Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....
Benvenuto nel forum dei motori


Per usufruire dei servizi offerti dal nostro forum, effettua il login se sei già parte del forum, in caso contrario, iscriviti alla nostra comunità, è totalmente gratuito.

Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....

Discussioni su sport motoristici, in particolare approfondimenti su Formula1 e MotoGP
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Il Rally al Motor Show di Bologna 2011

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Mer 23 Nov 2011 - 16:20

Anche per quest'anno è finita la stagione rally wrc, e come sempre ci siamo divertiti a vedere i piloti con le loro vetture darsi battaglia su ogni tipo di asfalto, con la loro guida al limite con traversi spettacolari e di tutto e di più di quanto può offrire il mondo del WRC! Però adesso che è finita la stagione come sempre ogni anno non può mancare il Motor Show di Bologna e fra le tante altre attrazioni come sempre ci sono anche i piloti Rally nuovi e vecchi, che scendono nell'Allianz Arena per darsi battaglia senza troppi conti sul campionato ma solo per il puro piacere di guidare e perchè no anche per cercare di vincere!!!


Ultima modifica di Alex il Mer 23 Nov 2011 - 16:28, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Mer 23 Nov 2011 - 16:21

Bettega Legend: le stelle del passato al Motor Show
E' questa la novità più succosa dell'intenso programma di gare della rassegna bolognese

22 novembre 2011
Appuntamento fisso nel panorama internazionale dei grandi eventi sportivi motoristici, il Motor Show di Bologna propone anche per l’edizione 2011 un programma di altissimo livello. Sul tracciato della Mobil 1 Arena, auto e moto si alterneranno negli appuntamenti esclusivi dal Salone Internazionale dell’Automobile all’insegna dell’agonismo puro.
Durante il primo fine settimana di apertura del Motor Show 2011, il 3 e 4 dicembre, il pubblico della Mobil 1 Arena “entra nel mito”. Di scena l’annuale sfida riservata ad alcuni dei protagonisti del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli ed il tradizionale saluto della Scuderia Ferrari, che si esibirà in una simulazione di pit stop.
Il programma del 3 e 4 dicembre continua con i “miti” delle due ruote, rappresentati dallo spettacolare FMX Freestyle Motocross, dallo show del Drift Battle - con i protagonisti del drifting pronti a darsi battaglia a suon di controsterzi e sbandate controllate - e dalle esibizioni del Scuola di Polizia Stunt Show. Il giorno 4 dicembre invece vedremo la “Special Race” della Porsche Carrera Cup e le vetture V8 del campionato Superstars.

Lunedì 5 dicembre la Mobil 1 Arena fa un tuffo nel passato con l’Historic Challenge e altre iniziative dedicate alle auto storiche, come il DTM Historic Trophy, mentre il 6 dicembre sarà dedicato ai più importanti trofei monomarca, tra cui Seat Ibiza Cup, Abarth 500 Cup e le Ginetta G50.

Il GT Challenge del 7 dicembre vedrà invece in azione le vetture Granturismo, che saranno accompagnate però anche da quelle dei protagonisti del Lamborghini Blancpain Super Trofeo.

Giovedì 8 dicembre il circuito dell'Area 48 si trasforma in un misto terra-asfalto, l’attenzione sarà rivolta al Bettega Legend, una competizione che coinvolgerà i piloti e le vetture che hanno preso parte al Memorial Bettega dal 1985 in poi.

Gli organizzatori del Motor Show 2011 sono riusciti nell'impresa di richiamare cinque grandi nomi del rallismo internazionale. Campioni del Mondo come Miki Biasion e Juha Kankkunen, saranno affiancati da Markku Alen che vinse la Coppa FIA Piloti 1978 (prima che si istituisse il Mondiale Conduttori… nel ’79), oltre che da François Delecour e Armin Schwarz.
Gli assi che animeranno il Bettega Legend Show sono tutti ex piloti ufficiali di Case prestigiose come Audi, Fiat, Ford, Lancia, Subaru, Toyota, e molti di loro hanno calcato più volte i tracciati rallistici creati all’interno di BolognaFiere. Rivederli in azione tutti insieme e in un’ambientazione molto speciale come il Motor Show è perciò un’occasione più unica che rara.

Dal 9 dicembre spazio al WRC Italia, senza dimenticare poi il Trofeo Super N, mentre il 10 e 11 dicembre andrà in scena la sfida delle S2000.

Il weekend del 10 e 11 dicembre sarà infine dedicato interamente al Garnier Fructis Memorial Bettega in cui si vedranno come di consueto in azione diversi assi internazionali della specialità, ma non solo.
(omnicorse.it)


Ultima modifica di Alex il Mer 23 Nov 2011 - 16:36, modificato 5 volte
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Mer 23 Nov 2011 - 16:31

Motor Show: Dovizioso e Cairoli al Memorial Bettega!
I grandi favoriti però sono senza dubbio Petter Solberg, Latvala e Meeke

22 novembre 2011
Come ogni anno, l'evento più atteso del Motor Show di Bologna è sempre il Memorial Bettega, la gara che vede sfidarsi sul tracciato della Mobil 1 Arena alcuni tra i migliori rallisti del panorama mondiale, affiancati però spesso da campioni provenienti da altre discipline, spesso del mondo delle due ruote.
Anche quest'anno gli organizzatori della rassegna bolognese sono riusciti a fare grandi cose, attirando nomi di grande spessore, che oltretutto rappresenteranno tutte le case impegnate nel Mondiale Rally.
Dopo il successo ottenuto lo scorso anno nel Bettega Night Sprint, la sfida nottura che tradizionalmente va in scena nell'ultimo sabato del Motor Show, Petter Solberg proverà ad andare a caccia del successo anche nel Bettega vero e proprio. Un'affermazione che nel 2010 gli è sfuggita solamente nella finale che lo ha visto opposto a Sebastien Ogier. Il norvegese sarà ovviamente al volante della sua Citroen DS3 WRC.
Negli ultimi due anni la Ford si era presentata all'Area 48 puntando su Mikko Hirvonen. Il finlandese ha anche ripagato questa fiducia ottenendo la vittoria nell'edizione 2009, ma pochi giorni fa ha annunciato il suo passaggio alla Citroen, sarà il britannico Kris Meeke, fresco della sua gara più convincente nella serie iridata. In Galles, infatti, l'ex campione quindi quest'anno non sarà della partita. La M-Sport affiderà dunque la sua Ford Fiesta RS WRC all'altro pilota ufficiale, Jari-Matti Latvala, vincitore dell'ultima prova del Mondiale disputata in Galles.
La grande novità di quest'anno è rappresentata dall'arrivo della Mini John Cooper Works WRC. A portarla in gara ci dell'IRC ha sfiorato il podio, piazzandosi al quarto posto. C'è da scommettere quindi che proverà ad essere tra i grandi protagonisti delle due ruote.
Come detto, sul piazzale dell'Area 48 però non si sfidano solo i grandi specialisti dei rally, ma anche degli outsider. Quest'anno toccherà ad Andrea Dovizioso e Tony Cairoli difendere l'onore del mondo delle due ruote, ma è chiaro che per loro sarà molto importante spuntarla nel loro "derby" privato. Il duello poi sarà anche tra case concorrenti, visto che il pilota della MotoGp guiderà una Ford, mentre il pluricampione di motocross sarà su una Citroen.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Gio 24 Nov 2011 - 17:40

Pirelli al Motor Show con la WRC Academy
Inoltre il marchio italiano sarà presente nel Ferrari Challenge e nel Bettega Legend Show

23 novembre 2011
Dalle piste di tutto il mondo alla vetrina internazionale del Motor Show di Bologna: il racing targato Pirelli approda alla 36° edizione del Motor Show con un calendario denso di appuntamenti. Rally, campionati monomarca e competizioni storiche che raccontano il profondo legame che da sempre lega Pirelli e sport motoristici.
Evento principe sarà il Pirelli Star Driver Challenge: la competizione rally in programma l’8 dicembre riservata a sei talenti emergenti della scena rallistica internazionale, scelti dalla filiera di giovani piloti che ogni anno Pirelli sponsorizza attraverso le serie cadette e i campionati nazionali.
Alla competizione partecipano i piloti scelti da Pirelli per la stagione inaugurale della FIA WRC Academy, serie cadetta del mondiale rally di cui il gruppo è fornitore unico. Oltre all’italiano Andrea Crugnola (22 anni), classificatosi 6° nella stagione 2011 dell’Academy, saranno presenti l’australiano Brendan Reeves (23), il ceco Jan Cerny (21) e lo svedese Fredrik Ahlin (20), rispettivamente 5°, 7°e 10°della graduatoria finale. A questi si aggiungono il finlandese Jukka Korhonen (27) ed il gallese Elfyn Evans (22), entrambi finalisti della selezione Pirelli UK Star Driver per il British Rally Championship, di cui Pirelli è fornitore esclusivo. In particolare, Korhonen entrerà nel programma l’anno prossimo mentre Evans ha corso nella stagione 2011 concludendo il campionato al secondo posto.
“Dare opportunità alle nuove promesse del motorsport è sempre stato un elemento portante della filosofia sportiva di Pirelli che anche quest'anno ha sostenuto la carriera di molti giovani piloti in diverse discipline automobilistiche, dalla pista al rally,” commenta Mario Isola, Racing Manager Pirelli. “Da qui nasce l’idea del Pirelli Star Driver Challenge: una sfida rally sponsorizzata da Pirelli che porta al Motor Show di Bologna il programma Pirelli Star Driver, creato nel 2008 in collaborazione con la FIA per promuovere i giovani che si impegnano con successo in questa disciplina. I sei giovani piloti rally che abbiamo selezionato per il Challenge guideranno, per l’occasione, le stesse identiche Ford Fiesta R2 utilizzate nella FIA WRC Academy 2011.”
Oltre al Pirelli Star Driver Challenge, il Motor Show 2011 ospiterà anche la tradizionale sfida del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli (3 dicembre) e il Bettega Legend Show (8 dicembre), una gara misto terra-asfalto dedicata alle auto storiche equipaggiate Pirelli. Le gomme Pirelli da rally scenderanno in pista anche venerdì 9 e sabato 10 dicembre per gommare diversi equipaggi nel Trofeo WRC Italia e nelle competizioni open riservate alle vetture della categoria del Gruppo N e Super 2000.
(omnicore.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Lun 5 Dic 2011 - 17:11

Cresce l'attesa per il Bettega Legend Show
Giovedì nella Mobil 1 Arena si sfideranno diverse leggende del Mondiale Rally

5 dicembre 2011
Motor Show e Rallylegend sono due eventi che non hanno bisogno di presentazione presso il grande pubblico degli appassionati di motorsport.
L'importante rassegna internazionale bolognese e la spettacolare gara-evento sammarinese, con splendide auto storiche e i più grandi campioni del passato, si sono incontrate con la voglia di offrire qualcosa di nuovo al pubblico e da questa collaborazione è nato il 1° Bettega Legend Show, manifestazione che aprirà ufficialmente il sempre atteso e affascinante Memorial Bettega, giunto quest’anno alle 27esima edizione.
Giovedì 8 dicembre, dunque, debutta il Bettega Legend Show e nella Mobil 1 Arena si ritroveranno a sfidarsi, in un confronto che si preannuncia ad alto tasso di adrenalina, una pattuglia di grandi nomi della storia dei rally iridati. Insieme al due volte campione del mondo rally Miki Biasion, al via con una Lancia Delta Evo colorata Magneti Marelli – Rallylegend, ci saranno Markku Alen (Toyota Celica St 205 Magneti Marelli-Rallylegend), Alex Fiorio (Lancia Delta Evo), Armin Schwarz (Toyota Celica St 185), Francois Delecour (Lancia Delta Evo), cui potrebbe aggiungersi qualche altro sfidante di rilievo. Tutti campioni che hanno lasciato una impronta indelebile nella storia del Mondiale Rally, che ancora conservano intatte le loro doti di guida e che sono pronti a dare il massimo nella ambientazione tutta speciale del Motor Show.
Il 1° Bettega Legend Show avrà inizio giovedì 8 dicembre alle ore 9.45 con le prove libere, Gara 1 è prevista per le ore 11.35, Gara 2 per le ore 14.00, quindi Semifinali alle ore 15.25, seguite dalle due Finali, per il 3° posto allee ore 17.20 e per la vittoria alle ore 17.30.
In collaborazione con Magneti Marelli sarà allestito anche uno spazio espositivo all’interno del Padiglione 36 del Motor Show, dove saranno esposte alcune preziose vetture, tra le quali la Lancia ECV, esemplare unico, e dove sarà presente uno spazio interviste con i campioni.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Gio 8 Dic 2011 - 18:06

Allenamento in vista del Bettega per Dovi e Cairoli
Ieri si sono cimentati al volante delle loro WRC in vista della gara della Mobil 1 Arena

8 dicembre 2011
Tony Cairoli e Andrea Dovizioso, atleti del team Red Bull, non intendono lasciare nulla al caso in vista della partecipazione al 27° Garnier Fructis Memorial Bettega, kermesse rallystica di chiusura del Motor Show che si svolgerà il 10 e 11 dicembre presso la Mobil 1 Arena, nella quale sfideranno alcuni tra i campioni che quest’anno hanno preso parte al FIA WRC.
Per prendere confidenza con i bolidi su asfalto e sterrato, non sfigurare al confronto di piloti più esperti e poter regalare emozioni inattese al pubblico di casa Tony e Dovi si sono ritagliati una giornata di allenamento sulle potenti vetture da rally che utilizzeranno in gara nel fine settimana.
I due centauri italiani saranno protagonisti anche in altre occasioni del Motor Show: in particolare però sabato 10 dicembre alle ore 16 Tony e Dovi animeranno una videochat congiunta realizzata nello stand Red Bull (pad. 36, stand 34/40) e trasmessa live sul sito www.redbull.it.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Gio 8 Dic 2011 - 18:14

Markku Alen detta legge nel Bettega Legend
Il finlandese e Miki Biasion hanno regalato una finale entusiasmante. Terzo posto per Fiorio

8 dicembre 2011
Da quando lui ha smesso il Mondiale Rally è diventato quasi maggiorenne, ma a vederlo all'opera oggi alla Mobil 1 Arena non si direbbe proprio. A 60 anni suonati Markku Alen si è imposto nel suggestivo Bettega Legend Show, dando ancora una volta un saggio del suo proverbiale "Maximum Attack".
Al volante di una vecchia Toyota Celica il pilota finlandese ha piegato la concorrenza di altri campioni del passato del calibro di Miki Biasion, Alex Fiorio, Francois Delecour, Armin Schwarz e Harri Toivonen. A contendergli il gradino più alto del podio è stato il due volte iridato Biasion, che sulla sua cara Lancia Delta si è guadagnato l'accesso alla finalissima.
Il pilota veneto le ha provate veramente tutte per provare a battere Alen, ma oggi il finlandese era troppo carico e lo ha dimostrato proprio nella prima manche della finale per il 1° e 2° posto, nella quale è riuscito a sfoderare il miglior giro di giornata in 48"82, abbassando l'ottimo 48"88 che aveva ottenuto nelle qualificazioni. Più tirata invece la seconda manche, ma anche qui è stato il pilota nordico ad avere la meglio, vincendo la sfida per 2-0.
E dire che nella semifinale aveva anche sentito un piccolo brivido, quando esagerando su un salto aveva danneggiato il radiatore della sua Celica. Fortunatamente per lui però anche il suo rivale Delecour ha accusato qualche problema alla sua Delta, lasciandogli via libera. Inoltre il lasso di tempo che divideva questa sfida dalla finale ha dato ai suoi meccanici la possibilità di aggiustare la sua vettura.
Sul gradino più basso del podio è salito un altro ex campione del mondo, ma in questo caso del Gruppo N, come Fiorio. Il pilota italiano ha battuto 2-0 Delecour, ma subito dopo la gara ha ammesso di essere un po' dispiaciuto per la semifinale persa contro Biasion: la sua Delta ha accusato un leggero problema al cambio che gli ha impedito di giocarsela fino in fondo.
Eliminati dopo i gironi di qualificazione invece Armin Schwarz ed Harri Toivonen. Quest'ultimo ha pagato a caro prezzo l'assetto troppo morbido della sua Lancia Delta, atterrando violentemente con il muso subito dopo il salto e danneggiando in maniera piuttosto vistosa la parte anteriore.
Sul podio ha regalato una battuta simpatica Miki Biasion, mettendo in guardia le giovani leve: "Oggi i piloti in pensione hanno dimostrato di saperci ancora fare, quindi i giovani devono fare attenzione...". Una minaccia che può ben comprendere chi li ha visti in azione oggi al Motor Show!

Motor Show - Bettega Legend - Classifica finale
1 2 ALEN M. FIN Autorlando Toyota Celica ST205
2 1 BIASION M. ITA Delta Parts Lancia Delta Evo
3 4 FIORIO A. ITA Nordwest Motorsport Lancia Delta Evo
4 3 DELECOUR F. FRA Finnicorse Motorsport Lancia Delta Evo
5 TOIVONEN H. FIN Brunoracing Lancia Delta Int. 8V Elim. Qualif.
6 SCHWARZ A. GER Corradin Toyota Celica ST185 Elim. Qualif.
(omnicorse.it
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Gio 8 Dic 2011 - 20:27

Biasion: "La CSAI non aiuta i giovani ad emergere"
Al Motor Show il due volte iridato ha parlato anche della sua prossima avventura alla Dakar

8 dicembre 2011
Miki Biasion è stato tra i piloti che oggi hanno animato la Mobil 1 Arena del Motor Show con lo straordinario spettacolo offerto dal Bettega Legend. Il due volte campione del mondo di rally però è anche salito sul palco allestito dalla Gazzetta dello Sport al padiglione 36, dove ha risposto alle domande del pubblico presente.

La conferenza è stata pochi minuti dopo le sue prime tornate sull'Area 48. Dunque, non poteva cominciare differentemente che con le sue prime impressioni: "E' sempre bello poter tornare al Motor Show, poi lo è ancora di più poterlo fare al volante della Lancia Delta con cui ho vinto i miei Mondiali e facendo quindi rivivere l'emozione delle sfide degli anni '80 a tutto il pubblico presente. Io ho un po' di ruggine addosso, ma la Delta la conosco bene e dopo pochi giri ha iniziato subito a ridarmi le belle sensazioni di un tempo. Fisicamente si fa un po' fatica, ma fortunatamente facciamo pochi giri...Scherzi a parte, sono abbastanza preparato perchè un mese fa ho corso il Rally del Marocco con il camion con cui andrò a fare la Dakar".

Miki poi ha iniziato a raccontare la sua prossima avventura: la Dakar 2012 con il camion dell'Iveco: "Quest'anno parteciperò alla Dakar con un camion Iveco e per me sarà la nona esperienza in questa gara, quindi non è un esordio. E' una gara che amo fare, anche ora che si è trasferita in Sudamerica. Avrò un camion molto competitivo, con oltre 1.000 cavalli di potenza, quindi sarà una grande avventura e credo che ci siano le basi per fare un grande risultato. E' la gara più faticosa al mondo, con 15.000 chilometri di fuoristrada, con un camion di circa 90 quintali, quindi bisogna prepararsi al meglio dal punto di vista fisico".

Anche se può non sembrare, Biasion ha garantito che il suo Iveco è un mezzo piuttosto divertente: "I camion fino a qualche anno fa erano dei mezzi derivati dalla serie. Ora, come in tutti gli sport motoristici, anche alla Dakar avremo dei camion che sono praticamente dei prototipi. Avremo un motore centrale con un potenza di 1.000 cavalli e una coppia esorbitante. A livello di guida è molto simile ad un fuoristrada e devo dire che in Marocco i nostri tempi si sono avvicinati molto a quelli delle macchine. Non a caso, sono riuscito ad arrivare quinto assoluto. Sicuramente il camion è un mezzo un po' più lento nelle reazioni e non è veloce nei cambi di direzione perchè c'è sempre una massa molto pesante da spostare, ma nei tratti con più buche forse è addirittura più competitivo delle auto".

Miki ha poi spiegato come è composto un tipico equipaggio: "In camion c'è il pilota, poi c'è il navigatore che ha un'importanza ancora più fondamentale che nei rally: ci sono dei punti in cui è obbligatorio transitare, quindi sta a lui disegnare il percorso migliore per raggiungerli. Poi c'è un meccanico che invece controlla che tutto sia in ordine, a partire dalle pressioni delle gomme che sono fondamentali in gare come queste.

Anche la preparazione fisica è un aspetto molto importante per una gara come la Dakar: "Indubbiamente, soprattutto con un camion, lo sforzo fisico è molto grande perchè la cabina di guida è proprio sopra all'asse anteriore, quindi tutte le buche corrispondono ad un grosso colpo verticale. Per questo bisogna lavorare molto sugli addominali e sui muscoli dorsali. Poi logicamente anche le braccia vanno rinforzate, anche se il servosterzo è molto efficace. Sei sempre con il cambio in mano perchè il camion ha ben 16 marce, quindi bisogna rinforzare particolarmente la spalla destra. La cosa più importante comunque è avere una buona preparazione generale per sopperire alla stanchezza, perchè quando si è troppo stanchi si è meno lucidi e c'è un rischio maggiore di commettere degli errori".

Anche per quanto riguarda la sicurezza dei piloti, la situazione è molto migliorata: "A livello di sicurezza sono stati fatti dei passi da giganti. Siamo tutti controllati con il satellite, inoltre ogni tot numero di macchine c'è un elicottero in volo, un'ambulanza e un'equipe medica. Da questo punto di vista ci sono stati dei passi in avanti enormi. Correre, e farlo nel deserto, in ogni caso è sempre pericoloso, anche se uno cerca di non pensarci e fare la sua gara".

Superato l'argomento Dakar, si è entrati in temi più rallistici, con un confronto tra i piloti di Formula 1 e quelli del Mondiale Rally: "Sia i piloti di rally che quelli di Formula 1 sono dei fuoriclasse, perchè altrimenti non si arriva a correre a certi livelli. Sicuramente in Formula 1 il pilota deve essere molto più perfezionista, adattando molto la vettura e spiegandone i difetti ai tecnici per poterla migliorare. Nei rally il pilota improvvisa molto di più, perchè non percorri sempre lo stesso giro, ma ogni curva è sempre nuova. Figurarsi poi in una gara come la Dakar. Il pilota di rally deve adattarsi molto di più alle varie situazioni, mentre in pista uno sa già a cosa va incontro. Solitamente però si adattano più velocemente i rallisti alla pista che non viceversa e Raikkonen probabilmente ne è un esempio lampante. Io ovviamente, avendo fatto parte della categoria, faccio il tifo per i rallisti".

Inevitabile quindi una battuta sulle difficoltà evidenziate quest'anno da Kimi Raikkonen: "Soprattutto oggi, che nei rally si può provare molto meno rispetto al passato, un rallista deve essere molto abituato a guidare con le note. Devi veramente prendere quello che ti dice il navigatore come se fosse un Vangelo e fidarti di lui. Per uno che è abituato a fare centinaia di giri su un circuito, non è una cosa così automatica e credo che questa sia stata la sua difficoltà principale. Io infatti credo che se mettiamo Raikkonen su un circuito sterrato, dopo pochi giri anche lui riuscirà ad andare forte quanto gli altri colleghi rallisti".

Così come inevitabile è una tiratina d'orecchio alla Federazione, che secondo lui non si impegna abbastanza per promuovere i piloti di casa nostra: "In Italia di piloti che vanno forte ce ne sono moltissimi. Il problema alla base non credo che sia uno scarso interesse, ma una gestione sbagliata dei regolamenti e della politica sportiva da parte della federazione, che non aiuta i giovani ad emergere. Poi manca anche un po' il sogno nel cassetto: fino a quando c'era un costruttore italiano nel Mondiale come la Fiat o la Lancia, un ragazzo poteva anche pensare di investire dei soldi per diventare un pilota professionista per un team ufficiale. Oggi però questa possibilità non c'è più perchè l'unica casa impegnata in maniera veramente ufficiale è la Citroen ed ha già i suoi piloti, così come la Ford. Questo porta anche i ragazzi a pensarci un po' di più prima di investire molti soldi".

Senza voler peccare di lesa maestà nei confronti di Sebastien Loeb, Miki poi si è detto piuttosto convinto del fatto che ai suoi tempi fosse molto più dura vincere un Mondiale: "Ci sono stati dei periodi nei quali il livello dei piloti è stato altissimo. Oggi Loeb porta a casa i Mondiali vincendo anche 15 gare su 16, ma ai miei tempi bastavano anche un paio di successi perchè la torta veniva spartita molto di più. C'erano tanti piloti che cercavano di vincere una gara, inoltre c'erano gli specialisti delle singole gare che venivano ingaggiati dalle case ufficiali. Vincere, quindi, non era assolutamente facile. Se devo fare dei nomi, posso dire Toivonen, che purtroppo ha avuto un incidente mortale in Corsica quando era all'apice, ma la mia spina nel fianco era senza dubbio Juha Kankkunen. Ma poi devo citare anche Markku Alen: eravamo sempre noi che ci giocavamo i Mondiali".

Infine, una battuta sulle superstizioni: "Non sono mai stato superstizioso, ho solo una mia routine. Ma non faccio gli scongiuri e non mi tengo in tasca dei portafortuna. Io credo che è una cosa che forse mi ha aiutato perchè non mi sono mai fatto condizionare dagli eventi. Se mi attraversa la strada un gatto nero, è lui che deve ritenersi fortunato se non lo metto sotto".
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Ven 9 Dic 2011 - 15:57

Dovizioso: "Che onore correre il Bettega!"
Il pilota di MotoGp non si sbilancia sull'obiettivo: vuole solo divertirsi con la sua Ford Fiesta WRC

9 dicembre 2011
Con le prove libere del tardo pomeriggio di oggi, il Memorial Bettega 2011 entra nel vivo. Uno dei personaggi più attesi sulla Mobil 1 Arena è senza ombra di dubbio Andrea Dovizioso, che farà il suo debutto al volante della Ford Fiesta RS WRC.
Una volta arrivato al Motor Show di Bologna, il centauro della MotoGp ha ammesso di essere attirato tantissimo dai rally e sembra impaziente di scendere in pista nell'Area 48: "Forse è lo sport che ti trasmette più adrenalina di tutti, anche delle moto. Aver la possibilità di poter guidare questa macchina ufficiale quindi è un vero onore e spero che possa anche essere un bel divertimento. Secondo me il rally non può non piacere: con i traversi ti trasmette davvero tanta adrenalina. Poi per uno come me che corre in pista, abituato solo a cercare di andare forte e basta, questa è una filosofia un po' diversa perchè devi spingere al limite derapando: questo credo che sia il massimo, soprattutto con queste macchine".
Questa non sarà la prima esperienza rallistica per il pilota romagnolo, che ha già partecipato al Monza Rally Show con una Peugeot 207 S2000: "Monza è stata una bella esperienza. E' stata la mia prima esperienza con i rally. Lì ho corso con una Super 2000 e dopo aver provato la WRC devo dire che è più difficile. Però è stata una bella avventura, con nove prove speciali spalmate in quattro giorni. Ho fatto esperienza proprio gareggiando, anche se sono stato un po' sfortunato perchè ho perso almeno quattro minuti per un problema al motoe su unaprova ed una foratura su un'altra. In ogni caso ho avuto la possibilità di confrontarmi con i veri rallisti come Andreucci, e alla fine prendere 7" in 10 km da un campione come lui non è male".
A Bologna però il Dovi si aspetta una prova più difficile, quindi non vuole fissare obiettivi troppo ambiziosi: "Mi sembra di capire che qui è molto diverso rispetto a Monza. Là è proprio pista, qui invece bisogna confrontarsi con la terra e l'asfalto sporco, quindi devi guidare di traverso, da vero rallista. Io purtroppo in questo non mi sono potuto allenare molto, quindi la vedo un po' dura. L'obiettivo quindi è fare qualche traverso, ma soprattutto divertirsi".
Il nuovo pilota della Yamaha nella classe regina non crede che la sua esperienza con le moto da cross gli potrà essere utile: "Non credo che mi aiuterà più di tanto. Quello che serve di più è avere un'idea delle linee da seguire. A Monza me la sono cavata abbastanza bene perchè conoscevo già le traiettorie da seguire e dovevo solo adattarmi alla vettura. Qui invece sarà più difficile perchè è tutto nuovo".
Restando in tema quattro ruote, ma passando alla Formula 1, Andrea ha anche raccontato la sua esperienza al simulatore della Red Bull a Milton Keynes: "Mi è piaciuto, ma è veramente difficilissimo. Portare al limite una monoposto di Formula 1, anche solo su un simulatore, che comunque è molto simile, è fondamentale avere già delle basi importanti a livello di guida in pista su quattro ruote. Normalmente un pilota talentuoso di rally piuttosto che di MotoGp se la cava un po' con tutto, ma non con una Formula 1. Se non hai una base di corsea ruote scoperte alle spalle, l'approccio è molto complicato. Magari con il tempo ci possiamo arrivare anche noi, però appena parti ti giri in testacoda con niente, inoltre ti mancano tutti gli automatismi".
Nel suo cuore però non c'è alcun dubbio: i rally hanno la meglio. "Il rally mi affascina molto di più. La tecnologia che c'è in Formula 1 è imbarazzante, e questo sicuramente è un aspetto che la rende interessante, ma è talmente attaccata a terra che non riesce a darmi le stesse emozioni del rally, che trovo molto più adrenalinico. Poi è logico che le velocità e i tempi di reazione di una Formula 1 sono un'altra cosa, ma io preferisco i rally".
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Ven 9 Dic 2011 - 20:32

Memorial Bettega: Kris Meeke il piu' veloce nelle libere
Bastano due giri al britannico per scavalcare Latvala

9 dicembre 2011
Bastano due soli giri a Kris Meeke per saltare in cima alla classifica dei tempi del primo turno di prove libere del Memorial Bettega.
Il pilota ufficiale della Mini John Cooper Works WRC ha passato quasi tutti i 15 minuti di prove a disposizione a fare regolazioni ai box, facendo due soli passaggi a inizio e meta' sessione. Poi, e' entrato con "fare bellicoso" a un solo minuto dalla fine e ha ottenuto prima 48"0 e infine 47"1 sotto la bandiera a scacchi, quanto bastava per battere il 47"4 che aveva consegnato il primo posto provvisorio a Jari-Matti Latvala e la sua Ford Fiesta WRC.
I primi a scendere in pista sono stati Latvala, Andrea Navarra con la Mini con cui ha corso quest'anno nel TRT e Tony Cairoli, con la Citroen DS3 ufficiale. "Missing in action"Petter Solberg, non ancora arrivato al Motor Show e che quindi ha perso la possibilità di testare la vettura prima di domani, quandosi comincerà a fare sul serio.
L'asso del motocross si dedica a fare molti giri, giustamente per prendere confidenza con la vettura. Migliora il suo tempo praticamente ogni giro, ma alla fine sarà l'unico a non riuscire a scendere sotto i 50", staccato di 1"4 dal più vicino avversario. Per lui una sosta dopo 8 tornate ed il rientro in pista a circa 4' dalla fine.
Navarra ha passato gran parte della sessione ai box dopo aver completato un primo giro cronometrato. Poi nel finale ha nettamente migliorato ed e' tornato dal suo team a 3' dal termine,rimanendoci fino allo scadere del tempo.
Più uniforme invece la sessione di Latvala,col finlandese che ha sempre fatto un giro cronometrato e da seguire il rientro al box per le regolazioni.
Nel secondo gruppo invece si sono visti all'opera Meeke, Andrea Dovizioso con la Ford Fiesta WRC usata da Valentino Rossi due settimane fa al Monza Rally Show, Luca Pedersoli con la Citroen DS3 WRC e Piero Longhi con la Mini John Cooper Works WRC con cui lo si e' visto all'opera nella gara spettacolo brianzola.
Meeke e' entrato assieme agli altri tre protagonisti, per poi rientrare in pitlane senza completare nemmeno il primo giro. Dopo circa 7' minuti nuovamente la stessa procedura. Infine a 1' dalla fine finalmente il primo riscontro cronometrico a sei decimi dal tempo di Latvala, poi il tempone che gli ha dato la prima posizione.
Pedersoli e' entrato subito cattivo, facendo segnare un ottimo 48"8, poi e' sceso a 48"5 e si e' fermato a 5"33 ai box.
Dovizioso, che oggi pomeriggio in Sala Stampa si era detto onorato di poter prendere parte al Memorial Bettega, ha nettamente vinto la sfida con l'altro centauro, staccandolo di 1"8. Probabilmente lo ha aiutato molto il fatto che ha cercato di girare sempre molto vicino a Pedersoli e Longhi, in modo da poter imparare dai due più esperti avversari le linee migliori da tenere. Su questo la malizia del pistaiolo ha decisamente aiutato.
"Dovi" ha migliorato costantemente, soprattutto dopo la sosta quando ha subito tolto mezzo secondo e poi ha migliorato ancora arrivando fino al 48"273 finale.
Piero Longhi ha fatto segnare il suo miglior già nei primi passaggi, poi ha girato piu alto, probabilmente facendo delle prove.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Dom 11 Dic 2011 - 11:29

Dovizioso si qualifica per il Bettega Night Sprint
Se la dovra' vedere con i mostri sacri Latvala, Solberg e Meeke

10 dicembre 2011
I gironi di qualificazioni hanno dato il loro verdetto: saranno Petter Solberg, Kris Meeke, Jari-Matti Latvala e Andrea Dovizioso (in ordine di miglior giro) a sfidarsi nel Memorial Bettega Night Sprint, l'affascinante sfida nella notte del Motor Show.
Nel Girone Rosso e' finita in pareggio tra Solberg e Latvala, una vittoria a testa nel confronto diretto e tutti successi contro Andrea Navarra e Tony Cairoli. A far prevalere il norvegese e' stato il giro più veloce (46"07 contro 46"52).
Nel Girone Verde invece dominio di Meeke, che con la sua Mini John Cooper Works WRC ha messo in riga Dovizioso, Pedersoli e Longhi. La sorpresa e' stata la qualificazione del pilota MotoGp, che ha dichiarato di essere venuto a Bologna solo per divertirsi e che ha invece messo in mostra un'ottima capacita di adattamento ad un tipo di gara cosi' diversa a quella cui e' abituato. Per lui successi netti sia contro "Pierino" (1"8 ed 1"7 i distacchi nelle due manche) che col "Pede" (1'3 ed 1"6) e adesso deve prepararsi per la sfida con Petter Solberg. Non sara' per nulla facile essere la pecora nella tana dei tre lupi del Mondiale, ma ha le carte in regola per non fare la figura dell'agnello sacrificale.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Dom 11 Dic 2011 - 11:31

Meeke e la Mini padroni del Bettega Night Sprint
Piegato 2-0 il campione in carica Solberg nella finalissima. Un super "Dovi" sfiora il podio

10 dicembre 2011
Era quasi un esordiente, perchè aveva partecipato solo all'edizione del 2008 con una Citroen Xsara WRC privata, ma oggi Kris Meeke è stato l'assoluto dominatore del prima giornata del Memorial Bettega, conquistando anche il successo nel Bettega Night Sprint.
Una vittoria dal peso specifico molto importante perchè è la prima della Mini John Cooper Works WRC in una gara che la vedeva opposta ad alcuni tra i rivali più blasonati del panorama del Mondiale Rally. Il pilota britannico ha immediatamente trovato un grande feeling con la pista della Mobil 1 Arena del Motor Show, uscendo vincitore da ogni singola sfida che lo ha visto protagonista oggi.
Dopo aver chiuso il girone di qualificazione con un percorso netto, nella semifinale del Night Sprint ha trovato sulla sua strada Jari-Matti Latvala, ma si è sbarazzato anche del pilota ufficiale della Ford con un secco 2-0. Va detto però che il finlandese è riuscito tutto sommato a limitare i danni, mantenendo i suoi distacchi nell'ordine del mezzo secondo.
Nella finalissima invece se l'è dovuta vedere con il vincitore della passata edizione del Night Sprint, ovvero il norvegese Petter Solberg. Anche in questo caso però Meeke non ha avuto il benchè minimo timore reverenziale, sconfiggendo 2-0 il portacolori della Citroen e questa volta in maniera perentoria, con distacchi superiori al secondo in entrambe le manche, accumulati quasi per intero nel corso della prima tornata.
"Avevo già corso qui nel 2008, ma tornare da pilota ufficiale della Mini ha tutto un altro sapore. Poi vincere davanti a questi colleghi che sono tra i migliori al mondo, come Petter Solberg, Jari-Matti Latvala, ma anche Andrea Dovizioso, che è andato davvero molto forte, è stata davvero una grande soddisfazione" ha detto il vincitore una volta sceso dal podio.
E Dovizioso ha senza dubbio meritato la citazione di Meeke, perchè oggi pomeriggio con la sua Ford Fiesta RS WRC ha dimostrato di potersela giocare anche con dei mostri sacri del mondo dei rally come i tre piloti che sono saliti sul podio. Dopo aver subito una sconfitta per 2-0 nella semifinale con Solberg, infatti, il pilota romagnolo ha rischiato seriamente di riuscire ad estromettere dal terzetto di testa Jari-Matti Latvala.
Il "Dovi" ha chiuso la finalina con il compagno di squadra sull'1-1, ma si è dovuto inchinare al pilota nordico, che aveva fatto meglio di lui solo per quanto riguarda il giro veloce. Ovviamente c'è stato un pizzico di rammarico, ma lottare alla pari con il vincitore dell'ultima prova del Mondiale è sicuramente tanta roba per uno che era al debutto assoluto in gara su una WRC.
"Sinceramente sono sorpreso anche io per quanto sono riuscito a rimanere vicino a loro" ha detto Andrea ai piedi del podio, indicando i primi tre. "In ogni caso mi sono divertito molto e domani spero di batterli. Girare con i fari accesi è stato bellissimo, poi tutto questo pubblico ha creato una grande atmosfera".
"Dovipower" si è anche meritato i complimenti di Solberg, che ha lanciato un paragone irriverente: "Questo ragazzo è meglio di Valentino Rossi sulle macchine da rally". Una provocazione che sicuramente farà discutere, ma cui Andrea proverà sicuramente a dare conferma nella giornata di domani.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Dom 11 Dic 2011 - 11:32

Solberg: "Dovizioso rallista migliore di Valentino!"
Il norvegese, campione del mondo rally 2003, sul podio del Bettega Night Sprint accende la miccia...

10 dicembre 2011
Petter Solberg ha acceso la miccia con una battuta sul podio del Bettega Night Sprint: "Questo ragazzo è molto meglio di Valentino nei rally!". Il norvegese, campione del mondo WRC nel 2003, non credeva che facendo un complimento ad Andrea Dovizioso avrebbe scatenato una accesa discussione fra i tifosi del Dottore anche al di fuori dell'ambito della MotoGp.
Dovizioso si è mostrato subito a suo agio sulla Ford Fiesta RS della M-Sport e ha messo fuori gioco due specialisti come Longhi e Pedersoli e ha reso dura la vita a Petter Solberg nella semifinale, prima di cedere con l'onore delle armi anche a Jari-Matti Latvala, il finlandese che ha corso tutto il mondiale WRC con la Ford ufficiale.
La dichiarazione di Solberg è destinata ad accendere un polverone, perché i risultati di Valentino Rossi sulle quattro ruote sono stati oggettivamente migliori: il Dottore, infatti, ha vinto il Monza Rally Show due volte nel 2006 e 2007, conseguendo due secondi posti nel 2008 e quest'anno, mentre al Memorial Bettega Night Sprint ha conquistato un secondo posto nel 2005 dietro a Gigi Galli.
Chi fra i due motociclisti italiani è in grado di andare più forte? Ci vorrebbe una sfida diretta per sancirlo. Sta di fatto che la presenza sempre più competitiva dei campioni delle due ruote in eventi come il Monza Rally Show e il Memorial Bettega agita gli specialisti della categoria.
Nessuno ne parla in termini ufficiali, ma sono in molti a sostenere che si chiuda un... occhio perché i rider possano essere competitivi in questi eventi spettacolo.
Ai rallysti puri non era andato giù che nella speciale di apertura di Monza Valentino, ma anche i fratelli Brivio e Uccio avessero staccato dei tempi monstre. Tempi che poi non sono più riusciti a ripetere perché qualcuno li avrebbe consigliati a non "esagerare".
Un fatto è certo: Sebastien Loeb di tutte quelle chiacchiere se n'è infischiato. L'otto volte campione del mondo ha alzato il ritmo di quel poco che era necessario, ogni volta che qualcuno potesse solo pensare di mettere in discussione la sua leadership.
E secondo voi chi ha ragione?

(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Dom 11 Dic 2011 - 17:48

Memorial Bettega: vince Solberg, ma "Dovi" stupisce!
Per il norvegese il primo sigillo al Motor Show è arrivato dopo un 3-2 tiratissimo con il centauro

11 dicembre 2011
Petter Solberg è finalmente riuscito a fare suo il Memorial Bettega del Motor Show di Bologna. Il norvegese inseguiva questo successo già da qualche anno ed è riuscito a rifarsi per quello che gli era sfuggito un anno fa nella finalissima contro Sebastien Ogier.
Oggi sulla sua strada invece ha trovato la grande rivelazione dell'edizione 2011, ovvero il centauro Andrea Dovizioso, che contro ogni pronostico ha centrato la finale, contendendo il successo al pilota norvegese fino alla "bella": per vincere la sfida che metteva in palio il gradino più alto del podio, infatti, bisognava ottenere tre vittorie di manche e non era più il giro veloce a fare da discriminante in caso di pareggio.
Dopo quattro manche tiratissime, che avevano visto due vittorie a testa per i contendenti (con anche una toccata contro le protezioni del pilota nordico), nella quinta sfida sembrava tutto fatto per Solberg, che aveva tagliato il traguardo del primo giro con oltre 1" di margine su "Dovi", quando una foratura sulla sua Citroen DS3 WRC ha rimesso tutto in discussione: bandiera rossa e manche da rifare.
Alla ripartenza però l'ex campione del mondo è stato più freddo del pilota di MotoGp e lo ha nuovamente staccato di oltre un secondo nel primo giro, riuscendo a poi a limitare i danni nella tornata successiva e andando a centrare una meritata vittoria, che è molto significativa anche per un altro motivo: sul podio Solberg ha annunciato che questa era la sua ultima gara con i colori della Citroen.
Bisogna anche dire che Petter ieri ci aveva visto lungo quando aveva detto che Dovizioso aveva dimostrato di avere del talento, anche se forse oggi non si sarebbe aspettato di doversi giocare la vittoria contro di lui.
Del resto, nessuno avrebbe potuto immaginare che il pilota romagnolo sarebbe stato in grado di eliminare Jari-Matti Latvala in un derby tutto Ford che valeva l'accesso alla finale. Nella prima manche il centauro ha staccato addirittura di oltre un secondo il finlandese, che poi si è rifatto nella seconda, arrendendosi però in virtù di un peggior giro veloce.
Stessa sorte che gli è capitata nella "finalina" per il terzo posto, nella quale si è inchinato al vincitore del Bettega Night Sprint, Kris Meeke, che a sua volta era stato eliminato allo stesso modo da Solberg nella semifinale. Nella prima manche è stato il pilota della Mini ad avere la meglio, venendo poi sconfitto in quella successiva. Un giro in 45"82 però ha fatto la differenza a favore del britannico.
Eliminati tutti dopo i gironi eliminatori invece Luca Pedersoli, Tony Cairoli, Andrea Navarra e Piero Longhi. Quello che è uscito con le ossa meno rotte è stato il campione del Trofeo Rally Terra, vincitore di tutte le sfide con Longhi, che quindi ha abbandonato senza riuscire ad imporsi in neppure una manche.
Bilancio in pareggio invece tra Cairoli e Navarra, che si sono portati a casa una sfida a testa. L'iridato di Motocross non è riuscito a brillare come Dovizioso, ma almeno nel finale è riuscito a mostrare una crescita importante, arrivando a circa 1"5 dai tempi dei primi.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Dom 11 Dic 2011 - 19:56

Dovizioso: "Soddisfatto, ma i rally sono un'altra cosa"
Il pilota di MotoGp è stupito da quello che è riuscito a fare al Bettega, ma non si monta la testa

11 dicembre 2011
Ieri si era detto stupito del quarto posto ottenuto nel Bettega Night Sprint, ma oggi è riuscito a fare addirittura meglio nel Bettega vero e proprio, inchinandosi solamente al vincitore Petter Solberg: stiamo ovviamente parlando di Andrea Dovizioso.
Al debutto su una Ford Fiesta RS WRC, con il solo Monza Rally Show come precedenza esperienza nei rally (corso tra le altre cose con una S2000), il pilota romagnolo è riuscito a mettere in fila due mostri sacri del Mondiale Rally come Kris Meeke e Jari-Matti Latvala. Un risultato decisamente inatteso, ma poi neanche troppo visto che ieri "Dovi" aveva ricevuto i complimenti di Solberg, che lo aveva classificato come migliore di Valentino Rossi al volante di una WRC.
"Sinceramente ero più sorpreso ieri quando ho visto che ero così vicino ai primi. Quando ho capito che non ero troppo lontano però mi sono detto: proviamoci! Mi conosco e sapevo che oggi potevo fare anche meglio: infatti, ho iniziato subito a girare sugli stessi tempi che facevano loro, a volte anche più forte" ha spiegato il pilota di MotoGp.
Sulla finale con Solberg poi ha aggiunto: "Siamo andati 2-2, poi Solberg è stato più freddo nella manche decisiva. Io ho fatto due o tre errorini e quindi mi ha battuto, ma riuscire a lottare fino alla fine è stata veramente una grande soddisfazione".
A chi gli predice già un futuro nei rally ha poi risposto: "Diciamo che penso di avere una buona sensibilità, però i rally sono un'altra cosa. Una gara di questo tipo è più simile alla pista. Sicuramente però mi piacerebbe riprovarci l'anno prossimo qui al Motor Show".
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   Mar 13 Dic 2011 - 17:57

Lo spettacolo del Memorial Bettega 2011
Ecco in un video tutta l'azione dell'area 48 del Motor Show!

In occasione del Motor Show 2011 OmniCorse.it era presente in pista nella Mobil 1 Arena. E già che eravamo lì, abbiamo piazzato una telecamerina nei punti più spettacolari del tracciato dell'Area 48.
Questo è il risultato... per la gioia di occhi ed orecchie di tutti gli appassionati!
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Il Rally al Motor Show di Bologna 2011   

Tornare in alto Andare in basso
 
Il Rally al Motor Show di Bologna 2011
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» In diretta dal Motor Show di Bologna 2011!
» Motor show 2011
» Stefano D'Aste @ Rally Expo 2012
» La prima di una lunga serie...Wranglermania.it espone al Motor Show!!!
» Tornei FIT 2011 (veterani e non) in Emilia

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP..... :: Archivo :: Rally 2011-
Andare verso: