tra i tre, alla fine ottiene proprio il Sic. In Australia giunge secondo, fornendo il miglior risultato in carriera in MotoGP.

Il 23 ottobre 2011, durante il Gran Premio di Malesia, viene coinvolto in un grave incidente in cui viene travolto da Edwards e Rossi, perdendo il casco. Dopo circa trenta minuti dall'incidente la gara viene cancellata. Il pilota viene portato al centro medico del circuito, in condizioni di arresto cardiocircolatorio e con il segno di un copertone sul collo, in condizioni molto gravi[1]. Alle 11:04, ora italiana, viene comunicato ufficialmente il decesso, avvenuto alle 10:56 italiane (16:56 in Malesia).

fonte Wikipedia
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011   

Tornare in alto Andare in basso
 
GP Malesia - Sepang 23 Ottobre 2011
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» offerta fiat ottobre 2011
» Listino Kuga Ottobre 2011
» COSTABIKE 2011 - 9 Ottobre 2011
» Fiat 126
» Germania + Raduno Guzzi (12 agosto e succ.)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP..... :: Archivo :: MotoGp-
Andare verso: