Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....
Benvenuto nel forum dei motori


Per usufruire dei servizi offerti dal nostro forum, effettua il login se sei già parte del forum, in caso contrario, iscriviti alla nostra comunità, è totalmente gratuito.

Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....

Discussioni su sport motoristici, in particolare approfondimenti su Formula1 e MotoGP
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 manifestazioni varie.........

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Mer 30 Mar 2011 - 9:37

25° Rally Città di Schio: nozze d'argento in arrivo

Si sta avvicinando a grandi passi la data di svolgimento del Rally Città di Schio duemilaundici, quella che segnerà i festeggiamenti delle classiche "nozze d'argento" della gara con lo sport. Apporrà il marchio infatti delle ben venticinque edizioni, questa gara, una delle più amate del nord est ed apprezzate in tutta Italia, che si svolgerà il 6 e 7 maggio prossimi, pronta nuovamente a proporre i suoi caratteri forti.
Il traguardo significativo 'dello Schio', come viene chiamato dagli sportivi praticanti e dagli appassionati ha imposto all'organizzazione, la Scuderia Città di Schio, il pensare di dare degna nota all'evento e per questo quando manca poco più di un mese all'accendere i motori e dare il via alle sfide, è stato deciso di organizzarne la presentazione alle autorità, alla stampa ed agli appassionati, fissandola per venerdì 1 aprile alle ore 21,00 presso il ristorante "Bagarre" di Fara Vicentino (Vicenza).
Sarà un momento importante, nel quale le luci della ribalta saranno puntate tutte sull'evento: si potranno conoscere i caratteri generali della gara, le sue novità, la sua voglia di rimanere una delle gare-simbolo delle corse su strada a livello nazionale. Sarà un momento di forte aggregazione per tutti coloro che vorranno partecipare alla serata, che passerà sotto l'unico denominatore della passione per l'automobilismo.

UNA GARA APPREZZATA IN AMBITO NAZIONALE CHE VUOLE DARE VALORE AL TERRITORIO
Negli anni, il Rally Città di Schio ha sempre saputo offrirsi al mondo delle corse su strada con i migliori presupposti per far conoscere giornate di grande sport diventando, negli anni, anche parte del tessuto sociale del territorio, per il quale ne ha sempre cercato la valorizzazione. Come accadde ad esempio nel 2007, quando festeggiò, per prima a livello nazionale, il ritorno delle finali di Coppa Italia dopo ben venti anni di assenza.

LA VALIDITA' PER DUE ZONE DEL CHALLENGE NAZIONALE
Il 25. Rally Città di Schio sarà la seconda prova del Challenge Rally Nazionali di 4^ e 5^ zona, due aree geografiche da quest'anno unite sportivamente in una sola, che insieme al triveneto trova l'Emilia Romagna. Sarà anche la prima a coefficiente 1,5 di punteggio, quindi un'occasione importante, per coloro che hanno mire di Campionato, di acquisire punti importanti.

CONFERMATA LA LOGISTICA DEL RECENTE PASSATO CON NOVITA' SUL PERCORSO
Ridisegnato in larga parte. Con un occhio al passato. Ecco le prime indiscrezioni del 25. Rally Città di Schio. Si è voluto trovare nuovi stimoli alla corsa volgendo lo sguardo e la mente all'indietro, alla tradizione di questo rally che negli anni ha sempre proposto sfide di alto livello, proprio per festeggiare insieme agli attori principali del momento sportivo, i piloti, un traguardo importante. Quello del 2011, dunque, sarà un tracciato di gara come al solito molto tecnico, capace di trasmettere sensazioni forti sia a chi correrà che pure a coloro che assisteranno a bordo strada. Saranno sei, in totale, le Prove Speciali da correre, quindi tre per due volte, con lunghezze che sfiorano i 10 chilometri per una di esse mentre le altre due saranno di oltre dodici ed oltre quattordici. In totale, la distanza del rally è di 232 chilometri, dei quali 74 di prove Speciali, vale a dire vicino al 31 % dell'intero percorso.

LA LOGISTICA CONFERMATA
La logistica dell'evento sarà riproposta come nelle recenti passate edizioni, con il quartier generale (Direzione Gara, segreteria e Sala Stampa) che sarà nuovamente ubicato presso le ampie e funzionali strutture del PalaCampagnola, le quali ospiteranno le operazioni di verifica ed anche i due Riordinamenti ed il Parco Assistenza. Venerdì 06 maggio, la cerimonia di partenza avrà luogo dal centro di Schio, da Piazza Statuto, alle ore 20,31 mentre l'indomani, sabato 07 maggio, le sfide con il cronometro avvieranno alle 08,31 con l'uscita dal Riordinamento notturno, per concludersi nel pomeriggio, davanti al PalaCampagnola, a partire dalle ore 17,31. L'edizione 2010 della gara venne vinta da Battaglin-Bardini (Peugeot 207 S2000), successo che decretò il poker di allori per il pilota di Marostica nella gara scledense.
(stopando.tv)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Mer 30 Mar 2011 - 15:29

Ben 52 iscritti per il Rally dell'Adriatico!
Molti i nomi importanti, tra cui spiccano quelli degli ultimi campioni Trentin ed Arminen

Ufficializzato l’elenco sscritti, confermati i tanti bei nomi del rallismo nazionale ed internazionale, annunciati a comporre la lista dei cinquantadue che parteciperanno alla gara organizzata da PRS Group. Quattordici sono gli equipaggi iscritti che concorreranno per la classifica del Trofeo Rally Terra, del quale l’Adriatico è la prova d’apertura. La gara è anche valida per il Challenge Nazionale Csai 4ª e 5ª Zona, per i trofei monomarca Peugeot Competition e Ford Fiesta Sport Trophy.
La diciottesima edizione della gara marchigiana si appresta a entrare nel vivo. Equipaggi, tecnici e spettatori stanno per trasferirsi in quel di Cingoli, per assistere alla prima uscita stagionale dei campioni che da anni animano la serie Tricolore ACI Csai, compresi i vincitori di due delle ultime tre edizioni del torneo cadetto: Mauro Trentin, su Peugeot 207 S2000, e Teemu Arminen. Vincitore del “Terra” 2008 e vicecampione lo scorso anno, il veneto sarà in corsa con la conosciuta Peugeot 207 S2000 gommata Kumho. Mentre il simpatico finnico, campione in carica della specialità, all’ultimo momento ha confermato la presenza a bordo di una Mitsubishi Lancer.
Torna a correre sulle strade bianche marchigiane Arminen, in vista del debutto che prossimamente farà nel CIR, come Luca Cantamessa si ripresenta a Cingoli dopo qualche anno con l’auto del momento la Mini John Cooper. Lo stesso Andrea Navarra vuol scoprire le prestazioni “terraiole” della Mini John Cooper della Grifone, dopo l’ottima impressione che ha destato all’esordio sugli asfalti della Garfagnana, pilotata da Andrea Perego. Tutti dovranno giocarsela con un pimpante Andrea Aghini, tornato a guidare una delle Peugeot 207 S2000 della Racing Lions che gli permetterà di puntare al massimo alloro
Il trevigiano, il finlandese di Riihimaki, l’astigiano, il cesenate e il livornese, sono i cinque campioni che incroceranno le polverose traiettorie con altro bel numero di fuoriclasse dei rally: dal ventunenne Andreas Mikkelsen, il norvegese con la Fabia Super 2000 dello Skoda Rally Team Italia, l’abruzzese “Dedo” con la Peugeot 207 S2000 Grifone, il toscano Daniele Batistini su di un’altra competitiva Peugeot 207 S2000, il bresciano più volte tricolore di categoria Luigi Ricci, con la Subaru Impreza Sti.
Da tenere in debita considerazione è il sammarinese Daniele Ceccoli, in grado di dare la stoccata assoluta con la Subaru Impreza Sti. Al volante delle Ford Fiesta Super2000 tentano la sortita il sardo Giuseppe Dettori e il torinese Massimiliano Tonso. Il pavese della Meteco Giorgio Buscone sale su di una Abarth Grande Punto mentre ha l’occasione giusta per mettersi in luce il giovane sanmarinese Loris Baldacci, che tanto bene sta facendo vedere nel Challenge CSAI Raceday Ronde Terra. La linea verde è sempre ben rappresentata dal varesino Andrea Crugnola, reduce dall’esordio nel FIA Academy in Portogallo, dal vicentino Edoardo Bresolin e da Alice Palazzi.
Con le Mitsubishi Lancer sono da guardare le evoluzioni di Piccolotto, Frisiero e Bertelli, il padovano Oscar Vettore sarà della partita con una Subaru Impreza Diesel, ma con le vetture a 2 ruote motrici sono attesi a confrontarsi il trentino Alessandro Bettega, in gara con una Renault Clio R3 della Gima, e il friulano Fabrizio Martinis al volante di un’altra Clio. Con le Ford fiesta R2b si sfideranno il trevigiano Alessandro Uliana e il vicentino Alessandro Nicoletti.
Cercheranno qualcosa di più oltre che ben figurare sulle strade di casa i nove piloti marchigiani; col numero 31 Montanari (Fano); 32 Bacci (Cingoli); 33 Balletti (Castelbellino); 36 Passarelli (Cingoli); 38 Palazzi Gilberto (Monteciccardo); 42 Giambartolomei (Ancona), 49 Marini Luigi (Fossombrone); 58 Marini Maurizio (Fossombrone), 59 Mascarucci (Lucrezia di Cartoceto).
Con delle Mitsubishi Lancer sono presenti anche due russi Andrey Chernov, navigato dal ligure Nicola Arena, e Vladimir Sokolov anch’egli affiancato da un co driver genovese, Enrico Risso
La gara marchigiana della PRS Group si svolgerà con partenza venerdì 1 e arrivo sabato 2 aprile, il tutto a Cingoli in provincia di Macerata. E’ valida quale prova d’apertura del Trofeo Rally Terra ACI Csai, per il Challenge Nazionale 4ª e 5ª Zona, i Trofei monomarca Peugeot competition 2011 e Ford Fiesta Sport Trophy. Direzione Gara, Segreteria e Sala Stampa saranno allestite nel Municipio di Cingoli. Il programma prevede venerdì 1 le Verifiche sportive e tecniche presso il Palazzetto dello Sport della cittadina marchigiana, lo shakedown per tutte le vetture iscritte alla manifestazione, suddivise in 2 gruppi e (A) dalle ore 12 alle ore 14, (B) dalle ore 14.01 alle ore 16, la cerimonia di partenza alle 19,31 concluderà la prima giornata. La gara si articolerà attorno tre differenti tratti cronometrati, che ripetute tre volte formeranno i 100,29 chilometri delle nove prove speciali sterrate, che rappresentano il 29,59 percento dello sviluppo totale del percorso di gara, che misura 339,1 chilometri. L’arrivo fissato alle ore 18,30 di sabato 2 aprile.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Mar 5 Apr 2011 - 10:19

TRT - Adriatico: Navarra primo con la Mini, a Mikkelsen la vittoria

Buona la prima per Andreas Mikkelsen e Ola Floene. Al volante della Skoda Fabia Super 2000, i norvegesi si aggiudicano il massimo dei punti in palio nella prima gara del Trofeo Rally Terra, piazzandosi al secondo posto della classifica assoluta del Rally dell'Adriatico, dietro ai vincitori "reali" Andrea Navarra e Simona Fedeli.
Coppia affiatata nell'abitacolo della Mini John Cooper Works della Grifone, e sposi nella vita, il pilota romagnolo e la navigatrice toscana sono andati al comando della competizione dopo aver segnato il miglior tempo nelle prime tre prove speciali, resistendo in testa sino all'arrivo di Cingoli. La serie marchiata ACI CSAI inizia però con la vittoria della coppia dello Skoda Rally Team Italia, in quanto l'equipaggio della Mini, schierata in versione Regional Rally Car, è trasparente ai fini della graduatoria nazionale.
È stata una gara tirata, con Mikkelsen partito segnando il secondo tempo assoluto nella prima prova, e Andrea Aghini in scia. Nel secondo impegno cronometrato il norvegese commette un errore in un passaggio terra-asfalto-terra, si gira, e perde terreno. Aghini passa al comando. Il toscano, all'esordio con la Peugeot 207 Super 2000 della Racing Lions, prova e riprova regolazioni d'assetto per lui nuove: la vettura migliora nel comportamento, ma non gli permette di resistere alla perentoria rimonta di Mikkelsen.
Il driver nordico si aggiudica le restanti sei PS, supera Daniele Batistini, ottimo sino a quel momento con la Peugeot 207 S2000 e poi autore di un testacoda nella sesta speciale, e di slancio scavalca anche Aghini poco prima della conclusione.
La prima classifica del Trofeo Rally Terra vede al primo posto dunque Mikkelsen, secondo Aghini e terzo Batistini, che ha rimediato ai problemi subiti nella parte centrale della competizione, superando Giuseppe Dettori; il sardo ha colto il 4° posto del Trofeo con la Ford Fiesta S2000, di poco avanti a "Dedo", in mancanza di feeling con la sua Peugeot.
Chiude al sesto posto nazionale il bresciano Gigi Ricci, che con la Subaru Impreza si aggiudica la classifica del Gruppo N a quattro ruote motrici, davanti al giovane Loris Baldacci, con problemi al motore della sua Mitsubishi Lancer. È invece la rottura del turbo a fermare la gara del campione uscente Teemu Arminen (Mitsubishi).
Il friulano Fabrizio Martinis, su Renault Clio, si aggiudica la classe R3, davanti ad Alessandro Bettega per 11"4. Nel trofeo monomarca Ford Fiesta è Nicoletti a vincere sul veneto Uliana, vittima della rottura di un semiasse. Beschi e Bonazzoli, su Peugeot 207 RC, si aggiudicano la gara del Gruppo N 2 Ruote Motrici, davanti a Leo Guerra su Renault Clio.
Il Trofeo Rally Terra tornerà in azione il 7 maggio con l'appuntamento in Costa Smeralda.

Classifica

01. Navarra-Fedeli (Mini John Cooper Works) in 1h 06'54"3
02. Mikkelsen-Floene (Skoda Fabia S2000) a 12"6
03. Aghini-Cerrai (Peugeot 207 S2000) a 20"9
04. Batistini-Pinelli (Peugeot 207 S2000) a 1'23"8
05. Dettori-Pisano (Ford Fiesta S2000) a 1'24"6
06. "Dedo"-Daddoveri (Peugeot 207 S2000) a 1'26"0
07. Ricci-Pfister (Subaru Impreza Sti) a 1'30"8
08. Baldacci-Biordi (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 1'51"7
09. Ceccoli-Mirabella (Subaru Impreza N14) a 2'35"6
10. Bresolin-Gastaldello (Peugeot 207 S2000) a 3'29"9
(stopandgo.tv)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Lun 11 Apr 2011 - 16:47

Stefano Bizzarri si impone nel Rally Città di Pistoia
Il pilota di Marasca ritrova la vittoria a 23 anni dal suo primo successo su queste strade

Vittoria di forza da parte di Stefano Bizzarri, in coppia con Jacopo Innocenti, al 32. Rally Città di Pistoia, terzo atto del Challenge Rally VI zona ed ottavo rally dell’anno in Toscana, svoltosi tra il pomeriggio di sabato e la giornata di domenica.
L’esperto pilota di Maresca (Pistoia), ha concesso il bis di successi a Pistoia, dopo aver vinto la gara nel 1988 sempre alla guida di una Renault, una “5 gt turbo” Gruppo N, la stessa che l’anno prima, sempre al “Pistoia” lo vide debuttare come pilota di rally.
Un successo dunque significativo, quello di Bizzarri, pilota di lungo corso, la cui carriera è stata spesso punteggiata di trionfi con le vetture della Casa transalpina.
La gara di Pistoia è stata avvincente già dalla prima accoppiata di prove speciali di sabato sera, quando il percorso ha portato i concorrenti in provincia di Bologna. Bizzarri era andato al comando dal primo impegno cronometrato, per poi cedere lo scettro al lucchese Luca Pierotti (Renault Clio R3) sul passaggio successivo, complice anche una crisi di freni. La terza posizione era stata invece presa di forza dal montecatinese Paolo Moricci, in coppia con Garavaldi, su una Mitsubishi Lancer EVO IX, anche primi del gruppo N.
Alla ripresa delle ostilità di ieri, con la strada umida dalla nebbia che si è alzata in parte del percorso abbracciato dall’hinterland pistoiese, Bizzarri ha sferrato l’attacco grazie ad una scelta di gomme azzeccata, quella che non aveva invece operato Pierotti, passando quindi di nuovo in testa. Il resto della gara ha visto il pilota estemporaneo portacolori della versiliese New Spirit cercare l’allungo per mettere al sicuro il risultato, conoscendo invece una forte resistenza da parte di Moricci, ben a suo agio con la pur ingombrante Lancer a quattro ruote motrici.
Bizzarri, dopo aver vinto ieri quattro “piesse”, è arrivato alla soglia dell’ultima, quella di Montevettolini, con soli 6”2 di vantaggio su Moricci, per poi andare definitivamente in gol staccando il rivale di sei decimi per un totale quindi di 6”8 sotto la bandiera a scacchi posta al centro commerciale “Panorama” di Pistoia.
“E’ stata una gara difficile – ha detto Bizzarri all’arrivo – si doveva stare attenti alle insidie della strada con Moricci che incalzava e francamente, ad un certo punto ho pensato che potesse superarci. Sono felice per questa vittoria, in questa gara che mi ha visto debuttare come pilota tanti anni fa, spero che serva da spinta per potermi far organizzare un programma sportivo per questo 2011”.
Dunque, seconda piazza per Moricci, ampiamente meritevole per aver corso sempre sopra le righe, vincendo anche il Gruppo N con una vettura con la quale deve completare il dialogo e terzo Luca Pierotti il quale, dopo aver visto che non era possibile tenere testa ai primi due di testa, ha preferito chiudere sopra il gradino più basso del podio ma a pieno punteggio per quanto riguarda il Trofeo Renault Clio di Zona (al quale Bizzarri non è iscritto).
Quarta piazza assoluta, seconda anche di Gruppo N, per Alessandro Gori e Lorenzo Pacini, anche loro alla guida di una Mitsubishi Lancer EVO IX gruppo N. Autore di una gara estremamente regolare e sempre ai vertici, l’accoppiata della Pistoia Corse ha saputo contenere la furiosa rimonta del romagnolo Simone Campedelli, finito quinto al debutto con la Citroen DS3R3 ufficiale italiana gestita dalla Procar. Campedelli ha sofferto la mancanza di feeling con la vettura, con la quale aveva soltanto il compito di svolgere – come il suo compagno di squadra Crugnola – un test in vista del debutto tricolore del Rally 1000 Miglia a Brescia della settimana prossima.
Sesta piazza per il pistoiese Fabrizio Nannini, pilota di kart (Campione americano 2009), alla sua quinta gara da rallista con una Renault Clio Super 1600. Nannini ha cercato soprattutto di prendere le misure con una per lui nuova realtà, quella appunto dei rallies, comunque vincendo con merito la sempre competitiva classe S1600.
Notevole, di spessore, la settima posizione ottenuta dal pisano di Volterra Nico Signorini, con una Renault Clio RS, sulla quale era affiancato dal pistoiese Marraccini. Con una gara esente da errori e sempre corsa su prestazioni da top ten, Signorini si è guadagnato l’applauso di molti colleghi più esperti di lui, vincendo anche tra le vetture a due ruote motrici del gruppo N.
Ottava piazza per Alessandro Giannini, in coppia con Solari, sulla Abarth Grande Punto S2000 della Procar. Il pilota di Casalguidi, già vincitore della Ronde Vivai Pistoiesi a novembre scorso, ha corso pure lui in rimonta, complici due testacoda in avvio di gara, ieri sera.
Completano la top ten assoluta il montecatinese Leonardo Pucci (Renautl Clio RS) ed il fiorentino Nicola Fiore (Renault Clio R3).
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Dom 24 Apr 2011 - 19:20

TRA - Shakedown a Quinto di Treviso per il Rally della Marca

Sembra facile, ma non lo è affatto. Un rally che lambisce la città è cosa rara, anche se per il Marca stiamo parlando dello shakedown, il test con vetture in allestimento da corsa che precede la competizione vera e propria. Venerdì 27 maggio dalle 9:45 alle 12 e dalle 14 alle 16:30, in comune di Quinto di Treviso un piccolo giro di strade verrà chiuso al traffico normale e riservato alle prove delle macchine da rally. Gli abitanti hanno quindi ridato il consenso all'organizzazione, soddisfatti di come si sono svolte le cose l'anno scorso.
Merito certamente dei buoni uffici del sindaco Mauro Dal Zilio e dell'assessore allo sport Ivano Durigon, ma in particolare dell'assessore ai lavori pubblici e viabilità Ennio Brunello, che vanta un passato da navigatore nelle file del Treviso Rally Team.
"Io sono quello che pulisce le strade", scherza Brunello, "e si preoccupa dei ripristini. Direi che l'esperienza 2010 è stata molto positiva, alla gente di Quinto è piaciuto. Quest'anno nell'imminenza della gara faremo un altro giro per le case per sentire il "termometro" dei cittadini, non vogliamo che sia un disturbo né tantomeno una preoccupazione. Se preso per il verso giusto, lo shakedown è spettacolo puro in un piccolo circuito stradale, si vedono sfrecciare le macchine in sicurezza e dopo qualche ora tutto ritorna alla normalità".
"Inoltre a mezzogiorno c'è un'opportuna sospensione per permettere il rientro a casa degli alunni e l'andirivieni dei residenti. Mi preme ringraziare gli abitanti per la loro disponibilità e l'apertura dimostrata a uno sport che sa dare forti emozioni e merita di essere aiutato alla pari con qualsiasi altra disciplina".
Tra una settimana si aprono le iscrizioni e il 28° Rally della Marca (27/28 maggio) comincerà a contare i concorrenti. Difficile fare previsioni sui big, considerata la divisione in due gironi del Trofeo asfalto, ma è auspicabile una forte adesione dei piloti triveneti. Intanto proseguono i preparativi del percorso, a cominciare dalla prova speciale nello "Zadra Ring" di Valdobbiadene, novità assoluta dell'edizione 2011, con partenza alle 20.45 di venerdì 27 maggio. L'indomani, sabato 28 maggio, un menù di altre quattro speciali da ripetere due volte, con arrivo finale alle 19:15 in piazza dei Signori a Treviso.
(stopandgo.tv)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Lun 25 Apr 2011 - 20:00

TRA - A Saint Vincent pronto a scattare l'attesissimo Trofeo Rally Asfalto 2011

Scatterà il prossimo fine settimana dalla Valle d’Aosta, con il 41° Rally Valle d’Aosta-Saint Vincent, il Trofeo Rally Asfalto 2011. La gara, che ha definito il proprio plateau di iscritti in 89 equipaggi è in programma dal 28 al 30 aprile e sarà anche quella che andrà ad inaugurare la nuova formula della serie cadetta, quella che fa correre le vetture World Rally Car.
Sono stati infatti creati due gironi, composti da tre gare ciascuno oltre a due finali: il 41. Rally Valle d’Aosta-Saint Vincent sarà la prima del Girone A, le altre due saranno il Rally della Lanterna a Genova ed il Rally Proserpina in Sicilia, quest’ultimo facente parte anche del Girone B, composto inoltre dai Rally della Marca ed Appennino Reggiano. Le finali saranno invece il prestigioso “Sanremo” ed il Trofeo AC Como. Questa concreta ventata di novità per il Campionato assicurerà confronti ravvicinati ed anche alla distanza assai avvincenti, ispirando tatticismi e duelli senz’altro infuocati e per questo, già a questa prima kermesse aostana, hanno annunciato la loro presenza diversi dei “nomi” che hanno frequentato la serie sino all’anno passato.

I MOTIVI SPORTIVI: UN PRONOSTICO DIFFICILE PENSARE AL VINCITORE
Come già evidenziato, sono 89, gli equipaggi iscritti alla gara, ben 9 sono le vetture World Rally Car che hanno staccato il cartellino di presenza. Sport e spettacolo si fonderanno di nuovo insieme in un mix esaltante al quale si aggiunge il percorso di gara, certamente in grado di ispirare le sfide più accese e lo spettacolo più genuino delle corse su strada.
Tra coloro che avranno il volante tra le mani delle WRC sicuramente uscirà il nome del vincitore, un nome per il quale un pronostico è comunque difficile da realizzare. Il cuore dei tanti appassionati valdostani certamente indicherà l’idolo locale Elwis Chentre, che nella sua terra si è sempre esibito in grandi performance, tra l’altro sfociate nella vittoria assoluta del 2009 con una Peugeot 206 WRC. Il pilota di Roisan, che quest’anno ha iniziato alla grande il Campionato Italiano, torna dunque a mostrarsi al pubblico amico con l’intenzione di bissare, debuttando alla guida di una Ford Focus WRC. A rendergli la vita difficile ci penseranno alcuni “senatori” della serie cadetta, a partire dal Campione in carica, il bresciano Luca Pedersoli, che per tentare la scalata ad un nuovo titolo quest’anno si è armato con il massimo possibile, vale a dire di una Citroen C4 WRC.
Oltre a Pedersoli punta al successo, meglio dire al tris di allori (già vincitore nel 2004, 2006 e 2010), il lombardo Felice Re, vice Campione del TRA, anche lui al volante di una Citroen C4 WRC. Ad un posto nell’attico della classifica ci pensa anche il comasco Marco Silva, a digiuno di soddisfazioni da un paio di stagioni: alla guida di una Citroen Xsara WRC, il vincitore dell’edizione 2006 del rally ha intenzione di non lasciare tregua a nessuno e sono da seguire anche le prestazioni di diversi altri. Come quelle dell’altro lariano Paolo Porro (Ford Focus WRC), del romano Fabio Mezzatesta (Ford Focus WRC) e dell’indimenticato “enfant prodige” dei rallies italiani negli anni ottanta, quel Michele Cinotto (già veloce lo scorso anno con una S2000 ed al debutto stavolta con una Citroen Xsara WRC), che questa gara la vinse nel lontano 1981 con una Audi Quattro.
Rilevante il livello delle vetture Super 2000 al via: per il successo si propone senza mezzi termini il veloce siciliano Alfonso Di Benedetto (Peugeot 207 S2000), il quale dovrà vedersela con il veronese Luca Hoelbling (Abarth Grande Punto S2000), con Marco Depau (Peugeot 207 S2000) ed anche con il romano Mauro Durante, colui che da ben quindici anni non ha mai disertato un’edizione del Rally Valle d’Aosta-Saint Vincent.
In Gruppo N occhi puntati sul calabrese Franco Laganà, il vero e proprio Re della categoria nel TRA, avendo vinto il titolo per ben tre volte (2003, 2007 e 2009). Alla guida di una Mitsubishi Lancer Evolution, l’architetto naturalizzato pugliese cercherà l’avvio stagionale con la marcia giusta ma dovrà fare i conti con alcuni esperti sia della gara che delle vetture del gruppo N, le “derivate dalla serie”. Il reggiano Marco Belli (Mitsubishi Lancer Evo), Enrico riccardi (Subaru Impreza), Gianfranco Vedelago (Mitsubishi Lancer EVO IX) e Roberto Barchi (Mitsubishi Lancer EVO IX), andranno alla ricerca pure loro della soddisfazione aostana, per cui si prevedono duelli incandescenti dal primo all’ultimo metro di gara.
Si annuncia di spessore anche la sfida tra le vetture a due ruote motrici, dove si assisterà di nuovo al duello tra le inossidabili Super 1600 (quindi da 1600 cc.) e le più recenti Gruppo R. Le prime, in 9 unità iscritte sono in numero decisamente inferiore, le altre sono addirittura 24, considerando le 2000 cc. (R3C), le 1600 turbo (R3T) e le Diesel (R3D). Tra essi cercheranno il successo i locali, a partire da Oscar Rolando (Renault Clio R3), che vorrà rifarsi della sfortuna sofferta l’anno scorso con l’uscita di strada nelle battute finali di gara.
Al via anche tre Trofei monomarca: Il Trofeo Peugeot 207 Top, la Suzuki Rallye Cup ed il Peugeot Rally Club 106. Il monomarca francese, che si corre con i modelli 207 R3T, proporrà a Saint Vincent quattro iscritti, quello giapponese (con i modelli Swift) uno di più mentre per il trofeo Peugeot riservato ai modelli 106 di “scaduta omologazione” partecipano di diritto tutto coloro che prendono parte nel 2011 ai rallies di qualsiasi titolazione e validità che si svolgono tra il primo di marzo ed il 10 ottobre.

IL PERCORSO:RISPETTO PER LA TRADIZIONE GUARDANDO ALLE ESIGENZE DEI RALLIES MODERNI
ACVA Sport, che ha la gestione tecnico-organizzativa della manifestazione su delega dell’Automobile Club Valle d’Aosta, sta per proporre ancora una volta un rally di grande effetto, non poteva essere altrimenti, visto quanto e come è amato ed apprezzato da tutti. Il percorso è stato deliberato da tempo, ricavato dalla tradizione, quindi caratterizzato da Prove Speciali assai tecniche, ma vòlto anche ad adeguarsi alle esigenze dei rallies moderni.
Sono prove definite “per uomini veri”, selettive oltre che estremamente sicure. Si è guardato anche alla logistica, cercando il contenimento dei costi ed ovviamente cercando di favorire i concorrenti: otto tratti cronometrati in totale, quattro per due volte. Rispetto al 2010 non si correrà la prova di Sarre e si tornerà invece sul Col Zuccore dopo un anno di pausa. A Sarre non si andrà in quanto il percorso è stato disegnato trovando il chilometraggio idoneo per la categoria del rally togliendo una prova, proprio nell’ottica della riduzione dei costi in generale. Lo spettacolo e l’agonismo verranno poi incentivati dalle prove di Col San Carlo, un caposaldo dei rallies italiani, di Cerellaz, che rispetto alla passata edizione è stata allungata per circa 1,7 Km. nella parte finale con una discesa che necessita cuore e ritmo e di Fenis, che tornerà nella sua versione definita classica, come avvenne sino al 2009.

A SAINT VINCENT IL QUARTIER GENERALE
Logistica funzionale e contesti esclusivi, sono alcuni dei valori aggiunti del Rally Valle d’Aosta-Saint Vincent. Così come è stato confermato in larga parte il percorso di gara guardando “alla tradizione”, anche per la logistica si è cercato di farla rimanere sulle stesse linee del recente passato. Il Quartier Generale sarà dunque ancora Centro Congressi del Grand Hotel Billia della sempre attraente Città di Saint Vincent.


IL PROGRAMMA DI GARA
Il primo momento “topico” della gara saranno le ricognizioni del percorso, che i concorrenti effettueranno, da regolamento, con vetture di serie e sotto stretta sorveglianza di Ufficiali di Gara e Forze dell’Ordine. Ciò per garantire la massima trasparenza del confronto sportivo ed anche per non creare disagi alla popolazione residente. Mercoledì 27 e giovedì 28 aprile saranno dunque le giornate di lavoro per gli equipaggi al fine di prendere conoscenza del percorso e, sempre giovedì, avrà luogo la prima sessione di verifica sportiva e tecnica, presso il Palazzetto dello Sport di Saint Vincent, dalle ore 20,00 alle ore 23,00.

LA BANDIERA DI PARTENZA PRONTA A SVENTOLARE ALLE 17,01 DEL 29 APRILE
Venerdì 29 aprile la giornata sarà intensa: dalle 08,30 alle 11,00 ancora turni di verifiche e praticamente in contemporanea (ore 08,00-12,00) si svolgerà lo “Shakedown”, il test con le vetture da gara a Castello di Quart. Alle ore 17,01 il rally partirà dalla consueta cornice di Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto di Saint Vincent, per proporre le prime due prove speciali. Poi i concorrenti entreranno nel riordinamento notturno ad Aosta - Via Lavoratori Vittime Col du Mont–Pepiniere (adiacente al Parco Assistenza) a partire dalle ore 20,55. L’indomani, sabato 30 aprile, la restante parte della gara: altre sei prove speciali, con arrivo finale e premiazione sul palco a partire dalle ore 18,11, sempre in Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto a Saint Vincent. Come accennato, otto in totale gli impegni cronometrati previsti, 124,760 Km. di sfide, il 27,9% dell’intero tragitto, lungo 447,050 Km.
(stopandgo.tv)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Ven 29 Apr 2011 - 12:25

Pechino-Shanghai.
Al via il primo International China Rally Classic a settembre

La Classic Vehicles Union of China, l’unica organizzazione ufficiale a livello nazionale nell’ambito dei veicoli storici in Cina e che dal 2009 fa parte della FIVA, organizza il primo China Rally, per auto storiche sul percorso da Pechino a Shanghai. Saranno 1600 chilometri attraverso una delle zone turistiche più interessanti sul piano artistico, storico e culturale.
Si tratta di un occasione unica di percorrere le strade cinesi che gli organizzatori definiscono ottime, immersi in una realtà che ben pochi hanno sinora avuto modo di provare. I partecipanti potranno raccontare, di essere arrivati a Shanghai al volante della loro auto d’epoca! Il programma prevede l’arrivo a Pechino il 15 settembre per espletamento delle pratiche, ritiro e preparazione delle vetture e turismo nella Capitale.

18 /9 da Pechino a Tianjin (Tientsin con il suo quartiere italiano)
19/9 da Tianjin a Jinan ( Capitale della Provincia dello Shandong con 6 milioni di abitanti)
20/9 da Jinan a Xuzhou (ex grande porto fluviale oggi importante nodo ferroviario)
21/9 da Xuzhou a Nanjing ( Nanchino è stata per lunghi periodi capitale dell’Impero)
22/9 da Nanjing a Hangzhou ( ricca di industrie di storia e monumenti oltre 6 milioni di abitanti)
23/9 arrivo a Shanghai
24-25/9 consegna delle vetture al porto e programma turistico
Le città e le zone attraversate consentiranno di ammirare la Grande Muraglia, la città natale di Confucio, la Venezia Cinese e la fantasmagorica Shanghai. Il numero massimo di auto è fissato in 50 unità. Le iscrizioni si chiudono il 30 giugno. L’organizzatore è collegato con lo spedizioniere Global Logistic Services di Amburgo.
(stopandgo.tv)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Dom 1 Mag 2011 - 19:01

Pedersoli prende subito il comando al Valle d'Aosta
Il campione in carica, al debutto sulla Citroen C4 WRC, conduce dopo le prime due speciali

29/04/2011
Con le prime due prove speciali, la “Col San Carlo” e la “Cerellaz”, il 41° Rally Valle d’Aosta – Saint Vincent, il Trofeo Rally Asfalto 2011 è partito. La gara ha inaugurato la nuova formula della serie, che prevede due gironi di tre gare e due finali, con l’obbligo dell’iscrizione per poter acquisire punteggio.
- L’evento aostano è dunque la prima prova del Girone A ed ha sventolato la bandiera a scacchi alle 17,01 di oggi con 87 equipaggi che hanno preso il via, due in meno del plateau di iscritti.
- La prima porzione di sfide ha subito fornito agonismo e spettacolo, con il bresciano Luca Pedersoli, Campione in carica, che ha preso il comando delle operazioni dalla seconda “piesse” disputata. In coppia con Matteo Romano sulla Citroen C4 WRC, vettura per lui nuova, Pedersoli aveva staccato il terzo tempo assoluto al termine del primo impegno cronometrato (vinto dal comasco Paolo Porro con la Ford Focus WRC), per poi imporsi alla seconda occasione di Cerellaz.
- Dunque, prima di portare le vetture al riordinamento notturno di Aosta, Pedersoli e Romano hanno 3”5 di vantaggio sui rivali più accesi della stagione passata, Felice Re e Mara Bariani, anche loro a bordo di una Citroen C4 WRC. Una prova concreta proprio a Cerellaz ha portato Re alle spalle del leader, annunciando per domani un duello quanto mai avvincente.
- Completa il podio Paolo Porro, affiancato da Cargnelutti, che proprio con la seconda prova speciale ha perduto la leadership, perdendo 14”2. La quarta piazza è per il comasco Marco Silva (Citroen Xsara WRC) a 19”1, mentre gli appassionati aostani hanno applaudito con decisione la doppia prestazione di Fabrizio Denchasaz, con una non facile Citroen Xsara WRC, quinto nella provvisoria con 43”3 dalla vetta. I tanti sportivi locali lo seguiranno certamente domani con interesse, dovendo lui portare alto il vessillo della Vallee in luogo dell’assente Elwis Chentre.
- In Gruppo N il primo leader, sempre dopo due prove speciali, è il calabrese Franco Laganà, con una Mitsubishi Lancer Evolution, condivisa con Maurizio Messina. Il pilota della Vomero Racing comanda con 17”8 sul reggiano Marco Belli, su una vettura analoga.

TROFEO RALLY ASFALTO
Classifica dopo la PS2 (primi cinque)
1. Pedersoli/Romano - Citroen C4 WRC - 17'05"2
2. Re/Bariani - Citroen C4 WRC - +3"5
3. Porro/Cargnelutti - Ford Focus WRC - +13"2
4. Silva/Pina - Citroen Xsara WRC - +19"1
5. Denchasaz/Ussin - Citroen Xsara WRC - +43"3

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Dom 1 Mag 2011 - 19:04

Pedersoli trionfa in volata al Valle d'Aosta
Il campione in carica ha chiuso con appena 5"8 di margine sul rivale storico Re

30 aprile 2011
E’ partito da Saint Vincent il Trofeo Rally Asfalto 2011, e lo ha fatto con una delle gare di riferimento della serie, il 41° Rally Valle d’Aosta – Saint Vincent, inaugurando la nuova formula con due gironi e due finali.
Il successo è andato ai bresciani Luca Pedersoli e Matteo Romano, alle prime esperienze con la Citroen C4 WRC, davanti ai comaschi Re-Bariani, anche loro su una C4 WRC, con terzi Porro-Cargnelutti, su una Ford Focus WRC.
La vittoria di Pedersoli è arrivata al termine di un confronto acceso e spettacolare: aveva preso il comando dalla seconda prova speciale, disputata nel pomeriggio di ieri e durante la giornata odierna, caratterizzata da sei impegnativi tratti cronometrati, ha avuto nel rivale di sempre, Felice Re, un valido e coriaceo antagonista. Il pilota della Scuderia Etruria, infatti, ha sempre insidiato il vertice e, pur incappando in un paio di testacoda, ha saputo tenere sulla corda il leader sino all’ultimo, con la vittoria di Pedersoli arrivata in coincidenza dell’ultima prova di Col Zuccore. A confermare l’effervescente dualismo tra i due vi è il distacco tra i due, soltanto 5”8.
Due terzi del podio sono dunque andati alle vetture francesi del “doppio Chevron”, protagoniste del mondiale rally sino allo scorso anno, con terza invece la Ford Focus WRC di Porro. Questi, aveva avviato la sfida ieri sera diventando il primo leader del rally, per poi perdere terreno per aver sofferto particolarmente il fondo umido. Durante il confronto di oggi Porro è incappato in alcuni errori che hanno fatto perdere il contatto con l’attico della generale ed allontanandolo di ben oltre un minuto.
Ai piedi del podio, in quarta posizione, un altro pilota comasco, Marco Silva, in coppia con Gianni Pina su una Citroen Xsara WRC. Per Silva una prestazione sotto tono per via di problemi palesati all’assetto e mai risolti completamente, mentre la quinta posizione è stata appannaggio di Michele Cinotto, pure lui su una Citroen Xsara WRC, con la quale era al debutto. Il pilota di Cuorgné, tra l’altro vincitore della gara nel lontano 1981, qui in coppia con il toscano Michi, ha sofferto in avvio di gara per una foratura, dalla quale si è ripreso prontamente con una rimonta decisa oggi.
Come una rimonta decisa l’ha operata il siciliano Alfonso Di Benedetto, con una Peugeot 207 S2000. Aveva iniziato il rally con l’handicap pure lui di una foratura, che lo aveva relegato al decimo posto assoluto, posizione che ha migliorato con costanza di prestazioni di alto livello sino alla sesta finale sotto la bandiera a scacchi.
In Gruppo N vittoria maturata nelle ultime battute del rally per il piemontese di Carmagnola Gianfranco Vedelago (Mitsubishi Lancer EVO IX), anche settimo assoluto. Sino alla sesta prova il comando della categoria era stato del calabrese Franco Laganà, con una Mitsubishi Lancer Evolution. L’esperto pilota naturalizzato barese, nonostante alcuni problemi al leveraggio del cambio oltre che per una foratura, era riuscito a tenere in mano lo scettro del migliore, tenendo alla frusta l’altro, rallentato da un paio di testacoda poi, dalla penultima prova, ha perso terreno soffrendo l’iniziativa dell’altro. Terzo di gruppo è arrivato il reggiano Marco Belli (Mitsubishi Lancer Evolution), alla sua prima esperienza nella gara aostana.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Lun 2 Mag 2011 - 18:13

Lucchesi-Ghirardi in trionfo al Rally del Monteregio
Al volante della loro Peugeot 207 S2000 hanno trionfato sul nuovo formato "ronde" della corsa

Il Rally del Monteregio ha ricominciato la sua storia con il successo dell’equipaggio lucchese composto da Gabriele Lucchesi e da sua moglie Titti Ghilardi, a bordo della Peugeot 207 Super 2000. La gara si è svolta interamente nella giornata odierna, organizzata dal Comitato Organizzatore Trofeo Maremma, dopo un anno di pausa ha ripreso il proprio cammino con il format di rally ronde, quindi con una sola prova speciale (in questo caso la celebre “Capanne” – 10,700 Km.) ripetuta per quattro volte con lo scarto del peggiore risultato segnato.
L’equipaggio della Scuderia Etruria, alla sua seconda uscita stagionale con la due litri francese aspirata, ha preso il via alla gara maremmana per fidelizzare con la vettura in vista del secondo impegno del Campionato IRCup ed ha vinto in sicurezza. Sono andati al comando dalla prima occasione cronometrata per poi tenere ben salda in mano la leadership sino alla bandiera a scacchi, sventolata nel tardo pomeriggio presso le eleganti e funzionali strutture dell’ippodromo dei Pini di Follonica.
“Siamo felici per il lavoro svolto – è stato il commento di Lucchesi sul palco di arrivo – abbiamo lavorato molto sul set-up della 207 e guardato anche ad alcune soluzioni di gomme. Diciamo che il dialogo con la macchina è decisamente migliorato, il che ci fa sperare bene per la seconda prova dell’IRCup. Per il successo di oggi sono felice perché conquistato in una terra dove la passione dei rallies è molto forte ed il pubblico è molto caldo. Complimenti all’organizzazione per aver rimesso in calendario questa gara”.
La seconda posizione assoluta è andata in mano di un driver locale, il follonichese David Mochi, alla sua seconda esperienza con la più potente Peugeot 206 WRC, stessa vettura che gli permise di vincere il Rally Ronde di Pomarance nel novembre scorso. Mochi ha sofferto lo scarso feeling con la vettura oltre che una foratura nella seconda prova, momento topico dal quale ha reagito con fermezza chiudendo con merito al posto d’onore.
Terza piazza per un altro acclamatissimo locale, Alessio Santini, in coppia con Susanna Mazzetti su una Renault Clio S1600. Un avvio guardingo su un fondo scivoloso ha caratterizzato la prima parte di gara di Santini, per poi prendere fiducia ad ogni prova successiva e terminare dunque nell’attico del ranking assoluto.
Ai piedi del podio, prestazione di qualità da parte di Gabriele Tognozzi, in coppia con Monica Cicognini. Il pilota pistoiese, quarto assoluto con la Renault New Clio R3, è stato costantemente in lizza per il trio di vertice, venendo rallentato sul terzo passaggio della prova speciale da una improvvisa panne elettrica, ovviata con l’inserimento del dispositivo di emergenza.
Simone Borghi- Eugenio Alfieri (Renault Clio Williams), che avevano concluso la gara al quinto posto assoluto, sono stati invece esclusi dalla classifica finale. Il Collegio dei Commissari Sportivi ha raggiunto tale decisione nella tarda serata di ieri a seguito del rapporto stilato da un ufficiale di gara nel quale si è evidenziato che l’equipaggio della Valdelsa Motorsport ha commesso una infrazione al Regolamento Sportivo Nazionale.
Nello specifico, l ‘infrazione contestata a Borghi ed Alfieri è stata quella di avere svolto assistenza vietata lungo il percorso, violando quindi l’articolo 12.4.7 della Norma Supplementare 11 del 2011, la quale recita che “L’assistenza effettuata al di fuori dei parchi di assistenza, accertata dagli ufficiali di gara, comporterà l’esclusione dalla gara e, se trattasi di gara titolata, la perdita dei punti fino a quella gara acquisiti”.
Il concorrente, sentito dal Collegio dei Commissari Sportivi, a propria difesa ha dichiarato che i ricambi ed attrezzi - segnalati come ceduti in altro luogo che non era il Parco di Assistenza da personale riconducibile alla squadra di appartenenza - si erano sempre trovati a bordo della vettura. Altresì, Borghi ed Alfieri hanno dichiarato di non ricorrere in appello, accettando quindi la decisone della loro esclusione dalla classifica.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Lun 2 Mag 2011 - 18:13

Peugeot 207 Top: Bouvier trionfa in Valle d'Aosta
Il portacolori dell'OVS Team ha preceduto Vercesi e Strambi

È il pinerolese Omar Bouvier il primo leader del Girone TRA del Peugeot Competition 207 Top 2011.
Il portacolori dell'OVS Team è stato puntualmente il più veloce dei contendenti segnando anche tempi di valore assoluto. Il suo avversario più ostico è stato inizialmente il pavese Mirko Vercesi, ma già al riposo notturno dopo la seconda prova speciale è apparso chiaro che la coppia Bouvier-Carrocciu avesse un passo superiore agli avversari. Con Bouvier irraggiungibile è toccato a Mirko Vercesi e Mirko Strambi giocarsi il posto d’onore con Claudio Mattana nella loro scia.
Strambi, attardato inizialmente da una scelta infelice di gomme e poi dalla rottura del cavo di comando del cambio, ha effettuato una bella rimonta riuscendo ad insidiare Vercesi sino a superarlo nella penultima prova speciale, ma nella prova conclusiva il pavese gli rendeva il servizio e concludeva al posto d’onore con 4”6 di vantaggio sul livornese.
Mattana concludeva alle loro spalle. Al traguardo anche la quinta 207 R3T in gara - quella di Dalbard non iscritto al Peugeot Competition - a dimostrazione dell’affidabilità della vettura anche nella nuova e più potente configurazione Evolution.
La classifica finale per il monomarca Peugeot: 1. Bouvier-Carrucciu in 1.38’20”4; 2. Vercesi-Guzzi a 2’18”5; 3. Strambi-Niccolai a 2’23”1; 4. Mattana-Gherlone a 3’31”5.
Prossimo appuntamento del Peugeot Competition 207 Top il Rally del Taro fra due settimane, gara valevole per il Girone IRCup Pirelli, mentre nel prossimo weekend toccherà al Peugeot Competition 207 Terra nel Rally Costa Smeralda.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Gio 19 Mag 2011 - 18:49

Seconda tappa siciliana per l'Italiano Cross Country
Dopo circa due mesi di pausa, i protagonisti si sfideranno nella Baja Terre del Sole

Dalle Alpi al centro della Sicilia. Il Campionato Italiano Cross Country Rally prevede per questo fine settimana la trasferta sulla terra siciliana, due mesi dopo l’apertura friulana all’Italian Baja. Sarà la prima edizione della Baja Terre Del Sole la seconda tappa della serie tricolore CSAI.
E’ una gara inedita la manifestazione organizzata da Non solo Fuoristrada Club di Palermo, l’associazione di appassionati siciliani che fa capo a Riccardo Milazzo, entrata per la prima volta a far parte del calendario Tricolore. Dal programma stilato dai promotori, si svolgerà in due giorni con Verifiche Sportive e Tecniche sabato 21 maggio e gara prevista per domenica 22. Al di là di un nuovo tracciato che si sviluppa nella zona di Villarosa, la grande novità è rappresentata dall’autodromo di Pergusa, scelto quale centro nevralgico della manifestazione. Direzione Gara, Segreteria, Sala Stampa, Partenza ed arrivo saranno allestite nei locali del rinnovato autodromo in provincia di Enna, e il Parco Assistenza sarà allestito nel Paddock. La gara si svolgerà in un’unica tappa e scatterà domenica mattina alle ore 7, per terminare alle 18 di domenica 22.

Dopo la prima prova della stagione, corsa a Pordenone a metà marzo, è la Suzuki a condurre tra le Case costruttrici con l’equipaggio Lorenzo Codecà e Bruno Fedullo al volante del Grand Vitara V6 3.6, primo anche del Gruppo T1. Suzuki schiera in Sicilia un secondo Grand Vitara, il 2.7 T1, affidandolo all’equipaggio catanese composto da Giorgio Fichera e Antonio Narzisi. Iscritto alla gara risulta anche Giovanni Manfrinato, il padovano campione in carica che, in coppia con Carlo Pisano, sul prototipo griffato Renault Megane 011 Racing potrebbe rientrare in corsa per il titolo, dopo la battuta a vuoto subìta in Friuli.
In grado di attaccare la leadership sono i romagnoli Mario Ricci e Silvano Fattori disponendo di un competitivo Nissan Navara Ermolli nei colori Rubicone Corse. Dalla terza piazza assoluta Claudio Petrucci e Paolo Manfredini, con il Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS sono gli outsider della lotta al titolo e, soprattutto, devono guardarsi dagli avversari per difendere il primato conquistato del Gruppo T2, del monomarca Suzuki Challenge e del Trofeo del Mediterraneo.

Il versiliese Pierpaolo Larini, in coppia con Francesco Pellicciotti, saranno per la seconda volta al volante del Dust Devil con il quale guidano il Gruppo T3 dove, per l’occasione farà il suo debutto il ferrarese Alex De Angelis, affiancato dal siciliano Pietro Musacchia, sempre con un prototipo a due ruote motrici della Ralliart Divisione Fuoristrada Italia. Con il Nissan Navara Gr, il portacolori della Best Lap il garfagnino Andrea Luchini cercherà di segnare i primi punti assoluti, dopo la bella ma sfortunata prestazione non raggiunta all’Italian Baja. Iscritto alla gara è anche Andrea Toro, intenzionato a disputarla per portare avanti lo sviluppo del Buggy Toro System T1 a trazione posteriore, spinto da un motore BMW.
Elvis Borsoi e Renato Faldon ritroveranno il Mitsubishi Pajero DID 3.2 TD del Novaris Off Road Team per incrementare la prima posizione di categoria, Gruppo TH, trovandosi però a battagliare con altri diciotto agguerriti equipaggi, tra cui spicca la friulana Chiara Zoppellaro al volante del Dahiatsu Roki 2.8 Td. Diego Salerno e Gianfranco Ugazio è l’unico equipaggio iscritto nella categoria TM, a bordo del Polaris Razor.
Sono undici gli iscritti alla seconda gara del monomarca riservato ai Grand Vitara 1.9 DDiS prepararti nelle versioni Gruppo T2. Record di preferenze che testimonia il successo dell’iniziativa nata undici anni fa e che propone ancora oggi l’azzeccata formula scaccia crisi. Ai blocchi di partenza della gara si presentano il romano Claudio Petrucci e il navigatore bresciano Paolo Manfredini, sul fuoristrada del Poillucci Team Italia, ma anche la coppia D’Alessio e Sbaraglia della Erre Motors Team, secondo in classifica a meno di una decina di punti dai leader. Quindi ci sarà Gelosa, Emanuele, Accadia, Lolli ed anche il rientrante Alessandro Bertuzzi.
Domenica 22 maggio, la gara inizierà alle 7 e terminerà alle 18. I concorrenti affronteranno un percorso di 342,40 chilometri, articolato su 6 settori selettivi, complessivamente lunghi 120,06 chilometri. I partecipanti del gruppo TH correranno una “speciale” in meno, l’ultima.
“Anche se, a causa dei danni provocati dalle abbondanti piogge delle scorse settimane, abbiamo dovuto rivedere parte del tracciato della gara” spiega l’organizzatore (nonché presidente del Trofeo del Mediterraneo) Riccardo Milazzo, “il percorso è rimasto molto bello. I partecipanti dovranno affrontare veramente di tutto: tratti veloci e altri più lenti, fuoristrada puro e brevi tratti di asfalto. Sono sicuro che la gara sarà un vero divertimento, per tutti”. Nel Paddock dell’autodromo di Pergusa saranno allestite Direzione Gara, Segreteria, Sala Stampa e le zone d’assistenza, riordino e refuelling.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Lun 30 Mag 2011 - 18:55

Michelini primo leader al Rally della Marca
Attardati Pedersoli e Re che hanno trovato il fondo bagnato nei loro passaggi

Partito e subito entrato nel vivo il 28° Rally della Marca, organizzato dalla Scuderia Motor Group in collaborazione con l'AC Treviso. La prima gara del girone "B" del Trofeo Rally Asfalto, serie organizzata dalla Commissione Sportiva Automobilistica dell'utomobile Club d'Italia, ha il suo primo leader dopo la prima prova "Zadraring" corsa a Vadobbiadene.
I toscani Rudy Michelini e Michele Perna portacolori della Movisport sulla Citroen C4 WRC son i primi leader della gara veneta, dopo la prima prova speciale che si è corsa nei pressi di Valdobbiadene su un asfalto prima asciutto ma poi bagnato per la seconda metà dei concorrenti in gara.
Staccati a pari merito di 4,1 secondi due piloti veneti Alessandro Bruschetta per la prima volta al volante della Peugeot 206 WRC ed Efrem Bianco sulla Peugeot 207 S2000, migliore tra le vettura aspirate a trazione integrale, sul quale pesa però un ritardo di 11 minuti pagato alla partenza per un problema elettrico sulla vettura.
Quarto tempo in prova per l'esperto comasco Luigi Fontana su Peugeot 206 WRC, che ha preceduto di 6 decimi di secondo la gemella del locale Luca Bertin e la Peugeot 207 S2000 dell'emiliano Roberto Vellani.
Undicesimo tempo per il bresciano Luca Pedersoli su Citroen C4 WRC che ha trovato il fondo bagnato, come il rivale Felice Re anche lui sulla C4 francese che si è spenta due volte sul crono ed il lariano Paolo Porro, attento a non commettere errori fondo viscido al volante della Ford Focus WRC sul crono d'apertura. La pioggia ha penalizzato anche l'agrigentino Alfonso Di Bendetto autore di due testacoda con la Peugeot 207 S2000, oltre al barese Franco Laganà che ha evitato rischi inutili con la Mitsubishi EVO X.
Il Rally della Marca proseguirà domani, sabato 28 maggio e riprenderà alle 7.00, sono in programma le nove prove speciali, "Monte Tomba" (12,08 km) da percorrere tre volte alle 7.30, 12.45 e 16.45, "Monte Grappa" (14,51) alle 8.15 e 13.30, "Monte Cesen" (18,26) alle 9.35 e 15.45 e "Montello" (8,27) alle 12.00 e 17.50. Nella zona industriale di Pederobba, i tre parchi assistenza alle 7.00, 10.50 e 14.46, anticipati da altrettanti riordini, quello notturno alle 21.05 di oggi, alle 10.30 ed alle 14.26 di domani. Quarto ed ultimo riordinamento presso il BHR Hotel alle 18.40, prima dell´ingresso per l´arrivo nel centro di Treviso in Piazza dei Signori dalle 19:15.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Lun 30 Mag 2011 - 18:58

Felice Re trionfa al Rally della Marca
Il pilota comasco ha vinto sei delle dieci speciali disputate tra ieri e oggi

Felice Re e Mara Bariani su Citroen C4 WRC della Tam Auto hanno dominato il 28° Rally della Marca, seconda prova del Trofeo Rally Asfalto girone "B". I comaschi della Scuderia Etruria hanno vinto sei prove speciali, lasciando la prima di ieri sera e l'ultima della corsa al toscano Rudy Michelini ed ottenendo un ex aequo sulla 5 con lo sfortunato rivale Luca Pedersoli. Porro ha vinto la PS 9.
Proprio Pedersoli, navigato da Matteo Romano sulla Citroen C4 WRC Magneti Marelli, ha perso tempo prezioso nelle prime battute di gara per delle scelte di gomme poco efficaci. Ha tentato la rimonta, ma a tre prove dal termine un'uscita di strada gli è costata il ritiro. "Abbiamo trovato immediatamente un ottimo feeling con la vettura - ha commentato Re - le scelte fatte si sono rivelate efficaci ed il lavoro dei nostri tecnici è stato eccellente. Abbiamo vinto una gara difficile".
Il duello per il secondo posto si è così ristretto tra il comasco Paolo Porro sulla Ford Focus WRC ed il toscano Rudy Michelini, deciso per poco più di un secondo in prossimità del traguardo. Porro ha conquistato il secondo posto alla fine di una buona gara per lui, nella quale ha cercato di non assumere rischi eccessivi nelle condizioni più impegnative di inizio gara, poi ha rimontato fino alla seconda posizione innescando un bel duello con Michelini, vincendo infine il decisivo crono numero 9. "Abbiamo fatto il possibile con questa macchina - sono state le parole di Porro - personalmente ho chiesto tutto alla vettura, ma il gap la più aggiornata concorrenza e notevole".
Michelini, navigato da Michele Perna, era per la prima volta al volante di una Citroen C4 WRC, con la quale i portacolori della Movisport si sono aggiudicati il crono d'apertura in notturna e quello conclusivo, poi hanno sempre saputo contenere i distacchi, portandosi fino alla seconda posizione, persa per una foratura sulla PS 8. Il lucchese ha dimostrato di saper entrare in fretta in sintonia con la potente vettura già protagonista delle scene mondiali. "Non potevamo sperare in un esordio migliore - ha dichiarato il toscano - soprattutto nelle condizioni difficili in cui è iniziata la gara. Abbiamo indovinato le regolazioni e le scelte di gomme. In questo il Team ci ha molto aiutato".
Sotto il podio ha concluso la gara d'esordio al volante della Subaru Impreza WRC il toscano Tobia Cavallini, con Sauro Farnocchia alle note. Il pilota di Empoli ha faticato più del previsto a prendere la giusta confidenza con la world rally car giapponese nella sua versione più aggiornata, complici le impegnative condizioni delle prove venete.
Quinta piazza e buona gara per i locali della scuderia organizzatrice, Luca Matteo Bertin e Giuseppe Zamboni, che hanno dichiarato di essersi entrati in un buon feeling con la Peugeot 206 WRC. Sesta piazza trasparente per il TRA al tedesco Uwe Nittel al volante della Ford Fiesta S2000, migliore di categoria in gara nonostante una toccata sulla PS 5. Al settimo posto hanno concluso Alessandro Bruschetta e Justin Bardini su Peugeot 206 WRC. L'equipaggio di Montebelluna per il quale a rendere più difficile l'esordio su una world rally car hanno contribuito dei problemi elettrici a partire da metà gara.
Ottavo posto in classifica assoluta per il comasco Corrado Fontana, contento del set up della Mini John Cooper WRC, ma purtroppo rallentato da qualche noia elettronica all'acceleratore della nuova vettura protagonista delle scene Iridate. Al non posto ha concluso il sempre brillante pilota di Schio Efrem Bianco, a cui ha letto le note Rudi Pollet, sulla Peugeot 207 S2000, autore di un'avvincente rimonta dopo aver subito un minuto e cinquanta secondi di penalità in partenza per un problema elettrico alla vettura. Risolto il problema la 207 ha sempre girato a dovere, permettendo ai portacolori dell'Hawk Racing Club di portarsi in testa alle S2000 iscritte al TRA.
A completare la top ten ha chiuso con il successo in gruppo N l'esperto barese Franco Laganà sulla Mitsubishi EVO X - Vomero racing, sulla quale lo ha navigato il catanese Fabio Guzzardi, afflitto da mal di schiena per tutto il rally. Laganà ha usato la sua esperienza per fare la differenza soprattutto nelle prime e difficili prove, poi ha amministrato il vantaggio quando un rumore anomalo aveva fatto temere dei problemi alla trasmissione.

TROFEO RALLY ASFALTO, Rally della Marca, 28/05/2011
Classifica finale (primi dieci)

1. Re/Bariani - Citroen C4 WRC - 1.23'24"3
2. Porro/Cargnelutti - Ford Focus WRC - +50"3
3. Michelini/Perna - Citroen C4 WRC - +51"7
4. Cavallini/Farnocchia - Subaru Impreza WRC - +3'06"1
5. Bertin/Zamboni - Peugeot 206 WRC - +4'04"4
6. Nittel/Ruf - Ford Fiesta S2000 - +5'04"2
7. Bruschetta/Bardini - Peugeot 206 WRC - +5'14"9
8. Fontana/De Luis - Mini John Cooper Works S2000 - +6'13"2
9. Bianco/Pollet - Peugeot 207 S2000 - +6'23"6
10. Vellani-Amadori - Peugeot 207 S2000 - +6'36"5
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Sab 11 Giu 2011 - 10:08

Tutto pronto per il Rally della Lanterna
La gara genovese si aprirà con la sfida tra i big del passato al palazzetto

E’ un Rally della Lanterna che promette grande spettacolo e temi dagli alti contenuti sportivi, quello che si appresta a tener banco nel fine settimana rallystico nazionale. La terza tappa del Trofeo Rally Asfalto e seconda del Girone 1 sta per andare in scena a Genova e sulle strade del suo più prossimo entroterra, quegli stessi tracciati asfaltati che da decenni sono palestre ideali per esaminare e forgiare campioni.
Lo show dei rally andrà in onda sin dalla prima delle due giornate di gara previste per questo fine settimana. Venerdì 10, il quartiere della Fiera di Genova diverrà il polo d’attrazione del rallismo nostrano con la Prova Spettacolo allestita all’interno del Palasport, alla quale parteciperanno tutti i 91 protagonisti della competizione. La spettacolare sfida darà di fatto il via alla manifestazione, proponendo in contemporanea un’altro importante e appassionate confronto tra rallisti a bordo di mitiche vetture da rally degli anni "70, "80 e "90.
Piero Liatti, con la Subaru Impreza WRC che portò al successo a Montecarlo nel 1997, il francese Erik Comas ex pilota di Formula Uno, su Lancia Stratos, Gabriele Noberasco e Totò Riolo su Porsche 911 sono solo alcuni dei “nomi” a dar vita al Vintage Rally il cui ospite d’eccezione sarà il “Drago” Sandro Munari.
Ma gli occhi degli sportivi saranno attratti dalle evoluzioni delle fantastiche sei World Rally Car, pilotate dalle stelle del campionato. Ai blocchi di partenza sono attesi i quattro piloti a cui vanno equamente suddivisi i pronostici della vigilia. Sullo stesso piano e con le identiche velleità sono da porre il vincitore del recente Rally della Marca, il comasco Felice Re su Citroen C4 Wrc Etruria, ed il bresciano Luca Pedersoli vincitore del Rally della Valle d’Aosta su Citroen C4 Wrc Magneti Marelli. Due driver che anche in questo caso interpreteranno il ruolo degli eterni duellanti per i punti in palio e per l’affermazione finale in gara.
Vittoria a cui ambisce senza mezzi termini anche il savonese Maurizio Ferrecchi, unico non iscritto al campionato, che si presenta al volante di una terza “integralona” della Casa del doppio chevron, schierata dalla Lanterna Corse per puntare al quinto successo nella gara di casa. Anche il lariano Marco Silva è da comprendere nei fantastici quattro, disponendo della Citroen Xsara Wrc Giesse Promotion che ha portato al quarto posto ad Aosta.
I ruoli dei temibili outsider sono da ascrivere al ligure Luigi Giacobone, al via con una Ford Focus Wrc per la Racing For Genova, e all’abruzzese Lucio Petrocco protagonista al volante della Subaru Impreza Wrc.
Il siciliano Alfonso di Benedetto va annoverato di diritto tra i pretendenti al primato della classe Super 2000. Il leader della graduatoria di categoria, al volante della Peugeot 207 e per i colori della SGB Rally incrocerà le traiettorie con il savonese Manuel Villa, con un rivisitata Abarth Grande Punto SCR Motorsport, con il portacolori della Lanterna Corse Marco Depau (Peugeot 207) e con Mauro Durante, secondo in classifica alle spalle di Di Benedetto nella generale con una integrale aspirata francese nei colori Motori & Motori.
Il barese Francesco Laganà, Mitsubishi Lancer Evo, il piemontese Gianfranco Vedelago, Mitsubishi Lancer Evo IX e l’emiliano Marco Belli, Mitsubishi Lancer Evo X, si confronteranno per la leadership del Gruppo N di campionato, assieme a Perino e Barchi entrambi al volante di rispettive Mitsubishi, mentre per supremazia in gara si troveranno a battagliare con il novarese Enrico Riccardi, Subaru Impreza, il locale Marco Strata con una Mitsubishi e il genovese Andrea Mezzogori al via con la Renault Megane
Si fanno trovare pronti alla chiamata i tre piloti sul podio della generale di Classe R3C, con Fulvio Morra a duettare con il torinese Roberto Rissone e Rizziero Zigliani in una categoria dove spopolano le Renault Clio R3 e dove potrà dire la sua anche il ligure Andrea Storace. Tra le compatte a trazione anteriore della R3T, la faranno da padrone sicuramente i dodici iscritti alla gara di lancio del trofeo monomarca Citroen DS3 Racing Trophy Italia, tra i quali è difficile pronosticare un possibile vincitore considerato l’elevato livello di presenze. Roberto Vescovi e Federico Gasperetti, l’esperto Alessandro Bruschetta, oppure Giacomo Costenaro o Matteo Brunello, ma anche Andrea Cortinovis o Alex Vittalini, o ancora il giovane Alessandro Re hanno risposto alla chiamata di Citroen Italia. Nell’improbo tentativo di contrastare il passo dei trofeisti è iscritto Bruno Mangini con l’unica Abarth 500 al via.
La R2B propone lo scontro al vertice tra Francesco Baldo, Stefano Sinibaldi, tutti su Citroen C2 al volante della quale si presenta anche William De Angelis, e l’esordio in prima nazionale di una Suzuki Swift Sport 1600 iscritta da Sergio Denaro. Reduce dal ritiro al recente Rally della Valle d’Aosta disputato al volante di una Swift di classe N2, il siciliano del La Martina RT confida nelle maggiori prestazioni che dovrebbe riservagli la compatta nipponica in versione R2B per dar scacco alla classifica del monomarca Suzuki Rallye Cup. Alla seconda prova della serie monomarca ideata da Suzuki Italia, sono in totale cinque i piloti delle Swift, quattro in preparazione N2 compreso il leader Corrado Peloso della Meteco Corse, più Denaro con la Swift R2B.
Nutrita la schiera dei piloti nella classe N3, con dodici iscritti compreso il leader della graduatoria generale “ Ruote Motrici Gruppo N Marco Lanza, a difendere il primato con la Honda Civic Type R contro il nugolo di agguerriti piloti con le Renault Clio Rs.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Sab 11 Giu 2011 - 10:09

A Felice Re la prima speciale del Rally della Lanterna
All'interno del Palasport della Fiera di Genova ha preceduto di 1"1 Luca Pedersoli

11 giugno 2011
Felice Re ha dato il via alle sfide al Rally della Lanterna. Sui 1.600 metri del tracciato, il comasco guida al meglio la Citroen C4 WRC e realizza l'1'44"6 che diventa il tempo di riferimento della prima speciale al Palasport della Fiera di Genova, staccando di 1"1 Luca Pedersoli. Il bresciano, leader del Girone 1, si è esibito in un lungo show al volante della Citroen C4 WRC, concedendo molto allo spettacolo per il folto pubblico assiepato sulle tribune.
Al volante di una nuova versione della Citroen Xsara WRC, Marco Silva ha fermato i cronometri pagando un secondo e nove al primatista corregionale. Il siciliano Alfonso Di Benedetto, grintoso e veloce, ha inserito la sua Peugeot 207 Super 2000 al quarto posto assoluto e primo della classe Super 2000. Quinto crono per il savonese Maurizio Ferrecchi, che con la Citroen C4 WRC Lanterna Corse regola di 1"4 Lucio Petrocco, sesto con la Subaru Impreza WRC.
Settimo tempo assoluto per il savonese Manuel Villa, secondo di Super 2000 con l'Abarth Grande Punto, precedendo per un secondo secco l'alessandrino Marco Depau su Peugeot 207. Nono crono per Francesco Aragno, primo della Super 1600 con la Renault Clio, mentre Andrea Cortinovis su Citroen DS3 chiude la top ten assoluta, "apre" la classifica della classe R3 e fissa il primo riferimento per la gara del Citroen DS3 Racing Trophy Italia. Undicesimo assoluto e secondo di R3 è Fulvio Morra su Renault Clio R3. Con la debuttante Suzuki Swift Sport 1600 R2b, il siciliano Sergio Denaro ha il miglior tempo nella classifica della Suzuki Rallye Cup.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Dom 12 Giu 2011 - 15:16

Felice Re conquista il Rally della Lanterna
ora il comasco ha raggiunto Pedersoli in classifica

11 giugno 2011
Re pareggia i conti. Vincendo il secondo round del Trofeo Rally Asfalto, il comasco raggiunge Luca Pedersoli in testa alla classifica conduttori del Girone A della serie cadetta CSAI. Il testa a testa tra i due piloti lombardi dura da anni e in ogni edizione del campionato si ripropone con nuovi temi tecnici, ma sostanzialmente resta invariato, si sta puntualmente ripetendo ed alimentando ad ogni gara.
Anche al Rally della Lanterna, secondo atto del Girone A, i dominatori della scena sono stati loro, Re e Pedersoli, anche se il comasco navigato da Mara Bariani sulla Citroen C4 Wrc è riuscito a conquistare il primato in gara, uguagliando l´affermazione che il bresciano della Citroen C4 Wrc Magneti Marelli ha ottenuto all´apertura stagionale al rally della Valle d´Aosta.
Re è andato al comando della gara dopo la prima prova spettacolo al Palasport, e lo ha mantenuto sino al traguardo di piazza de Ferrari a Genova, acquisendo importante vantaggio nelle successive tre prove speciali. Ripartito nella seconda parte della competizione con una trentina di secondi, Re è riuscito a controllare il ritorno, comunque flebile, dell´avversario sino a vincere la competizione.
Pedersoli, in coppia con Matteo Romano, ha dovuto lottare con alcuni problemi d´assetto, che facevano lavorare in modo non perfetto le gomme, e con alcuni spegnimenti del propulsore allo start delle prove a causa del mal funzionamento dell´elettronica. Risolto parzialmente il primo problema di set up, ma non del tutto quello dell´elettronica Pedersoli ha tentato la rimonta aggiudicandosi il miglior crono in due piesse, riuscendo però a ridurre il ritardo di pochi secondi da Re. Il bresciano ha così centrato una buona seconda piazza assoluta a 30"3. dal vincitore.
Terzo sul podio salgono i savonesi Maurizio Ferrecchi e Fulvio Florean, su Citroen C4 Wrc Lanterna Corse, confermandosi sempre ad alto livello sulle strade dell´Appennino Ligure, precedendo un altro protagonista locale Luigi Giacobone, in coppia con Bruno Garcia e per la prima volta al volante della Citroen C4 Wrc Racing For Genova.
Dominio incontrastato di Alfonso di Benedetto nella Super 2000. Il siciliano vince la categoria e si segnala al quinto posto assoluto correndo in coppia con Alessandro Michelet, rafforzando la leadership di campionato tra le integrali aspirate, dove al secondo posto e al sesto assoluto si piazza il novese Marco Depau, navigato Corrado Bonato, su Peugeot 207 alla quale ha migliorato l´assetto nel corso della gara.
Seppur in difficoltà per dolori al ginocchio destro, per una infiammazione dei legamenti, e penalizzato per aver effettuato un giro in più nella prova spettacolo del Palasport, il torinese Gianfranco Vedelago riesce a rimontare lo svantaggio prima sul genovese Strata, ritirato per rottura, e poi sul ligure Andrea Mezzogori con la sviluppata Renault Megane RS, andando a vincere il gruppo N con la Mitsubishi Lancer Nordest. Al secondo posto di Gruppo chiude Mezzogori, a dieci secondi, resistendo al ritorno di un Franco Laganà in difficoltà con il poco grip nella parte iniziale della competizione.
Sesti assoluti all´arrivo, primi del Gruppo R Roberto Vescovi e Giancarla Guzzi della Carnia Corse si aggiudicano la prima gara del monomarca Citroen DS3 R3t Racing Trophy, andando in testa dopo la seconda piesse, mantenendo il primato sino alla fine. Secondi alle loro spalle sono Gasperetti e Ferrari, terzi Bruschetta e Bardini.
Sergio Denaro e Gaetano Abate Martina RT, su Suzuki Swift Sport 1600 primi nella prova ligure della Suzuki Rallye Cup
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Dom 19 Giu 2011 - 9:13

Secondo successo per Zardo alla LimAbetone
Al volante della sua Gloria ha avuto la meglio su Franco Cinelli nella gara valida per il TIVM

Seconda vittoria alla LimAbetone per il trevigiano Denny Zardo, quest’anno alla guida di una monoposto Gloria a ruote coperte da 1600 cc. Il verdetto della gara organizzata dalla AS Abeti Racing in collaborazione con l’Automobile Club Pistoia é arrivato nel pomeriggio odierno, dopo due giorni di sfide sui tornanti della strada statale 12 “dell’Abetone e del Brennero”, otto chilometri che, come al solito, hanno messo a dura prova la tecnica e la memoria dei piloti impegnati.
Seconda prova del Trofeo Italiano della Montagna – girone nord, la LimAbetone, giunta quest’anno alla ventiquattresima edizione ed intitolata ovviamente al compianto campione locale Fabio Danti, si è rivelata nuovamente esaltante e ricca di spunti tecnici e sportivi, dai quali è emerso l’esaltante duello tra i due grandi favoriti alla vigilia, il vincitore Zardo appunto ed il pistoiese Franco Cinelli, alla guida di una Lola B99/50. Zardo, portacolori del Team Italia, ha vinto con un tempo totale di 9’32”855, alla media di 100,5 Km/h.
I due si erano divisi ieri una manche a testa durante le prove ufficiali ed oggi non si sono risparmiati dando fondo alla propria tecnica ed esperienza ripetendo lo stesso leit motiv: Cinelli si era aggiudicato la prima salita con poco più di tre secondi sull’avversario e quest’ultimo ha reagito con determinazione nonostante la strada bagnata, sopravanzandolo di 17”529.
Per Zardo questo alloro rappresenta il bis all’Abetone, avendovi vinto anche nel 2008 con una Lola/Reynard e per lui ha assunto nuovamente un significato particolare: “Sono molto felice, vincere questa gara così tecnica – ha detto Zardo all’arrivo – è estremamente gratificante e lo è ancora di più per me in quanto è il modo più bello per ricordare il mio e compagno di squadra nonché amico, Fabio Danti. Non è stato facile avere ragione di Cinelli, la strada nella seconda salita era bagnata in alcuni tratti sotto il bosco ed ha comportato fare molta attenzione, ma è andata bene”.
Zardo e Cinelli hanno dunque riproposto il duello ravvicinato della prima parte di stagione del TIVM, quello visto alla gara d’esordio di Vittorio Veneto lo scorso maggio, dove i due giunsero nello stesso ordine di questa occasione. La terza piazza assoluta l’ha conquistata il sardo Auro Siddi, su una Lucchini, con un passivo di 38”897 dal vertice, precedendo in quarta posizione il conterraneo Sergio Farris (Radical SR4), a 41”139. Si è allontanato dall’attico della classifica il bolognese Fulvio Giuiliani, con la Lancia Delta EVO, solo quinto alla fine, preferendo non prendere rischi eccessivi in quanto la settimana prossima lo aspetta l’appuntamento tricolore della Coppa Teodori ad Ascoli.
Il Gruppo N è stato appannaggio della Mitsubishi Lancer Evo VIII dell’altro sardo Mario Murgia, il Gruppo A è stato invece incamerato dal lucchese Moreno “Freddy” Fredianelli (11’22”530) con la sua fida Peugeot 106 Rally e la categoria GT, quella delle “supercar” è stata vinta invece dalla Ferrari 430 di “Ragastas” (11’08”982).
Il Gruppo E3, le vetture di omologazione scaduta, sono state regolate dalla spettacolare e potente BMW M3 dell’imperiese Matteo Barletta (totale 11’30”856) davanti all’atteso locale Giordano Pagliai, con una Renault 5 Gt turbo ex gruppo N (11’40”391) ed al valdinievolino Toni Cerone (Renault Clio Williams), abitualmente copilota di rally, che ha chiuso con 11’41”417.
Tra le vetture storiche, partite per prime con la strada bagnata della seconda manche di gara, i migliori riscontri cronometrici sono stati quelli di Vincenzo Rossi (Porsche 356 con un totale di 13’15”672) nel primo raggruppamento, di Giuliano Palmieri (De Tomaso Pantera, con 12’42”802) nel secondo raggruppamento e di Piero Lottini (Osella PA9, con 11’33”872) nel terzo.
Il record da battere sul percorso era quello siglato dal fiorentino, Campione Europeo in carica, Simone Faggioli nel 2009. Con la sua Osella FA30, coprì gli otto chilometri previsti in 4’17”206, alla media di 111,975 Km/h e per adesso è rimasto imbattuto.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Dom 19 Giu 2011 - 9:15

Longhi trionfa in Slovenia al Rally Velenje
Il pilota italiano ha corso al volante di una Skoda Fabia S2000

Primo assoluto e prima vittoria fuori dai confini nazionali per Piero Longhi. L’ex campione italiano con a fianco Gigi Pirollo, sale sul gradino più alto del podio nel 26° Rally Velenje, terza prova del Campionato Sloveno Rally, dove grazie a questo risultato, ora si trova in seconda posizione pur avendo disputato solamente due gare, al contrario dell’attuale leader della classifica Rok Turk, che ha invece disputato tutte e tre le gare.
Longhi–Pirollo al volante della performante Skoda Fabia Super 2000, della Skoda Rally Team Slovenjia, ha concesso solo la prima prova speciale all’equipaggio Turk–Kranjc al volante della Peugeot 207 Super 2000, tutte le altre prove sono state appannaggio dell’equipaggio italiano, che prova speciale dopo prova speciale ha completato la rimonta fino al risultato finale, dopo 8 PS, che l’ha visto vincitore con un vantaggio di oltre 30 secondi.

“Correre all’estero è sempre molto difficile, sia per la tipologia di strade, molto diversa da quelle che si trovano in Italia, sia per la competitività dei piloti locali. Dopo la prima prova, dove abbiamo avuto un distacco di circa 10 secondi, Gigi ed io ci siamo messi d’impegno per rimontare, ce l’abbiamo fatta e sono molto contento di questo risultato, che dedico allo Skoda Rally Team Slovenjia, ma anche a Stefania Giacomini e Sergio Terrini, titolari di Twister Corse, che mi hanno concesso il permesso di poter disputare queste gare con un altro team. Il campionato Sloveno prevede altre tre gare, la prossima è l’impegnativo Rally di Maribor, gara valida anche per il campionato austriaco, non so se la disputerò, perché di questi aspetti se ne occupa Pier Liberali, della United Business, società che si occupa del mio management. Sarei felicissimo di poterlo disputare, perché correre fuori dai confini nazionali è sempre piacevole e soprattutto accresce il mio bagaglio sportivo, potrei anche tentare di vincere il titolo di Campione Sloveno, cosa che indubbiamente non mi dispiacerebbe”.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Mar 5 Lug 2011 - 17:19

Piero Longhi al via del Rally di Maribor
Il pilota italiano difenderà i colori della Skoda Slovenja con una Fabia S2000

L’ultima gara disputata dal pilota di Borgamanero, è stata lo scorso weekend, il Criterium–Formula Challenge di San Damiano d’Asti, che lo ha visto vincitore alla guida della Subaru WRC di Twister Corse, davanti a Luca Cantamessa, mentre l’ultima gara corsa all’estero, tre settimane or sono, è stata il Rally di Velenje, in Slovenia, anche in questo caso Piero Longhi ha colto la vittoria.
Ora al Rally di Maribor, l’ex campione italiano, cercherà l’ennesima soddisfazione. Il Maribor è forse il rally più importante che si disputa in Slovenia ed è valido sia per il campionato sloveno che per quello austriaco.
L’elenco iscritti è di 61 partenti, con nomi di prestigio a livello internazionale come Raimund Baumschalager, Beppo Harrach attuale leader del campionato austriaco, Rok Turk, leader del campionato sloveno, l’inossidabile Darko Peljhan, gli austriaci Andreas Waldherr, Patrick Winter e Andreas Aigner. Una concorrenza qualificata per Longhi che avrà al sua fianco Gigi Pirollo in veste di co-driver.
Così come nelle altre gare disputate sugli asfalti sloveni e croati, Longhi e Pirollo, saranno al via con la Skoda Fabia Super 2000 del team Skoda Rally Team Slovenja. La squadra ufficiale Skoda Slovenja metterà infatti a disposizione dell’equipaggio della United Business, la propria vettura, che si è dimostrata fortemente competitiva nella gare fin qui disputate.
Un Longhi felice per gli ultimi risultati ottenuti dichiara: "Grazie al lavoro di United Business e la sensibilità dimostrata da Sergio Terrini e Stefania Giacomini di Twister Corse, non sono sorte problematiche per poter disputare il Rally di Maribor con la vettura dello Skoda Rally Team Slovenja, attualmente occupo la terza posizione nel campionato sloveno, ma sono fiducioso, al Maribor dovrò, insieme a Gigi, impegnarmi al massimo per poter cogliere la vittoria, la concorrenza è veramente forte, oltre a Baumschalager e Turk dovrò guardarmi anche da Harrach, che ha vinto tutte le gare del campionato austriaco corse quest’anno, per lui è un momento di grande forma che spero di interrompere, non sarà facile. Per me Maribor è un rally completamente nuovo, ed a differenza dei miei avversari non conosco un metro di queste strade, ma molto spesso questo è il prezzo da pagare correndo all’estero. Un’ulteriore sfida per me, per il mio navigatore Gigi Pirollo e per il team”.
Il Rally di Maribor si compone di 11 prove speciali per un totale di 150,2 km. Prove di diversa lunghezza, veloci, impegnative e spettacolari ma difficili da interpretare per la tipologia di fondo stradale. La gara si svolgerà a Maribor, una delle principali località turistiche slovene, con partenza alle ore 15:30 di sabato 2 Luglio ed arrivo alle ore 19 di domenica 3 Luglio.
Attualmente il campionato sloveno dopo la disputa di 3 gare, vede la seguente situazione di classifica: al primo posto Rok Turk (Peugeot 207 S2000) con 174 punti, al secondo posto Darko Peljhan (Mitsubishi Lancer EVO X) con 155 punti, ed al terzo il nostro Piero Longhi (Skoda Fabia S2000) con 150 punti, ma con una gara in meno disputata rispetto agli avversari che lo precedono.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Sab 16 Lug 2011 - 15:47

CI Cross Country: terza tappa alla Baja della Sila
Al giro di boa del campionato si presentano al comando Codecà e Fedullo

15 luglio 2011
La Baja della Sila in programma questo fine settimana a Camigliatello Silano, in provincia di Cosenza, è la terza delle cinque gare a calendario del CI Cross Country Rally 2011.
Dall’impegno profuso dall’organizzatore Francesco Rao, si evince che tutto è pronto sulla Sila. Tra Cosenza, sede della Rao Automobili Divisione Sport, e Camigliatello c’è fermento da parte degli sportivi calabresi per vedere sulle proprie strade i protagonisti della serie tricolore CSAI.
La gara allestita dal gruppo coordinato in prima persona dall’appassionato Rao, è terzo round del Campionato Italiano Cross Country Rally, del monomarca Suzuki Challenge, quarto del Trofeo del Mediterraneo ed è anche la valida per il Gruppo TH.
Si correrà questo fine settimana e sarà articolata su due tappe: la prima partirà da Camigliatello Silano, sede dell’evento, alle ore 16,00 di sabato 16 luglio e si concluderà alle 19,15, dopo due settori selettivi Vaccarizzo (di 15,30 chilometri) e Macchia Di Pietro (di 16,90); la seconda partirà alle ore 8,00 di domenica 17 luglio e si concluderà alle 16,06, dopo tre passaggi sulle prove Cecita (lunga 27,10 chilometri) e Massa Cosentino (di 22,50 chilometri). In totale i concorrenti affronteranno un percorso di complessivi 298,75 chilometri, di cui 181,00 di "speciali".
La classifica assoluta del campionato italiano ha in Codecà e Fedullo, su Suzuki Grand Vitara 3.6, i leader e primatisti anche del Gruppo T1, con l’affermazione all’Italian Baja ed il piazzamento alla Baja Terra del Sole. La coppia di piloti ufficiali di Suzuki precede Petrucci e Manfredini, secondi assoluti a sedici punti dai primi, che con il Suzuki Grand Vitara 1.9 nei colori della Best Lap guidano anche il Gruppo T2.
Terzi della classifica sono gli alfieri della Rubicone Corse, Ricci e Fattori su Nissan Navara Ermolli, a ventisei lunghezze dai leader. Seguono poi al quarto posto i vincitori della precedente gara siciliana, Fichera e Narzisi a bordo del Suzuki Gran Vitara schierato da Suzuki Italia, al quinto sono De Angelis e Catarsi su Mitsubishi Wrc.
Il Suzuki Challenge vede al comando Petrucci-Manfredini con 55,5 punti, staccando di ventuno lunghezze e mezzo Lolli e Forti, e di ventisette Gelosa e Rossini. Tra i Navigatori comanda la graduatoria Manfredini, codriver di Petrucci, davanti a Forti, navigatrice di Lolli, e Rossini copilota di Gelosa. Nella graduatoria della Suzuki Jimny Cup, sono Mario e Pietro Radici in testa, correndo le gare a bordo del SJ 413.
Al comando della classifica del Trofeo Mediterraneo ci sono Petrucci-Manfredini su Suzuki New Grand Vitara, con 60 punti. Li seguono a quota 41 Santiccioli-Rossi su Mitsubishi Pajero e sono terzi i fratelli Radici su Suzuki Samurai, con 31 punti.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Sab 16 Lug 2011 - 15:49

A Michelini e Perna il 35° Appennino Reggiano
Dominio da parte dell'quipaggio toscano con la Ford Focus Wrc

25 giugno 2011
Rudy Michelini e Michele Perna, Ford Focus Wrc, si sono aggiudicati il 35. Rally dell´Appennino Reggiano, gara organizzata dall´Aciservice Reggio e valida come seconda prova del girone B del Trofeo Rally Asfalto. Il successo dell´equipaggio toscano è stato nettissimo. Michelini ha infatti preso il comando dopo la terza delle nove prove in programma, aumentandolo di chilometro in chilometro fino al traguardo. Con questo successo il pilota lucchese si porta al comando del girone B del Trofeo Rally Asfalto.
Alle spalle del vincitore è stata bella la lotta per la seconda posizione, lotta che ha visto impegnati a lungo sul filo dei decimi di secondo il comasco Corrado Fontana, in coppia con Nicola Arena su una Mini John Cooper Works, e i toscani Tobia Cavallini navigato da Sauro Farnocchia, Subaru Impreza Wrc. Nella lotta impari tra la prima, Wrc in crescita dell´ultima generazione, e la Impreza, il successo e quindi anche la seconda posizione nell´assoluta è andato a Corrado Fontana, passato in vantaggio a due prove dal termine. Brivido per Cavallini sull´ultimo crono quando tentando il contrattacco ha lasciato un minuto sulla speciale a causa di un contatto e conseguente foratura con un dissuasore antitaglio a circa un Km dalla fine, un simile inconveniente era già accaduto all´empolese sulla PS 4.
Sfortunata la prova invece di uno dei più attesi protagonisti della gara Matteo Musti, Citreon Xsara Wrc, che dopo aver vinto il corno d´apertura del rally non ha potuto mantenere la sua leadership a causa di una toccata che lo ha ricacciato nelle retrovie. Musti ha quindi deciso di ritirarsi a due prove dal termine.
Alle spalle dei primi tre si sono poi piazzati i vincitori della Super 2000. Il quarto posto e primo di categoria è andato al bravo reggiano Roberto Vellani, Peugeot 207 Super 2000, che ha preceduto l´altro locale Marco Bernardelli, Abarth Grande Punto, ottimo quinto al rientro dopo un lungo periodo di inattività. Dietro di loro buone le prove del sempre abile reggiano Davide Medici, sesto nell´assoluta e primo della due ruote motrici e della Super 1600 con la sua Renault Clio, del locale Ivan Ferrarotti, primo del gruppo R al volante della New Clio R3, del combattivo veneto Efrem Bianco, Peugeot 207 Super 2000, allontanato dalla vetta da uno spettacolare testacoda sulla PS 4, dell´esperto comasco Luigi Fontana, Peugeot 206 Wrc, che ha perso tre posizioni sull´ultima prova per la foratura della ruota anteriore sinistra a 11 Km dalla fine. Top ten ben completata dal modenese Massimiliano Campani, decimo assoluto con la sua Renault Clio Super 1600. Tra le 4x4 turbo del gruppo N il successo è andato a Marco Belli navigato da David Castiglioni sulla Mitsubishi EVO X, che ha concluso al 12° posto nell´assoluta la sua gara di casa.
Omar Bouvier, pilota torinese di Pinerolo, ha vinto tra i partecipanti al Peugeot 207 Competition Top, aggiudicandosi il girone del Tra. Michele Tassone, venti anni di Cuneo, ha ottenuto il successo invece nel Trofeo 500 Abarth Selenia Rally dominando l´appuntamento. Il modenese Francesco Arati ha invece messo dietro tutti nell´appuntamento della Suzuki Rallye Cup Trofeo, battendo il pilota locale e favorito della vigilia Claudio Gubertini.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Lun 18 Lug 2011 - 10:07

Codecà si impone nella Baja della Sila
Colpi di scena fino alla fine, con Fichera che sbaglia e perde la corsa

Il milanese Codecà e l’emiliano Fedullo vincono il terzo round della serie Tricolore CSAI, seconda affermazione personale dell’anno, al termine di una gara di rimonta che vede piazzarsi al secondo posto i siciliani Giorgio Fichera e Antonio Narzisi su Suzuki Grand Vitara V6 2.7, con 5’09”69 di ritardo sul traguardo di Camigliatello Silano e leader della competizione sino alla penultima frazione cronometrata e poi usciti di strada.
Inatteso e quasi incredibile l’epilogo della Baja della Sila, gara che si è sviluppata tra i pendii e le strade della Sila tra Camigliatello, il lago di Cecita e Fago del Soldato. Una due giorni dominata dai piloti dei fuoristrada Suzuki, come era nelle facili previsioni, ma che si è risolta nelle battute finali.
Codecà era lesto ad andare al comando della graduatoria assoluta al termine della prima tappa, passando poi in seconda posizione per un errore di percorso ad un bivio mal segnalato nel corso della frazione d’apertura della seconda e conclusiva giornata di gara. Il milanese rimontava lo svantaggio di un minuto e mezzo, che pagava nei confronti del compagno di squadra Giorgio Fichera, primo con il Grand Vitara ma in versione 2.7. Ritardo che dimezzava sin dalla prova successiva, ma che tornava ad essere pesante a causa della rottura di un giunto anteriore nella parte centrale della tappa.
A due prove dal termine, quando Fichera ormai aveva la vittoria a portata di mano usciva di strada nella penultima frazione, subendo il sorpasso del lombardo che si involava verso la vittoria. Il siciliano chiudeva secondo, comunque soddisfatto dell’esito di una sfida dura e appassionante.
Terzi assoluti e primi del Gruppo T2 sono Claudio Petrucci e Paolo Manfredini, Suzuki Grand Vitara del Poillucci Team, con un ritardo di 5’49”19 dai vincitori ma vincenti nella terza tappa del Suzuki Challenge rafforzando la leadership. Solo nel finale i tecnici del team laziale hanno risolto il problema al propulsore che aveva rallentato Petrucci che per entrambi i giorni ha sempre rincorso le prestazioni di Bordonaro ed anche di Lolli, ritiratisi prima dell’arrivo per problemi tecnici. Al secondo posto di T2 e del monomarca Suzuki, si sono piazzati Mancusi e Musi, autori nel finale anche del traino di Fichera in difficoltà.
Mirko Bertoni e Alice Vanni si aggiudicano la gara del Gruppo TH, su Suzuki Grand Vitara 2000, precedendo Simone Santiccioli e Romolo Pensieri secondi su Mitsubishi Pajero 3.5 V6 Erremotors. Diego Salerno e Gianfranco Ugazio si aggiudicano la gara del TM su Polaris 900, classificandosi noni assoluti.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   Dom 27 Nov 2011 - 20:03

Latvala e la Ford dominano nel Rally du Var
Per il pilota finlandese si tratta delle prima vittoria in un rally tutto su asfalto

27 novembre 2011
Jari-Matta Latvala e Mikka Anttila, ancora carichi della vittoria nel Rally GB, ultima prova del Mondiale Rally, con la consueta Ford Fiesta RS WRC nei colori del Ford Abu Dhabi World Rally Team si sono imposti anche nel Rallye du Var, la gara che si è disputata in questo fine settimana nel sud della Francia, valida per il campionato francese Rally.
L’equipaggio finlandese ha vinto 6 delle 12 prove speciali della gara, tutte su asfalto: per Jari-Matti è la prima vittoria in un rally dal percorso totalmente asfaltato, ancora più importante perché colta rimanendo in testa dalla prima all’ultima delle speciali, per una distanza complessiva di 232,52 km.
L’avversario più tenace per l’equipaggio di punta della Fiesta RS WRC è stato l’eclettico pilota francese Stéphane Sarrazin, secondo alla fine, davanti all’altra Fiesta RS WRC di Ott Tanak-Sikk Kuldar. Il pilota estone della Ford, alla prima gara tutta su asfalto, è riuscito a vincere anche una speciale e a conquistare un posto sul podio a dispetto di una foratura subita nella PS8.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: manifestazioni varie.........   

Tornare in alto Andare in basso
 
manifestazioni varie.........
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Plastiche varie
» come prendere parte hai tornei e le varie classifiche
» Differenza misura manici tra le varie case costruttrici
» Domande varie su Feroza appena aquistato
» curiosita varie...

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP..... :: Archivo :: Rally 2011-
Andare verso: