Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....
Benvenuto nel forum dei motori


Per usufruire dei servizi offerti dal nostro forum, effettua il login se sei già parte del forum, in caso contrario, iscriviti alla nostra comunità, è totalmente gratuito.

Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP.....

Discussioni su sport motoristici, in particolare approfondimenti su Formula1 e MotoGP
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 News test e...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Gio 14 Apr 2011 - 16:27

Hembery: "Cercheremo di ridurre i marbles"

Il direttore di Pirelli Motorsport spiega che i detriti sono aumentati con l'aumentare dei consumi
- A soli quattro giorni dalla conclusione del Gp della Malesia, Pirelli si sta già preparando per il Gp della Cina, terzo round del Campionato del Mondo di Formula 1 2011. Come avvenuto in Australia, i team riceveranno un set supplementare di pneumatici a mescola hard da usare solo durante la sessione di prove libere del venerdì. L’allocazione per il resto del weekend resta invariata.
- Per il Gp della Cina sono stati nominati gli pneumatici PZero hard e soft, con lo scopo di vedere almeno due pitstop per monoposto, in linea con la missione affidata a Pirelli di aiutare a promuovere i sorpassi, tanto in pista quanto ai box.
- Il degrado più rapido degli pneumatici rispetto al passato può portare a strisce di gomma che si depositano sulla pista e che variano per dimensioni ma che, in generale, si presentano come trucioli di gomma dalla consistenza morbida, il cui peso oscilla in media tra i 10 e i 20 grammi. Quando sono calde queste strisce si piegano, ma diventano più rigide quando si raffreddano. Questi ‘marbles’ di gomma sono sempre esistiti in Formula 1, ma le caratteristiche delle nuove mescole Pirelli fanno sì che ora siano in media più larghi e più mordibi rispetto ai ‘marbles’ duri e tondi che si vedevano in passato durante i gran premi.
- Un pneumatico di Formula 1, che da nuovo pesa circa otto chili e mezzo, perde circa un chilo e mezzo consumandosi nel corso di uno stint. Visto l’accresciuto numero di pitstop, sulla pista si deposita più gomma.
- Il fenomeno non è nuovo in Formula 1, ma è più evidente in circuiti dove si registra un degrado elevato degli pneumatici, come in Malesia. Pirelli sta cercando un modo per ridurre questi depositi in futuro, ma la gomma sulla pista è una conseguenza inevitabile del degrado e i ‘marbles’ lasciati in circuito non rappresentano alcun pericolo per piloti o spettatori.
- In Cina, superficie e meteo sono generalmente meno aggressivi rispetto alla Malesia, con condizioni più simili all’Australia. Questo fa sì che dovrebbero esserci il 30% in meno di degrado degli pneumatici e meno pitstop rispetto a quanto visto nel GP della Malesia, che ha offerto battaglie emozionanti dal via al traguardo.
- Paul Hembery: “In Cina ci aspettiamo un’altra gara emozionante, anche se non vogliamo deludere chi dice che abbiamo reso i GP troppo eccitanti: ma è vero che adesso, se ci si sveglia a metà gara, si rischia di aver perso qualcosa di importante! Dopo che tutte le diverse strategie sono state attuate, gli ultimi 10 giri a Sepang sono stati assolutamente da suspence – ma non si può fare una frittata senza rompere le uova o, come nel caso della Malesia, senza consumare la gomma. I ‘marbles’ di gomma sulla pista sono una conseguenza naturale dell’aumentato degrado che ha portato a gare più emozionanti: tutta quella gomma deve andare da qualche parte, come è sempre avvenuto in passato. Detto questo, siamo qui per fare i migliori interessi dei Team e stiamo cercando il modo per ridurre un po’ di questi ‘marbles’ in futuro. Ma questo non cambierà la nostra filosofia di base: vogliamo riportare le gare ai piloti”.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Gio 14 Apr 2011 - 16:29

Hamilton contrariato per la penalizzazione di Sepang

"Non credo di aver difeso eccessivamente la mia posizione" ha detto una volta arrivato in Cina
Mentre Fernando Alonso non ne ha voluto sapere di rilasciare commenti sulla sanzione di 20" che si è visto infliggere al termine del Gp della Malesia per il contatto con Lewis Hamilton, una volta arrivato in Cina, il pilota della McLaren ha fatto sapere di essere decisamente contrariato per la decisione dei commissari.
- Il britannico è stato reputato colpevole di essersi reso protagonista di troppi cambi di traiettoria nel giro precedente al contatto e con la penalizzazione è scivolata dal settimo all'ottavo posto nella classifica della gara di Sepang.

Tuttavia, Lewis non è concorde con l'interpretazione che è stata data dell'accaduto: "Onestamente non credo di aver difeso eccessivamente la mia posizione. Il pubblico vuole vedere le corse, vuole vedere i sorpassi, ma neanche tra un milione di anni mi sarei sognato di mettere in pericolo me stesso o qualche collega" ha spiegato.
- "Ho sempre corso con il cuore, ma questo non vuol dire che io non abbia preso decisioni intelligenti quando si trattava di duellare o di difendersi. Quando ti difendi devi cercare di rendere la tua vettura il più "larga" possibile. La regola è semplice: non si può fare più di una manovra per difendersi. Peccato che quando dicono che ne avrei fatta più di una Fernando era a 10-15 metri da me, quindi quella non può essere considerata una manovra difensiva" ha aggiunto.
- "In ogni caso, i commissari hanno interpretato le regole in questa maniere e ormai ci si può fare ben poco. Voglio comunque dire di aver apprezzato il grande supporto che mi hanno dato i miei tifosi in questa situazione" ha aggiunto.

di Matteo Nugnes
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Gio 14 Apr 2011 - 17:06

Una zavorra persa ha perforato la Sauber di Perez!
La scocca è irreparabile, ma cosa sarebbe successo a Sergio se fosse stato colpito?

E' proprio andata bene, ma poteva finire come a Felipe Massa nel Gp d'Ungheria 2009, se non peggio. Il "miracolato" è Sergio Perez, il giovane pilota della Sauber Ferrari che, nel Gp della Malesia di domenica scorsa, è stato costretto al ritiro da un oggetto che ha perforato la scocca della sua monoposto.
- Il buco nella "vasca" del telaio è tale che i tecnici della Sauber non hanno ritenuto riparabile sul posto la monoscocca, approntando per il Gp della Cina in programma da domani a Shanghai una nuova C30.
- Ma cosa è stato a colpire la vettura di Perez? Dalle analisi del dopo gara è emerso che fosse un pezzo di zavorra perduto da un'altra monoposto.
"Sono stato fortunato - ha ammesso Sergio -se fossi stato colpito dall'oggetto non saprei dire cosa sarebbe potuto succedere nonostante la protezione del casco!. Mi è proprio andata bene. In gara non mi sono reso conto di cosa fosse, né avrei potuto evitarlo, ma il fatto resta grave...".
- Sì, questo fatto è molto grave: alcuni team si stanno lamentando dei riccioli di gomma Pirelli che si depositano fuori dalla traiettoria delle monoposto e li considerano pericolosi se "sparati" dalle ruote posteriori in faccia ai piloti delle vetture che seguono, ma l'episodio della Sauber è molto più preoccupante.
- Anzi la FIA deve aprire un'indagine immeditamente per sapere chi ha perso un "panetto" di zavorra e dove questa era montata. Va ricordato, infatti, che le zovorre sono realizzate in tungsteno, vale a dire il materiale con il più alto peso specifico, in modo da essere montate nei punti nevralgici della vettura per trovare un ideale bilanciamento delle masse e la migliore distribuzione dei pesi.
- E' diffusa ormai l'adozione di zavorra nelle ali delle F.1: una zona che dovrebbe essere vietata per rispettare i crismi di sicurezza, visto che i profili alari sono i primi a riportare dei danni in caso di un contatto anche minimo fra monoposto.
- Un conto è un ricciolo di gomma, un altro conto è un proiettile di una decina di chili che può sfondare anche il casco più protetto. Questa volta a Perez è andata bene, ma il campanallo di allarme è suonato. Non si possono trascurare questi segnali: vuol dire che si è passata la misura e bisogna tornare a proteggere meglio i piloti mentre sono in pista...
- Un episodio così grave non può essere derubricato fra le fatalità che possono accadere in corsa. Aspettiamo precise risposte da Charlie Whiting e i suoi collaboratori...

di Franco Nugnes
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Gio 14 Apr 2011 - 17:09

Petrov deve cambiare il telaio a Shanghai

La sua monoposto è rimasta danneggiata nell'incidente di Sepang
Dopo l'incidente avvenuto la scorsa settimana a Sepang, gli uomini della Lotus Renault hanno deciso di sostituire il telaio di Vitaly Petrov in vista del Gp della Cina, riportando in pista quello che era stato utilizzato dal pilota russo a Melbourne.
- A poche tornate dal termine della gara malese Petrov si è reso protagonista di un vero e proprio decollo, volando su un cordolo dopo aver perso il controllo della sua R31. Nell'atterraggio però la vettura ha riportato danni importanti, il più evidente dei quali è stato la rottura del piantone dello sterzo.
- Anche il telaio però sembra esserne uscito piuttosto malconcio, per questo i tecnici hanno deciso di rimandarlo ad Enstone, dove sarà riparato in vista del Gp della Turchia, che andrà in scena ad Istanbul tra tre settimane.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Gio 14 Apr 2011 - 17:13

Montezomolo contrario ai motori 4 cilindri 2013
Il presidente della Ferrari ha ospitato ieri Todt a Maranello per discutere le regole future

E' tornato a Maranello dopo essere stato fra gli artefici principali di un striscia di successi forse irripetibile per la Ferrari: Jean Todt ieri è stato a Maranello per incontrare il presidente del Cavallino, Luca di Montezemolo.
- Il presidente della FIA ha voluto sentire la posizione della Ferrari nella discussione del rinnovo del Patto della Concordia del 2013, il pacchetto di regole che dovrà definire la Formula 1 del futuro.
- Montezemolo ha ufficializzato la contrarietà del Cavallino ai motori 4 cilindri turbo da 1.6 litri: "Vogliamo motori con un frazionamento che sia dagli 8 cilindri in su" avrebbe detto il numero di Maranello al capo della FIA.
- La Ferrari, infatti, non metterà mai un quattro cilindri di cilindrata così ridotta su una sua Granturismo, per cui verrebbe meno la ricaduta diretta fra le corse e il prodotto che è sempre stata una delle linee guida degli sviluppi del Cavallino.
- La FIA, invece, aveva sposato l'idea di uniformare la base del motore per tutte le principali categorie del motorsport, nella speranza che si potessero coinvolgere i costruttori ad impegnarsi in più specialità con un costo di base, come quello del motore, già amortizzato.
- Il concetto funziona per i rally e il mondiale turismo dove il propulsore 4 cilindri turbo da 1600 cc ha già trovato una felice applicazione, ma non è affatto trasferibile alla Formula 1 che vuole essere l'esempio più estremo della ricerca.
- Ecco perché a Maranello si sono messi di traverso ad una decisione che è già stata presa per il 2013: cresce il pressing della Ferrari perché lo studio, la progettazione e la costruzione di un motore totalmente nuovo richiede tempo ed investimenti.
- Non c'è molto tempo da perdere se si vogliono cambiare i "connotati" al prossimo motore di F.1 che la FIA vuole più orientato verso la riduzione dei consumi e delle emissioni. La svolta "verde" dovrebbe coniugare il turbo al KERS, consentendo lo sviluppo di monoposto "ibride" in linea con gli orientamenti che le Case stanno introducendo nel prodotto di serie.
- Il concetto, quindi, in sé è condivisibile, ma bisognerà vedere come verrà articolato: dietro alla posizione della Ferrari pare che si stiano muovendo anche altri Costruttori, a cominciare dalla Mercedes.
- L'intenzione di Jean Todt è riportare nel Circus alcuni dei Marchi che sono usciti dai Gp: siccome la proposta dei motori down size non ha riscosso grandi entusiasmi, allora varrebbe la pena cercare di perseguire la linea della Ferrari che è certamente più aderente alla filosofia e alla storia della Formula 1.
- Vedremo se si troverà un punto di convergenza, oppure si aprirà un altro motivo di conflitto. Montezemolo è da sempre molto critico con chi ha fatto le nuove squadre in F.1 senza le adeguate risorse per sopportare un campionato di ertice e ripropone l'idea della terza macchina da affidare a strutture satelliti in grado di allevare giovani piloti.
- Il presidente della Ferrari vuole anche rompere il vincolo che vieta i test nel corso della stagione: "La F.1 è l'unica disciplina in cui è vietato allenarsi. E' pazzesco: un conto è ridurre i costi e un altro è imperire di valutare una nuova soluzione tecnica prima che vada in gara o crescere un giovane pilota di talento".
- La preoccupazione, quindi, non si limita solo alla 150° Italia che finora ha profondamente deluso le attese, ma anche a gettare le basi per una Formula 1 del futuro che sia in linea con le attese dei costruttori..

di Franco Nugnes
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Ven 15 Apr 2011 - 15:44

Montezemolo minaccia: "Ferrari via dalla F1 con queste regole"

Dopo lo sfogo in Malesia, il presidente della Ferrari Luca di Montezemolo torna ad attaccare le istituzioni che governano la Formula 1 minacciando un addio di Maranello se le attuali regole, che a suo dire danno un'importanza spropositata all'aerodinamica, non verranno cambiate dopo il 2012, quando scadrà il atto della Concordia. Montezemolo è tornato ad attaccare a Shanghai, dove le rosse arrancano nelle libere del Gp di Cina dominate da Sebastian Vettel.
- Già a Sepang il numero uno della Ferrari era stato piuttosto netto: "Attualmente l’80% del valore delle macchine dipende dall’aerodinamica, non si può continuare così. Le gallerie del vento funzionano 24 ore su 24 ma la F.1 è anche motori, meccanica. Questa F.1 così com’è non mi sta bene. Assurdo poi che siamo l’unico sport professionistico al mondo in cui non ci si può allenare. I test vanno reintrodotti, naturalmente facendo attenzione ai costi. Mai come in questo momento c’è il bisogno di condividere nuovi regolamenti che restino nel tempo".
- Alla vigilia del Gp di Cina Montezemolo ha rilanciato parlando coi tedeschi di AutoBild: "E’ tutto troppo artificiale, i volanti ormai sono come dei computer e i tifosi non capiscono più. Il contratto con l’organizzatore scade nel 2012, dobbiamo discuterne subito. La Ferrari continuerà a fare parte dello show solamente finché questo restituirà qualcosa in termini di ricerca e sviluppo per la produzione delle nostre macchine, altrimenti no”.

virgiliosport
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Ven 15 Apr 2011 - 16:09

L’URAGANO SEBASTIAN

“Ragazzi non è che mi alzi tutte le mattine pansando di essere il campione del mondo, semmai mi sveglio e penso a vincere il prossimo titolo“.
- La filosofia che anima il giovane Sebastian sta tutta in questa risposta, data all’ennesima domanda su quanto sia cambiata la sua vita dopo il Gran Premio di Abu Dhabi.
- Il problema, semmai è comprendere quanto sia cambiata e stia cambiando la vita dei suoi colleghi.
- Con il suo ritmo infernale, Vettel sta infatti destabilizzando la Formula 1 e i suoi protagonisti. Dopo due gare appena la Ferrari è già in affanno evidente, tanto da far dire a Massa che, se la musica non cambia in fretta, non è escluso un titolo assegnato a Vettel, con largo anticipo rispetto alla fine della stagione; un po’ come accadeva negli anni d’oro di Schumacher.
- Schumacher, appunto, che dopo l’avvento di Vettel non se lo fila più nessuno e sembra ormai un pregiato pezzo di antiquariato.
- L’uragano Sebastian ha effetti devastanti anche in casa McLaren: Hamilton è stanco di farsi un mazzo così per arrivare al massimo secondo e ha messo lì un bell’ultimatum.
- Altra vittima di Seb è Mark Webber. Del roccioso australiano, che nel 2010 si è giocato il titolo fino all’ultima gara, è rimasto l’ectoplasma che si aggira per i box narrando che Vettel non è affatto imbattibile.

di Luca Budel
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Ven 15 Apr 2011 - 16:11

HAMILTON AGITA IL MERCATO

"La fedeltà alla McLaren ha un limite"
Il mercato piloti inizia a muoversi alla terza gara dell'anno. Ad agitare le acque è stata una frase buttata lì da Lewis Hamilton alla stampa inglese: "Sono contento di correre per un top team come la McLaren ma il mio obiettivo è di avere una macchina che mi permetta di vincere, quindi la fedeltà alla squadra ha un limite". Parole che arrivano dopo la proposta della McLaren di allungare il contratto di Hamilton e Button di altre 5 stagioni. Probabilmente Lewis - in scadenza a fine 2012 - è preoccupato delle voci che arrivano dalla Germania e vedrebbero Nico Rosberg in trattativa con la Red Bull al posto di Mark Webber.
- La Red Bull è appunto l'unica macchina in circolazione in grado di garantire a Hamilton di tornare a vincere. Interrogato sulla prospettiva di andare a far coppia con Vettel qualche settimana fa Lewis aveva detto sarcasticamente che il nome Red Bull gli ricordava solo una bibita. Ora la situazione è cambiata radicalmente e vedere Hamilton vestito di blu è qualcosa di più di un'ipotesi. D'altronde Chris Horner - numero 1 della Red Bull - ha sempre sostenuto che un'accoppiata Vettel-Hamilton è destinata a funzionare benissimo.

LUCA BUDEL
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Ven 15 Apr 2011 - 19:31

La Mercedes ha cambiato la metodologia di lavoro

Rosberg e Schumi soddisfatti dei passi in avanti fatti dalla freccia d'argento
La Mercedes prepara la riscossa dopo due Gran Premi molto deludenti in cui le monoposto argento hanno recitato il ruolo delle comparse. Dietro alla Red Bull di Vettel e alle due McLaren di Hamilton e Button, spuntano le MGP W02 di Nico Rosberg e Michael Schumacher che hanno ottenuto un quarto e quinto tempo incoraggianti.
- Molto soddisfatto Nico Rosberg non solo per aver riconquistato una posizione al sole, ma sopratutto perché la Mercedes pare aver trovato il bandolo della matassa per trovare una giusta messa a punto della monoposto.
- A spiegare i cambiamenti di metologia nel lavoro è Ross Brawn, che negli ultimi giorni era finito sul banco degli accusati: "Abbiamo cambiato l'approccio del lavoro: anziché iniziare le libere con la macchina scarica, questa volta abbiamo deciso di cominciare con molto benzina nel serbatoio. La strategia è stata azzeccata perché è stato più facile trovare un buon assetto anche quando abbiamo deciso di alleggerire la macchina dal carburante".
- La Mercedes, quindi, cerca di dare una svolta alla sua stagione finora deludente proprio in Cina, nella convinzione che il potenziale della freccia d'argento è certamente migliore di quanto si è visto finora a Melbourne e Sepang.

(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Sab 16 Apr 2011 - 12:24

Pirelli: a Montecarlo debuttano le supersoft

Per Istanbul e Barcellona invece sono state confermate le mescole hard e soft
Pirelli ha annunciato le scelte delle mescole degli pneumatici per i prossimi tre gran premi della stagione di Formula 1 2011: Turchia, Spagna e Monaco.
- In Turchia e Spagna Pirelli nominerà gli pneumatici a mescola hard e soft (rispettivamente come Prime e Option). A Monaco, invece, la mescola soft sarà la Prime e la supersoft, identificata dai loghi rossi, farà il suo debutto come Option.
- Dal GP di Turchia in poi, l’intera gamma beneficierà di nuovi loghi, studiati per migliorare la riconoscibilità dei sei colori che distinguono ciascuno degli pneumatici PZero.
- Il GP di Turchia, all’Istanbul Park, è caratterizzato da temperature elevate e da una superficie abrasiva, che favoriscono il pneumatico hard per la durata e il soft per giri più veloci.
- Il GP di Spagna a Barcellona, uno dei circuiti scelti da Pirelli per la sua campagna di test, ha caratteristiche in larga parte simili, che rendono gli pneumatici hard e soft la combinazione migliore.
- Il GP di Monaco, invece, ha caratteristiche diverse, con la velocità media più lenta dell’anno. Il profilo stretto e tortuoso del celebre circuito cittadino fa sì che il pneumatico soft assicuri una durata sufficiente per coprire gli stint più lunghi in gara.
- Il commento del Direttore Pirelli Motorsport, Paul Hembery: “Abbiamo considerato con attenzione tutte le caratteristiche dei circuiti, per contribuire a offrire gare emozionanti come tutti i gran premi cui abbiamo assistito fino a questo punto dell’anno. In particolare, non vediamo l’ora di correre a Monaco, dove per la prima volta vedremo in azione la mescola supersoft. Si tratta di un pneumatico abbastanza differente rispetto al resto della gamma e dovrebbe essere molto efficace sulle strade di Monte Carlo”.
omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Sab 16 Apr 2011 - 12:28

Soddisfazione in Pirelli per la tenuta delle gomme

Alcuni piloti sono riusciti a realizzare i tempi migliori con le soft usate
Il pilota della Red Bull Racing Sebastian Vettel ha conquistato la sua terza pole position in successione con Pirelli, la quarta consecutiva in Formula 1 e la sua terza in Cina.
- Per passare al Q2, il tedesco ha utilizzato gli pneumatici Pirelli a mescola hard, prima di montare la soft con cui nell’ultima sessione ha stabilito il miglior giro in 1'33"706, abbassando di 8 decimi il tempo della pole di 1'34"558 che aveva stabilito lo scorso anno.
- I tempi dei primi tre piloti, completati dalle McLaren di Jenson Button (1m34.421s) e Lewis Hamilton (1m34.463s), sono stati tutti inferiori a quello della pole dello scorso anno.
- La maggior parte dei piloti rimasti dopo il Q1 ha usato la mescola soft nella seconda e terza sessione, che si è dimostrata estremamente efficace nelle condizioni relativamente fresche di Shanghai. Le temperature ambientali sono state di 17 gradi centigradi, quelle dell’asfalto di 22 gradi. Presenti oggi anche folate di vento, con un’intensità pari a 5 metri al secondo.
- Vettel ha attuato alla perfezione la sua strategia, visto che la gestione degli pneumatici adesso è parte essenziale delle qualifiche, per garantire di avere la quantità desiderata di pneumatici hard e soft a supporto della tattica di gara programmata. “La cosa principale è che gli pneumatici siano in forma e credo che abbiamo fatto un buon lavoro”, ha affermato Vettel, autore del miglior tempo anche nell’ultima sessione di prove libere di questa mattina.
- Come previsto, c’è stato poco degrado degli pneumatici e una differenza di circa un secondo e mezzo al giro tra mescole hard e soft. Questo significa che gli pneumatici soft dovrebbero durare circa 13-14 giri, contro i 19-20 degli hard. E’ probabile che i leader optino per una strategia su due soste, ma c’è la possibilità che qualche Team provi uno o tre pitstop.
- Il commento del Direttore Pirelli Motorsport, Paul Hembery: “E’ stata un’altra sessione molto emozionante e ricca d’azione, che ha sottolineato non solo le prestazioni ma anche la consistenza dei nostri pneumatici. Numerosi piloti sono riusciti a stabilire i loro migliori tempi con pneumatici soft usati, provando che il drop-off è sufficientemente gestibile per offrire una buona distribuzione della prestazione sullo stint. Tutti i Team di testa hanno dimostrato di essere molto competitivi, quindi tutto lascia presupporre che domani assisteremo a una gara molto serrata”.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Lun 18 Apr 2011 - 13:46

Sam Michael pronto a cambiare ruolo in Williams
Il direttore tecnico si assume la resposabilità del pessimo inizio della squadra di Grove

In Cina si è vociferato molto sul direttore tecnico della Williams, Sam Michael. Stando ad alcune indiscrezioni, infatti, sarebbe considerato il principale imputato del cattivo avvio di stagione della squadra di Grove e quindi il suo posto sarebbe a rischio.
Dopo un weekend di voci molto intense, oggi è tornato sull'argomento il diretto interessato, che ha confermato la cosa ad Autosport, spiegando che il suo ruolo potrebbe cambiare, ma che non si può neanche escludere definitivamente un suo possibile addio alla Williams.
Nella sua storia recente, alla squadra di Sir Frank non era mai successo di non marcare neanche un punto nelle prime tre gare e anche Michael ha ammesso che il rendimento mostrato fino ad ora non è accettabile: "Penso che sia chiaro che il lavoro che stiamo facendo non è abbastanza. Conosco abbastanza la Formula 1 da capire che il nostro rendimento non è soddisfacente, qualunque fosse il nome del team, e questo ricade su di me. Quindi è possibile che ci siano dei cambiamenti interni alla Williams e sono pronto a farne parte anche io se mi verrà chiesto per il bene della squadra".
"Come direttore tecnico ho scelto i ragazzi che lavorano per me, il team di aerodinamici, quello di progettazione, quello che sviluppa il KERS. Sono tutte persone che sono in quella posizione per una mia decisione, quindi se le cose così non vanno è per colpa mia" ha aggiunto.
Riguardo al suo futuro poi ha detto ancora: "Non so ancora quale sarà. Ovviamente il team deve decidere cosa è meglio per il suo bene e io sarò chiamato in causa in questo processo, ma anche io devo farmi un'esame di coscienza per capire quale sia la strada giusta da prendere in questo momento".
Poi però chiude con un messaggio abbastanza chiaro: "A prescindere da ogni ristrutturazione, io ho un contratto fino alla fine dell'anno. Dunque, mi piacerebbe rimanere in Williams almeno fino alla scadenza di questo".
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Lun 18 Apr 2011 - 13:46

Montezemolo: "Dobbiamo reagire in tempi brevi"
Il presidente della Ferrari è deluso: "Questo non deve essere il livello della Scuderia"

Non c’è tempo da perdere per la Scuderia Ferrari Marlboro dopo un inizio di campionato così difficile. Stefano Domenicali e alcuni tecnici hanno già fatto rientro alla base e, grazie al gioco dei fusi orario, avranno praticamente tutta la giornata a disposizione per analizzare insieme ai colleghi rimasti a Maranello sia l’andamento dell’ultima gara sia, soprattutto, i programmi di sviluppo della 150° Italia in vista dell’inizio della stagione europea.
A Maranello Luca di Montezemolo ha pianificato una lunga giornata di lavoro con tutti loro per fare il punto della situazione. E’ chiaro che il Presidente non è certamente soddisfatto, come ha confermato in una dichiarazione rilasciata al sito ufficiale della Casa del Cavallino, e ha colto l’occasione per invitare tutti ad una reazione.
“Questo non può e non deve essere il livello della Scuderia. E’ un momento molto delicato” – ha detto Montezemolo – “Mi aspetto che i nostri tecnici agiscano con determinazione e sappiano tirare fuori il massimo delle loro capacità per migliorare la prestazione della macchina in tempi brevi. Voglio la Ferrari là dove tutti noi ed i nostri tifosi vogliamo che sia”.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Lun 18 Apr 2011 - 15:22

Ferrari in crisi nera, stagione già compromessa? E Montezemolo striglia il team: "Il livello della Ferrari non può essere questo"

Se si considera che l'anno scorso di questi tempi, dopo le prime tre gare, la Ferrari aveva già ottenuto una vittoria con Alonso e due podi con Massa, per poi vedere la Red Bull vincere il Mondiale all'ultima gara, si ha la misura di quanto sia iniziata in salita questa stagione 2011, con le rosse sempre lontane dai primi tranne che per il sussulto in Malesia, sprecato poi da Alonso con l'errore in fase di sorpasso su Hamilton. La F150° Italia non è competitiva, manca di carico aerodinamico ed evidenzia un'usura anomala delle gomme Pirelli, ed il problema vero è che i tecnici di Maranello non sanno bene in quale direzione muoversi. Perchè il timore, fondatissimo, è che la monoposto 2011 sia un progetto strutturalmente sbagliato.
PROBLEMA GALLERIA DEL VENTO - In Ferrari, ora è certo, hanno un grosso problema con la galleria del vento, un progetto ormai obsoleto firmato nel lontano 1998 da Enzo Piano. I dati della galleria non trovano riscontro in pista, come hanno evidenziato gli aggiornamenti areodinamici montati negli ultimi test pre stagionali a Montmelò rivelatisi fallimentari. In assenza di test i tecnici ferraristi hanno utilizzato anche la giornata di venerdì a Shanghai per prove di carattere aerodinamico, e il che la dice lunga su quanto si navighi a vista nei box della Scuderia. Non lo nega del resto nemmeno il capo della Ges Stefano Domenicali: "Abbiamo un problema alla galleria del vento, stiamo lavorando per modificare gli strumenti a nostra disposizione. Conclusa la parte analitica, siamo entrati in quella costruttiva per sistemare l'aspetto strumentale, affinchè il lavoro fatto non ci porti ancora nella direzione sbagliata".
CAOS ROSSO - Già, perchè questa Ferrari 2012 non è veloce. O lo è solo in certe fasi di una corsa, non abbastanza per fare risultato, ed ha grossi problemi in qualifica e nella gestione delle gomme. Ecco perché le strategie diventano cruciali, ed un piccolo errore può divenire macroscopico. Inoltre l'impressione è che all'interno del team regni il caos su motivi dei problemi e direzione da prendere per risolverli. Indicative a questo proposito le dichiarazioni post gara dei piloti: Felipe Massa ha puntato il dito sulla strategia sbagliata (due soste invece che tre), Alonso e Pat Fry hanno ammesso che probabilmente anche con tre soste il risultato non sarebbe stato migliore.
MONTEZEMOLO STRIGLIA LA SQUADRA - Non è mancato il messaggio del presidente Luca di Montezemolo, che ha deciso di "strigliare" il team dopo le prime tre fallimentari gare: "Questo non può e non deve essere il livello della Scuderia. E' un momento molto delicato. Mi aspetto che i nostri tecnici agiscano con determinazione e sappiano tirare fuori il massimo delle loro capacità per migliorare la prestazione della macchina in tempi brevi".
NOVITA' IN TURCHIA - L'unica certezza è la mancanza di carico aerodinamico, ed è su quello che si concentrerà il lavoro dei tecnici ora che i team sono rientrati in Europa ed avranno tre intere settimane per lavorare sulla macchina. Domenicali non parla più di piano B: "Ci serve carico aerodinamico. In Turchia fra tre settimane avremo degli aggiornamenti sulla macchina, ma non saranno tali da consentirci di superare Red Bull e McLaren". Oltre alla delusione, cresce il dubbio che una soluzione, se mai sarà trovata, non arriverà in tempo per riaggiustare la stagione. Da Maranello arriva un impegno: "Dobbiamo fare un passo nella giusta direzione fin dalla prossima gara". Prima che sia tardi.

virgiliosport
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Lun 18 Apr 2011 - 15:28

Il gambero Rosso deve diventare una Ferrari vincente Scopriamo la strategia di Maranello per rendere competitiva la 150° Italia già in Turchia

La Ferrari è un gambero... rosso. In Cina speriamo abbia toccato il fondo delle sue prestazioni e sappia reagire in fretta ad una situazione che ora sta diventando davvero allarmante. Le altre squadre sono arrivate a Shanghai con delle novità tecniche grazie alle quali ci sono stati dei sovvertimenti nei valori prestazionali del Circus.
-La McLaren ha minato la granitica superiorità della Red Bull Racing (la squadra di Newey riesce a far funzionare a dovere solo una monoposto per gara: questa volta è toccato a Webber, mentre Vettel, in virtù della sua supremazia mondiale, ha dovuto difendersi come ha potuto) e la Mercedes ha dato un consistente segno di risveglio.
- La Ferrari, invece, sta guadagnando tempo. Nelle libere del venerdì è apparsa un'ala anteriore nuova che è stata affidata ad Alonso proprio nel giorno in cui lo spagnolo è stato afflitto dai guai all'idraulica, per cui ha girato poco. Vedremo se i dati raccolti sono stati comunque sufficienti a indirizzare la ricerca di chi è rimasto a casa per mettere mano ad una Rossa incapace di lottare per la vittoria.
- Gli uomini di Maranello sono consapevoli di essere già arrivati al punto di svolta della stagione: fra tre settimane in Turchia sapremo se la 150° Italia rivista e corretta saprà voltare pagina e aprire un nuovo capitolo nel mondiale o se sarà indispensabile incidere sulla struttura tecnica per iniziare un ciclo nuovo, visto che fra un paio di mesi partirà già la progettazione della monoposto 2012.
- Spariti dalla scena Ross Brawn e Rory Byrne, due tecnici sopraffini nel saper “leggere” ed interpretare le regole, la Ferrari sembra aver perso quella vena fantasiosa e innovativa che ha sempre caratterizzato le sue macchine di F.1.
- Cambiano le regole e a Maranello sanno esprimere una vettura che è la perfetta espressione del regolamento, nel pieno rispetto anche dello spirito delle norme. Brawn, invece, era bravissimo a condizionare le scelte prima che il Consiglio Mondiale FIA scolpisse la legge sulle tavole, oppure sapeva trovare i buchi interpretativi del regolamento, lasciando a Byrne la possibilità di trarre vantaggio proprio dalle opacità delle regole.
- Quello spirito non c'è più: ora c'è una squadra che si affida alla freddezza dei numeri in galleria del vento e alla virtualità delle informazioni che si possono trarre dal simulatore, arma indispensabile per sopperire al divieto di test in stagione.
- La scorsa settimana avevamo messo in evidenza che le carenze della 150° Italia potevano trovare una causa proprio nei sistemi di indagine che si usano in fabbrica e la risposta sincera ci è arrivata dalle dichiarazioni di Aldo Costa che a Shanghai ha ammesso una discrasia fra le risultanze che gli aerodinamici riscontrano nel wind tunnel e il comportamento della monoposto in pista.
- Siamo arrivati al momento socratico: sapere di non sapere. Questo è positivo. Ora però bisogna darsi una mossa, perché gli avversari non aspettano il risveglio primaverile della Ferrari, ma galoppano senza sosta e il gap (come abbiamo visto in Cina) potrebbe crescere anziché diminuire (Massa in gara ha ottenuto il 10 miglior tempo in gara e Alonso il 15.!).
- La scocca e il motore non si possono toccare, ma tutto il resto sì: a Maranello stanno analizzando la flessibilità dei materiali che permette alla Red Bull Racing di abbassare i flap anteriori in movimento. Non c'è solo l'assetto picchiato a garantire più carico aerodinamico alla RB7, ma le varie idee si compendiano in un funzionamento quasi perfetto che trova la sua massima espressione nella soffiatura degli scarichi sotto il fondo estrattore.
- La Red Bull Racing adotta la sospensione pull-rod proprio per questo motivo: i gas di scarico roventi, indirizzati sapientemente sotto il diffusore all'altezza della ruota posteriore, generano una sorta di “minigonna termica” che riduce le turbolenze nocive della gomma in rotazione e, soprattutto, costituisce una “paratia” grazie alla quale si sigilla il fondo all'asfalto, creando così un ground effect di vecchia memoria.
- Anche la McLaren adotta una sospensione posteriore con il tirante anziché con il puntone come la Ferrari. Qual è il vantaggio? Il tirante si allaccia alla parte superiore del portamozzo, lasciando in basso tutta l'area libera al passaggio dei gas roventi.
- La 150° Italia, invece, non può ottenere lo stesso risultato perché il puntone si infulcra proprio nel punto più basso del portamozzo, vale a dire in un'area che farebbe da “muro” ai gas di scarico. Aldo Costa sta facendo ridisegnare la sospensione per spostare l'ancoraggio del puntone più in alto sul portamozzo, in modo da liberare quello spazio così prezioso per attivare la “minigonna termica”.
- Si tratta di un intervento delicato perché i vantaggi aerodinamici (si parla di mezzo secondo circa) devono bilanciare l'aumento di forze sulla sospensione che potrebbero avere degli effetti sul comportamento delle gomme Pirelli.
- A Maranello hanno la voglia di reagire: sono già partiti i lavori di ammodernamento della galleria del vento disegnata da Piano e ormai inadeguata alle esigenze della F.1 moderna. Si tratta di un investimento importante che deve fare i conti con il contenimento dei costi. La Ferrari non vuole perdere il passo con la concorrenza. Accetta la sfida: per ora limita l'uso dell'attuale wind tunnel a certi impieghi e usufruisce della struttura molto moderna della Toyota Motorsport che si trova a Colonia.
- La partita, dunque, non è persa, ma d'ora in avanti nessun potrà fare altri errori. I bonus sono finiti. Altrimenti prepariamoci ad una serie di cambiamenti mentre la stagione è in corso, come la promozione di Pat Fry a capo della direzione tecnica...

di Franco Nugnes
Tornare in alto Andare in basso
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Mar 19 Apr 2011 - 12:31

Spiegato il mistero dell'ala aperta di Alonso
C'è stato un ritardo nell'arrivo del segnale di attivazione dalla FIA

Il Gp della Cina si era chiuso con un mistero che non aveva trovato risposta. Verso metà gara, la regia internazionale aveva mostrato un replay in cui si vedeva chiaramente che Fernando Alonso tallonava Michael Schumacher all'uscita del tornantino di Shanghai con l'ala posteriore aperta, quindi fuori dall'area abilitata all'utilizzo del DRS.
Tutti si sono giustamente domandati come mai la FIA non abbia rilasciato dichiarazioni ufficiali in merito e soprattutto come mai non abbia sanzionato Fernando, visto che prima dell'inizio della stagione il direttore di gara Charlie Whiting aveva avvisato tutti che in caso di violazioni ci sarebbe stata tolleranza zero.
Ora però il mistero è stato risolto: è stato proprio un errore della Federazione a creare questa situazione. C'è stato infatti un ritardo nella trasmissione del segnale di attivazione della FIA alla monoposto di Alonso. Quando le vetture erano separate da meno di un 1", ricevevano l'ok per aprire l'ala a 750 metri dal tornantino, in quel caso invece la Ferrari lo ha ricevuto solo a 300 metri dalla curva, per questo il segnale è rimasto acceso anche al di fuori dell'area prestabilita.
E qui si può dire che è stato bravo anche Fernando a capire che c'era stato un errore e a sfruttare l'ala mobile anche in uscita dal tornate, vedendo che il aveva ancora l'ok della Federazione, che quindi ha ritenuto che lo spagnolo non ha tratto vantaggio da questa sitazione.
Chiaramente però ora la FIA ha avviato un'investigazione per chiarire le cause di questo ritardo ed evitare che si possa ripetere un inconveniente di questo tipo anche in futuro.
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Mar 19 Apr 2011 - 15:39

l futuro della Formula 1 al Nurburgring è a rischio
I Verdi hanno aumentato i loro consensi e vogliono tagliare i fondi pubblici all'autodromo

Continua ad allungarsi l'elenco delle location "classiche" che rischiano di dover rinunciare al loro posto nel calendario di Formula 1. Anche il Nurburgring rischia infatti di non poter più disporre dei fondi pubblici per continuare il suo legame con il Circus.
- Nelle recenti elezioni nella Renania-Palatinato, l'SPD, il partito al potere, ha perso la sua maggioranza schiacciante, subendo un'importante rimonta da parte dei Verdi, che hanno visto triplicare i loro voti.
- "Non ho niente contro le corse automobilistiche nell'Eifel" ha spiegato Daniel Kobler, leader del Verdi. "Ho dei problemi solo se i soldi delle tasse dei nostri cittadini vengono utilizzati per garantire dei profitti alla Formula 1. Nei negoziati con la SPD, lavoreremo per rimuovere definitivamente i sussidi per il 'Ring in un prossimo futuro".

di Matteo Nugnes
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Mar 19 Apr 2011 - 15:42

Bahrein: possibile un recupero tra India e Abu Dhabi

La deadline per la decisione è fissato per il primo maggio, ma al momento è più no che si
- Tra una decina di giorni ci sarà il verdetto definitivo, con la deadline per la decisione finale che è stata fissata per il primo maggio, ma a Shanghai si è parlato anche dei possibili scenari per l'eventuale recupero del Gp del Bahrein, saltato ad inizio stagione a causa dei disordini interni al regno arabo.
- Se si decidesse di far ripartire la macchina organizzativa, l'ipotesi più plausibile rimane quella di reinserire la gara di Sakhir come terzultima della stagione, cioè a cavallo tra i Gp d'India e di Abu Dhabi, nel weekend dal 4 al 6 novembre.
- La realtà però è che al momento la crisi non è stata risolta completamente e la sensazione avuta in Cina è che i team in questo momento storcano un pò il naso all'idea di dover andare in Bahrein, specie dopo aver visto tutte le difficoltà incontrate dalla carovana del Mondiale Rally per disputare il Rally di Giordania.
- Inoltre non bisogna dimenticare che il calendario diventerebbe fittissimo proprio nella sua parte conclusiva, costringendo le squadre ad uno sforzo veramente importante con quattro Gp spalmati nello spazio di appena cinque settimane...

di Matteo Nugnes
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Mer 20 Apr 2011 - 15:58

Ferrari: via alla ristrutturazione della galleria del vento!
La struttura nuova sarà pronta a fine anno. Ecco come cambierà la 150° Italia intanto...

Alla Ferrari non perdono tempo: sono già iniziati i lavori di ristrutturazione della Galleria del vento progettata dall'architetto Renzo Piano nel 1997. In questo impianto sono state sviluppate le forme aerodinamiche che hanno contrassegnato tutte le monoposto vincenti dell'epoca Schumacher.
- Ora la struttura accusa il passare degli anni e necessita di un sensibile aggiornamento e non è un caso che la squadra del Cavallino abbia pianificato l'anno scorso delle sessioni di lavoro nel wind tunnel della Dallara e adesso operi con una certa costanza a Colonia nella modernissima struttura della Toyota Motorsport, la stessa che la McLaren aveva utilizzato nel 2010 per rivedere il progetto della Mp4-25 che si era rivelato sbagliato ad inizio campionato.
- La situazione si ripete pari pari alla Ferrari: Aldo Costa ed i suoi tecnici hanno capito che i dati che emergono dalla ricerca in galleria non corrispondono con quelli effettivi della pista, per cui la 150° Italia si è rivelata molto meno competitiva delle attese (per Costa doveva essere una vettura estrema e vincente dal primo Gp).
- Mentre i tecnici della Gestione Sportiva stanno mettendo mano alla Rossa, altri specialisti stanno iniziando la messa in opera della ristrutturazione del wind tunnel. Sono lavori che impegneranno l'area quasi fino alla fine dell'anno, anche se l'attività all'interno dell'impianto di Piano non è stata fermata (almeno per ora), ma solo fortemente razionalizzata. L'adeguamento dovrebbe portare ad utilizzare modelli al 60% utili a definire con maggiore precisione gli studi di micro-aerodinamica. Tutti stanno spingendo al massimo per fare in modo che la vettura 2012 possa essere sviluppata nella nuova struttura.
- Nel frattempo, come avevamo anticipato domenica, gli interventi sulla 150° Italia per il Gp di Turchia riguarderanno l'ala anteriore flessibile - per adeguarsi alla Red Bull Racng - e la sospensione posteriore. Nel retrotreno, infatti, si possono ottenere due effetti positivi: primo, spostando più in alto il punto di attacco del puntone al portamozzo (che ora è ancorato in basso) è possibile liberare l'area al passaggio dei gas roventi degli scarichi, grazie ai quali è possibile generare una sorta di "minigonna termica" che permette di "sigillare" all'asfalto l'estrattore posteriore, aumentando così il carico aerodinamico.
- Non solo, ma dovendo intervenire in quell'area è possibile modificare le geometrie delle sospensioni per adottare quell'assetto picchiato che tanto ha fatto discutere la Red Bull RB7, alzando l'altezza della monoposto nel posteriore e favorendo, quindi, una maggiore capacità di aspirazione dell'aria sotto il fondo, aggiungendo il carico che manca.
- Nell'anteriore, invece, si vedrà un'ala con i flap flessibili, stile RBR, indispensabile a bilanciare l'incremento di carico posteriore e rendere la Rossa una monoposto meno sensibile al sottosterzo (tendenza ad andare per la tangente delle curve) e quindi più guidabile e performante.
- La rincorsa è già cominciata: la Ferrari non si arrende...

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Mer 20 Apr 2011 - 16:00

Ecclestone: "La Formula 1 non è in vendita"
Mister E smentisce di essere in trattativa con la News Corp di Rupert Murdoch

Dopo i rumors di ieri, oggi Bernie Ecclestone ci ha tenuto a precisare che la Formula 1 non è in vendita. Ieri si è parlato parecchio, infatti, della possibilità che la News Corp di Robert Murdoch fosse in trattativa per acquisire il controllo dei Gp, ma Mister E ha smentito tutto in maniera seccata.
- "E' tutta spazzatura, la Formula 1 non è in vendita" ha detto Bernie al Telegraph Sport. A dare l'allarme era stata Sky News, parlando di una trattativa nella fase embrionale, di cui farebbe parte anche il messicano Carlos Slim, che attualmente sponsorizza la Sauber tramite Sergio Perez, che si dice sarebbe pronto a creare un consorzio con la News Corp.
- A questo punto però la posizione di Ecclestone sembra piuttosto chiara, ma è anche vero che, qualora la trattiva fosse in corso, difficilmente la andrebbe a sventolare ai quattro venti. Tuttavia, se non riuscisse a mettere le mani sul pacchetto completo, la News Corp sembrerebbe interessata anche solo a portare a casa i diritti televisi della Formula 1...Quale delle due parti starà dicendo la verità?

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Mer 20 Apr 2011 - 16:04

Kubica sembra prossimo a lasciare l'ospedale!
Il polacco potrebbe tornare a casa prima di Pasqua, intanto l'indagine sull'incidente verrà archiviata

Arrivano buone notizie riguardo alle condizioni di Robert Kubica: secondo quanto riporta la PAP, un'agenzia di stampa polacca, il pilota della Lotus Renault potrebbe essere dimesso dall'Ospedale Santa Corona prima di Pasqua.
- Nelle ultime settimane Robert ha fatto dei passi avanti da gigante, scongiurando tutti i pericoli di infezione relativi ai tre interventi chirurgici cui è stato sottoposto dopo il terribile incidente avvenuto ad inizio febbraio durante la Ronde di Andora, ma soprattutto muovendo i primi passi sulle sue gambe, anche se ovviamente con l'uso delle stampelle.
- Le lesioni riportate al braccio e alla gamba destra, causate da un guardrail entrato nell'abitacolo della sua Skoda come una lama, erano molto importanti. Non a caso, in un primo momento si temeva che il pilota polacco avrebbe potuto perdere la mano, ma fortunatamente i medici del centro sanitario ligure sono riusciti a scampare questo pericolo. Dunque, il suo possibile ritorno a casa a poco più di due mesi dall'incidente è un qualcosa di quasi miracoloso.
- Intanto nei prossimi giorni dovrebbe anche arrivare l'archiviazione dell'inchiesta sul suo botto. La richiesta del sostituto procuratore Giovanni Battista Ferro dovrebbe essere partita nel weekend, basandosi su due punti fondamentali: il primo è la decisione di Kubica di non sporgere denuncia verso gli organizzatori della gara, il secondo sono gli accertamenti della Polizia Stradale, che non hanno ravvisato alcuna zona grigia nelle procedure di omologazione del percorso di gara.

di Matteo Nugnes
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Gio 21 Apr 2011 - 19:26

Anche Schumi scherza sul suo ritorno difficile
La Mercedes ha realizzato un nuovo spot veramente divertente con Michael e Rosberg
Ultimamente la Mercedes sta realizzando degli spot veramente divertenti con Michael Schumacher e Nico Rosberg come protagonisti. Durante la sua avventura ferrarista, il 7 volte campione del mondo ha sempre confermato il suo enorme talento, ma spesso veniva rimproverato sotto l'aspetto umano.
- Ora che le cose non vanno troppo bene in pista, però, abbiamo scoperto un nuovo Schumi, che ad esempio concede sempre interviste in italiano ai giornalisti della Rai, o che è disposto a mettersi in ballo anche in una situazione scherzosa come quella del video che potete vedere all'interno di questa notizia.
- In questo nuovo spot un donna incinta ed il marito rimangono fermi sul ciglio della strada con l'auto in panne. La donna è evidentemente in travaglio quando arrivano due Mercedes con a bordo Rosbeg e Schumacher. Il marito senza esitare dice: "E' Michael Schumacher, il 7 volte campione del mondo, saliamo con lui".
- Ma la moglie non ci pensa due volte e risponde: "Si, ma Nico ha fatto il doppio dei punti nella passata stagione"...Sicuramente non si può dire che al pilota tedesco manchi l'ironia, proprio ora che sta attraversando il momento più duro della sua carriera in Formula 1!
guardate il video



omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Gio 21 Apr 2011 - 19:29

Kubica: "La mobilità della mano è ancora limitata"
Il recupero comunque segue le tabelle di marcia e Robert spera di tornare a casa entro 10 giorni

Ieri le agenzie di stampa polacche hanno cominciato a parlare della possibilità che Robert Kubica lasciasse l'Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure nei prossimi giorni e oggi è stato lo stesso pilota della Lotus Renault a confermare la cosa attraverso il sito ufficiale della squadra di Enstone.
- "Ora sto iniziando a sentirmi molto meglio. Il mio recupero sta procedendo nella maniera giusta. La mia forza ed il mio peso aumentano di giorno in giorno, quindi presto potrò lasciare l'Ospedale Santa Corona. Ancora non abbiamo fissato una data, ma la mia speranza è che possa succedere entro i prossimi dieci giorni" ha detto Robert.
- La situazione sembra sotto controllo anche per quanto riguarda la mano destra, quella che ha rischiato di perdere nel terribile incidente avvenuto durante la Ronde di Andora: "La mobilità della mano è ancora limitata, ma è una cosa normale in situazioni come questa, perchè i muscoli del braccio sono deboli a causa della lunga immobilità. Comunque anche sotto questo punto di vista vedo dei miglioramenti ogni giorno".
- Una volta lasciata la struttura sanitaria ligure, Kubica continuerà la riabilitazione presso Formula Medicine, il centro del dottor Ceccarelli: "Appena potrò lasciare l'ospedale, mi concederò qualche giorno di riposo a casa mia, a Montecarlo. Successivamente mi recherò nel centro del dottor Ceccarelli dove inizierò il processo di riabilitazione, insieme ad un leggero programma di allenamento. Le due cose andranno poi via via ad incrociarsi in base ai miglioramenti delle mie condizioni".
- Robert ha anche ammesso di essere rimasto colpito dall'enorme quantità di fan che gli hanno fatto sentire il proprio supporto: "Devo ammettere che il loro impatto è stato travolgente e che mi ha aiutato molto. Prima non mi ero mai reso conto di quanti fan ci fossero a sostenermi. Sono molto lusingato e non possa fare altro che promettergli che quando tornerò darò il massimo anche per loro".
- Il polacco poi chiude con un messaggio dedicato a loro: "Continuate a godervi la Formula 1, anche se io sono fermo in questo in questo momento. Da parte mia, invece, proverò a sfruttare questa esperienza difficile come una motivazione in più per tornare più forte di prima".

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
alfa
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1955
Punti : 2520
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 63
Località : Barberino di Mugello (FI)

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Gio 21 Apr 2011 - 19:31

Il Team Lotus potrebbe acquistare la Caterham
L'annuncio fissato per martedì dovrebbe essere questo. Cambia nome anche il team?

Ieri il Team Lotus ha indetto una conferenza stampa per la giornata di martedì, spiegando che in occasione del test aerodinamico che verrà svolto al Duxford Airfield darà un importante annuncio riguardo al futuro della squadra.
- Stando alle indiscrezioni raccolte oggi da Autosport, la squadra di Tony Fernandes sarebbe prossima a rilevare la Caterham, casa automobilistica britannica che ha costruito il suo successo iniziando a realizzare vetture sulla base della Lotus Seven, acquistandone il progetto originale dalla Lotus Cars alla fine degli anni '70.
- Questo permetterebbe alla squadra di Hingham di continuare a cooperare con il mondo delle auto di produzione, nonostante la rottura arrivata alla fine della scorsa stagione con il Group Lotus. Inoltre anche in ottica marketing quello della Caterham sarebbe un nome abbastanza spendibile anche per una squadra di Formula 1, soprattutto se l'intenzione fosse quella di trovare dei finanziatori in Gran Bretagna.
- Un cambio di nome di questo tipo consentirebbe, infatti, a Tony Fernandes e soci di risolvere finalmente la disputa legata proprio al nome della squadra iniziata ormai diversi mesi fa con il Group Lotus (Fernandes sostiene di averlo acquistato legalmente da David Hunt, la Casa britannica invece ritiene di esserne proprietaria), per la quale in ogni caso è attesa una sentenza la prossima settimana.

omnicorse
Tornare in alto Andare in basso
Alex
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1650
Punti : 1952
Data d'iscrizione : 17.02.11
Età : 28
Località : Firenze

MessaggioTitolo: Re: News test e...   Ven 22 Apr 2011 - 10:46

Il Gp della Turchia rischia di sparire nel 2012
Per rinnovare il contratto in scadenza sarebbe stato chiesto il doppio rispetto a quest'anno

Non c'è pace per gli organizzatori europei dei Gp di Formula 1. Ora sembra che, con buone probabilità, quella di quest'anno sarà l'ultima edizione del Gp della Turchia. Il contratto del tracciato di Istanbul Park con la Formula 1 Management scade al termine di quest'anno e pare che per il rinnovo sia stata chiesta una tassa d'iscrizione raddoppiata rispetto a quella del 2011.
A rivelarlo è stato Murat Yalçintas, capo della camera di commercio di Istanbul, tramite il suo profilo di Twitter. La richiesta per il rinnovo del contratto sarebbe infatti di 26 milioni di dollari, a fronte dei 13 spesi dagli organizzatori turchi per l'edizione di quest'anno.
"Sembra che la Formula 1 non farà tappa ad Istanbul nella prossima stagione" ha scirtto Yalçintas sul suo profilo. "La cifra richiesta è troppo alta e per questo il Ministero delle Finanze non sembra intenzionato ad effettuare il pagamento. Per questo motivo credo che nel 2012 la gara non si farà".
Questa richiesta così esosa però potrebbe non essere casuale, visto che sicuramente nella prossima stagione una delle gare presenti nel calendario di quest'anno dovrà fare spazio al Gp degli Stati Uniti. Quella turca potrebbe essere quindi quella sacrificabile...
(omnicorse.it)
Tornare in alto Andare in basso
http://losportdeimotori.forumattivo.it
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: News test e...   

Tornare in alto Andare in basso
 
News test e...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 7Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» Autovelox News
» Norton NRV 588 Test a Donington
» test per misurare l'eta' biologica reale
» Test sospensioni
» primo scambio con le nuove PK ki15 300 (test su terra)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Lo Sport dei Motori Formula1 MotoGP..... :: Archivo :: F1 2011-
Andare verso: