Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....
Benvenuto nel forum dei motori


Per usufruire dei servizi offerti dal nostro forum, effettua il login se sei già parte del forum, in caso contrario, iscriviti alla nostra comunità, è totalmente gratuito.

Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....

Discussioni su sport motoristici, in particolare approfondimenti su Formula1 e MotoGP
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Inizia la stagione 2012

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Inizia la stagione 2012   Dom 6 Nov 2011 - 18:12

lasciatemi iniziare con lo stesso post che ho chiuso l'ultima gara di questa stagione.........

L'eredità di Valencia. Per ripartire martedì con il 2012
Il Motomondiale si chiude con un week end che serve a riflettere. Prima di dare il via al ritorno dei 1000

Si chiude un'epoca. La Honda vince il primo e ultimo mondiale della classe 800 della Moto Gp. Casey Stoner arpiona la decima vittoria stagionale a Valencia, legittimando il secondo titolo iridato con una beffa a Ben Spies proprio sulla linea del traguardo, quando sembrava che avesse ormai sprecato i dieci secondi di vantaggio che si era costruito nei primi giri, finché una pioggia subdola e quasi invisibile non ha rimescolato le carte.

Andrea Dovizioso conferma il terzo posto nel mondiale (miglior piazzamento in carriera nella classe regina) sulla pista di Daniel Pedrosa: resta sul podio iridato anche se non ha vinto nemmeno una gara nella stagione. Peccato che non ci abbia creduto fino in fondo perché il romagnolo avrebbe potuto arpionare il successo con la RC212V prima di prendere armi e bagagli per trasferirsi alla Yamaha, rompendo un legame che durava con il colosso giapponese da 10 anni.

Eppoi le lacrime di commozione di Loris Capirossi: in punta di piedi esce di scena un grande pilota. Tre volte campione del mondo (due in 125 e una in 250), 9 vittorie in Moto Gp, 42 podi, 13 pole. L'imolese abbandona senza grandi clamori, ormai relegato in fondo al gruppo. Esce quasi dalla porta si servizio, eppure rinuncia per una volta in carriera al numero 65 per onorare il 58. Marco Simoncelli.

Il “minuto di casino” chiesto da papà Paolo per commemorare SuperSic è stato il momento più toccante e indimenticabile del week end. Il “silenzio” dei motori urlanti resterà nell'animo dei piloti che vi hanno partecipato: campioni, vecchi marpioni e giovani talenti. Tutti alla pari. Certo faceva effetto vedere il casco bianco-rosso sulla Honda numero 58 parcheggiata in griglia.

E chissà che emozione deve aver provato Kevin Schwanz, idolo giovanile di Sic, nello sfilare con la RC212V di Marco. Casey Stoner, di solito molto parco di parole e di emozioni da esternare, ha riassunto in una frase ciò che rimarrà di Valencia: “La tragedia di Marco ci ha fatto sentire tutti più vicini”.

Il destino che ci riserva gioie e dolori lancia dei messaggi: come commentare il successo di Michele Pirro in Moto2 con la Moriwaki del team Gresini? È il primo successo dell'italiano nella serie cadetta e a Valencia non avrebbe dovuto esserci se Fausto avesse rinunciato alla trasferta, come voleva fare inizialmente in segno di lutto. E, invece, questa vittoria cristallina del pilota di San Giovanni Rotondo, il paese di San Pio, è stata costruita dalla pole e difesa dal primo all'ultimo giro.

Quando Michele ha tagliato il traguardo il pianto di Fausto al muretto è stato liberatorio: sa che per lui Valencia rappresenta un nuovo inizio. Una ripartenza. Ci sarà ancora un futuro nel motomondiale.

E la caduta alla prima curva innescata da Bautista? Un altro segno del fato? Lo spagnolo della Suzuki ha fatto strike stendendo le tre Ducati di Rossi, Hayden e De Puniet in staccata. Si è educatamente scusato con tutti, ma vedere Valentino stretto nella morsa di due moto come in una tagliola ci ha fatto sudare freddo. Sono le corse, ma non si deve abbassare la guardia.

Il Dottore se la cava con una tuta stracciata. Non vedeva l'ora di chiudere la stagione orribilis con la Ducati. Un giorno di riposo e poi sarà già 2012. E si proverà a voltare pagina...

di Franco Nugnes



Ultima modifica di alfa il Ven 20 Gen 2012 - 16:41, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Lun 7 Nov 2011 - 17:04

Ducati: Preziosi conferma l'arrivo del telaio perimetrale
Quello utilizzato a Valencia è un prototipo che servirà a dare il via al nuovo progetto

Qualche giorno fa Jeremy Burgess aveva anticipato che nei test che andranno in scena domani e mercoledì a Valencia la Ducati avrebbe utilizzato un nuovo telaio perimetrale in alluminio. Oggi la cosa è stata confermata anche dall'ingegner Filippo Preziosi in persona, che però ci ha tenuto a precisare che non si tratterà della moto definitiva con cui Valentino Rossi e Nicky Hayden entreranno nell'era 1000 della MotoGp.

"Non è la moto che useremo per la prima gara. Quella che vedrete domani è una moto sperimentale, un prototipo che dovrà servire ai nostri progettisti per disegnare la moto del futuro. Non ci aspettiamo immediatamente un importante incremento delle prestazioni, anche perchè si tratta sostanzialmente della stessa moto attuale, ma pensata con una tecnologia differente" riporta MotorCycleNews.

"Per noi la cosa più importante è aumentare le nostre conoscenze relative a questo tipo di tecnologia. Siamo fortemente convinti che ci stiamo muovendo nella direzione giusta, ma i nostri avversari sono in vantaggio su di noi, quindi non è facile dire con precisione quando potremo raggiungerli. L'unica cosa certa è che daremo il massimo per farlo" ha aggiunto.

Preziosi comunque non se la sente di bocciare del tutto le vecchie soluzioni ducatiste: "Pensiamo che quella con il motore portante possa essere una soluzione interessante, ma in MotoGp ci sono alcuni vincoli che ci hanno fatto capire che era necessario muoverci in questa nuova direzione".

Uno di questi sembra essere legato alle gomme: "Per me le gomme sono molto buone da un punto di vista tecnico e per il grip che possono offrire all'anteriore, anche nella fase conclusiva della gara. Per funzionare al meglio però hanno bisogno di una certa rigidezza da parte del telaio".

Senza dimenticare il contingentamento dei motori: "Un altro punto che ci ha fatto virare in questa direzione è la limitazione del numero dei motori. Quando devi lavorare con un motore portante, anche solo per modificare la distribuzione dei pesi finisci per dover rivedere gli attacchi al telaio e quindi ti ritrovi costretto a modificare il propulsore: questo non è facile quando in una stagione ne puoi punzonare solamente sei".

"Per questo insieme di motivi, quando sei costretto a lavorare continuamente sulla moto per modificarla in base alle caratteristiche delle gomme o alle richieste dei piloti, la soluzione più logica è quella di utilizzare un telaio tradizionale" ha concluso.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Mar 8 Nov 2011 - 16:38

Test Valencia, le Honda dettano legge
Davanti a tutti ci sono Stoner e Pedrosa con Spies a mezzo secondo. Valentino invece paga 1"2

Mancano circa 90 minuti al calare della bandiera a scacchi sulla prima giornata dei test collettivi della MotoGp a Valencia. A giudicare da quello che si è visto per ora nella giornata di oggi, i valori non sembrano essersi modificati troppo con il passaggio alle moto 1000.

A dettare legge sono infatti le due Honda ufficiali, con Casey Stoner che ha migliorato la miglior prestazione di giornata dopo la pausa pranzo in 1'32"654. Alle spalle del campione del mondo, staccata di un paio di decimi c'è l'altra RC213V di Dani Pedrosa.

Terzo tempo invece per la prima delle Yamaha, che è quella di Ben Spies. Chiaramente l'assenza di Jorge Lorenzo complica i piani della Casa di Iwata, ma per ora la nuova M1 paga circa mezzo secondo nel confronto con i rivali giapponesi. Con 58 tornate all'attivo però l'americano è stato il pilota più attivo della giornata.

Tanti chilometri li ha messi insieme anche Valentino Rossi, quarto ma ad oltre 1"2 da Stoner. Nel box Ducati stanno lavorando duramente per fare esperienza ed acquisire più dati possibile sulla nuova Desmosedici GP12 dotata di telaio perimetrale in alluminio.

Segue poi Andrea Dovizioso, che al debutto sulla Yamaha è riuscito subito ad essere più veloce del compagno di squadra Cal Crutchlow. Al momento tra le due M1 del team Tech 3 ci sono circa tre decimi, ma si sono inserite anche la Ducati di Hector Barbera e la Suzuki di Randy De Puniet.

Il francese sulla moto di Hamamatsu è la grande novità di giornata e potrebbe aprire degli scenari di mercato interessanti, che potrebbero contemplare il passaggio di Alvaro Bautista alla Honda. Lo spagnolo oggi si è fatto vedere a Valencia, ma per il momento non sembra che possa girare con nessuno.


di Matteo Nugnes
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Mar 8 Nov 2011 - 16:39

Prima giornata di test collettivi (ore 15:30)
1. Casey Stoner - Repsol Honda Team - 1'32"654 - 28
2. Dani Pedrosa - Repsol Honda Team - 1'32"861 - 27
3. Ben Spies - Yamaha Factory Racing - 1'33"226 - 58
4. Valentino Rossi - Ducati Team - 1'33"857 - 44
5. Andrea Dovizioso - Monster Yamaha Tech3 - 1'34"133 - 31
6. Hector Barbera - Pramac Racing Team - 1'34"174 - 43
7. Randy De Puniet - Rizla Suzuki MotoGp - 1'34"263 - 25
8. Cal Crutchlow - Monster Yamaha Tech3 - 1'34"363 - 51
9. Karel Abraham - Cardion AB Motoracing - 1'34"840 - 42
10. Stefan Bradl - LCR Honda MotoGP - 1'34"979 - 41
11. Kousuke Akiyoshi - Repsol Honda Team - 1'36"031 - 15
12. Ivan Silva - BQR - 1'37"159 - 42
13. Franco Battaini - Ducati Team - 1'38"126 - 10
14. Carmelo Morales - Desguaces la Torre - 1'38"989 - 23
15. Gianluca Nannelli - Grillini Team - 1'39"173 - 19

Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Mar 8 Nov 2011 - 16:40

Frattura dello scafoide della mano destra per Hayden
L'americano si era infortunato domenica: per lui niente test a Valencia


Ormai sta diventando quasi una consuetudine: dopo una caduta, alla domenica sera, i piloti lasciano la pista convinti di non essersi infortunati nell'incidente, salvo poi scoprire che in realtà si erano fratturati qualcosa.

Oggi è toccato a Nicky Hayden pagare il conto: dopo la maxi-carambola del primo giro del Gp di Valencia il pilota americano ha cominciato ad accusare un forte dolore alla mano destra, ma i primi controlli avevano scongiurato ogni tipo di frattura.

Nonostante la giornata di ieri fosse stata particolarmente fastidiosa per lui, il ducatista questa mattina è tornato al Circuito Ricardo Tormo con l'intenzione di salire in sella alla nuova GP12 con il telaio perimetrale, ma è riuscito a completare appena 4 passaggi.

L'ex campione del mondo si è infatti recato presso la Clinica Mobile per farsi dare un antidolorifico, ma i dottori hanno immediatamente capito che c'era qualcosa che non andava nella sua mano e gli accertamenti lo hanno confermato, indicando la frattura dello scafoide.

Il ducatista, dunque, sarà costretto a saltare anche i test di domani, ma dovrà anche sottoporsi al parere di un paio di specialisti per capire se sarà costretto ad andare sotto ai ferri o meno per risolvere il problema.

di Matteo Nugnes

Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Mar 8 Nov 2011 - 16:42

Ecco la Ducati Desmosedici GP12 "perimetrale"
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Mer 9 Nov 2011 - 8:22

Questi i tempi della 1° giornata di test
1. Pedrosa (Honda) 1'32"186;
2. Stoner (Honda) a 136/1000;
3. Spies (Yamaha) a 1"040;
4. De Puniet (Suzuki 800) a 1"358;
5. Crutchlow (Yamaha) a 1"573;
6. Rossi (Ducati) a 1"671;
7. Dovizioso (Yamaha) a 1"673
8. Barbera (Ducati) a 1"988:
9. Bradl (Honda) a 2"144
10. Abraham (Ducati) a 2"207
11. Battaini (Ducati) a 3"185;
12. Akiyoshi (Honda) a 3"542;
13. Silva (Inmotec) a 4"973;
14. Morales (Suter Bmw Laglisse) a 6"803
15. Nannelli (Gapam Bmw) a 6"987
16. Sandi (Grillini Team) a 7"641.

Nicky Hayden non ha potuto provare per una frattura allo scafoide procurata nella caduta di domenica
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Mer 9 Nov 2011 - 8:25

Day 1: Pedrosa batte Stoner in extremis
Doppietta Honda con Spies a 1". Valentino è sesto a 1"6 con la nuova Ducati, davanti a Dovi

La MotoGp è ripartita esattamente da dove era finita due giorni fa: con la Honda davanti a tutti. E' questo il responso della prima giornata dei test collettivi di Valencia dedicati allo sviluppo delle nuove 1000. La differenza rispetto alla gara di domenica è che davanti a tutti non c'è la RC213V affidata al campione del mondo Casey Stoner, ma quella portata in pista da Dani Pedrosa.

Lo spagnolo è riuscito proprio nell'ultima ora a disposizione ad abbassare il limite fatto segnare dall'australiano, staccandolo di poco meno di due decimi in 1'32"186. Ad essere allarmante per tutti gli altri però è la semplicità con cui i due portacolori della HRC sono riusciti a stabilire queste prestazioni: con 40 e 42 giri all'attivo sono stati tra quelli che hanno girato meno, segno evidente della buona messa a punto della nuova mille.

Rispetto ai test di agosto a Brno sembra invece aver fatto un passo indietro la Yamaha. Passi la scusante dell'assenza forzata di Jorge Lorenzo, ma Ben Spies si è visto rifilare oltre un secondo da Pedrosa. In compenso di può considerare positiva la prima presa di contatto con la nuova M1 del duo della Tech 3: Cal Crutchlow si è piazzato quinto a 1"4, precedendo di un paio di decimi il nuovo compagno di squadra Andrea Dovizioso, che ha badato soprattutto a prendere confidenza con la sua nuova realtà. In mattinata si è anche vista in azione per qualche tornata sulla vecchia 800 Melissa Paris, moglie di quel Josh Hayes giunto settimo nella gara di domenica e pilota nei campionati AMA.

Davanti a Crutchlow si è inserito Randy De Puniet, salito in sella alla Suzuki GSV-R 800 per valutarne il potenziale. La prima uscita sembra essere stata positiva, quindi il futuro del francese potrebbe anche essere targato Hamamatsu, con Alvaro Bautista che invece sembra vicino ad annunciare la sua firma per passare al team Gresini ed ereditare la Honda che sarebbe dovuta essere di Marco Simoncelli.

E la Ducati? La prestazione di oggi non è stata troppo esaltante, con Valentino Rossi che ha chiuso al sesto posto, staccato di 1"6 dalla vetta. Il "Dottore" però ha messo insieme ben 71 tornate, accumulando una mole importante di dati sul nuovo telaio perimetrale (era questo l'obiettivo principale di giornata), e nel box di Borgo Panigale pare anche che si sia cominciato a vedere qualche sorriso.

Sorrisi che purtroppo non sono per Nicky Hayden, costretto a rinunciare ai test a causa della frattura dello scafoide della mano destra, rimediata nella caduta di domenica, ma diagnosticata solo oggi. Restando in casa Ducati, va considerato positivo il debutto in casa Pramac di Hector Barbera, ottavo a tre decimi da Valentino. Decimo tempo invece per Karel Abraham.

Tra le due GP12 satellite si è inserito il campione della Moto2, Stefan Bradl, sceso in pista con la Honda RC212V (quindi 800) ex Toni Elias. Il tedesco ha completato oltre 60 giri, pagando un paio di secondi a fine giornata, ma soprattutto ha preso confidenza con quella che dovrebbe essere la sua nuova squadra se si confermassero gli scenari di mercato di cui abbiamo parlato qualche riga fa.

Veniamo infine al capitolo CRT: oggi se ne sono viste tre e a brillare particolarmente è stata la Inmotec con Ivan Silva. Il pilota spagnolo è riuscito a rimanere al di sotto dei 5" di gap dalla vetta, ma soprattutto ne ha rifilati quasi due alla Suter-BMW di Carmelo Morales. Segue poi la Gapam-BMW del team Grillini, sulla quale si sono alternati Gianluca Nannelli e Federico Sandi.


omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Mer 9 Nov 2011 - 8:27

Suzuki: la Dorna aspetta una risposta entro venerdì
Alla Casa di Hamamatsu sono rimaste poche ore per pronunciarsi sul suo futuro

Oggi Randy De Puniet è sceso in pista con la GSV-R 800 nei test collettivi di Valencia, ma il futuro della Suzuki in MotoGp purtroppo appare ancora nebuloso al momento. La Casa di Hamamatsu non ha ancora deciso se proseguire la sua avventura o meno, ma ora su di essa pende la spada della deadline fissata dalla Dorna per venerdì.

A rivelarne l'esistenza è stato Paul Denning, parlando con MotorCycleNews nella mattinata di oggi: "La Suzuki è stata informata che dal punto di vista della Dorna esiste una deadline per la conferma della sua iscrizione. Dovranno dire chiaramente se hanno intenzione di partecipare alla MotoGp 2012 o meno" ha esordito.

"Bisogna tenere conto del fatto che la Dorna ha sempre dato il suo supporto alle case e ai team impegnati nel Mondiale, quindi vuole sapere se dovrà darlo alla Suzuki o a qualche altra squadra. La deadline è fissata entro la fine di questa settimana lavorata, quindi nell'arco di pochi giorni avremo una risposta definitiva" ha aggiunto.

Denning ha parlato anche della situazione di Alvaro Bautista, che in questo momento sembra essere uno dei pezzi pregiati del mercato: "La situazione attuale è che Alvaro sta discutendo con un altro team, ma ha anche un'offerta della Suzuki, che dovrà valutare se l'esito della decisione di venerdì sarà positivo".

di Matteo Nugnes

Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Mer 9 Nov 2011 - 11:28

Ufficiale: Alvaro Bautista lascia la Suzuki
Ora quindi si attende l'annuncio del suo passaggio al team Gresini sulla Honda di Sic

Anche gli ultimi tasselli del mercato piloti della MotoGp si stanno incasellando al loro posto: questa mattina la Suzuki ha infatti annunciato ufficialmente la separazione da Alvaro Bautista.

Forte anche di un'ottima seconda parte di stagione nel 2011, il pilota spagnolo era stanco di aspettare i continui tentennamenti della Casa di Hamamatsu, che ad oggi non ha ancora rivelato ufficialmente i suoi piani per la stagione 2012, ed essendosi ritrovato al centro del mercato ha deciso di emigrare verso nuovi lidi.

Al momento non ci sono ancora conferme ufficiali, ma a questo punto pare scontato il suo approdo nel team Gresini, dove andrà a prendere l'eredità di Marco Simoncelli. Per lui si tratterà quindi di una grande opportunità, visto che potrà iniziare la stagione con una Honda RC213V identica a quelle che porteranno in gara Casey Stoner e Dani Pedrosa.

"Mi spiace molto lasciare la Suzuki dopo due grandi annate passate insieme. Ho imparato tante cose da ogni membro della squadra. E' stata una grande esperienza lavorare con un team anglo-giapponese, che ormai era diventato quasi una seconda famiglia. Non mi sembra di lasciare un team, ma piuttosto di lasciare un gruppo di amici. Per questo voglio ringraziare tutti ed augurargli un grande futuro" ha detto Alvaro.

Per quanto riguarda la Suzuki, qualora decidesse di proseguire la sua avventura nella classe regina (la Dorna ha fissato una deadline per venerdì), la soluzione più probabile appare un accordo con Randy De Puniet, che nella giornata di ieri ha già avuto modo di salire in sella alla GSV-R 800.

di Matteo Nugnes

Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Mer 9 Nov 2011 - 11:30

Dovizioso impara pregi e difetti della Yamaha
Andrea apprezza molto l'inserimento della M1, ma deve lavorare sulla fase di accelerazione

Nella giornata di ieri si è parlato tantissimo della nuova Ducati Desmodesici GP12 dotata di telaio perimetrale, ma la prima giornata dei test collettivi di Valencia ha vissuto un altro esordio eccellente: quello di Andrea Dovizioso in sella alla Yamaha M1 del team Tech 3.

Il pilota romagnolo si è approcciato a questa nuova avventura con il solito spirito molto ragionato e pragmatico, ma dopo quattro anni di Honda è ovvio che quella di ieri deve essere stata una giornata decisamente particolare.

"E' stata una giornata strana, con tanti cambiamenti: moto, squadra, anche regolamento. Tante novità che destabilizzano un po'" ha detto "Dovi" alla Gazzetta dello Sport, spiegando di essere ancora alla ricerca della giusta posizione sulla M1: "Per me è fondamentale avere una buona sensazione a livello di posizione di guida e se non ho quello fatico a lavorare su altri aspetti".

Andrea ha iniziato il suo lavoro per gradi, assaggiando prima la 800 per poi passare in sella alla nuova 1000 ed avere un metro di comparazione. In questo modo ha potuto apprezzare meglio tutti i pregi della sua nuova moto.

"Come mi aspettavo vedendo la M1 da fuori, ho un buonissimo feeling in frenata ed in inserimento di curva: si guida molto bene, sembra più una due che una quattro tempi. Questo dà gusto, perchè puoi staccare forte e dietro scivola veramente poco, anche perchè l'erogazione del motore è molto dolce e alla massima inclinazione è facile da controllare" ha spiegato.

Ovviamente però ci sono anche dei punti deboli da segnalare e su cui si dovrà lavorare: "Ho trovato un po' di problemi in accelerazione, è un grosso punto debole: si impenna facilmente. Soffro molto i movimenti che fa in uscita di curva: dobbiamo capire qual'è la causa. Comunque, considerando tutti i cambiamenti, il tempo non è male perchè anche a me serve un po' di tempo per arrivare al limite".

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Mer 9 Nov 2011 - 11:32

Valencia, Ore 12: svetta Stoner, Bautista sulla Honda
Spies si avvicina a solo 0"4 da Casey, Valentino invece è sempre a 1"6 con la nuova Ducati

La mattinata della seconda giornata dei test collettivi di Valencia è tutta marchiata Honda. Davanti a tutti allo scoccare delle ore 12, infatti, c'è la RC213V del campione del mondo in carica Casey Stoner. In appena 9 tornate il pilota australiano ha girato in 1'32"123, riuscendo già a migliorare il limite imposto ieri da Dani Pedrosa, per ora terzo a mezzo secondo.

La vera notizia di giornata però è senza dubbio il debutto di Alvaro Bautista in sella alla Honda del team Gresini. Nelle prime ore della mattina lo spagnolo ha annunciato di aver chiuso il suo rapporto con la Suzuki e poi si è immediatamente lanciato nella sua nuova avventura. Per ora "Batigas" ha percorso pochi giri, ma quello che sarà importante capire nei prossimi giorni è se disporrà dello stesso trattamento che era stato offerto a Marco Simoncelli o se la sua sarà una RC213V satellite.

Tornando alla classifica, è importante il passo avanti mostrato da Ben Spies con la nuova Yamaha M1 1000: l'americano al momento è secondo, ma ha già abbassato di oltre sette decimi la sua prestazione di ieri, riducendo ad appena quattro decimi il ritardo dalla vetta. In quarta e quinta posizione troviamo poi le altre due M1 del team Tech 3, con Cal Crutchlow che per ora continua ad essere più veloce del nuovo compagno di squadra Andrea Dovizioso.

Rimane sesto Valentino Rossi, plafonato a quel 1"6 di distacco pagato anche ieri. Per ora il cronometro non sembra sorridere troppo quindi alla nuova Ducati Desmosedici GP12 con telaio perimetrale, anche se bisogna ricordare che la due giorni di test spagnola è stata presentata dagli uomini di Borgo Panigale come semplicemente utile a fare degli esperimenti con questa nuova tecnologia.

Ancora in pista anche le tre CRT già viste nella giornata di ieri: questa volta a dettare il passo è la Suter-BMW di Carmelo Morales, che però si ritrova a pagare la bellezza di oltre 5" nel confronto con il miglior crono di Stoner.

di Matteo Nugnes

Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Mer 9 Nov 2011 - 16:52

Test Valencia, Day 2: Honda ancora prime della classe
Doppietta per Pedrosa e Stoner, con Spies a 0"5. Valentino chiude sesto a 1"5

La musica non cambia neanche nella seconda ed ultima giornata dei test collettivi della MotoGp a Valencia: a dettare legge sono ancora le nuove Honda RC213V con Dani Pedrosa e Casey Stoner davanti a tutto il resto del gruppo.

Lo spagnolo è riuscito nuovamente a mettersi dietro il campione del mondo in carica, girando in 1'31"807. Dal canto suo anche l'australiano è riuscito a scendere sotto al muro dell'1'32", quindi le due 1000 della Casa giapponese sono già riuscite a replicare le prestazioni ottenute nel corso del weekend con la 800.

In terza piazza troviamo invece la Yamaha M1 di Ben Spies. L'americano può essere soddisfatto del lavoro portato a termine oggi, in quanto è riusciuto a dimezzare a mezzo secondo il ritardo che lo separa dalle Honda, che ieri invece era di un secondo.

Nonostante l'assenza di Jorge Lorenzo, per la Casa di Iwata è stata un segnale importante anche la prestazione messa a segno di Cal Crutchlow, bravo a chiudere con appena un paio di decimi di distacco da Spies e rifilandone ben sette al nuovo compagno di squadra Andrea Dovizioso, che comunque è quinto.

Proprio come ieri, anche Valentino Rossi si è confermato in sesta posizione. La nuova Ducati Desmosedici GP12 con telaio perimetrale gli ha consentito di abbassare i suoi tempi, segno quindi che forse qualche soluzione provata oggi ha funzionato. In ogni caso il distacco dalle Honda rimane ancora di circa 1"5 e bisogna dire anche che le altre due GP12 clienti di Karel Abraham ed Hector Barbera sono piuttosto vicine a quella del "Dottore", quindi il lavoro da fare è ancora tanto.

Chiudono la top ten le due Honda RC212V 800 affidate ad Alvaro Bautista e Stefan Bradl: lo spagnolo, fresco di firma con il team Gresini, ha avuto modo di cominciare a prendere confidenza con la sua nuova realtà, ma senza dare mai la sensazione di spingere a fondo. Il campione della Moto2 invece sembra aver ben impressionato il team LCR, quindi la sua conferma nella squadra di Lucio Cecchinello potrebbe arrivare entro breve.

Seguono poi i due collaudatori Kousuke Akiyoshi e Franco Battaini, che precedono la sfilza delle CRT. Quest'oggi a brillare tra queste è stata la Suter-BMW di Carmelo Morales, 13esima a poco più di 4" da Pedrosa. Sette decimi più indietro troviamo la Inmotec-GPI portata in pista da Ivan Silva per la BQR.

BQR che oggi ha raddoppiato i suoi sforzi, facendo arrivare a Valencia anche una FTR motorizzata Kawasaki, sulla quale si è cimentato il colombiano Yonny Hernandez, chiudendo con un ritardo di circa sei decimi nel confronto con il compagno di squadra. Chiude il gruppo la Gapam-BMW del team Grillini affidata a Federico Sandi.


di Matteo Nugnes
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Mer 9 Nov 2011 - 16:53

Seconda giornata di test collettivi (classifica finale)
1. Dani Pedrosa - Repsol Honda Team - Honda RC213V - 1'31"807 - 45
2. Casey Stoner - Repsol Honda Team - Honda RC213V - 1'31"968 - 33
3. Ben Spies - Yamaha Factory Racing - Yamaha M1 - 1'32"338 - 75
4. Cal Crutchlow - Monster Yamaha Tech3 - Yamaha M1 -1'32"550 - 67
5. Andrea Dovizioso - Monster Yamaha Tech3 - Yamaha M1 - 1'33"256 - 69
6. Valentino Rossi - Ducati Team - Ducati Desmosedici GP12 - 1'33"332 - 62
7. Karel Abraham - Cardion AB Motoracing - Ducati Desmosedici GP12 - 1'33"433 - 72
8. Hector Barbera - Pramac Racing Team - Ducati Desmosedici GP12 - 1'33"648 - 41
9. Alvaro Bautista - San Carlo Honda Gresini - Honda RC212V - 1'33"814 - 55
10. Stefan Bradl - LCR Honda MotoGP - Honda RC212V - 1'34"142 - 61
11. Kousuke Akiyoshi - Repsol Honda Team - Honda RC231V - 1'34"546 - 32
12. Franco Battaini - Ducati Team - Ducati Desmosedici GP12 - 1'34"840 - 74
13. Carmelo Morales - Desguaces la Torre - Suter-BMW - 1'35"911 - 67
14. Ivan Silva - BQR - Inmotec GP1 - 1'36"695 - 52
15. Yonny Hernandez - BQR - FTR-Kawasaki - 1'37"279 - 30
16. Federico Sandi - Grillini Team - Gapam-BMW - 1'38"680 - 26

Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Gio 10 Nov 2011 - 7:16

Valentino: "Preziosi ha molte idee per migliorare"
Rossi promuove il motore, ma vuole di più in staccata ed in fase di accelerazione

Anche la seconda ed ultima giornata dei test della MotoGp a Valencia è stata caratterizzata da condizioni meteo ideali.

Valentino Rossi, tra i primi a salire in moto dopo l’apertura della pista e tra gli ultimi a fermarsi, ha lavorato instancabilmente con la sua squadra e con Filippo Preziosi per portare a termine le prove necessarie agli ingegneri che, a Bologna, continueranno a lavorare sul progetto 2012 .

Il collaudatore ufficiale Franco Battaini ha sostituito anche oggi Nicky Hayden, infortunato allo scafoide e al polso della mano destra, che non ha voluto anticipare il rientro a casa e ha seguito tutte le prove dai box del Ducati Team. Il pilota americano probabilmente nei prossimi giorni si sottoporrà ad una piccola operazione al polso per accelerare il recupero dall’infortunio.

La MotoGp chiude così la stagione di gare e prove per quanto riguarda il 2011 per tornare in azione con il primo dei test invernali previsto a Sepang, in Malesia, dal 31 gennaio al 2 febbraio 2012.

Valentino Rossi: “Sono stati due giorni di test importanti perché avevamo bisogno di raccogliere molti dati per il lavoro dei prossimi mesi, che saranno cruciali. Le cose positive di questa moto sono sicuramente il motore, che mi piace, e il fatto che si guida un po’ meglio della precedente: ti da più gusto, anche perché puoi metterla più di traverso. Il telaio non è male ma sicuramente bisogna lavorarci, dobbiamo migliorare in frenata, perché devo riuscire a staccare più forte e in meno spazio, e dobbiamo migliorare l’aderenza in accelerazione. Filippo ha molte idee e abbiamo un po’ di tempo per metterle in pratica prima dei test del prossimo anno”.

Filippo Preziosi: “Siamo stati fortunati a trovare il sole e in generale condizioni nettamente migliori di quelle del fine settimana di gara. Sfortunatamente Nicky non ha potuto girare ma quantomeno avrà tutto il tempo per recuperare prima dei test di Sepang del prossimo anno. Abbiamo chiesto a Valentino, a Franco e agli altri piloti Ducati di fare tutta una serie di confronti tra diverse soluzioni perché ci sono ancora dei parametri ciclistici da definire sul progetto che stiamo portando avanti. E’ stato molto impegnativo ma abbiamo raccolto una serie di elementi che adesso utilizzeremo per il lavoro di progettazione che stiamo facendo”.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Ven 18 Nov 2011 - 14:30

La Suzuki annuncia la sua uscita dalla MotoGp
Nel comunicato divulgato stamani si parla di un possibile rientro nel 2014

Dopo settimane e settimane di voci ora è arrivata l'ufficialità: la Suzuki ha deciso di sospendere temporaneamente la sua partecipazione al Mondiale MotoGp a partire dalla stagione 2012.

Questa sospensione si è resa necessaria per far fronte alle difficili conseguenze della grave crisi economica che ha colpito i paesi sviluppati, allo storico deprezzamento dello yen giapponese, e ai drammatici disastri naturali che hanno colpito il Sol Levante.

L'idea di un ritorno previsto per il 2014, quando la nuova 1000 sarà un prototipo ampiamente sviluppato e di cui si vociferava ormai da tempo, porterà ora la Casa di Hamamatsu a concentrarsi sullo sviluppo di un nuovo competitivo prototipo per la massima categoria.

Suzuki continuerà a portare avanti le attività legate al motocross e ad offrire il proprio supporto nelle gare su strada utilizzando moto di serie, ottenendo così l'omologazione FIM e la collaborazione con i suoi distributori di kit di sviluppo e componenti.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Ven 18 Nov 2011 - 14:34

La FIM obbliga l'uso di protezioni sulle leve del freno
Dall'anno prossimo le dovranno montare le moto di tutte le classi

Quest'oggi la FIM ha ufficializzato le nuove regole relative ai test della MotoGp, ma a margine di questo ha introdotto delle novità relative ai temi di sicurezza. Da anni, infatti, i piloti sostengono che le leve del freno dovrebbero essere protette per evitare di rivedere una maxi-carambola come quella di Barcellona 2006.

In quella occasione Sete Gibernau toccò con la leva del freno l'altra Ducati di Loris Capirossi, innescando un incidente pazzesco che vide coinvolti anche Marco Melandri, Randy De Puniet e Dani Pedrosa. Da allora i piloti si sono battuti costantemente per ottenere una regolamentazione che obbligasse a coprire le leve ed ora sono stati ascoltati.

Stando a quanto riporta un comunicato divulgato oggi, in tutte le classi: "Le moto devono essere dotato di preotezioni sulla leva del freno, destinate ad evitare che un contatto con un'altra moto possa provocare un incidente. Per fare questo è anche possibile estendere il cupolino fino a coprire per intero la leva".

Le norme sembrano essere piuttosto rigide: "Tali dispositivi devono essere sufficientemente forti per reggere efficacemente e progettati in modo che non vi sia alcun rischio per il pilota di essere feriti da essi o di rimanervi incastrati. Inoltre anche il montaggio non deve essere considerato pericoloso. Nel caso in cui la protezione sia attaccata a qualsiasi parte del sistema di frenante, allora il produttore di questo deve confermare ufficialmente per iscritto al direttore tecnico che il dispositivo non interferisce con il corretto funzionamento dell'impianto".

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Sab 14 Gen 2012 - 13:49

"E' una Ducati da record"
Preziosi: "Pronti a sfide impossibili"

Un secondo e mezzo di gap dalla Honda e dalla Yamaha da colmare, ma l'ottimismo non manca al progettista Ducati Filippo Preziosi. "Abbiamo fatto un lavoro eccezionale in una sfida molto impegnativa. Di solito per fare una moto nuova ci vogliono due anni, noi l'abbiamo fatta in sei mesi". A Borgo Panigale c'è fiducia: "E' un percorso obbligato a tappe, ma lo svolgeremo con successo. La Ducati ha già dimostrato di saper vincere le sfide impossibili".

È curioso, dopo una stagione intera nella quale i termini "monoscocca" e "perimetrale" sono risultati popolari come Fiorello e Mario Monti, scoprire che in fin dei conti il telaio non era il problema più grosso della Ducati. A parlare in conferenza stampa è Filippo Preziosi, l'ingegnere degli ingegneri, alla testa di un gruppo di lavoro che sta tentando un miracolo a tempo di record: " Considerate - dice Preziosi - che dall'idea di base alla moto in pista di solito passano due anni. In questo caso, quando a fine mese la D16 2012 scenderà in pista, saranno passati solo 6 mesi". Al Wroom di Campiglio della nuova moto Ducati non c'è traccia. "Perchè ancora non esiste - continua Preziosi - Siamo in fase di assemblaggio. Prima di Sepang andremo a Jerez settimana prossima per provare...quel che c'è da provare".

In cosa differirà dalla moto vista a Valencia nel novembre scorso e perchè il telaio perimetrale?
"Ad un occhio inesperto risulterà uguale, in realtà è diversa radicalmente nel telaio, nel reggisella, nel forcellone, nel serbatoio e anche nel motore. Avevamo un gran bisogno di cambiare la distribuzione dei pesi perché lavoravamo sempre al limite delle regolazioni. In pratica quelli che prima erano i valori limite delle regolazioni, nella moto nuova diventeranno i valori medi. Abbiamo ampliato di molto le possibilità di muovere gli assetti e dovremo essere bravi a trovare in poco tempo con i nostri piloti un setup ideale da mantenere come base. Non vorrei più che anche nel 2012 i nostri piloti fossero costretti a considerare i loro turni di prova alla stregua di test"

Il telaio perimetrale dicevamo, come i giapponesi...
"È l'unica maniera perché si possa muovere nella moto anche il motore, come e quando si vuole. Lo scorso anno eravamo costretti a produrne e a punzonarne ogni volta uno nuovo. Non era vantaggioso ed eravamo al limite. Sottolineo che il telaio è stato calcolato e disegnato internamente al nostro reparto corse e che soltanto la costruzione è stata affidata all'esterno (l'inglese Ftr n.d.r.)".

Che moto darete ai clienti Karel Abraham ed Hector Barbera?
"L'ultima prodotta e testata, che è quella col telaio perimetrale provata a Valencia, ma modificata come pensiamo che servisse per ridurre il gap dagli avversari"

Sarà un miracolo andare forte da subito? Servirà una superbotta di fortuna o avete già delle certezze scientifiche sul funzionamento della moto?
"In teoria le abbiamo, ma il motociclismo è uno sport dove il pilota è elemento dinamico, sposta i pesi, non è solo un trasportato che dà dei comandi come il pilota di auto, quindi finché non si va in pista tocca tenere le dita incrociate. Però dicono che la fortuna aiuta e gli audaci e noi in questo caso quanto ad audacia non siamo stati secondi a nessuno".

È vero che avete ridotto l'angolo delle bancate ad una misura inferiore ai vostri storici 90 gradi?
"Risponderò a questa domanda quando l'avrete rivolta anche alla Honda e mi direte che Nakamoto vi ha risposto con un dato certo"

Con gomme più vivibili e carcasse più morbide la stagione 2011 sarebbe stata radicalmente diversa? Meno deludente per voi?
"Credo di sì. Ora c'è questa cosa strana che devi fare le moto in funzione delle gomme che usi e noi avevamo proprio la difficoltà nel farle lavorare. Però pare che ora la situazione cambi, non per venire incontro a noi ma perchè per lo spettacolo e la sicurezza è opportuno modificare qualcosa"

È difficile quello che state per fare? Valentino, rispetto ad un anno fa, non parla più di mondiale, ma di vincere una gara.
"È giusto. C'è un gap da recuperare, avversari molto forti che sono anche dei colossi. Ma abbiamo fatto qualcosa di forte che era necessario fare, abbiamo un gran gruppo e due piloti campioni del mondo. Al momento il dato positivo è in una stagione abbbiamo accresciuto il nostro know how in maniera massiccia e su molti settori. E questo secondo me aumenta il valore della Ducati, anche sul mercato della produzione"

GUIDO MEDA
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Mar 17 Gen 2012 - 12:52

Oggi la nuova Ducati GP12 debutta a Jerez
Battaini e Checa saranno in pista fino a giovedì. Poi a Sepang toccherà a Valentino

Quest'oggi a Jerez de la Frontera inizia ufficialmente l'avventura della nuova Ducati Desmosedici GP12. Grande assente al Wrooom di Madonna di Campiglio, la nuova 1000 della Casa di Borgo Panigale è stata completata proprio nei giorni scorsi e fino a venerdì sarà in pista nel sud della Spagna con il collaudatore Franco Battaini ed il campione del mondo Superbike, Carlos Checa.

Valentino Rossi invece dovrà aspettare i test collettivi che inizieranno a fine mese a Sepang per fare il suo esordio in sella alla nuova Rossa, che presenta grandi novità sotto le carene, ma che, stando a quanto ha detto l'ingegner Filippo Preziosi da fuori sembra molto simile alla sua antenata.

Ora si tratta di vedere se da Jerez oggi arriverà qualche scatto fotografico "rubato" di quella che dovrà essere la moto del riscatto, impegnata in questo test che deve servire come shakedown per verificare che tutto sia in ordine in vista dell'esordio dei piloti titolari, ma anche per cominciare a raccogliere qualche dato interessante.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Mer 18 Gen 2012 - 10:13

Debutto rinviato per la nuova Ducati GP12
Ieri Checa ha solo raccolto dati con la GPZero per favorire una corretta comparazione

Ieri l'autodromo di Jerez de la Frontera era blindato come Alcatraz ai tempi d'oro, ma alla fine in serata qualcosina è trapelato sul lavoro che è stato effettuato nella prima delle tre giornate di test organizzate dalla Ducati per completare lo shakedown delle due Desmosedici GP12 su cui dovranno salire Valentino Rossi e Nicky Hayden nei test collettivi di Sepang.

La notizia più importante è che, nonostante tanti misteri, alla fine la nuova moto è rimasta all'interno del box per tutta la giornata. E dire che su Twitter si sono letti i racconti di diversi giornalisti spagnoli pronti a fare follie per dare solo una sbirciata alla GP12. Essendo però impossibile l'accesso all'autodromo, non potevano sapere che l'oggetto dei loro desideri non era ancora in azione.

A rallentare i lavori si è messo di traverso anche un fastidioso temporale, che ha riversato parecchia pioggia sull'asfalto. E con solo due piloti a disposizione (Franco Battaini e Carlos Checa), è chiaro che è stato necessario parecchio tempo prima che il manto tornasse ad asciugarsi abbastanza da permettere di girare in sicurezza.

Alla fine il campione del mondo della Superbike ne ha approfittato quindi per fare qualche giro in sella alla sua SBK, provando una nuova elettronica. Successivamente è salito sulla GPZero, ovvero la versione della Desmosedici già scesa in pista nei test collettivi di fine anno a Valencia. L'obiettivo di questa scelta è semplice: raccogliere dati per effettuare una corretta comparazione tra la vecchia e la nuova moto nella seconda giornata.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Gio 19 Gen 2012 - 10:40

Ducati GP12: Del Torchio parla di segnali confortanti
Al momento gli indizi però sono vaghi e la pista di Jerez rimane blindatissima

Il potenziale della nuova Ducati Desmosedici GP12 continua ad essere un completo mistero. Entrare in autodromo a Jerez de la Frontera, anche solo per dare una sbirciatina, è stato impossibile per tutti anche ieri e all'interno del team di Borgo Panigale le bocche sono tutte rigorosamente cucite.

Nella serata di ieri solo l'amministratore delegato Gabriele Del Torchio ha dato qualche piccolo indizio, non entrando troppo nei dettagli però nel corso di una conferenza stampa: "Checa e Battaini stanno lavorando sulla messa a punto. I segnali che arrivano sono confortanti, ma è presto per fare previsioni".

E' difficile quindi che possa trapelare qualcosa in più anche nella giornata di oggi, l'ultima di questo shakedown di tre giorni nel quale il campione del mondo della Superbike ed il collaudatore sono stati chiamati a "scaldare" le due moto dotate del nuovo telaio perimetrale che utilizzeranno Valentino Rossi e Nicky Hayden nei test collettivi di Sepang.

A quanto pare, dunque, solo in Malesia capiremo se la Ducati è riuscita a limare il gap di circa 1"5 che la divideva dalla Honda nella passata stagione e nei primi test effettuati con le 1000, e in che proporzione.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Gio 19 Gen 2012 - 10:43

Ezpeleta strizza l'occhio all'India e alla Corea
L'idea della Dorna sarebbe di correre al Buddh già nel 2013, per Yeongam invece se ne parlerà più avanti

Carmelo Ezpeleta sembra decisamente intenzionato a portare una ventata d'aria fresca nei calendari futuri del Motomondiale. Dopo aver già annunciato gli ingressi del Texas e dell'Argentina a partire dal 2013, ora il boss della Dorna ha confermato di aver avviato dei contatti per portare la MotoGp anche in India ed in Corea del Sud.

All'inizio del mese di dicembre Ezpeleta ha fatto visita al Buddh International Circuit, alle porte di Nuova Delhi, discutendo con la dirigenza dell'impianto della possibilità di organizzare un Gp già nel 2013. Leggermente diverso il discorso per quanto riguarda il tracciato di Yeongam, con il quale è stato avviato un discorso per il futuro, che però quasi sicuramente non riguarderà un ingresso nel calendario rapido come potrebbe essere quello dell'India.

Ezpeleta ha anche già in mente il modo giusto per creare lo spazio per l'India nel calendario del prossimo anno: "Abbiamo già parlato con gli indiani per il 2013, sono stato là ad inizio dicembre. L'idea è di ridurre le gare nella penisola iberica. Spagna e Portogallo probabilmente avranno solo tre gare nel 2013 e per non perdere nessuna delle cinque location attuali probabilmente inizieremo una rotazione" ha spiegato a MotorCycleNews.

"Oggi abbiamo una maggiore domanda di gare al di fuori dell'Europa e la difficile situazione economica che ha colpito Spagna e Portogallo ci impone di ridurre le loro cinque gare, altrimenti rischiamo di creare problemi ad ognuna di esse" ha concluso.

di Matteo Nugnes

Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Gio 19 Gen 2012 - 16:24

Domani al via la prevendita per il Mugello
Chi acquista i biglietti in questa prima fase potrà godere di sconti davvero importanti

Al Mugello si respira già profumo di MotoGp grazie alla prevendita che, per il Gran Premio d’Italia TIM del 15 luglio prossimo, si caratterizza per significative opportunità per i tifosi. Il bouquet di sconti, nella prima fascia, è infatti compreso fra il 10 ed il 30%.

Cliccando sul sito www.ticketone.it o recandosi in uno dei punti vendita presenti in tutta Italia, dal 20 gennaio sarà possibile acquistare il biglietto per il Gp 2012 ad un prezzo assolutamente competitivo. In tal modo l’Autodromo del Mugello, non solo conferma la propria scelta di premiare gli acquirenti del biglietto in prevendita, ma favorisce la presenza a questo grande evento delle famiglie visto che gli under 13 potranno entrare gratuitamente nel prato, mentre gli under 16 con il biglietto ridotto.

Una tra le novità del GP 2012 riguarda la creazione di un biglietto definito "junior" dedicato ai ragazzi e le ragazze nati dopo il 1 gennaio 1999 che potranno usufruire di un sconto specifico del 20% per assistere allo spettacolo delle gare dalle tante e spettacolari tribune del circuito.

La bellezza dell’ambiente che racchiude il circuito, la spettacolarità del tracciato, le nuove infrastrutture realizzate negli ultimi anni, l’atmosfera che si respira sulle colline toscane in occasione del Gran Premio d’Italia, rendono questo evento un appuntamento unico nel suo genere.



Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Gio 19 Gen 2012 - 17:01

Dovizioso: "Fiducioso sulle mie condizioni per Sepang"
L'italiano fa il punto della situazione ad una decina di giorni dai primi test della stagione

Andrea Dovizioso ha parlato con MotoGp.com della sua nuova avventura che lo vedrà vestire i colori del team Tech 3 Yamaha per il 2012, e della fase di preparazione seguita al recente infortunio alla caviglia. L'ex pilota Honda ha poi voluto condividere il proprio pensiero circa quest'ultimo anno trascorso con la casa giapponese, con la quale ha chiuso al 3º posto il Campionato del Mondo MotoGP.

Di seguito, ecco l'intervista integrale apparsa oggi sul sito ufficiale della MotoGp:

Come ti senti dopo il recente intervento chirurgico, "come nuovo" come hai postato su twitter?
"Dopo l'incidente ho sofferto davvero molto. Fortunatamente, era da tempo che non mi infortunavo seriamente e quindi l'operazione si è svolta senza problemi. È stato doloroso, ma nel mestiere del pilota queste sono cose che possono accadere. Ora sono concentrato sui prossimi test in Malesia".

Quanto accaduto può influire sul processo di adattamento alla Yamaha?
"In questo momento mi è difficile fare un pronostico su quale sarà la mia condizione fisica in vista della Malesia, perché 23 giorni dopo l'operazione non sono un periodo sufficientemente lungo. I dottori hanno svolto un ottimo lavoro e sono molto fiducioso sul mio stato fisico in ottica Sepang. Quanto succederà in Malesia sarà comunque qualcosa a se stante perché, a parte i 3 mesi di lontananza dalle moto, il circuito è davvero ostico e il tutto si complica ulteriormente se aggiungiamo l'umidità e le alte temperature. Spero di riprendermi del tutto per capire meglio la moto. Probabilmente per i test successivi sarò al 100% e così sarò in grado di rendermi conto del mio livello".

Ogni anno, durante l'inverno, qualche pilota si infortuna allenandosi con il motocross o altre specialità off-road, anche se sono in molti a ritenere utile questo tipo di pratica. Puoi spiegarci cosa apporta in termini di fitness e di guida?
"Il motocross è molto differente e ben lontano dalla MotoGp, ma è l'unica maniera per allenarsi in sella ad una moto (durante l'inverno). Oltre ad essere un grande appassionato di questa disciplina, per me riveste un ruolo fondamentale nell'allenamento. Per me non si tratta solo di divertimento con gli amici".

Negli ultimi appuntamenti della stagione 2011, hai per caso prestato particolare attenzione ai piloti Yamaha, alla loro maniera di guidare e al comportamento delle moto?
"Non è stato solo nelle ultime gare che ho cercato di capire il prototipo Yamaha. È normale studiare sempre le altre moto, soprattutto quando si fa parte di un team ufficiale. Osservo la Yamaha dal primo anno in cui sono arrivato in MotoGp. Però, finché non la si prova, è difficile comprendere gli aspetti negativi e positivi di una moto. Si può apprendere qualcosa, ma non tutto".

In che rapporto sei con Cal Crutchlow? Dopo alcune stagioni MotoGP spese 'da solo' con Honda, pensi di essere in grado di 'condividere' con un compagno di squadra o lo vedrai come il tuo primo rivale?
"Sono contento di avere Cal come compagno di squadra, lo ritengo un bravo ragazzo e un buon pilota. È arrivato nel Campionato del Mondo con molta meno esperienza sulle spalle rispetto a quanto ha fatto in Superbike e Supersport, eppure è qui, e questo vuol dire che è dotato di talento. Credo che nessuno sappia esattamente qual è il limite di Cal, perché è in MotoGp da solo un anno ed è anche finito a terra in qualche occasione, ma sono sicuro possa rivelarsi molto competitivo. Non so dire quanto, ma sono comunque contento di ptoer lavorare e sviluppare la moto con lui".

Dopo aver trascorso tutta la tua carriera GP con Honda (tolta un'apparizione con Aprilia), come ti sei sentito nel lasciare la squadra al termine del Campionato 2011?
"I risultati che ho raccolto sono stati positivi, soprattutto nel 2011, ma naturalmente non sono bastati. Da fuori è difficile comprendere il livello a cui siamo arrivati...ma nessuno può essere felice al 100% con un 3º piazzamento. Per chi è dell'ambiente risulta subito chiaro la difficoltà che un risultato simile richiede, e proprio per questo sono estremamente soddisfatto".

Come pilota professionista e padre di una bimba di 2 anni, il fatto di vederla crescere ti dà una prospettiva differente delle corse?
"Da quando è nata mia figlia, la mia mentalità è cambiata parecchio. Negli ultimi due anni ho raccolto i miei risultati migliori, ed ogni cosa è diventata ancora più speciale nel momento in cui lei è arrivata. È bellissimo essere padre. Sono molto giovane ma sono convinto che quanto successo mi abbia aiutato molto nell'affrontare le competizioni".

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   Ven 20 Gen 2012 - 13:10

Ducati GP12: shakedown completato senza intoppi
Nonostante il freddo trovato a Jerez, Checa e Battaini hanno portato a termine tutto il programma previsto

Il Test Team Ducati, guidato come sempre dal Direttore Tecnico Filippo Preziosi, ha completato tre giorni di prove sulla pista spagnola di Jerez de La Frontera con Carlos Checa e Franco Battaini, seguiti, dal box, anche dal Team Manager Vittoriano Guareschi.

I due piloti hanno eseguito lo shakedown della GP12 che verrà provata tra due settimane dai piloti ufficiali Valentino Rossi e Nicky Hayden.

Nel corso dei tre giorni, in condizioni meteo piuttosto fredde ma fortunatamente senza pioggia, il lavoro è proseguito come da programma e senza inconvenienti, permettendo al Test Team di effettuare tutte le verifiche necessarie in preparazione dell’inizio dei test invernali previsto a Sepang, in Malesia, dal 31 gennaio al 2 febbraio 2012.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Inizia la stagione 2012   

Tornare in alto Andare in basso
 
Inizia la stagione 2012
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» nalbandian
» Info punti classifica stagione 2012
» Pronti per la stagione 2012!!!!!!
» BMW R 1270 GS 2012
» Da che livello con il tennis ci si inizia a mangiare?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP..... :: MotoGP-
Andare verso: