Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....
Benvenuto nel forum dei motori


Per usufruire dei servizi offerti dal nostro forum, effettua il login se sei già parte del forum, in caso contrario, iscriviti alla nostra comunità, è totalmente gratuito.

Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....

Discussioni su sport motoristici, in particolare approfondimenti su Formula1 e MotoGP
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 News test e...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Ven 22 Apr 2011 - 10:47

La FIA potrebbe vietare l'uso del DRS a Montecarlo
La rischiesta arriva dai piloti, timorosi che un uso eccessivo possa creare problemi in qualifica

Dopo aver creato tante discussioni nel corso dell'inverno, l'ala posteriore mobile è uscita decisamente promossa dalle prime tre gare della stagione: se l'obiettivo era aumentare lo spettacolo ed i sorpassi, bisogna dire che il suo influsso, insieme a quelli delle gomme Pirelli e del KERS, si sono fatti sentire eccome.
Nonostante questo successo, la FIA starebbe valutando, in maniera molto coscienziosa, di vietare l'utilizzo del dispositivo in occasione del Gp di Monaco. Il tracciato cittadino di Montecarlo, infatti, presenta caratteristiche troppo particolari e l'uso del DRS potrebbe creare delle situazioni pericolose.
Stando a quanto rivela Autosport, a sollevare il problema sarebbero stati proprio i piloti nel corso dell'ultimo briefing. A preoccuparli non è tanto l'utilizzo in gara, che secondo la maggior parte di loro era affrontabile approntando la zona di sorpasso nel tunnel, quanto nell'uso libero in prove libere e qualifiche.
La paura è che, essendo quello di Montecarlo un tracciato dove il risultato delle qualifiche può essere fondamentale ai fini della gara, qualcuno possa prendersi qualche rischio di troppo per provare a guadagnare una fila sullo schieramento di partenza. Soprattutto considerando che sulle strade del Principato le vetture utilizzano sempre la configurazione massima del carico aerodinamico a disposizione.
Al momento non è stata ancora presa una posizione ufficiale a riguardo, ma la cosa è stata presa in considerazione molto seriamente. La scelta di bandire il dispositivo solo per questa gara sarebbe senza dubbio sensata. Se così fosse, toccherà alla Pirelli il compito di movimentare la gara del Principato...
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Ven 22 Apr 2011 - 15:58

Kubica: in estate capiremo se può tornare a correre
Il dottor Ceccarelli ha spiegato che bisogna aspettare almeno sei mesi dall'incidente

Ieri Robert Kubica ha annunciato che tra qualche giorno potrà finalmente lasciare l'Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure. Da quel momento, dopo qualche giorno di riposo nella casa di Montecarlo, toccherà al dottor Riccardo Ceccarelli provare a rimetterlo in piedi e, possibilmente, a renderlo in grado di tornare nell'abitacolo di una monoposto di Formula 1.
- Il medico della Lotus Renault ha però precisato che i primi giorni di riposo a casa fanno già parte del percorso di recupero: "Psicologicamente è importante che Robert dopo tre mesi ritrovi l'aria di casa" ha spiegato alla Gazzetta dello Sport.
- Poi però si comincerà a fare sul serio: "La palestra lo aiuterà a risentirsi pilota. Manterremo i contatti con chi lo ha seguito in questi mesi, in primis il dottor Rossello che lo ha operato alla mano destra, ma cercheremo anche altri specialisti. Abbiamo allestito un pool di almeno quattro persone in grado di seguirlo durante le 6-8 ore di lavoro quotidiano e ci stiamo dotando di uno speciale tapis roulant che permette di appoggiare solo parzialmente il peso sulla gamba destra. Tra mano, gamba, spalla e gomito, Robert somma tre pazienti in uno".
- L'argomento su cui bisogna avere sempre più cautela però rimane la mano destra: "La rigenerazione dei nervi è il processo più lungo, difficile capire prima di quattro mesi quale sarà il recupero. Ha una buona sensibilità, ma non in tutti i punti. La mano c'è e riprenderà una buona funzionalità. La gamba pone pochi problemi. Robert si appoggia sulla sinistra e ha iniziato ad appoggiarla, con carico progressivo".
- E qui però si arriva al punto più importante per tutti gli appassionati: il pilota polacco tornerà a correre? Per il dottor Ceccarelli oggi è ancora troppo presto per dare una risposta definitiva: "La capiremo a sei mesi dall'incidente (quindi in agosto, ndr): bisogna aspettare che la natura faccia il suo corso, anche se, conoscendo Robert, confidiamo nella sua forza di rigenerarsi".

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Sab 23 Apr 2011 - 9:19

Il Gp della Turchia rischia di sparire nel 2012
Per rinnovare il contratto in scadenza sarebbe stato chiesto il doppio rispetto a quest'anno

Non c'è pace per gli organizzatori europei dei Gp di Formula 1. Ora sembra che, con buone probabilità, quella di quest'anno sarà l'ultima edizione del Gp della Turchia. Il contratto del tracciato di Istanbul Park con la Formula 1 Management scade al termine di quest'anno e pare che per il rinnovo sia stata chiesta una tassa d'iscrizione raddoppiata rispetto a quella del 2011.
- A rivelarlo è stato Murat Yalçintas, capo della camera di commercio di Istanbul, tramite il suo profilo di Twitter. La richiesta per il rinnovo del contratto sarebbe infatti di 26 milioni di dollari, a fronte dei 13 spesi dagli organizzatori turchi per l'edizione di quest'anno.
- "Sembra che la Formula 1 non farà tappa ad Istanbul nella prossima stagione" ha scirtto Yalçintassul suo profilo. "La cifra richiesta è troppo alta e per questo il Ministero delle Finanze non sembra intenzionato ad effettuare il pagamento. Per questo motivo credo che nel 2012 la gara non si farà".
- Questa richiesta così esosa però potrebbe non essere casuale, visto che sicuramente nella prossima stagione una delle gare presenti nel calendario di quest'anno dovrà fare spazio al Gp degli Stati Uniti. Quella turca potrebbe essere quindi quella sacrificabile...
Omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Sab 23 Apr 2011 - 9:22

La FIA potrebbe vietare l'uso del DRS a Montecarlo
La rischiesta arriva dai piloti, timorosi che un uso eccessivo possa creare problemi in qualifica

Dopo aver creato tante discussioni nel corso dell'inverno, l'ala posteriore mobile è uscita decisamente promossa dalle prime tre gare della stagione: se l'obiettivo era aumentare lo spettacolo ed i sorpassi, bisogna dire che il suo influsso, insieme a quelli delle gomme Pirelli e del KERS, si sono fatti sentire eccome.
- Nonostante questo successo, la FIA starebbe valutando, in maniera molto coscienziosa, di vietare l'utilizzo del dispositivo in occasione del Gp di Monaco. Il tracciato cittadino diMontecarlo, infatti, presenta caratteristiche troppo particolari e l'uso del DRS potrebbe creare delle situazioni pericolose.
- Stando a quanto rivela Autosport, a sollevare il problema sarebbero stati proprio i piloti nel corso dell'ultimo briefing. A preoccuparli non è tanto l'utilizzo in gara, che secondo la maggior parte di loro era affrontabile approntando la zona di sorpasso nel tunnel, quanto nell'uso libero in prove libere e qualifiche.
- La paura è che, essendo quello di Montecarlo un tracciato dove il risultato delle qualifiche può essere fondamentale ai fini della gara, qualcuno possa prendersi qualche rischio di troppo per provare a guadagnare una fila sullo schieramento di partenza. Soprattutto considerando che sulle strade del Principato le vetture utilizzano sempre la configurazione massima del carico aerodinamico a disposizione.
- Al momento non è stata ancora presa una posizione ufficiale a riguardo, ma la cosa è stata presa in considerazione molto seriamente. La scelta di bandire il dispositivo solo per questa gara sarebbe senza dubbio sensata. Se così fosse, toccherà alla Pirelli il compito di movimentare la gara del Principato...
di Matteo Nugnes
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Sab 23 Apr 2011 - 9:25

Pat Symonds diventa consulente tecnico della Virgin
L'ex direttore tecnico della Renault ha lavorato allo sviluppo di un nuovo pacchetto aerodinamico per la MVR-02

L'avvio della stagione 2011 è stato decisamente deludente per la Virgin. La squadra di Richard Branson non è infatti riuscita a fare il passo avanti sperato rispetto alla passata stagione. Anzi, con il passare delle gare, le monoposto del Team Lotus danno l'idea di essere sempre più difficili da raggiungere, inoltre i miglioramenti della HRT farebbero ipotizzare un possibile sorpasso.
- Per questo la squadra britannica ha deciso di affidarsi ad un tecnico di esperienza come Pat Symonds, che al momento era fermo non potendo occupare una carica a tempo pieno del Circus fino al 2013. Un provvedimento scattato per la sua colpevolezza nella vicenda del Singapore Gate.
- In Turchia sulle MVR-02 dovrebbe quindi debuttare un importante aggiornamento aerodinamico, sul quale Symonds ha lavorato piuttosto intensamente nelle ultime settimane nel ruolo di consulente esterno. Inoltre però, data la sua grande esperienza, Symonds potrebbe anche aiutare la squadra a riorganizzare le risorse in maniera più funzionale e produttiva
- In casa Virgin poi è in arrivo un'altra importante novità, visto che per la prima volta da quando è nata la squadra, sembra che la MVR-02 sarà portata in galleria del vento per effettuare tutti i riscontri del caso. Fino ad oggi, infatti, Nick Wirth ed i suoi tecnici avevano lavorato solamente con il CFD.

Omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Sab 23 Apr 2011 - 9:28

Alonso: "Mai mollare in Formula 1!"
Lo spagnolo è convinto che le cose possano cambiare in fretta per la Ferrari

L'ennesima gara storta a Shanghai non sembra aver scalfito minimamente il grande ottimismo che da sempre contraddistingue Fernando Alonso. Lo spagnolo è tornato a parlare dal blog che aggiorna costantemente sul sito ufficiale della Ferrari e il concetto chiave del suo messaggio è di non mollare, perchè in Formula 1 le cose possono cambiare in fretta. Del resto, lo scorso anno in estate nessuno avrebbe scommesso un euro su Fernando ancora in corsa per il mondiale fino all'ultima gara...
- "Non è stato certamente l’inizio di campionato che speravamo, noi e tutti i nostri tifosi. I cinquanta punti in due non sono molti e siamo consapevoli che il livello della nostra prestazione non è sufficiente in questo momento ma sappiamo bene che le cose possono cambiare in fretta. La Formula 1 è sempre stata così: una gara fai fatica ad arrivare nei primi cinque, un’altra lotti per la vittoria. Quest’anno non fa eccezione: dopo l’ultimo test di Barcellona tutti davano la McLaren per spacciata e poi sono stati sempre lì sul podio, fino a vincere in Cina. Allo stesso tempo, c’era chi dava Vettel come imbattibile e poi a Shanghai è andata com’è andata. Tre gare sono ancora troppo poche per dare dei giudizi definitivi" ha esordito lo spagnolo.
- Questo non vuol dire però che si può rimanere sereni. Anzi, a Maranello il lavoro per provare a recuperare il gap va avanti incessantemente: "Con questo non voglio dire che sto sottovalutando la nostra situazione, tutt’altro. Dobbiamo lavorare tanto per migliorare, sotto ogni profilo. Il successo si raggiunge quando tutte le componenti rendono al meglio: macchina, strategia, pit-stop, piloti, nessuno escluso. Sono rimasto in contatto con i tecnici in questi giorni e so che non c’è pausa a Maranello nel lavoro di sviluppo della vettura. Dobbiamo recuperare e non possiamo permetterci di perdere troppo tempo, anche perché non è che gli altri rimarranno con le mani in mano in queste settimane. Ho fiducia nella squadra: so di che pasta è fatta e sento la voglia di reazione che ha tutta la gente di Maranello".
- Infine, forse anche per auto-caricarsi, il due volte campione del mondo fa un tuffo nel suo passato per ricordarsi che tutto è possibile: "Negli anni passati ho sperimentato prima da avversario e poi da ferrarista la capacità di rimontare della Scuderia. Mi ricordo bene di quando ero alla Renault nel 2006 nella prima parte della stagione avevo preso un grande vantaggio ma poi la Ferrari seppe sviluppare la macchina così bene da permettere una grande rimonta a Schumacher, che mi superò a due gare dalla fine. E poi c’è l’esempio dello scorso anno: in Turchia prima e in Inghilterra poi ci dicevano che dovevamo pensare all’anno successivo ma noi non abbiamo mollato e siamo arrivati a giocarci il titolo fino all’ultimo giro dell’ultima gara. Suona come uno slogan ma è la pura verità: mai mollare in Formula 1!".

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Sab 23 Apr 2011 - 16:00

Kubica verso la fine dell'incubo: a casa entro 10 giorniIl polacco lascerà l'ospedale di Piera Ligure dopo il grave incidente del 6 febbraio.

Entro dieci giorni, Robert Kubica potrebbe essere dimesso dall'ospedale di Pietra Ligure dove è ricoverato dopo il terribile incidente rallistico del 6 febbraio. "Inizio a sentirmi molto meglio, forze e peso aumentano giorno dopo giorno e conto di lasciare l'ospedale molto presto - ha detto in un messaggio ai suoi tifosi -: spero entro una decina di giorni".
- A CASA - Dunque dimissioni entro una decina di giorni, poi qualche giorno a casa in quel di Montecarlo per poi trasferirsi a Capezzano Pianore, vicino Viareggio, nella struttura del dottor Ceccarelli, dove inizierà la lunga riabilitazione: "La palestra lo aiuterà a sentirsi nuovamente pilota - dice Ceccarelli - e lo seguiremo per 6-8 ore di lavoro quotidiano. Tra mano, gamba e gomito Robert somma tre pazienti in uno.
- PROGRESSI - "La mobilità è limitata - spiega lo stesso Kubica - ma questo è normale, i muscoli sono molto deboli per la lunga inattività". Sulla sensibilità interviene nuovamente Cecarelli: "La rigenerazione dei nervi è il processo più lungo e difficile, difficile prima di 3/4 mesi capire quanto e come Robert possa recuperare sensibilità in tutti i punti".
- TEMPISTICA - Dunque è il momento dell'attesa. "Per capuire se Robert potrà tornare a correre - è sempre Ceccarelli a parlare - bisognerà attendere che siano passati circa 6 mesi dall'incidente. Una data ragionevole per il possibile rientro già c'è, ma sarebbe inutile anticiparla. La natura deve fare il suo corso".


virgiliosport
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Sab 23 Apr 2011 - 16:03

Ferrari: evoluzione in due fasi per provare la rimonta.
A Maranello si lavora su ali flessibili e per cambiare la geometria delle sospensioni.

Tre settimane di tempo per provare a ridurre il gap dai primi ed avere un responso sulla propria capacità di reagire alle difficoltà: così la Ferrari prepara il Gp di Turchia del prissimo 8 maggio, prima gara in Europa dopo le tre extracontinentali e probabile ultima spiaggia per tornare a lottare coi primi e dare un senso ad una stagione iniziata malissimo. Un compito parecchio difficile, perchè gli acclarati difetti della galleria del vento hanno portato i tecnici ad intraprendere una strada sbagliata sull'aerodinamica e perchè gli avversari non staranno a guardare: la Red Bull ha pronta un'evoluzione ed un Kers finalmente affidabile, la McLaren cresce costantemente e Renault e Mercedes preparano soluzioni estreme. Ma è pur vero che tre settimane sono il tempo che ha impiegato la Mclaren, dall'ultimo test a Montmelò alla prima gara a Melbourne, per riprendere la Red Bull.
- ALI FLESSIBILI - La sofisticata flessibilità di alcune componenti aerodinamiche è uno dei segreti della velocità della Red Bull. A shanghai i tecnici in rosso hanno montato delle telecamere puntate sugli alettoni proprio per verificare lo "spazio di lavoro" delle componenti flessibili, a conferma del fatto che si lavora molto su quel fronte. sarà fondamentale per Aldo Costa ed i suoi collaboratori sfruttare i meandri del regolamento e ridurre al minimo le interferenze dello schema a puntone della sospensione posteriore.
- SOSPENSIONI - Perchè è èproprio la sospensione sul retrotreno una delle componenti più penalizzanti per la F150° Italia. La Red Bull ha rispolverato la sospensione a tirante proprio per liberare al massimo la zona bassa e permettere gli ormai famosi assetti "picchiati" sull'anteriore, e presto è stata copiata dagli altri top team. Tutti, tranne la Ferrari che ora dovrà cavarsela alzando il più possibile il triangolo inferiore al punto di ancoraggio del tirante.
- DUE FASI - In linea di massima il tentativo di recupero della Ferrari dovrebbe svilupparsi in due fasi: la prima, a partire dalla Turchia, con le soluzioni cui si è accennato sopra, e una con soluzioni più complesse a metà stagione.
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Sab 23 Apr 2011 - 20:50

Pat Fry prova a dare un'iniezione di fiducia a tutto il team Ferrari

La Ferrari necessita al più presto di svoltare dopo un inizio di stagione difficile, nel quale sono state soprattutto le prestazioni in qualifica e le scelte delle strategie migliori a creare problemi. Red Bull e McLaren al momento appaiono superiori e dunque queste tre settimane a disposizione potrebbero consentire di ridurre il divario.
- A tal proposito, a esprimersi è stato Pat Fry, capo degli ingegneri di corsa, che ritiene sia importante lavorare sodo per ritornare alle posizioni che competono alla Rossa: “Dopo tre corse è chiaro come la nostra priorità sia cercare di migliorare le prestazioni della vettura – ha dichiarato puntando al sodo – Abbiamo molto lavoro da fare”.
- Comunque tutto quanto effettuato sino ad ora non deve essere buttato, ma sfruttato in modo tale da eliminare i punti deboli sulla macchina attuale: “Nonostante tutto, dobbiamo mantenere la nostra tranquillità in questa situazione – ha continuato Fry – C’è ancora molta strada da affrontare in questa stagione e le cose possono cambiare velocemente”.

stop&go
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Sab 23 Apr 2011 - 20:53

Michael Schumacher alla Race of Champions 2011 con Sebastian Vettel

Michael Schumacher, assieme al Campione del Mondo Sebastian Vettel, è stato il primo pilota ad iscriversi alla prossima edizione della Race of Champions, kermesse di fine stagione che vede sfidarsi i principali protagonisti del mondo delle quattro ruote.
- La prossima edizione si terrà alla Commerzbank-Arena di Francoforte il 3 ed il 4 dicembre e Schumacher, insieme al suo giovane erede, vuole ottenere la 5° vittoria consecutiva nella Coppa per Nazioni di fronte al pubblico di casa.
- Il tedesco è conscio dell’importanza dell’evento soprattutto per tutti i tifosi: “È importante per noi esserci nel Paese di casa così non vediamo l’ora di mostrare alcune belle macchine attorno al circuito di Francoforte in dicembre – dichiara attraverso il suo sito internet – Lo scorso anno (a Dusseldorf, ndr) abbiamo vissuto una grande atmosfera. Sei talmente vicino a loro che puoi sentirli nonostante i motori siano rumorosi”.
- In aggiunta, Schumacher spiega in modo un po’ scherzoso il motivo per il quale non ha mai lasciato il segno nella prova individuale: “Sfortunatamente l’evento individuale ha luogo l’ultimo giorno e noi abbiamo sempre una bella festa dopo che il Team Germania vince, così ne deduco che non sono mai completamente fresco...”, ha concluso con tono rilassato.

stop&go
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Lun 25 Apr 2011 - 9:37

Robert Kubica ha lasciato l'ospedale
Per ora il polacco si è spostato a Montecarlo, prima di cominciare la riabilitazione

Robert Kubica ha finalmente lasciato l'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, dove era ricoverato da 11 settimane a seguito del suo incidente avvenuto in occasione del rally di Andora.
- Come già avevamo scritto due giorni fa, ora il polacco si sposterà a Montecarlo a casa sua, prima di andare a Viareggio presso i locali di Formula Medicine dove curerà la riabilitazione sotto l'occhio vigile del Dr. Riccardo Ceccarelli.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Lun 25 Apr 2011 - 9:42

ECCLESTONE. SÌ ALLA STAFFETTA
Il boss F1: a Murdoch potrei lasciare

Bernie Ecclestone, è pronto a lasciare se Rupert Murdoch avanzerà un'offerta per prendere il controllo della Formula 1. Lo riferisce il "Sunday Times". Ecclestone, 80 anni, aveva da poco smentito voci di un suo ritiro: "Sono vecchio abbastanza - ha dichiarato - per avere una pensione senza dover continuare a lavorare. Devo essere tuttavia sicuro che chi prendera' le redini della Formula Uno sia gente che mi piace e a cui piaccia lavorare con me".
- Nei giorni scorsi sono circolate voci di un possibile consorzio formato dalla News corp. di Murdoch, dal magnate messicano Carlos Slim e da alemeno uno dei grandi costruttori attualmente presenti in Formula Uno che potrebbe assumere la guida del campionato motoristico più importante.

sportmediaset
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Mar 26 Apr 2011 - 18:50

Ecclestone pronto a lasciare, ma alle sue condizioni
“Chi mi subentrerà deve dimostrare di amare la Formula 1” ha detto

La scorsa settimana erano salite alla ribalta delle voci secondo cui Bernie Ecclestone starebbe trattando la cessione dei suoi diritti sulla Formula 1 alla News Corporation, società di proprietà di Rupert Murdoch. Inizialmente Mister E aveva definito “spazzatura” queste speculazioni, ma ora sembra proprio che ci fosse qualcosa di vero, almeno sulla possibilità che il grande vecchio del Circus vada in pensione.
“Sono abbastanza vecchio da poter andare in pensione, ma voglio essere sicuro che la persona o il gruppo mi subentrerà amino la Formula 1 e siano disposti a continuare a lavorare con me” ha rivelato al Sunday Times.
Anche perchè una cosa deve essere chiara: Ecclestone sembra non volere più il potere assoluto, ma la sua intenzione è di non farsi da parte completamente. “Non andrò a pesca o ai giardinetti: in qualche modo il mio business continua”.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Mar 26 Apr 2011 - 18:50

Terminati i lavori del nuovo tracciato in India
Scelto anche il nome: si chiamerà Buddh International Circuit

Sono già terminati i lavori per la realizzazione del nuovo impianto che a fine ottobre dovrà ospitare il primo Gp d'India. A darne annuncio sono stati gli organizzatori dell'evento, all'interno di una conferenza stampa indetta per ufficializzare che la pista si chiamerà Buddh International Circuit.
Il disegno del tracciato, formato da 16 curveat e lungo circa 5 chilometri, è stato realizzato dal "solito" Hermann Tilke. Il nome invece è stato scelto in base alla localizzazione geografica dell'impianto, situato nel distretto di Gautam Budh Nagar.
Per il via libera definitivo ora quindi manca solamente l'ispezione finale della FIA, che dovrebbe avvenire nel mese di giugno.
(omicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Mar 26 Apr 2011 - 18:52

Abu Dhabi: ecco come dovrebbe cambiare la pista
Saranno ben cinque le curve del tracciato di Yas Marina che dovrebbero cambiare faccia

Cominciano a trapelare le prime indiscrezioni riguardo ai lavori di modifica del tracciato di Yas Marina, che gli organizzatori di Abu Dhabi vogliono realizzare entro il Gp di metà novembre per aumentare le possibilità di sorpasso.
Secondo quanto riporta Autosport, saranno almento tre le aree del circuito che subiranno delle variazioni, concentrate soprattutto nella zona del lungo rettilineo opposto. La chicane ed il tornantino che lo precedono, dunque le curve 5, 6 e 7, saranno allargate in modo da permettere ai piloti di affrontarle con traiettorie differenti e magari tentare qualche attacco.
La curva 9 invece verrà modificata in quello che la rende caratteristica, cioè l'uscita in contropendenza. Secondo i dirigenti del circuito, infatti, questo rendeva la traiettoria obbligata, quindi anche qui si è deciso di invertire la tendenza, realizzando addirittura una sorta di banking.
La novità più radicale riguarda però le curve 13 e 14, che dovrebbero essere riunite in un'unica piega dal raggio piuttosto ampio. Dunque, dovrebbe essere piuttosto veloce, rendendo piuttosto interessante anche la staccata della curva 17.
Tutte idee sicuramente interessanti, anche se forse viene un dubbio: non saranno soldi sprecati visti i tanti sorpassi portati in queste prime gare dalle nuove regole?
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Mar 26 Apr 2011 - 18:53

L'eredità di Michele Alboreto, un campione da ricordare
Nel decennale della sua scomparsa è giusto rimarcare i meriti che non sono solo sportivi

La passione ce l'aveva nel cuore. Era un pilota professionista, ma le corse facevano parte del suo modo di vivere e di pensare. L'entusiasmo del giovane Michele che si mette in luce in Formula Monza nel 1976 con la monoposto della Scuderia Salvati era lo stesso dell'uomo maturo pronto nel 2001 a inseguire la seconda vittoria alla 24 Ore di Le Mans, dando concretezza all'avventura con l'Audi che, probabilmente, sarebbe stata anche l'ultima di una carriera da incorniciare.
La chiusura in bellezza, invece, è stata recisa dalla tragedia: sono già trascorsi dieci anni e sembra ieri. 25 aprile 2001: Lausitzring. Germania. Una gomma posteriore perde lentamente pressione per una foratura e la nera sport dei quattro anelli, un bolide progettato per correre radente l'asfalto, si accuccia nel retrotreno e per quell'assetto all'improvviso cabrato prende troppa aria sotto la vettura e decolla come un razzo senza controllo, proprio nel tratto più veloce del tracciato tedesco.
La R8 vola, si capota. Per Michele Alboreto non c'è scampo. In un attimo la cronaca diventa storia. Il destino chiude troppo in fretta i conti con una campione che ha dato più di quanto non abbia ricevuto dall'automobilismo. Ce lo porta via, strappandolo alla moglie Nadia e alla famiglia, durante un test. Ci sono piloti che, se possono, evitano i collaudi. Non il pilota milanese. Era stato scelto per la sua capacità di trasferire infomazioni puntuali e precise ai tecnici per fare crescere la vettura più in fretta. È in quelle situazioni che il bagaglio di esperienza conta tanto quanto la velocità.
E Michele è stato un pilota veloce, velocissimo. Aveva conquistato la fiducia di Enzo Ferrari che l'aveva voluto a Maranello nella piena consapevolezza di farne il primo pilota italiano dopo Ascari a diventare campione del mondo di F.1. Il Grande Vecchio aveva una simpatia quasi paterna per quel giovanotto dal tratto educato e serio che era stato capace di imporsi con una Tyrrell. Alboreto l'agognato titolo non l'ha mai vinto, nonostante sia stato in testa al campionato fino a metà 1985 con pieno merito. È stato tradito dalla Rossa che aveva perso la sua affidabilità e per troppe volte lo aveva lasciato a piedi nei momenti decisivi.
I travagli del Cavallino erano diventati i suoi. Con la scomparsa del Drake nel 1988 si era esaurita una storia irripetibile, ma aveva voluto rimanere nel Circus: di nuovo Tyrrell, poi Larousse, Footwork, Bms Scuderia Italia, Minardi. Con monoposto meno competitive era spesso relegato alle posizioni di rincalzo, ma appena le condizioni di gara si facevano difficili sapeva tornare a galla con la sua classe. L'incantesimo ha funzionato fino al Gp di San Marino del 1994 che ci ha portato via Ayrton Senna e Roland Ratzenberger. Sembrava l'apocalisse: anche Michele non ne è indenne. Durante il pit stop una gomma posteriore mal fissata sulla sua Minardi si stacca e come un proiettile impazzito ferisce cinque meccanici seminando il panico nei box con medici ed ambulanze che soccorrono i feriti mentre la corsa prosegue.
Una follia collettiva che Michele biasima (è da allora che è stata resa obbligatoria una velocità massima in pit lane) e dalla quale si sente ormai estraneo. Ma le corse non sono solo la F.1: DTM, Indycar, ALMS e la mitica 24 Ore di Le Mans. Nel 1997 arriva il successo nella maratona della Sarthe con la TWR- Porsche della Joest Racing condivisa con Stefan Johansson (ex compagno di squadra alla Ferrari) e Tom Kristensen, una perla che impreziosisce i cinque Gp di F.1 conquistati.
La passione di Michele non si limitava al correre: ha scritto articoli per giornali e riviste, ma in particolare si è dedicato alla promozione dei giovani piloti, ricordando quanta fatica aveva dovuto fare per uscire dalle formule addestrative. È entrato nella CSAI per combatterne l'imperante burocrazia dal di dentro. Mettendoci la faccia.
Sembrava Don Chisciotte contro i mulini a vento per quanto era inconsistente la Federazione dell'epoca, eppure proprio Alboreto ha imposto una rivoluzione che, seppur nel tempo, ha portato alla nascita della Formula Azzura, prima, e della Formula Abarth, oggi, due categorie scuola che stanno allevando una nuova generazione di ragazzi di talento. L'eredità di Michele raccolta da Ivan Capelli e Gian Carlo Minardi inizia ad esprimere i suoi frutti: e se fra qualche anno avremo un erede di Trulli e Liuzzi nel Circus, il merito sarà da ascrivere principalmente al campione milanese che ci ha indicato il cammino da percorrere. Grazie Michele...
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Mer 27 Apr 2011 - 15:12

Ufficiale: il Team Lotus ha acquisito la Caterham
Per ora però questo nuovo legame non avrà riflessi all'interno del team di Formula 1
Come era stato anticipato la settimana scorsa anche da OmniCorse.it, questa mattina il Team Lotus ha annunciato di aver acquisito il controllo della Caterham Cars, costruttore britannico di vetture sportive che utilizzano come base la Lotus Seven.
Quello di oggi non sarà solo un passaggio di proprietà perchè le intenzioni di Tony Fernandes sono davvero serie: l'obiettivo è di estendere ulteriormente i confini del marchio, cercando di allargare anche la famiglia dei prodotti. Tuttavia, la trasizione sarà molto fluida e lineare, con lo staff dirigenziale che è stato confermato in blocco e che continuerà ad essere guidato da Ansar Ali.
"La Caterham occupa un posto unico nel mondo dell'automobile" ha commentato Fernandes. "Oltre ad essere fieramente britannica, gode di un'invidiabile reputazione a livello di prestazioni e di eccellenza tecnica. Nei suoi modelli si può ancora ritrovare la filosofia di Colin Chapman ed il DNA originale della Lotus Seven, anche in quelli più recenti. Ha già grande successo in Europa, Giappone, Australia e Medio Oriente e, sotto la guida dell'attuale management, siamo sicuri di avere tutti gli ingredienti per allargare ulteriormente gli orizzonti, dando maggiore visibilità al marchio Caterham".
A dispetto dei primi rumors, al momento l'operazione non sembra legata alla squadra di Formula 1, anche se ovviamente il marchio comparirà sulle T128 sotto forma di sponsor. Si pensava che il team avrebbe potuto modificare il suo nome per legarlo alla Caterham e addirittura aveva preso piede la voce di un nuovo main sponsor in arrivo, la compagnia petrolifera Sonagol. Su questo fronte però per ora tutto tace, anche se a Silverstone dovrebbero arrivare annunci sul futuro...
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Gio 28 Apr 2011 - 15:35

Button: "Voglio chiudere la carriera alla McLaren"
Jenson dice che sarà la sua ultima squadra in F1, ma che andrà ancora avanti per 3-5 anni

Arrivato ormai alla soglia dei 31 anni con ben 11 stagioni in Formula 1 alle spalle, è normale che Jenson Button stia cominciando anche a pensare alla conclusione della sua carriera nel Circus. Sia chiaro, non si parla però di un discorso a breve termine, anche perchè il suo contratto con la McLaren è valido fino al termine del 2012, inoltre si dice sia pronto al rinnovo.
- L'ex campione del mondo però ci ha tenuto a rivelare che ha deciso che quella di Woking sarà l'ultima squadra della sua carriera. Dunque, una volta terminato questo ciclo, appenderà il casco al chiodo.
- "Quando concluderò il mio ciclo qui, smetterò di correre in Formula 1" ha detto ad Autosport. "Sono molto felice alla McLaren. Le corse per me sono una gioia ed un divertimento e questa squadra fa in modo che continuino ad esserlo. Non vedo nessuna ragione che mi possa spingere ad andare da un'altra parte".
- "Ho la possibilità di guidare per una delle squadre migliori del mondo. Una posizione che sicuramente mi invidiano molti colleghi, ma che ho raggiunto solo grazie a tanti sforzi. Potrei continuare ancora per tre anni, o forse cinque...Non so ancora".

di Matteo Nugnes
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Gio 28 Apr 2011 - 15:37

Gheddafi voleva sponsorizzare la McLaren!
A Woking non hanno avuto contatti diretti con il colonnello: il tramite era Alex Waters

Negli ultimi giorni in Gran Bretagna sono salite alla ribalta delle voci riguardo ad un possibile collegamento tra la McLaren ed il colonnello Gheddafi. La squadra di Woking era stata infatti vicina ad ottenere una sponsorizzazione di 25 milioni di sterline dall'ufficio del turismo libico.
- La cosa è stata confermata anche da fonti interne al team, che però hanno spiegato che non c'è mai stato alcun contatto diretto con il dittatore. A fare da tramite era stato infatti l'ex pilota di Formula 3 Alex Waters, che aveva creato un contatto in cambio di una percentuale della cifra da ottenere a cose fatte.
- Lo zio di Waters è un famoso architetto che era stato contattato per realizzare alcune costruzioni in Libia, avviando così alcune discussioni con l'ufficio del turismo. Quest'ultimo, pensando che vi potesse essere terreno fertile a livello di sponsorizzazioni, ha creato un ponte con il nipote.
- Una volta capito che lui non avrebbe ottenuto i finanziamenti sperati, a Waters però è venuta l'idea di provare a contattare la McLaren per vedere se riusciva almeno a farsi fruttare la cosa come intermediario.
- Il tutto ovviamente ha catturato l'interesse della squadra di Woking, vista l'importanza della cifra. Tuttavia, di concreto c'è stato veramente poco, tranne qualche render della monoposto con la scritta "Visit Lybia", e alla fine si è dissolto tutto come una bolla di sapone.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Gio 28 Apr 2011 - 15:38

Ecclestone chiede ancora tempo per il Bahrein
Mister E spera che la FIA possa posticipare la deadline per la decisione sul recupero del Gp

Questo fine settimana scatta la deadline che la FIA ha imposto agli organizzatori del Gp del Bahrein per prendere una decisione definitiva riguardo alla possibilità di recuperare la corsa saltata nel mese di marzo a causa dei disordini che hanno colpito il paese.
- La Federazione ha fissato questo termine nella data dell'1 maggio, anche perchè, qualora si decidesse di andare avanti con la macchina organizzativa, bisognerà fissare una data (che potrebbe essere nel weekend del 6 novembre, a cavallo tra India ed Abu Dhabi), ma bisogna anche dare delle certezze alle squadre.
- Bernie Ecclestone però sembra intenzionato a chiedere alla FIA di rivedere i suoi piani e concedere ancora un pò di tempo agli organizzatori per prendere una decisione definitiva, visto che al momento la situazione è tutt'altro che risolta.
- "Bisogna aspettare ancora un pò per capire come si evolve la situazione. Da quel che so, credo che tutto potrebbe tornare alla normalità nei primi giorni di giugno o al massimo poco più tardi" ha spiegato alla Reuters. "Le cose possono cambiare in un paio di settimane. Magari tra un mese ci sarà la pace e a quel punto saremmo felici di andare a disputare la corsa".

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Ven 29 Apr 2011 - 9:54

Tutto pronto per il Red Bull Show Run a Torino
Domani Mark Webber e Jaime Alguersuari scalderanno le strade del capoluogo piemontese

Tutto è pronto a Torino per la Red Bull F1 Show Run. Sabato pomeriggio, il prossimo 30 aprile, la monoposto della Red Bull Racing, campione del mondo in carica, si esibirà sulle strade della prima capitale italiana. Un circuito cittadino con partenza dalla centralissima Piazza Vittorio, dove sarà allestito il paddock. Il suggestivo percorso costeggerà il fiume Po con l'arrivo in Corso Cairoli.
Sarà un'occasione straordinaria, da non perdere. L'evento comincerà alle ore 15. Alle 15.10, Mark Webber, il pilota australiano della Red Bull Racing, Chris Pfeiffer, 4 volte campione del mondo di stunt riding e Jaime Alguersuari, pilota spagnolo della Toro Rosso, entreranno in pista e saluteranno il pubblico nella 'Drivers Parade' a bordo di due auto G Cabrio Infiniti, il marchio di lusso giapponese partner di Red Bull Racing per le stagioni 2011 e 2012 del Campionato di Formula 1.
Seguiranno tre emozionanti run con tante sorprese tutte da scoprire. Nella 'prima run' saranno di scena Chris Pfeiffer e Mark Webber. Lo stuntmen tedesco aprirà anche le altre due run e delizierà il pubblico con i suoi incredibili numeri, prima dell'ingresso in pista di Alguersuari e della performance finale di Webber al volante della Red Bull.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Ven 29 Apr 2011 - 17:35

Lo step evolutivo della Toro Rosso arriva a Monaco
La Scuderia di Faenza ha già pianificato uno sviluppo importante della STR6

La Toro Rosso si presenterà al Gp di Monaco con un'importante step evolutivo della sua STR6. A confermarlo è stato Laurent Mekies, responsabile degli ingegneri della Scuderia di Faenza proprio tramite il sito ufficiale della squadra.
- La notizia ha un pò stupito, perchè viste le caratteristiche particolari del tracciato del principato, questo non sembra proprio il luogo ideale per apportare modifiche importanti alle monoposto. Tuttavia, Mekies ha spiegato che questa scelta era stata fatta a bocce ferme, ancora prima dell'inizio della stagione.
- Il motivo è semplice: durante l'inverno la squadra non è riuscita a provare tutte le novità che aveva pensato per la monoposto, ma ad un certo punto ha dovuto necessariamente deliberare la vettura per avviare la produzione di tutte le componenti.
- Per questo già ad inizio stagione sono stati pianificati due step evolutivi, con il primo che dovrebbe arrivare proprio a Montecarlo. Anche se Mekies non si è sbilanciato riguardo a queste novità, è chiaro che molto probabilmente serviranno a garantire un maggior carico aerodinamico alla monoposto, visto che quello di Monaco è il tracciato che ne richiede la quantità più elevata di tutto il mondiale.
- L'obiettivo dell'upgrade però è piuttosto evidente: a Faenza hanno già dimostrato di potersela giocare con Williams, Force India e Sauber per conquistare sempre qualche punticino, quindi non hanno alcuna intenzione di mollare questo treno fino alla fine dell'anno...

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Ven 29 Apr 2011 - 17:38

Ecco la Ferrari che oggi ha girato a Fiorano
Felipe Massa questa mattina ha partecipato ad uno spot pubblicitario con la 150° Italia

Ecco la Ferrari che questa mattina ha girato a Fiorano, per una ripresa filmata pubblicitaria autorizzata dalla FIA. Alla guida della 150° Italia c'era Felipe Massa che è stato protagonista di uno spot pubblicitario. Secondo gli uomini del Cavallino sulla monoposto non c'erano soluzioni inedite (nei filming day per regolamento non si possono montare parti che non siano già state utilizzate in corsa).
- Felipe Massa però ha avuto la possibilità di verificare alcune soluzioni di assetto che dovrebbero avvicinare le Rosse a Red Bull Racing e McLaren, le due squadre che hanno vinto i primi tre Gp della stagione 2011: se guardate bene le foto la Rossa nel posteriore è più alta del solito. A Istanbul ci sarà un pacchetto di novità (un alettone e una sospensione posteriore rivista).
- In Turchia, infatti, ci sarà un nuovo alettone anteriore concepito per garantire più carico aerodinamico sul davanti senza penalizzare troppo l'efficienza, con le paratie laterali di nuovo disegno e i flap rivisti, ma le novità più importanti riguarderanno la zona degli scarichi che saranno ancor più incanalati verso la tangente della ruota posteriore seguendo un concetto che è stato brillantemente sviluppato da Adrian Newey sulla RB7.
- La Ferrari per esaltare questa soluzione dovrà rivedere anche la sospensione posteriore, onde evitare che il puntone dello schema push-rod determini un nocivo bloccaggio dei gas roventi destinati invece ad infilarsi sotto al diffusore posteriore per creare una sorta di “minigonna termica” che permette di “sigillare” il fondo con l'assetto più “picchiato”, vale a dire con il retrotreno più alto da terra.
- Basterà per tornare competitivi? Lo scopriremo nel prossimo week end in Turchia. A Maranello ci contano molto, altrimenti prepariamoci a possibili cambiamenti nella pianta organica dello staff tecnico. Oggi il nome più chiacchierato è quello di Nikolas Tombazis, il progettista che ha firmato la 150° Italia. Istanbul ultima chiamata?

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Dom 1 Mag 2011 - 18:52

La lezione di Alguersuari al Politecnico è un successo
Il weekend torinese all'insegna della F1 si è aperto con l'incontro con il pilota della Toro Rosso

Il Politecnico di Torino ha avuto oggi un docente d'eccezione: Jaime Alguersuari, giovane pilota catalano della Scuderia Toro Rosso di Formula 1. La lezione universitaria è stata l’antipasto del ricco programma che coinvolgerà la città di Torino: oggi, sabato 30 aprile, a partire dalle ore 15.00, la capitale dell’automobile italiana ospiterà sulle sue storiche strade la Red Bull F1 Show Run Torino 2011, con l’esibizione di Mark Webber e dello stesso Alguersuari a bordo di una monoposto di Formula 1.
Davanti alla numerosissima platea di studenti nell'Aula Magna "Giovanni Agnelli", Jaime ha raccontato alcuni retroscena del mondo della Formula 1: quello che succede in pista e che non si vede alla televisione. Ha sottolineato l'importanza delle prove libere del venerdì e il ruolo cruciale delle gomme Pirelli in questa stagione, in cui è fondamentale capire il degrado degli pneumatici per trovare la costanza in gara. “Un fattore decisamente più importante rispetto alle qualifiche. L'anno scorso le gare somigliavano più ad uno 'sprint', una lunga qualifica, mentre ora sono corse basate più sulla resistenza”. Una nuova sfida per il driver spagnolo, che davanti agli studenti ha fissato il suo obiettivo stagionale: “Sono in una squadra che è una famiglia. Voglio imparare e diventare ancora più bravo con questo team e fare il massimo con quello che ho”.
L'incontro è stato introdotto da Massimiliana Carello, docente del corso di laurea in ingegneria dell'autoveicolo, che ha sottolineato con orgoglio che l'ateneo torinese è l'unico in Italia ad avere questo corso di Laurea tra le proprie specializzazioni: “è un onore essere qui oggi a parlare di F1”.
A quel punto il testimone è passato a Gianvito Amico, un tempo studente proprio tra i banchi del Politecnico di Torino. L'attuale Reliability Manager della Scuderia Toro Rosso ha spiegato agli studenti tutte le fasi della progettazione della vettura, che parte dall'analisi del progetto precedente per passare alla produzione vera e propria, fino ad arrivare agli ultimi sviluppi del prototipo che sono in continuo e costante aggiornamento, nella continua sfida regolamentare e tecnologica rappresentata dalla Formula 1. L'ingegnere ha poi sottolineato l'importanza della sicurezza.
Infine la parola è passata agli studenti, che hanno fatto numerose domande al pilota spagnolo protagonista in Formula 1. Una studentessa gli ha chiesto: “Jaime, cosa provi ad essere un pilota?”. “E' il mio lavoro da quando avevo 8 anni; da quando ho iniziato sui kart e sono andato in Italia e così fino ad ora. Mi piace guidare, mi piacciono le sfide, fare le gare, portare la macchina oltre al limite”.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Dom 1 Mag 2011 - 18:53

Bahrein: voglia di F1 nel futuro, ma senza date certe
Il comunicato divulgato oggi sembra presagire una rinuncia alla gara del 2011

La deadline della FIA rimane fissata per domani e la sensazione è che alla fine il Gp del Bahrein nel 2011 non si farà. E' questo quello che lascia presagire il comunicato stampa divulgato oggi dai dirigenti dell'autodromo di Sakhir.
Zayed Rashid Alzayani, direttore dell'impianto, che si occupa anche dell'organizzazione dell'evento, ha spiegato che il Bahrein spera di poter ospitare nuovamente la Formula 1 nel prossimo futuro, senza fornire però una data certa.
Bernie Ecclestone continua a sperare che la FIA conceda un'ulteriore deroga di un mese prima di prendere una decisione sul possibile recupero della corsa, saltata ad inizio stagione a causa dei disordini che hanno colpito il Bahrein.
Questo anche perchè Alzayani ha detto che la situazione interna al paese sta migliorando di giorno in giorno, ma che ci vorrà ancora un pò di tempo per farla ritornare alla normalità. E che, senza nulla togliere alla Formula 1, questo deve essere l'obiettivo primario delle istituzioni locali.
Il comunicato si chiude poi appunto con una dichiarazione di Ecclestone, che parla ancora dell'importanza di ripristinare la corsa... Domani, in ogni caso, ne sapremo di più...
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: News test e...   

Tornare in alto Andare in basso
 
News test e...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 6 di 7Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» Autovelox News
» Norton NRV 588 Test a Donington
» test per misurare l'eta' biologica reale
» Test sospensioni
» primo scambio con le nuove PK ki15 300 (test su terra)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP..... :: Archivo :: F1 2011-
Andare verso: