Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....
Benvenuto nel forum dei motori


Per usufruire dei servizi offerti dal nostro forum, effettua il login se sei già parte del forum, in caso contrario, iscriviti alla nostra comunità, è totalmente gratuito.

Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....

Discussioni su sport motoristici, in particolare approfondimenti su Formula1 e MotoGP
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 News..... test.... e

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Ven 6 Mag 2011 - 13:35

Honda dice no al peso minimo moto + pilota
Suppo: "Pedrosa sta davanti grazie al suo talento, non per le sue dimensioni"

La proposta di introdurre in MotoGp un peso minimo che tenga conto sia di quello della moto che del pilota continua a far discutere. Con il passare delle settimane, infatti, sempre più personaggi dell'ambiente si stanno esponendo a favore dei "pesi piuma", spiegando che non sono necessariamente avvantaggiati rispetto ai colleghi più pesanti. Cosa che invece era stata sostenuta con vigore dai tecnici di Marco Simoncelli, obbilgato ad utilizzare mappature di motore conservative in gara per evitare di ritrovarsi senza carburante nella fase conclusiva.
Dopo tanti pareri, spesso contrastanti, dei piloti, per la prima volta oggi a prendere posizione è stata una delle Case. La Honda, tramite la figura di Livio Suppo, ha infatti fatto sapere di essere decisamente contraria a questa proposta e di avere intenzione di provare ad ostacolarla qualora dovesse diventare ufficiale.
Il punto di partenza della discussione inevitabilmente è sempre Dani Pedrosa: "Dani non è veloce grazie alla sua taglia, ma grazie al suo talento. Tra quelli delle sue dimensione è l'unico pilota che riesce a gareggiare al vertice e questo prova che a fare la differenza è il suo talento" ha spiegato Suppo a MotorCycleNews. "La Honda dirà no se verrà fatta una proposta formale in questa direzione, ma questo non ha niente a che fare con la presenza di Dani nella nostra squadra".
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Mar 10 Mag 2011 - 16:33

Rossi verso Le Mans: "Punto a guadagnare mezzo secondo"
Valentino: "Siamo ancora lontani dai primi, ma ora il lavoro ha imboccato la giusta direzione".

Valentino Rossi è ottimista sulla prossima gara, in programma nel weekend sul circuito francese di Le Mans che, per caratteristiche, potrebbe esaltare le qualità della sua Ducati. "È una pista che mi piace - ha detto il pilota a margine dell'inaugurazione di un punto Enel a Milano - non è affatto male. Ci sono delle staccate forti e di solito la nostra moto in frenata è stabile, quindi potrebbe essere una buona pista".
- OBBIETTIVO MEZZO SECONDO - Guadagnare mezzo secondo a giro nella prossima gara. Questa è la previsione, o forse la speranza, di Valentino Rossi in vista del Gran Premio di Francia. "E' un primo passo - ha spiegato il pilota - ma c'è ancora tanto da lavorare". Rossi ha evidenziato l'utilità delle ultime modifiche alla sua Ducati, in particolar modo il nuovo telaio anteriore "che ti fa guadagnare due decimi secchi e ti aiuta a guidare la moto. Lunedì nei test ho fatto molti giri, ho messo gomme performanti e devo dire che ero abbastanza stabile".
- "Dopo la gara in Portogallo abbiamo fatto i test alla moto e sono andati piuttosto bene - prosegue Rossi -. Ancora non siamo a livello dei più forti, però siamo sulla giusta strada. Dobbiamo mettere a posto ancora due o tre cose della moto - ha aggiunto - In Portogallo ho provato un po' di cose, come ad esempio un telaio anteriore diverso che andava abbastanza bene. Ora stiamo lavorando anche sulla parte posteriore".
- SCINTILLE CON STONER - Non si placano le scintille tra Casey Stoner e Valentino. Il pilota della Ducati denuncia infatti di esser stato ostacolato dal rivale negli ultimi test: "Per me è stata una cosa voluta, lui continua sulla sua linea, ma per me non è un problema".


virgiliosport
Tornare in alto Andare in basso
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Mer 11 Mag 2011 - 11:24

Un camion del team Tech 3 investe un motociclista
Nello scontro, avvenuto ad un casello autostradale, purtroppo il centauro ha perso la vita

La trasferta verso Le Mans non è cominciata nel migliore dei modi per il team Tech 3. Mentre si stava recando all'autodromo francese, uno dei camion della squadra di Hervè Poncharal è stato infatti coinvolto in un incidente in cui ha perso la vita un motociclista.
Il fatto è avvenuto nei pressi di un casello autostradale, dove l'autista del mezzo pesante ha iniziato una manovra di retromarcia per spostarsi di fila, ignaro di avere alle sue spalle lo sfortunato centauro. L'impatto è stato inevitabile e purtroppo l'autista non si è accorto immediatamente dell'accaduto, quindi ha trascinato la vittima per una decina di metri.
Inutili i soccorsi perchè, una volta arrivata sul posto l'ambulanza, i paramedici non hanno potuto fare altro che confermare il decesso, che pare sia avvenuto sul colpo. Il conducente del camion invece è stato preso in custodia dalle forze dell'ordine, con l'accusa di omicidio colposo.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Mer 11 Mag 2011 - 11:25

Rossi confida nella stabilità in staccata della Ducati
Su un tracciato "stop and go" come quello di Le Mans potrebbe essere un'arma importante

Domenica prossima il Ducati Marlboro Team affronterà il Gran Premio di Francia, quarto appuntamento stagionale, sul circuito di Le Mans, sede dell’omonima 24 Ore di automobilismo. La pista in cui corre la MotoGp tuttavia è molto più corta di quella di oltre 13 chilometri della mitica gara di endurance, della quale utilizza solo una piccola parte.
Il Bugatti viene spesso definito del tipo stop and go perché non è un tracciato molto “guidato”. Ad ogni curva segue un rettilineo, breve o lungo che sia, quindi si risolve soprattutto in grandi frenate seguite da violente accelerazioni.
In passato si è dimostrato impegnativo per la Ducati che comunque è andata due volte a podio con Capirossi, nel 2006, e con Stoner nel 2007, mentre Nicky Hayden vi ha ottenuto il suo miglior risultato proprio con la moto italiana, con il quarto posto del 2010.
Valentino Rossi vi ha conquistato tre vittorie, nel 2002, 2005 e 2008, e altri quattro podi, tutti in MotoGp, dato che quando correva in 125cc e 250cc il Gp di Francia si disputava a Le Castellet.

Valentino Rossi: “Le Mans è un circuito storico e mi piace sempre andare in questi posti di grande tradizione motoristica anche se il disegno del tracciato, così stop and go è un po’ particolare. L’atmosfera è sempre molto bella, con le tribune piene di appassionati sia sabato sia domenica. La pista non è particolarmente tecnica ma mi piace abbastanza: ci sono tanti punti dove si stacca forte e quindi poi c’è bisogno di una buona accelerazione in uscita di curva. In genere siamo competitivi in frenata quindi vedremo se sono caratteristiche che saremo in grado di interpretare bene trovando un buon set up generale. Veniamo da una sessione di test che ci hanno confermato che abbiamo cominciato ad andare nella direzione giusta e, anche se siamo ancora in una prima fase, per Le Mans speriamo di riuscire ad essere più veloci a cominciare dalle qualifiche. Stiamo lavorando tutti molto e i progressi ci sono, ma è necessario continuare a migliorare”.

Nicky Hayden: “Le Mans non è esattamente una delle mie piste migliori dato che non sono mai partito in prima fila e non ho mai fatto il podio, però l’anno scorso vi ho ottenuto il mio miglior risultato, quarto. In questo fine settimana cercheremo di sfruttare al meglio il lavoro fatto nei test di Estoril. il meteo a volte è incerto, specie in questo periodo dell’anno, ma ci adatteremo a quel che viene. Tecnicamente parlando una cosa positiva di Le Mans è che ha tanti punti di frenate violente e la nostra moto al momento è molto stabile in staccata, uno dei nostri punti di forza. Il grip dell’asfalto invece non è eccezionale ed è una cosa che probabilmente ci darà da fare. Staremo a vedere cosa ci riserva il fine settimana”.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Gio 12 Mag 2011 - 9:44

Bridgestone porta una nuova posteriore asimmetrica
Avrebbe dovuto esordire in Giappone, ma si adatta molto bene anche alle caratteristiche di Le Mans

In occasione del quarto appuntamento del Campionato del Mondo MotoGp in programma nel fine settimana sul circuito di Le Mans, Bridgestone si presenterà con un nuovo pneumatico slick asimmetrico per il posteriore.
L’opzione di mescola soft presenta un miglioramento nel composto di gomma utilizzata: gomma morbida nella spalla destra abbinata ad una mescola extra morbida sul lato sinistro, con un range operativo di temperature più ampio che la rende adatta per un maggior numero di gare.
Il Monster Energy Grand Prix de France di Le Mans vedrà il debutto per questa tipologia di pneumatico, che inizialmente doveva essere presentata in occasione del Gp del Giappone, rinviato poi ad ottobre per il terremoto che ha colpito il paese lo scorso marzo.
La superficie stradale del tracciato di Le Mans è scivolosa e richiede una mescola più morbida per generare maggiore aderenza. Il pneumatico asimmetrico al posteriore garantisce miglioramenti nella durata e nella stabilità nell’affrontare le nove curve a destra del tracciato francese, senza compromettere le performance del fianco sinistro del pneumatico nelle quattro curve a sinistra.
Il circuito francese è famoso per la presenza di una serie di pesanti punti di frenata seguiti da brusche accelerazioni. Le frenate impegnative comportano un’elevata sollecitazione della sezione centrale del pneumatico anteriore, mentre le accelerazioni in uscita di curva richiedono un buon grip sul bordo del pneumatico.
Il tracciato di Le Mans è il meno severo del calendario per i pneumatici moto e per questo motivo la Casa giapponese ha selezionato la mescola soft e media sia per l’anteriore sia per il posteriore.
Le condizioni atmosferiche sono spesso mutevoli, infatti nelle precedenti edizioni la gara è stata spesso condizionata dalla pioggia e proprio per questo motivo i piloti, per la quarta volta in questa stagione, avranno a disposizione anche pneumatici da bagnato con mescola soft.

Hirohide Hamashima: "Il circuito di Le Mans è un circuito scivoloso e presenta alcune curve lente, quindi il carico sui pneumatici in curva sarà inferiore. A causa delle basse temperature è richiesto da parte dei piloti l’utilizzo della mescola più morbida per generare maggior grip. Lo scorso inverno abbiamo sviluppato una mescola morbida completamente nuova per il pneumatico asimmetrico posteriore. E’ progettata per funzionare al meglio quando le temperature sono più fredde per garantire ai piloti un miglior feeling nelle fasi iniziali di utilizzo. Anche se i carichi laterali sono relativamente bassi, è fondamentale avere una buona stabilità in frenata, specialmente nelle curve tre e nove alla fine dei due rettilinei".
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Gio 12 Mag 2011 - 9:46

Pedrosa vuole aggiungere Le Mans al suo palmares
Lo spagnolo non ha mai vinto in Francia, così come Stoner, sul podio solo nel 2007

Il Campionato del Mondo MotoGp 2011 riprende in questo fine settimana con il quarto round sul circuito francese di Le Mans. Dopo la sua prima vittoria stagionale in Portogallo, Dani Pedrosa ha drasticamente ridotto il gap con il leader della classifica generale, Jorge Lorenzo, riducendolo a soli quattro punti. Il compagno di squadra Casey Stoner - terzo in Portogallo - è attualmente terzo, mentre Andrea Dovizioso occupa il sesto posto.

Dani Pedrosa: "È stata la prima settimana, dopo parecchio tempo, in cui mi sono sentito tranquillo e fiducioso, soprattutto dopo la gara portoghese. Nonostante l’operazione ero completamente a mio agio in sella alla moto. Messi alle spalle il weekend e i test del lunedì ero davvero a pezzi: mi sono preso tre giorni di riposo per poi riprendere la fisioterpia assistito dal mio personal trainer. Ora sono pronto a tornare in pista. A Le Mans sarà, come sempre, un weekend difficile ed impegnativo. In passato ho fatto bene qui, ma non ho ancora vinto in MotoGp. È molto simile ad Estoril, con stop and go dove Yamaha ha sempre fatto bene in passato. Dovremo essere capaci di trarre il massimo profitto dalle sessioni di libere per preparare una moto competitiva in ogni condizione possibile. Dovrò rimanere concentrato perchè la gara è lunga e non è permesso il minimo errore".

Casey Stoner: "Il terzo posto di Estoril è stato sicuramente un ottimo risultato in chiave classifica generale. A Le Mans non abbiamo mai fatto male ma ci manca un successo importante. Le sessioni del venerdì e del sabato saranno fondamentali per arrivare al set-up migliore e per far bene domenica".

Andrea Dovizioso: "Dopo le modifiche apportate nei test ufficiali, arriviamo a Le Mans decisamente più competitivi. Useremo la nuova frizione ed il set-up provati in Portogallo. Le Mans è una pista lenta, con un sacco di cambi di direzione e un po’ mi dispiace che il circuito abbia perso parte del suo fascino dopo le modifiche subite negli anni passati. Sono sempre andato bene su questa pista, lo scorso anno abbiamo disputato una grande gara chiudendo sul podio. Proveremo a ripeterci: il nostro obiettivo è la top 3 e per raggiungerla abbiamo bisogno di lavorare bene fin dal primo giorno".
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Gio 12 Mag 2011 - 9:47

Niente di grave per il ginocchio di De Puniet
I legamento sono ok, il dolore era causato da un problema di circolazione

Il quarto round del campionato del mondo della MotoGp andrà in scena questo weekend a Le Mans, nel circuito Bugatti. Un tracciato importante, poiché è stato costruito nel 1965 attorno alla pista della 24 Ore di Le Mans. La pista stretta è caratterizzata da curve particolari, che obbligano il pilota a fare brusche frenate e improvvise accelerazioni. E il Pramac Racing Team proverà a ripetere gli incoraggianti progressi visti in Portogallo.
Anche se il Team di Paolo Campinoti ha sempre avuto un rapporto difficile con questa pista, avendo ottenuto un solo podio nel 2004 quando il proprio marchio Pramac era sulle carene della moto di Max Biaggi. In seguito a quella stagione ci sono stati risultati altalenanti sul circuito con alcuni ritiri e piazzamenti lontani dalle prime posizioni.
Randy De Puniet, pilota del Green Team, sarà il padrone di casa. Tiene molto a fare bene davanti al proprio pubblico il francese, dove ha collezionato in passato ben quattro podi. Tutto dipenderà dal suo ginocchio, che dopo la rimozione della vite pochi giorni dopo la gara di Jerez non lo ha di certo aiutato nella successiva prova all'Estoril.
Anche Loris Capirossi vuole consolidare quanto di buono fatto in Portogallo, anche se Le Mans non è proprio un circuito consono alle sue caratteristiche. Intanto, sembra che quello francese potrebbe essere il primo GP europeo senza la pioggia a farla da protagonista.

Randy De Puniet: "Devo dire che ero molto preoccupato per il mio ginocchio al termine della gara all'Estoril. Quando sono sceso dalla moto ho pensato subito al peggio. Credevo che i legamenti potessero essersi lesi durante la gara, ma fortunatamente le visite che ho fatto hanno escluso questo tipo di problema. Avrei bisogno di riposo, ma i giorni per recuperare sono stati davvero pochi. Il problema era legato alla circolazione del sangue attorno alla cicatrice dopo la rimozione della vite. Sono sereno e contento di correre davanti ai miei tifosi, nella mia terra. Non sono riuscito a provare la moto come hanno fatto invece tutti gli altri ad Estoril, ma spero di avere lo stesso approccio con la moto visto in Qatar e a Jerez".

Loris Capirossi: "I test anche dopo la gara dell'Estoril hanno evidenziato i nostri progressi sulla moto. Il problema all'anteriore sembra essere stato risolto, così come altre piccole cose. Certo, la moto non è perfetta ma il lavoro che abbiamo svolto ci fa pensare bene per il futuro. Vogliamo consolidare le nostre capacità, speriamo di riuscire a farlo. Come ho detto al termine dell'ultima gara siamo solo all'inizio. Abbiamo tutto il tempo per confezionare una moto soddisfacente. Dipende da noi, siamo fiduciosi".
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Gio 12 Mag 2011 - 16:11

La Honda cambia marcia in appena 8 millesimi!
Stando ai valori pubblicati dalla Gazzetta dello Sport, la Ducati ne impiega ben 42!

A quanto pare, finalmente il vantaggio creato dal nuovo cambio della Honda è stato quantificato. Ovviamente si tratta di valori indicativi e non ufficiali, ma se quanto pubblicato oggi dalla Gazzetta dello Sport coincidesse effettivamente con la realtà, la novità tecnica introdotta sulla RC212V darebbe veramente un margine importante ai piloti ufficiali della Casa giapponese.
- Stando a quanto ha rivelato Jan Witteveen, vecchia volpe del Motomondiale, con alle spalle un passato da resposabile del reparto corse Aprilia, una società olandese avrebbe rilevato i tempi di cambiata in occasione della gara di apertura della stagione, in Qatar.
- I rilevamenti sono stati effettuati con delle sonde fonometriche, quindi appunto non possono essere considerate affidabili al millesimo, ma pare che le moto di Casey Stoner e Dani Pedrosa possano cambiare marcia mediamente in appena 8 millesimi!...Non c'è nessun errore di battitura, ribadiamo 8 millesimi!
- Sia chiaro, come è già stato detto più volte, la tecnologia sviluppata dalla Honda non è niente di clamorosamente innovativo, visto che in Formula 1 esiste già da diversi anni e che probabilmente l'idea di applicare questo dispositivo ad una MotoGp arriva proprio da Brackley, dove aveva sede fino a qualche anno fa la Honda Racing di F1.
- Quello che Witteveen ha spiegato però è che l'aspetto complicato è il riuscire a realizzare un cambio con queste caratteristiche che sia anche affidabile, e che probabilmente è questa la ragione che non ha ancora portata Yamaha e Ducati a studiare qualcosa di simile.
- Ma veniamo ai tempi di cambiata della M1 e della Desmosedici: la moto campione del mondo in carica cambia rapporto mediamente in 25 millesimi, pagando quindi la bellezza di 17 millesimi a cambiata nei confronti della Honda. Addirittura imbarazzante il ritardo delle GP11, che ci metterebbero ben 42 millesimi per completare la cambiata.
- Questi valori possono sicuramente spiegare molto delle partenze a razzo delle Honda, che mediamente possono usufruire di almeno 3-4 cambiate nel tragitto che separa la griglia di partenza dalla prima curva. Ma facendo i dovuti calcoli, si capisce anche che la Ducati perde tantissimo in questo aspetto, anche dalla Yamaha stessa. Quindi forse è uno dei punti su cui dovrebbero tentare di migliorarsi con decisione a Borgo Panigale...

di Matteo Nugnes
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Gio 12 Mag 2011 - 16:13

Toni Elias corre con i colori Elf a Le Mans
L'azienda di carburanti sarà il main sponsor del team LCR per il Gp di Francia

Continua con rinnovato impegno il sodalizio tra Elf (marchio del gruppo Total) ed il team Honda LCR MotoGP. Dopo aver riconfermato la loro pluriennale collaborazione già alla vigilia del Campionato 2011, il marchio Elf sarà il title sponsor del Team LCR Honda nel prossimo Gran Premio di Francia sul circuito di Le Mans.
- Da oltre 40 anni Elf è presente nelle competizioni motoristiche impegnando costantemente numerose risorse umane e tecnologiche nello sviluppo di nuovi carburanti da competizione, oli lubrificanti per motori e oli per impianti idraulici; competizioni motoristiche che Elf riconosce come valido veicolo di comunicazione e come banco di prova per la ricerca e l’innovazione dei propri prodotti distribuiti e commercializzati su scala mondiale.
- Philippe Corsaletti (Vice-Presidente TOTAL Motorsport Division): “L’edizione del Gran Premio di Francia del 2010 a Le Mans ha ottenuto l’ennesimo grande consenso da parte del pubblicoraggiungendo livelli di presenza record superiori a 170.000 spettatori nel weekend. Per tale motivo, dopo diverse valutazioni, abbiamo deliberato un boost di visibilità con il team Honda LCR MotoGP e programmato altre azioni marketing in tale importante contesto; tutte attività che si pongono l’obiettivo di continuare a riflettere e comunicare il nostro serio impegno nelle competizioni che da sempre consideriamo un formidabile terreno di sperimentazione per i nostri prodotti di oggi e di domani”.
- Lucio Cecchinello (LCR Team CEO): “Prima di tutto vorrei ringraziare lo staff di Total Competiton per la fiducia accordata e rilanciata in occasione di questo prossimo Gran Premio di Francia, inoltre, vorrei estendere sentiti e doverosi ringraziamenti anche per la costante e preziosa collaborazione tecnologica. Recentemente abbiamo avuto l’occasione di visitare il centro di ricerca e sviluppo carburanti e lubrificanti a Givors in provincia di Lione e posso dire che siamo rimasti letteralmente impressionati dall’organizzazione, dagli impianti, dalle attrezzature e, non ultimo, dalla competenza e dalle qualità delle risorse umane. Siamo davvero onorati ed orgogliosi che il team Honda LCR MotoGP continui a rappresentare un veicolo di sperimentazione e collaudo per i numerosi prodotti Elf”.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Mar 17 Mag 2011 - 13:15

Alziamo... Le Mans!
Simoncelli, Stoner e Lorenzo: tre fatti che fanno discutere. Cosa sta succedendo in MotoGp?

Alziamo... Le Mans: non è un segno di resa, anche se la delusione provata è stata grande. La MotoGp in Francia ha perso il bandolo della matassa, c'è stato un impazzimento collettivo che la dice lunga sulla tensione che si respira nel paddock.
Sembra scoppiata una guerra di tutti contro tutti che può avere effetti molto negativi sul Motomondiale. Il ruolo del “cattivo” è quello di Marco Simoncelli. Questa volta l'ha fatta grossa: SuperSic è indifendibile perché Dani Pedrosa esce di scena dalla lotta per il mondiale per un inutile attacco kamikaze del romagnolo.

Chiariamo subito il nostro pensiero: la patente del duro se l'è conquistata sul campo (nelle corse è un merito), ma non è giusto affibiargli proprio quella del cattivo. Simoncelli non ha premeditato l'azione su “Camomillo”, semplicemente non ha ancora sviluppato il senso del limite. È un talento naturale puro, ma è ancora grezzo. Non sa valutare gli effetti che può produrre a sé e a chi gli sta intorno una di quelle azioni creative che solo quelli come lui sanno inventare.
È stato doppiamente ingenuo: primo, non aveva alcun bisogno di forzare il sorpasso su Pedrosa, perché Dani stava cedendo fisicamente e il secondo posto poteva ottenerlo senza prendere rischi inutili (Stoner era imprendibile), visto che il suo passo era di 3 o 4 decimi più veloce di quello dello spagnolo.
Secondo, i colleghi (quelli che lo temono) lo avevano messo sul banco degli accusati il giorno prima, nella riunione della Commissione di Sicurezza, bollandolo come un pericolo pubblico. Un atto antipatico, ma Marco poteva evitare di renderlo platealmente concreto (nessuno lo ha difeso), tanto più che la sua azione sconsiderata potrebbe avere degli effetti anche in Honda.
Le Mans, non ha fatto saltare le valvole solo a SuperSic. Anche Stoner e Lorenzo non sono stati esenti da pecche. L'australiano deve capire che fa parte di un gruppo: non c'è sessione in cui non mandi qualche avversario a quel paese. Casey si sente il più forte e pretende l'incondizionato rispetto dei colleghi. Ma non è con l'autoritarismo che si diventa autorevoli. Stoner dal turpiloquio è passato alle... mani. Nel warm-up ha rifilato un pugno a De Puniet perché il francese gli aveva tagliato la traiettoria. Randy ha sbagliato, certo, ma non è tollerabile che ci si faccia giustizia da soli.
L'esempio offerto ai giovani è quanto di più negativo che si possa mostrare e andava sanzionato in modo più duro dalla direzione gara per evitare che il gesto in futuro possa generare un becero proselitismo.
Nella galleria degli orrori c'è anche l'entrata di Jorge Lorenzo su Andrea Dovizioso: chi scaglia la pietra, poi non può nascondere la mano. Noi abbiamo grande stima del campione del mondo maiorchino, ma se uno equilibrato come Jorge va oltre le righe quando predica la moderazione, è evidente a tutti che il clima della MotoGp è degno di una polveriera. Per fortuna non è successo niente, ma il fatto è indicativo dell'aria che si respira in pista.
Non c'è bisogno di introdurre nuove regole cervellotiche da decidere a tavolino, basterebbe che tornasse un po' di buonsenso. E forse è chiedere troppo...
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Mar 17 Mag 2011 - 13:16

Valentino scagionato: era Dovi che attaccava!
Il sorpasso era avvenuto nella curva precedente, quella immortalata era la reazione di Dovi

Sembra proprio che le foto del famigerato sorpasso in bandiere gialle di Valentino Rossi abbiano fatto prendere un abbaglio a tanti addetti ai lavori, noi compresi. Il motivo per cui non sono stati presi provvedimenti nei confronti del ducatista è semplice: il pilota della Ducati non ha commesso alcuna infrazione.
Ricostruendo con calma la vicenda, si è arrivati infatti alla conclusione che in quel frangente non era Rossi che attaccava Andrea Dovizioso, bensì quest'ultimo che reagiva al sorpasso appena subito dal pesarese.
Valentino aveva messo la sua Desmosedici numero 46 davanti alla RC212V del connazionale nella curva precedente a quella dell'incidente di Dani Pedrosa e Marco Simoncelli, dunque era il Dovi che stava tentando di riprendersi la posizione all'esterno, salvo poi accodarsi quando ha capito che il rivale aveva dalla sua il favore della traiettoria.
Resta il fatto comunque che con una bandiera gialla sventolata davanti a loro, i due si sono comportati come se nulla fosse. Chiaramente si trovavano ad affrontare un momento molto concitato della loro gara ed entrambi infatti hanno detto di non aver visto le bandiere. Questo però dovrebbe far riflettere la Federazione sulla possibilità di attuare eventualmente dei sistemi di segnalazioni più evidenti ed inequivocabili. Del resto, non è la prima volta che capita di sentire i piloti dire che non hanno visto le bandiere.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Mar 17 Mag 2011 - 13:16

Pedrosa: in dubbio la sua presenza a Barcellona
Confermata la frattura della clavicola, ma ancora non è stato deciso se operare o meno

Poche ore dopo il suo incidente, Dani Pedrosa ha immediatamente lasciato Le Mans per recarsi al Teknon Medical Centre di Barcellona. Questa mattina sono stati eseguiti tutti gli accertamente di rito sulla sua spalla, che hanno confermato il verdetto espresso ieri, cioè una netta frattura della clavicola destra.
Al momento lo spagnolo ed i dottori non hanno ancora deciso se scegliere la via dell'operazione o meno. Un intervento presuppone l'inserimento di una placca metallica, proprio come avvenuto per l'infortunio gemello alla spalla sinistra. Visti i problemi accusati in seguito all'altra operazione, la sensazione è che, se possibile, "Camomillo" eviterebbe volentieri di finire sotto ai ferri.
In ogni caso, dopo gli esami effettuati oggi, c'è molto meno ottimismo riguardo alla sua presenza in pista a Barcellona, che ora sarebbe in forte dubbio. Ora, dunque, non resta che attendere le decisioni dei medici per capire le reali tempistiche del suo recupero.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Mar 17 Mag 2011 - 13:18

Yamaha: ecco la livrea celebrativa dei 50 anni nei Gp
Le M1 di Lorenzo e Spies la sfoggerano nelle gare di Assen e Laguna Seca

Per celebrare il 50esimo anniversario della sua presenza nel mondo dei Gran Premi, la Yamaha ha deciso di realizzare una livrea celebrativa che le M1 di Jorge Lorenzo e Ben Spies sfoggeranno in occasione delle gare di Assen e Laguna Seca del Mondiale MotoGp.
E' stata scelta una colorazione che mischia le linee accattivanti di oggi con i colori storici dello Yamaha Factory Racing, cioè il bianco, il rosso ed il nero, che in occasione del weekend olandese e di quello statunitense compariranno anche nel box e nell'abbigliamento di tutto il personale presente in pista.
Per celebrare al meglio questo anniversario, è stato inoltre creato un sito dove è possibile ripercorrere tutta la storia della Casa di Iwata nel Motomondiale, con tanto di contenuti scaricabili liberamente da tutti gli appassionati.
Jorge Lorenzo sembra già stregato dalla nuova livrea: "Amo questi colori, hanno veramente un significato storico. Read, Agostini, tutti correvano con una colorazione simile quando hanno vinto, quindi la sono contento di avere la possibilità di usarla sulla mia YZR-M1 E' un anno molto speciale per la Yamaha e la speranza è che questi colori ci possano portare fortuna in queste due gare".
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Mer 18 Mag 2011 - 17:29

Pedrosa oggi alle 12 è stato sottoposto all'operazione alla clavicola in forse la sua presenza a barcellona
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Mer 18 Mag 2011 - 17:31

Per tutti coloro che criticano Rossi ecco qua il confronto dei punti tra rossi e stoner riferiti allo scorso campionato:
Tornare in alto Andare in basso
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Gio 19 Mag 2011 - 18:58

Primi giri con la nuova Honda 1000 per Stoner
L'australiano ha completato una cinquantina di giri a Jerez, rimanendo colpito positivamente

Casey Stoner ha avuto la sua prima presa di contatto con la nuova moto 1000 di casa Honda. Il pilota australiano è sceso in pista a Jerez de la Frontera, dove se non fosse stato vittima dell'infortunio avrebbe dovuto essere anche Dani Pedrosa, che in questa occasione è stato sostituito dal collaudatore Shinichi Ito.
L'australiano ha messo insieme 50 giri tra mattina e pomeriggio, utilizzando sia le gomme Bridgestone attuali, che quelle sperimentali che verranno utilizzate nella prossima stagione. Questa prima giornata di test ha dato riscontri positivi circa il nuovo prototipo di sviluppo: la nuova moto si basa sull’attuale RC212V e nasce dall’esperienza maturata nell’ultima fase di sviluppo delle 800.
Essendo assente Pedrosa, è probabile che Stoner possa scendere in pista anche oggi, ma la cosa non è assolutamente certa. Questo perchè le squadre hanno a disposizione otto giornate di prove al di fuori dei test collettivi per sviluppare le moto basate sui nuovi regolamenti. Dunque, la casa Giapponese vuole gestire al meglio i sette giorni rimasti.
"Tutto è andato molto bene, è stato un test molto positivo. È bello tornare a guidare una mille e sentire la potenza del motore. Mi sono divertito molto e sono contento perché tutto quello che abbiamo provato ha funzionato bene. Mi dispiace tantissimo che Dani non sia qui e non abbia potuto provare la moto, perché le sue impressioni sono importanti per lo sviluppo. Spero che la HRC possa avere il suo riscontro quanto prima perché abbiamo bisogno del maggior numero di dati per essere pronti per la prossima stagione" ha commentato Stoner a fine giornata.
"Oggi non ci siamo concentrati su un aspetto in particolare, abbiamo girato per cercare di capire come funziona la nuova moto, come si comporta in frenata e cose del genere, tenendo in mente anche le problematiche che abbiamo quest’anno con la RC212V. La stabilità sul davanti in ingresso curva sembra molto buona, la frenata più stabile. Ero curioso di capire come sarebbe stata l’erogazione della potenza, ed è molto dolce, quindi nessun problema. Non abbiamo fatto grossi cambiamenti alla messa a punto rispetto all’assetto della 800 e il feeling è molto simile, quindi sono molto soddisfatto" ha concluso.
"E’ stata una buona giornata di test, la moto ha lavorato bene come speravamo e non si sono verificati particolari problemi. Certo, questo è soltanto il primo giorno e dobbiamo migliorare diversi aspetti, ma abbiamo provato molte cose e tutto è andato bene. Casey è contento del motore più potente e della guidabilità e continueremo a lavorare anche sulla ciclistica. Purtroppo Dani non è qui e sarebbe stato meglio avere il riscontro di entrambi i piloti. In ogni caso i commenti di Casey sono stati simili a quelli ricevuti dai collaudatori e questo è positivo. Speriamo di avere presto anche le impressioni di Dani per continuare a lavorare allo sviluppo della moto" ha aggiunto Shuei Nakamoto.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Gio 19 Mag 2011 - 18:59

Valentino conosce Silverstone con una Ducati SBK
Un problema di elettronica lo ha anche costretto ad utilizzare un 1198 stradale

Valentino Rossi ieri è stato protagonista, insieme a tanti campioni delle due e quattro ruote del presente e del passato, della cerimonia di inaugurazione delle nuove e modernissime strutture del Circuito di Silverstone, in Inghilterra.
La Silverstone “Wing”, così è chiamata la nuova enorme ala della pista inglese, comprende spaziosi box, sala stampa, uffici, auditorium ed il prossimo 12 giugno ospiterà il settimo round del motomondiale.
Rossi, che nel 2010 non ha partecipato al GP perché infortunato, ha colto l’occasione per fare qualche giro prima con una 1198 Superbike e poi, quando questa è rimasta al box per una verifica dell’elettronica, con una 1198 stradale standard con tanto di targa e specchietti. Una trentina di giri in tutto, che hanno molto divertito il pilota italiano, per una presa di contatto con la pista.
“Mi sono molto divertito perché dopo qualche giro con la 1198 Superbike, abbiamo avuto un problema elettrico e abbiamo deciso di usare una 1198 stradale che ci ha portato al volo la filiale inglese di Ducati” ha raccontato Valentino Rossi prima di ripartire per l’Italia.
"Mi è piaciuto molto guidarla qui. La pista è bella, difficile, molto tecnica. Ti impegna perché ci sono delle sezioni molto veloci dove le traiettorie giuste sono importanti e altre molto strette dove si deve avere un buon “grip” in accelerazione. La prima curva è completamente cieca, devi tenere una linea molto precisa, e in generale tutta la prima parte è davvero grandiosa, sicuramente quella che preferisco. Insomma mi sono divertito, anche perchè c’erano tanti piloti che hanno fatto la storia dei motori, come John Surtees che mi ha detto che qui ci ha corso negli anni cinquanta.. Io allora non le seguivo le gare” ha concluso scherzando il pilota italiano “ma lui è stato grande”.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Gio 19 Mag 2011 - 19:00

Pedrosa è stato operato a Barcellona
Gli è stata inserita una placca in titanio per favorire la guarigione della clavicola fratturata

Dopo aver valutato tutte le ipotesi e parlato a lungo con i medici, Dani Pedrosa ha preso la sua decisione ed oggi è entrato in sala operatoria per porre rimedio alla frattura della clavicola destra, rimediata nell'ormai celebre incidente con Marco Simoncelli, avvenuto domenica durante il Gp di Francia.
Il pilota spagnolo ha voluto dare nuovamente fiducia al dottor Joaquim Casañas e al dottor César García-Madrid, gli stessi che lo avevano già operato circa un mese fa, andando a rimuovere dalla clavicola sinistra (fratturata in occasione del Gp del Giappone dello scorso anno) la placca metallica che gli comprimeva l'arteria succlavia, provocandogli un forte intorpidimento del braccio sinistro quando era in sella alla sua moto.
Anche in questo caso è stata inserita una placca di titanio, il cui scopo è quello di tenere ferma la clavicola per rinsaldare la frattura. Una volta terminati tutti i controlli di routine, il pilota della Honda sarà poi dimesso dal Teknon Medical Centre di Barcellona e la settimana prossima dovrebbe poter cominciare la riabilitazione passiva. Tuttavia, la sua presenza nel Gp di Spagna rimane ancora in forte dubbio.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Gio 19 Mag 2011 - 19:01

Jorge: "Se a me serve Vale, in Ducati manca Stoner?"
Lo spagnolo replica a chi lo accusa di non avere le stesse capacità di Rossi nello sviluppo

Storicamente Le Mans è sempre stata un territorio di conquiste per la Yamaha, ma quest'anno le M1 hanno veramente faticato tra le pieghe del tracciato francese, con Jorge Lorenzo che, complice anche un leggero infortunio rimediato nel warm-up, non è riuscito ad andare oltre al quarto posto
Le difficoltà incontrate in Fracia, però, al campione del mondo in carica sono andare giù molto più facilmente rispetto ad alcune insinuazioni che lo hanno veramente infastidito. Nel corso del weekend, infatti, è stato detto più volte che probabilmente la Casa giapponese stava risentendo della partenza di Valentino Rossi, non riuscendo più a sviluppare la M1 come in passato.
Nel corso di un'intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, il pilota spagnolo ha riservato una risposta piuttosto piccata a chi la pensa così: "Noi dobbiamo guidare forte e dare indicazioni agli ingegneri, che poi devono lavorare. Se questo vale per me, allora mi chiedo perchè Valentino fatichi: significa che alla Ducati c'è bisogno di Stoner?".
Il maiorchino ha anche riservato qualche commento a Marco Simoncelli e al trambusto che si è creato intorno a lui negli ultimi giorni, addolcendo un minimo i suoi toni rispetto al weekend di Le Mans: "Marco è un ragazzo che mi sta simpatico, ma in questo momento può creare qualche problema in pista. E' successo anche a me, al debutto: sono caduto tantissime volte e l'anno dopo ancora quattro. Ho imparato, con l'esperienza capisci che prima di rischiare qualche volta puoi aspettare".
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Gio 19 Mag 2011 - 19:02

Altri 25 giri con la Honda 1000 per Stoner
Alla fine i tecnici della HRC hanno deciso di usufruire di un'altra giornata di test a Jerez

Al termine della prima giornata di test con la 1000 a Jerez de la Frontera, in casa Honda c'era indecisione sul da farsi: il dilemma era tra proseguire le prove per una seconda giornata, oppure fermarsi e tenere a disposizione ancora sette degli otto giorni che sono stati concessi dall'IRTA al di fuori delle sessioni collettive.
Alla fine, nonostante l'assenza forzata dall'infortunio di Dani Pedrosa, gli uomini della Casa giapponese hanno virato sulla prima opzione, mandando nuovamente in pista Casey Stoner ed il collaudatore Shinici Ito.
L'australiano ha girato in mattinata, mettendo insieme un totale di 25 tornate, prima di cedere il passo al collega giapponese che invece ha girato nel pomeriggio. Ancora una volta i tecnici della HRC si sono detti molto soddisfatti dei dati raccolti, anche perchè hanno potuto usufruire di condizioni leggermente diverse rispetto alla prima giornata, con temperature più basse ed un vento più forte.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Mar 24 Mag 2011 - 16:31

Guareschi: "La GP12 si adatta di più a Valentino"
Il team manager della Ducati parla dell'ottimo feeling trovato da Rossi con il motore 1000

Il podio conquistato da Valentino Rossi a Le Mans ha sicuramente caricato l'ambiente in Ducati, anche se la sensazione è che la Desmosedici GP11 debba migliorare ancora parecchio per permettere al campione di Tavullia di trovare il feeling necessario a lottare per la vittoria.
- Un feeling che invece sembra aver immediatamente instaurato con il prototipo della GP12, che ha avuto modo di provare a Jerez de la Frontera subito dopo il Gp di Spagna. Vittoriano Guareschi ha infatti spiegato a MotorCycleNews che Valentino è stato impressionato dal potenziale del nuovo motore 1000 nato a Borgo Panigale.
- "Il motore gli è piaciuto molto. Sembra molto più gestibile, inoltre dispone di una grande coppia, quindi non è necessario uscire dalle curve ad un regime di giri altissimo per avere una buona accelerazione. Con il 1000 ogni momento è buono per aprire il gas" ha spiegato "Vitto".
- "Il 1000 è molto divertente e molto facile da guidare rispetto all'800. Per me sarà un grande passo perchè permetterà a molti piloti di essere davvero competitivi. La moto 1000cc non sarà così estrema come la 800" ha concluso.



omnicorse

Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Gio 26 Mag 2011 - 15:44

La verità di Simoncelli:
"Con Pedrosa ho sbagliato, ma basta accuse"Il pilota non ci sta a passare per pericolo pubblico: "Polemica preventiva contro di me".

Finalmente Marco Simoncelli, il pilota nell'occhio del ciclone dopo le accuse di "pericolosità" da parte dei colleghi e l'incidente con Pedrosa sanzionato con una penalità, esce dall'angolo e dice la sua. In una lunga intervista al settimanale Motosprint Sic ha spiegato l'episodio con lo spagnolo, ha ammesso l'errore ma ha voluto anche precisare che il clima ostile nei suoi confronti è stato creato ad arte.

"CON PEDROSA HO SBAGLIATO" - "Ci tengo subito a chiarire che io scendo in pista per andare più forte possibile - attacca Simoncelli - e non certo per creare situazioni di pericolo per me e per gli altri. L'incidente con Pedrosa è stato assolutamente casuale e mi dispiace che qualcuno insinui certe cose. Mi è dispiaciuto per Dani e per la Honda, ma se ho sbagliato qualcosa è stato forzare una situazione che avrei potuto non forzare. In quella fase di gara ero più veloce di Pedrosa, avrei potuto attendere e passarlo ij un altro momento invece di prendere un rischio che di solito è lecito prendere all'ultimo giro, o all'ultima curva. da questo punto di vista è stato un errore tattico".

"SANZIONE FIGLIA DEL CLIMA" - Ciò detto, la penalizzazione che lo ha escluso dai primi posti resta indigesta: "Credo che il contatto con Pedrosa fosse un classico incidenter che in gara può capitare, non sanzionabile sul piano tecnico. La sanzione è arrivata per come si era messa la situazione dopo le polemiche precedenti. Lorenzo ha messo in piedi una gran polemica senza che fosse accaduto nulla, e quel che è peggio è che tutti gli sono andati dietro, compresi i miei compagni di marca. Sembrava di essere all'asilo, quando i bambini vanno dalla maestra a lamentarsi del compagno cattivo. La cosa brutta di tutta la vicenda è questa. Io posso solo dire di avere imparato che in certe occasioni occorre essere più cauto e prendersi un po' di margine in più".

AUGURI DANI - L'ultimo pensiero è per Dani Pedrosa, rioperato alla clavicola dopo l'incidente con Simoncelli e determinato a rientrare già nella prossima gara a Barcellona: "Nonostante le polemiche preventive questo è il primo caso in cui sono coinvolto da quando corro in MotoGp. E mi dispiace infinitamente che Dani si sia fatto male e sia dovuto tornare sotto i ferri. Proprio lui che non si era unito all'assurdo coro di proteste contro di me. Strano destino, gli faccio i miei migliori auguri".


virgiliosport
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Gio 26 Mag 2011 - 15:51

Valentino in pista al Mugello con la Desmosedici GP12
La Ducati sta sfruttando la terza delle otto giornate di prove a disposizione per sviluppare la 1000

In Casa Ducati si continua a lavorare incessantemente sullo sviluppo della nuova Desmosedici GP12. A Borgo Panigale sanno bene che tra un anno non potranno permettersi un'altra partenza ad handicap come quella che ha caratterizzato la stagione 2011, quindi è importantissimo sfruttare al massimo le otto giornate che l'IRTA ha concesso al di fuori dei test collettivi per preparare i nuovi prototipi da 1000 cc.
- Oggi Valentino Rossi è in pista al Mugello per un test importante ad un doppio livello. Ovviamente non si può sprecare la terza delle famigerate otto giornate a disposizione, inoltre si tratta della sua prima presa di contatto con il tracciato toscano dopo l'infortunio rimediato nelle libere del Gp dello scorso anno.
- Ad un impatto visivo la moto è ancora molto simile alla GP11, ma è sotto le carene che presenta le novità più importanti, che non si limitano al motore da 1000 cc (che comunque sembra piacere davvero tanto a Valentino). In particolare si dice che il telaio sia il segreto della nuova creatura di Borgo Panigale. Quello che si può notare invece sono un forcellone e degli scarichi notevolmente diversi da quelli della 800.
- L'altro aspetto positivo comunque è che Valentino potrà anche prendere confidenza con il nuovo manto d'asfalto che è stato steso al Mugello, che si dice sia molto veloce, ma anche piuttosto esigente con le gomme, specialmente con quella anteriore.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Mar 31 Mag 2011 - 9:24

Motegi: i lavori termineranno in giugno
Lo ha assicurato l'ex pilota Shinya Nakano, che ha fatto un sopralluogo per conto dei promoter

Nella squadra dei promoter del Gp del Giappone c'è anche l'ex pilota di MotoGp, Shinya Nakano. Forse proprio per rassicurare i piloti, che a Le Mans hanno fatto capire piuttosto chiaramente di non avere la minima intenzione di volare a Motegi (la centrale nucleare di Fukushima dista meno di 200 km), gli aggiornamenti sulle condizioni del tracciato sono stati dati dall'ex pilota della Kawasaki.
"Mobilityland (il promoter) mi ha chiesto di dare un'occhiata alla pista e di dare un giudizio dal mio punto di vista. Ho completato un primo giro in macchina e sembrava non ci fossero danni gravi, mentre quando sono uscito in sella ad una Honda CBR1000, girando ad una certa velocità - come in una situazione di gara - ho notato tre settori danneggiati" ha detto Nakano.
"Ci sono alcune ondulazioni dell'asfalto nei punti di frenata nelle curve 1 e 3, ed un piccolo buco nel tornantino prima del rettilineo. Mobilityland ha chiesto l'opinione di svariati piloti proprio per lavorare al meglio e riparare completamente le zone danneggiate".
"I piani prevedono che tutto sia pronto per gli inizi di giugno. La stagione delle piogge sta per cominciare in Giappone, ma ho intenzione di fare un altro sopralluogo verso la metà di giugno per dare un'ulteriore valutazione. Mobilityland ha inoltre organizzato il suo primo evento sportivo, cioè il Campionato giapponese in programma il 3 luglio, e naturalmente verrò ad assistere".
Per quel che riguarda le aree destinate agli spettatori, Nakano ha aggiunto: "A parte la pista, sia la torre di controllo che le tribune non presentano problemi. Solo una piccola crepa nel vetro dell'area VIP, che si trova al piano superiore della tribuna principale, ma non è nulla di preoccupante".
Infine, Nakano ha parlato delle ripresa della vita in Giappone, che piano piano sta tornando alla normalità: "Le immagini del disastro mi hanno fatto venire il crepacuore. Per fortuna la città di Motegi e le zone limitrofe hanno pienamente recuperato i servizi essenziali come acqua, luce, strade, ed i bambini hanno ripreso le attività scolastiche. Anche gli altri grandi centri, come Mito, Utsunomiya e Chiba sono tutti tornati alla normalità. Gli eventi sportivi, come il baseball e il calcio, hanno solo ritardato la partenza delle loro rispettive stagioni ma hanno già ripreso a giocare normalmente".
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 62
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    Mar 31 Mag 2011 - 16:46

Simoncelli convocato dalla Direzione Gara
L'argomento dell'incontro di Barcellona sarà ancora l'incidente di Le Mans con Dani Pedrosa
Ormai sono passate tre settimane, ma l'incidente di Marco Simoncelli e Dani Pedrosa a Le Mans continua a far discutere. Proprio oggi la FIM ha infatti annunciato che il pilota italiano dovrà incontrare la Direzione Gara a Barcellona. L'intento dell'incontro è quello di portare ad un ulteriore chiarimento rispetto a quanto accaduto in Francia.

Proprio il giorno prima della gara, diversi colleghi avevano messo la pulce nell'orecchio agli ufficiali della FIM, spiegando di considerare la condotta di gara di "SuperSic" pericolosa. Anche questo potrebbe aver indotto la Federazione a richiedere un ulteriore chiarimento al pilota del team Gresini, che comunque si è sempre difeso dicendo di non pensare di aver fatto nulla di male in quella circostanza, pur essendo dispiaciuto per l'infortunio di Pedrosa (clavicola destra fratturata).

Ecco il testo del comunicato apparso pochi minuti fa sul sito ufficiale della MotoGp:

La Direzione di Gara convocherà il pilota italiano Marco Simoncelli durante il Gran Premio de Catalunya di questa settimana, per discutere ulteriormente sull'incidente avvenuto durante la gara della MotoGP al Gran Premio di Francia a Le Mans.

Il Monster Energy Grand Prix de France a Le Mans ha prodotto una gara emozionante, ma anche un incidente che ha aggiunto controversia al Round 4 del Campionato del Mondo 2011 MotoGP.


omnicorse
Una manovra di sorpasso effettuata da Marco Simoncelli su Dani Pedrosa alla curva Chemin aux boeufs ha portato ad un incidente per il pilota della Repsol Honda, cui è stata successivamente diagnosticata la frattura della clavicola destra. Simoncelli è stato penalizzato con un ride through per l'accaduto, ma ha comunque terminato la gara in quinta posizione.
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: News..... test.... e    

Tornare in alto Andare in basso
 
News..... test.... e
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 6Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Autovelox News
» Norton NRV 588 Test a Donington
» test per misurare l'eta' biologica reale
» Test sospensioni
» primo scambio con le nuove PK ki15 300 (test su terra)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP..... :: Archivo :: MotoGp-
Andare verso: